Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi
Video

20.10.2014 MILANO – “PARTITI PER LA TANGENTE”

Ed ecco l’altro intervento …………..

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1vHrATf
Video

20.10.2014 – MILANO – “PARTITI PER LA TANGENTE”

Ecco il primo dei miei interventi al dibattito  di ieri sera  organizzato al Teatro Menotti  di Milano dal M5S.  

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1vHqozd

Io sindaco di Milano, perchè no?

Per chi vuole saperne di più,  invito a leggere l'intervista che ho rilasciato ieri all'Huffington Post.

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1vs1qDG

Calendario e località incontri regionali programmati

Calendario e località incontri regionali programmati da Antonio Di Pietro (Roma, li 16 ottobre 2014)  Carissimi amici, faccio seguito alla mia ultima lettera aperta dell’11 ottobre scorso (che potete trovare pure essa pubblicata qui) in cui – nel precisare l’impossibilità da parte mia di seguire la decisione politica dell’attuale classe dirigente di IDV di proseguire a priori la propria collaborazione con il PD, nonostante la non condivisione dei provvedimenti presi ed in via di approvazione del Governo Renzi – ho anche  ribadito che non posso e non voglio sottrarmi al confronto con le tante persone (elettori, simpatizzanti, militanti, iscritti e dirigenti del partito) che hanno condiviso con me le tante battaglie portate avanti in questi anni da IDV. Ho perciò predisposto un giro di incontri – regione per regione – secondo le date stabilite e riportate nella mia sopra indicata lettera aperta. Nel prospetto allegato a tale lettera, però, mancavano le informazioni principali circa i luoghi ove poterci incontrare, nelle varie regioni. Sono ora in grado di segnalare tali ulteriori indicazioni quanto meno per gli incontri fissati per il mese di ottobre e per la prima metà di novembre. Per gli incontri fissate nelle date successive, stiamo (io e la mia segretaria Francesca Bonetti reperibile attraverso la mail francesca.bonetti@antoniodipietro.it ) ancora cercando il luogo adatto e ringraziamo sin d’ora chi può darci una mano nelle varie regioni dove conto comunque di essere presente nelle date già programmate. Come potete constatare, ho cercato di individuare luoghi istituzionali, pubblici e/o comunque neutri, proprio per dar modo - a tutti coloro che vogliono interloquire con me o solo salutarmi di persona - di poterlo fare senza sentirsi spaesato e fuori contesto (d’altronde la ragione principale – e per intanto – di questo mio giro di incontri è proprio e solo per il desiderio sincero di stringere a ciascuno di Voi la mano e ringraziarVi, uno a uno, per aver percorso con me un pezzo di strada assieme). Per ogni ulteriore informazione, vi prego di consultare il mio blog ovvero scrivere alla mia mail personale dipietro@antoniodipietro.it . Ribadisco, a scanso di equivoci, che ogni nostro sforzo è e può essere ... Leggi tutto ...

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1w98wfu
Video

………per sorridere un po’………..

Grazie agli amici di 'Un giorno da pecora' voglio condividere con voi l'intervista cantata realizzata ieri, 14.10.2014,  nei loro studi.

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1w7VAaK

Coraggio è tempo di ricominciare

CORAGGIO E’ TEMPO DI RICOMINCIARE  (Antonio Di Pietro - Roma li 11 ottobre 2014)  Carissimi amici, come penso sia già a conoscenza di molti di Voi, lo scorso 3 ottobre si è svolto a Sansepolcro un’importante riunione dell’Esecutivo nazionale dell’Italia dei Valori (partito di cui sono orgoglioso di esserne stato, a suo tempo, il promotore), allargato alla partecipazione degli amministratori e degli eletti. In tale riunione, il nuovo Gruppo dirigente IDV ha formalmente ribadito - come scelta politica di fondo – la propria collocazione all'interno della coalizione di centrosinistra ed una maggiore e più marcata apertura di dialogo con il partito democratico PD). Scelta ovviamente del tutto legittima ma che io – sia per la mia storia personale ed istituzionale, sia per le azioni politiche che la nuova dirigenza del partito democratico ed innanzitutto dell’attuale leader di Governo e di partito Matteo Renzi sta portando avanti – non posso condividere. A me personalmente, infatti, interessa poco se chi sta al Governo si chiami Berlusconi o si chiami Renzi. Mi interessa invece ciò che questo o quel Governo sta facendo ed intende fare sulle materie specifiche per cui a suo tempo ho dato anima e corpo (insieme a tanti altri militanti IDV che non smetterò mai di ringraziare abbastanza) per portare all'attenzione dell’opinione pubblica. In particolare (e solo per fare qualche primissimo esempio): -          in materia di giustizia il Governo Renzi sta facendo – nel quasi assoluto silenzio dei maggiori organi di informazione -  ciò che non riuscì di fare neanche a Berlusconi (vi risparmio l’elencazione che tanto conoscete benissimo); -          in materie di riforme costituzionali, gli attuali componenti del Parlamento – per non rimandarci a votare e quindi per non perdere la loro poltrona -  si stanno sottomettendo e genuflettendo a soluzioni arbitrarie (il Senato non eletto) e permissive (l’immunità parlamentare ai consiglieri regionali che andranno anche al Senato); -          in materia elettorale, viene tolto al cittadino-elettore qualsiasi possibilità di scegliere lui chi mandare a casa e soprattutto la possibilità di rimandarlo a casa se, a metà legislatura, si avvede che questo o quel parlamentare non meritava il suo voto (c.d. istituto del ... Leggi tutto ...

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1vTJ1id

Quale futuro per l’IdV? Lettera aperta di Antonio Di Pietro ai quadri dirigenti, militanti, iscritti e simpatizzanti del partito

Cari amici, il prossimo venerdì, 3 ottobre, a Sansepolcro, http://www.italiadeivalori.it/idv-per-litalia-incontro-nazionale-di-sansepolcro-3-5-ottobre-2014/ è fissata la riunione nazionale dell’esecutivo dell’Italia dei Valori, allargato agli eletti e amministratori, per riflettere insieme sul ruolo che il nostro partito può ancora avere sul piano politico e istituzionale del nostro Paese. Come ho già indicato nelle mie due precedenti lettere aperte (rispettivamente del  13 settembre 2014  http://www.antoniodipietro.it/2014/09/lettera-aperta-di-antonio-di-pietro-ai-dirigenti-iscritti-simpatizzanti-ed-amici-di-idv e del 24 settembre 2014 (http://www.antoniodipietro.it/2014/09/il-futuro-di-idv-sansepolcro-3-4-5-ottobre-2014#more-9829ù  ritengo necessaria una chiara presa di posizione del partito, sia sul piano politico generale che su quello organizzativo interno. Con questa terza lettera aperta invito nuovamente i quadri dirigenti, i militanti,  gli iscritti e i simpatizzanti di IdV, a riflettere su quali prospettive basare la futura azione politica del partito. Al riguardo ribadisco la mia assoluta contrarietà al metodo usato dall’attuale Governo e dalla sua maggioranza, sia per quanto riguarda in provvedimenti finora adottati e sia per gli spocchiosi comportamenti posti in essere dal Presidente del Consiglio. A tal proposito vi prego di leggere la lucida analisi di Marco Travaglio, qui di seguito riportata e pubblicata oggi in prima pagina su “Il fatto quotidiano”. L’asineria al potere (Marco Travaglio -  Il Fatto quotidiano - 1 ottobre 2014) Per dire come siamo ridotti ci tocca pure dar ragione a D’Alema: Renzi parla di cose che non conosce, confidando nel fatto che non le conosca nessuno, grazie alla collaborazione  straordinaria dei tg e dei giornali. Sulla giustizia dice che in "20 anni di derby ideologico fra berlusconiani e antiberlusconiani" non s'è fatta una sola riforma: invece se ne sono fatte 120, con i bei risultati a tutti noti; e lui prepara la 121esima, degno coronamento delle altre 120. Sull'abolizione delle elezioni per il Senato dice che "se ne parla da trent'anni", mentre  nessuno, a parte Gelli nel Piano di Rinascita del1976, ne aveva mai parlato né sentito il bisogno. Sulle Province dice: “Le abbiamo abolite”, invece s'è limitato  a cambiare loro il nome ad abolire le elezioni e a moltiplicare ... Leggi tutto ...

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/YM44ao


Antonio Di Pietro | Promuovi anche tu la tua Pagina