Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi

Renzi a parole, Berlusconi nei fatti

Renzi si è sempre presentato come il rottamatore, come colui che voleva rompere le vecchie logiche di potere e portare avanti una lotta senza quartiere contro la corruzione. E’ certamente compito dei giudici accertare le eventuali responsabilità di Claudio Descalzi, il numero uno dell’Eni indagato per corruzione internazionale, ma non è tollerabile che Renzi sminuisca l’importanza dell’inchiesta affermando che si tratta solo “di un avviso di garanzia citofonato sui giornali”. La notizia è emersa semplicemente perché la procura di Milano, tramite una rogatoria internazionale inviata a Londra, ha chiesto il sequestro di alcuni fondi.  Renzi, piuttosto che far finta di niente e difendere Descalzi, avrebbe dovuto chiamare immediatamente a rapporto il suo uomo, chiedergli spiegazioni sull’intera vicenda e intimargli di mettersi a completa disposizione della magistratura. Vogliamo sperare che il Presidente del Consiglio non fosse a conoscenza dei colloqui intercorsi fra Descalzi e Bisignani, l’amico dei potenti, e dei suoi inciuci in quest’affare poco chiaro, finito sotto la lente d’ingrandimento dei magistrati e che, molto probabilmente, farà perdere all’Eni svariati milioni di euro. Perché, se Renzi ne fosse stato a conoscenza, sarebbe un complice politico. Non comprendiamo, inoltre, il motivo per il quale, alla stessa stregua di Berlusconi, il Capo del Governo, invece di prendere le distanze da Descalzi e denunciare i suoi comportamenti poco chiari, sminuisca la cosa e se la prenda indirettamente con i giudici che fanno solo il loro dovere. Qual è allora la differenza fra Renzi e Berlusconi? Comprendete ora il motivo per il quale io spesso, in passato, ho parlato del governo renzusconi? Di seguito pubblico l’intera ricostruzione della vicenda, che io condivido, e che è riportata in un articolo a firma di Marco Lillo, pubblicato oggi dal Fatto quotidiano. Voi cosa ne pensate? Aspetto i vostri commenti.

Leggi l’articolo

 

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1suyplC

IDV – un confronto aperto fra iscritti e simpatizzanti

Cari amici, a seguito della mia lettera aperta pubblicata nei giorni scorsi su questo blog in cui mi chiedevo e chiedevo di interrogarci su quale debba essere la linea politica del nostro partito e cosa fare per riorganizzare le fila di IDV nel territorio, ho ricevuto molte risposte che potete leggere nei commenti al mio post. Tra queste, mi permetto segnalare la seguente mail inviatami dal giovane Marco Fedi che, previo suo consenso  rendo pubblica, e ciò al fine di aprire fra noi un trasparente dibattito al nostro interno sulle scelte politiche di IDV e su cosa sia meglio fare per rilanciare la nostra presenza all'attenzione dell'opinione pubblica e, quindi, al nostro possibile e potenziale elettorato. Ciao, a risentirci presto Antonio Di Pietro Oggetto: Un invito alla riflessione in vista dell'incontro di ottobre Cari Dirigenti e amici tutti di IDV, a seguito delle decisioni ratificate dal Direttivo nazionale dopo le elezioni europee, in favore di una strategia impostata sulla sinergia col PD, molti semplici iscritti ed ex candidati europei di IDV, come il sottoscritto, prima di esprimersi, attendevano per rispetto questa presa di posizione di Di Pietro, la quale, essendo giunta, mi permette di sottolineare fatti oggettivi ed importanti che dovrebbero far riflettere coloro che, nella Direzione di IDV, pensano di aver ormai ben compreso la situazione e il da farsi. Perché tornare adesso a riflettere "a freddo" conviene al comune interesse di tutti noi. 1)  Il PD non ha ottenuto il 40% alle elezioni europee, in quanto l'astensionismo tra gli aventi diritto va computato, ed essendo stato pari a circa il 50% ne consegue che, al di là della solita disinformazione politicizzata, il PD ha ottenuto solo il 20% dei consensi tra i votanti effettivi (e non il 40%  "dei consensi degli italiani"). Altrimenti se per assurdo solo due persone avessero votato e si fosse ottenuto un solo voto, si potrebbe dire di avere incassato il 50% del consenso degli italiani (!). Ciò significa che appena più di un italiano su dieci (considerando tutta la popolazione) ha sostenuto Renzi e che IDV avrebbe dunque da convincere una biblica moltitudine di delusi, che non si sono fidati neppure di Renzi. 2)  A motivo di ciò ma anche a motivo della buona ed ... Leggi tutto ...

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1yfsp8T

Intervista a ‘Radio Radicale’

Cari amici, pubblico l'intervista che ho rilasciato quest'oggi a Radio Radicale. 16.9.2014 - Intervista a Radio Radicale

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1ycdo7C

“Sbagliato e inutile – gli arretrati resteranno”

Cari amici, ecco l'intervista che ho rilasciato a 'La Stampa' sulla riforma della giustizia. 15.9.2014 'La Stampa'

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1y6sP16

LETTERA APERTA DI ANTONIO DI PIETRO AI DIRIGENTI, ISCRITTI, SIMPATIZZANTI ED AMICI DI IDV

Carissimi, ho ricevuto anch'io, come penso Voi, l’invito (con annesso programma dei lavori) del Segretario nazionale IDV Ignazio Messina a partecipare all’<<Incontro dei Valori>> che il nostro partito terrà nei giorni 3, 4 e 5 ottobre p.v. a Sansepolcro. Io ci sarò e invito anche tutti Voi ad esserci perché trattasi di un momento di confronto importante per il futuro del nostro partito, almeno per due specifiche ragioni: -    analizzare assieme (sia tra noi che con gli ospiti che la dirigenza IDV ha individuato ed invitato) il contributo che IDV può ancora dare alla politica del nostro paese. Al riguardo mi pare molto “azzeccato” il programma dei lavori previsto per il 4 e il 5 ottobre, giorni in cui appunto ci confronteremo su temi delicati quali le riforme, l’informazione, la giustizia, l’economia, il lavoro e i diritti civili; -    ascoltare dal vivo e prendere atto delle decisioni che saranno prese venerdì pomeriggio 3 ottobre dal vigente Esecutivo nazionale IDV (molto opportunamente allargato anche ai coordinatori provinciali, agli eletti, ai responsabili regionali giovani e donne ed a tutta l’organizzazione del partito) e ciò soprattutto al fine di poter ognuno di noi comprendere se e quale contributo può ancora dare sul piano personale al conseguimento degli obiettivi che IDV si propone. Ciò premesso, ed al fine di permettere a tutti una ponderata riflessione in tempo utile, Vi sintetizzo qui di seguito la proposta che, da parte mia, intendo presentare formalmente durante la riunione dell’Esecutivo nazionale:

  1.  sul piano politico, ritengo necessario rilanciare una nostra identità propria e quindi – pur reiterando la disponibilità del nostro partito ad un dialogo politico, istituzionale ed elettorale con il PD – far emergere con chiarezza le differenze che ci sono e ci devono essere fra noi e loro in materie delicate come la giustizia, l’informazione e le riforme costituzionali in corso. Personalmente, infatti, sono convinto che IDV può riconquistare visibilità, consenso e agibilità politica solo se ha qualcosa di specifico da dire all'elettorato (sia a quello frastornato dalle troppe promesse del Governo Renzi, sia a quello confuso dalle esagitate proteste dell’opposizione grillina, sia
... Leggi tutto ...

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1xYBpPv

Intervista di Marco Travaglio a Piercamillo Davigo sulla riforma della giustizia

Voglio segnalarvi l’intervista di Marco Travaglio, sulla riforma della giustizia, all’ex collega Piercamillo Davigo, che è stata pubblicata oggi dal Fatto Quotidiano. Vi invito a leggerla perché condivido in pieno il suo pensiero. Intervista a Davigo Piercamillo

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1xSt6ow

Le critiche dell’ANM sulla riforma della giustizia

Cari amici, 'molto fumo e poca sostanza',  'testo inefficace e frutto di compromesso' così l'ANM sulla riforma della giustizia presentata dal governo Renzi. Ecco l'articolo apparso sul Fatto Quotidiano.

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1xHVVnv

Incontro con il Questore di Campobasso

Cari amici, domani incontrerò il dottor Raffaele Pagano, Questore di Campobasso, (come potrete leggere nell'articolo apparso questa mattina su Termoli online) per parlare della difficile situazione dei lavoratori delle forze dell'ordine.

Facebook
Google
Twitter
Vedi articolo
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico

Short Url: http://bit.ly/1xHSoWc


Antonio Di Pietro | Promuovi anche tu la tua Pagina