Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi

L’informazione di “Striscia”

Facebook
Google
Twitter
337
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url: http://bit.ly/wbQvqC

antonio ricci Linformazione di Striscia
Antonio Ricci
Il programma “Striscia la notizia” ha messo ieri in ridicolo il simbolo del mio partito, l’Italia dei Valori. Lo ha ribattezzato “La mutanda degli odori”, ha commentato: “Che puzza” e ha mostrato il gabbiano-arcobaleno morente, probabilmente di aviaria.
I simboli sono importanti e Striscia ha insultato me e i miei elettori con un’ironia triviale e gratuita.
Ricci potrebbe rispondermi che ha riservato ad altri partiti il medesimo trattamento.
Ad un esame non superficiale si nota che questo maestro della comunicazione ha mantenuto per la Casa delle libertà la parola (positiva) libertà e invece, nel caso dell’Italia dei Valori, ha sostituito la parola (positiva) valori con odori.
Un dettaglio forse, ma certamente voluto.
A Striscia si striscia agli ordini del proprietario di Canale 5, il tapiro dovrebbero darlo a Ricci, uno ogni sera.
Ricci è forte con i deboli e debole con i forti.
Spietato con Vanna Marchi e indulgente con Berlusconi, “Any comments on Mr. Mills, dear Ricci?”.
Nella prossima legislatura ci sono molte emergenze da gestire, eredità di questo governo.
La prima a cui mettere mano, la cui responsabilità è da attribuire anche ai governi precedenti, è la riforma del sistema radiotelevisivo e l’assegnazione delle frequenze al fine di garantire in Italia una vera democrazia.
Se gli elettori mi daranno la loro fiducia sarà un punto prioritario del prossimo governo.


337 Commenti a “L’informazione di “Striscia””

  • avatar

    Ben venga una riforma del sistema radiotelevisivo, ma che renda la Rai COMPLETAMENTE indipendente dal partitismo, che ridia le frequenze assegnate a rete4 al suo legittimo proprietario… e questo solo per iniziare.

  • avatar

    Carissimo Dott. Di Pietro,
    confermo e sottoscrivo in pieno ciò che Lei ha scritto su Ricci. Io ho sempre sostenuto che è infinitamente peggio di Fede.
    Almeno Emilio ha dalla sua un coerenza invidiabile, morirebbe per i suoi ideali (non suoi di Fede; ovviamente di Silvio) mentre, come Lei giustamente ha fatto notare, Ricci sa massacrare persone che hanno osato rispondergli pan per focaccia (si ricordi, ad esempio, il caso Bonolis), mentre con chi è al potere, sa solo fargli il verso per la bandana, il mascara e i capelli redivivi.
    Il mio voto lo avrà, e quasi sicuramente quelli della mia famiglia non Le mancheranno. La prego solo di riportare un po’ di decenza in Parlamento e, soprattutto, cerchi di rimettere mano alle mostruosità che più che del Cavaliere, sembrerebbero essere opera del suo stalliere.
    Stefano Falone

  • avatar

    sono perfettamente d’accordo, lo strisciare di certi personaggi nei confronti del presidente del consiglio, è a dir poco vergognoso spero che fra le priorità del centrosinistra ci sia anche il ripristino della giusta informazione radiotelevisiva.

  • avatar

    La televisione italiana e’ un completo disastro e le responsabilita’ vengono da lontano, ma ci sono alcuni “guastatori” che, in questi anni, sono stati utilizzati scientificamente contro chi dava fastidio al padrone. Ricci e’ uno di questi e ha preso sempre di mira Italia dei Valori e il suo Presidente perche’ parlare di legalita’ nella povera Italia di Berlusconi e’ come parlare di corda in casa dell’impiccato. Se non fosse che c’e’ ancora chi ritiene Striscia un programma super partes, l’insulto di Ricci mi lascerebbe completamente indifferente e non sprecherei una parola di piu’ per lui perche’, come ha scritto una nostra militante aproposito di un altro “servitore”, come si puo’ insegnare a una sogliola lo spessore o a una cimice l’altezza o a una zecca l’indipendenza?
    Angela Zeoli

  • avatar

    Concordo sia sui termini generali del problema che su quelli particolari.
    Mutanda dei Valori sarebbe stato più satirico ,più divertente e più rispettoso
    Poichè abbiamo una legge elettorale che garantisce per cinque anni (e non fino alla fine della legislatura) i rimborsi a quei partiti che raggiungono l’1% nazionale, scommettiamo che questa legge non verrà cambiata così come non sarà cambiata la legge sulla Rai, recentemente occupata di dirtto dai partiti?
    http://www.giannipera.it

  • avatar

    Di Pietro lascia i Democratici, pronunciando questa frase: “Non perdano tempo né a minacciare né a procedere ad espulsioni perché me ne vado via da solo e invito a seguirmi tutti i democratici veri, quelli cioè che finora hanno fatto i veri asinelli, portatori di voti, consensi, lavoro e idee”.
    http://www.giannipera.it

  • avatar

    Di Pietro al Palavobis:
    Abbiamo formato una nuova casa dei diritti e della solidarietà. Chi ci sta alle nostre proposte può venire con noi
    http://www.giannipera.it

  • avatar

    Vabbé Antonio, non ti attapirare, stiamo allo scherzo (non come il berluska, lui si che è permaloso!): io non trovo offensivo l’episodio. Infondo più ridicolizzano, più attirano l’attenzione, più attirano simpatia.
    I valori sono importanti, e nessuno ce li toglie, nemmeno per scherzo… ma è un valore anche essere simpatici e sapper stare allo scherzo: io gli risponderei: sono ragaaaazi :) Antonio, non son questi i problemi, non t’arrabbiare per queste cose :-)

  • avatar

    Caro dott. Dipietro
    come la pone lei, mi sembra più una ripicca che una proposta su un tema così acceso, imitando un colui che tutti conosciamo.
    Credo che la satira vada difesa e soprattutto, deve rendermene atto, che lo slogan “mutanda degli odori” faccia più ridere rispetto a “mutanda dei valori”.
    Premettendo che sarò un suo elettore, gradirei che almeno lei si astenesse da strumentalizzazioni di sorta e che punti in maniera forte sul suo programma e che continui a infomare gli elettori soprattutto scendendo nei particolari anche se tecnici.
    Non badi a chi le dice che il pubblico non capisce…. c’è bisogno di qualcuno che nn faccia retorica e che dica le cose come stanno.
    Conto su di Lei!
    Grazie

  • avatar

    Verissimo Antonio!
    ricordo che prima che Berlusca andasse al governo, striscia era sempre a caccia di scandali che coinvolgessero la politica, ricordo la persecuzione che fu fatta a d’alema, insinuazioni, allusioni, striscia gli ha persino mandato un inviato (Stefano Salvi) fin dentro casa; era indubbiamente un striscia che faceva operazione di boicottaggio politico a danno degli avversari dell’ allora partito nascente “forza italia”.
    poi da quando berlusca e’ salito al potere, striscia ha cambiato target (ordini di scuderia?) e si e’ riciclata come castigatrice dei piccoli furfanti, cartomanti, tassisti, benzinai…..
    il seppur bravo Stefano Salvi, fu licenziato da striscia poiche’ il poverino voleva continuare a fare il suo mestiere di giornalista di inchiesta, andando dal berlusca a fare domande scomode sul suo oscuro passato imprenditoriale:
    http://www.stefanosalvi.it/
    ecco cos’e’ striscia!

  • avatar

    On. Di Pietro,
    La battuta sul nostro movimento mi ha divertito e come tale la dobbiamo accettare perchè nel diritto di manifestazione del pensiero esiste, a mio modesto parere, anche il “diritto alla satira”.
    Però quando vedevo divertito quel filmato, ho anche notato come le ironie sul nostro simbolo erano molto più forti delle altre formazione politiche.
    Questo purtroppo è il prezzo che dobbiamo pagare per gli ideali per cui lottiamo e per i seri fastidi che diamo ai notabili della sottocultura italiana.
    Lasciamoli fare; l’importante è la qualità che portiamo e che riceviamo e non la quantità che possiamo ottenere.
    Le nostre idee non moriranno mai

  • avatar

    Finalmente … questa è una proposta seria.
    Travaglio è una vita che la invoca.
    Ma nel programma c’è?
    Io ho scaricato le 250 pg ma poi non ce l’ho fatta a leggerle. Se non ci sono riuscito io che spesso mi pappo dei dossier allucinanti … vuol dire che pochissimi lo leggeranno.
    Su ricci che dire. Non so nemmeno io come definirlo. Fa l’amico di Grillo e Grillo lo chiama il più grande guastatore della TV italiana e poi ti rendi conto che contro Silvio fa solo sfottò (non SATIRA).
    Quindi condivido. Forte con i deboli e debole con i forti.
    Quindi tu Antonio ti ritieni debole?

  • avatar

    Caro dottor Di Pietro, secondo me la sua polemica è veramente assurda e infondata.
    A prescindere dal fatto che non mi bisogna mai fare certi tipi di ragionamenti o critiche sulla satira.
    Al posto suo tra l’altro invece sarei ben felice, la battuta era carina e divertente e ha dato molto risalto al suo partito, ben più degli altri. La modifica valori con odori sarà stata attuata per concludere il servizio con la battuta nulla di più.
    Sinceramente non pensavo che se la prendesse per simili dettagli (che tra l’altro a mio parere avvantaggiano pure il partito), mi ha deluso, spero tanto che il suo atteggiamento riguardo a questioni del genere cambi in fretta.

  • avatar

    La critica a Striscia la Notizia mi pare davvero ingiustificata. Il filmato incriminato l’ho visto. Non c’era davvero nulla di male, era una battuta demenziale nello spirito di Striscia la Notizia.
    Queste pubblicità non sono certo negative, anzi, la conoscenza del simbolo spesso fa la differenza.
    Non se la prenda. Altrimenti qui si rischia anche il tapiro! :-) Detto questo, per una democratizzazione del sistema televisivo mi trovo più che d’accordo.
    Ma mi raccomando, non distogliamoci dai veri problemi.
    PS: Ricci l’ha presa di mira più di una volta, ed anche molto pesantemente. Ma non se ne curi. Sono un suo nuovo elettore e come vede, so distinguere tra i suoi contenuti e la comicità demenziale di Striscia la Notizia.

  • avatar

    Non cadiamo nell’errore dei nostri avversari, demonizzando la satira. Striscia la Notizia è una trasmissione volgare, di una comicità grassa e “da bar”, peraltro in linea con l’attuale società italiana. Dici bene : “forte coi deboli e debole coi forti!”. Ma guai ad attaccarla, la satira, pur stupida e banale, gode comunque di immunità. Semmai riflettiamo sul fatto che questo programma da sottoculturati, sia uno dei più seguiti di questa Italia cialtrona.Sempre con affetto.Giulia.

  • avatar

    Certo ….. togliamo STRISCIA e mettiamo santoro
    Hahahahah che PAGLIACCIATA questo POST!
    @ antonio di pietro
    Chi ti scrive i Post?… visto come parli ..SICURAMENTE nn è farina del TUO sacco ahahhahahahhahahahha

  • avatar

    E’ stato approvato dal Parlamento nel più totale silenzio e con un iter di urgenza a Camere sciolte il recepimento della direttiva 2004/48 CE in modo tale da permettere azioni giudiziarie repressive contro providers i cui utenti saranno ritenuti colpevoli di violazione del diritto di autore sulla base di semplici supposizioni, senza alcun riscontro oggettivo.
    E’ stata anche cancellata la possibilità da parte di utenti e providers di rivalersi sui promotori di simili azioni nel caso in cui si rivelino arbitrarie e senza fondamento.
    La direttiva sulla proprietà intellettuale (2004/48 CE)
    La direttiva europea 2004/48 CE è tesa a salvaguare la proprietà intellettuale in genere, non specificatamente indirizzata alla Rete.
    Ha lo scopo di fornire in UE ai titolari di diritti sulla proprietà intellettuale strumenti giudiziari per poter intervenire di urgenza qualora tali diritti vengano infranti da terzi.
    Una strana approssimazione
    Le direttive vengono diffuse in più lingue. Ogni stato dell’Unione ha poi il compito di interpretarne il significato sostanziale per poi approvare un decreto che ne metta in atto il senso giuridico.
    Nella versione Italiana si fa confusione tra “proprietà intellettuale” e “proprietà industriale” (Marchi, brevetti ecc) a tutto vantaggio delle majors audio visive e il termine “intermediario”, ovvero colui che presta il servizio o lo strumento tramite il cui un utente infrange il diritto di autore, è vago ed indefinito al punto che è facilmente applicabile in ambito internet, equiparando un intermediario ad un ISP fornitore di servizi (accesso, web hosting o quant’altro).
    Grazie a ciò, una direttiva prettamente giuridica è stata recepita in maniera tale da poter essere immediatamente applicabile in Internet.
    Una strana traduzione
    E’ cosa nota che l’italiano è una lingua molto difficile in quanto ricchissima di termini e vocaboli che definiscono concetti ed idee con molta più precisione di quanto non sia possibile con altre lingue come l’inglese ad esempio, in cui alcune parole possono rappresentare significati differenti. Questo solitamente dovrebbe assicurare alla legislatura italiana una maggiore accuratezza nei testi legislativi al fine di garantire una corretta interpretazione della legge. Peccato che questa volta sia stato fatto esattamente il contrario.
    Fonte: http://www.alcei.org/index.php/archives/112
    Caro Antonio Di Pietro, perché non sollevi l’argomento a livello di Unione?

  • avatar

    ANTONIO RICCI LAUREATO AL POLITECNICO DI LUGANO
    POLITECNICO DI LUGANO CONDANNATO E SENZA VALORE LEGALE
    Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano http://www.unipsa.ch e http://www.umc-pcu.edu con sentenza n.204/2000 del 14/9/2000 è stato condannato per PUBBLICITA INGANNEVOLE dal GRAN GIURI dello IAP ISTITUTO dell’AUTODISCIPLINA PUBBLICITARIA in quanto il messaggio in oggetto è stato ritenuto ingannevole nella misura in cui ingenera nel pubblico la convinzione di poter conseguire un titolo analogo al titolo di dottore conseguibile in Italia quando il titolo conseguibile presso il Politecnico di Studi Aziendali non è paragonabile ad alcun titolo accademico italiano.Il messaggio è ulteriormente recettivo in quanto il titolo pubblicizzato è privo di valore legale nella stessa Svizzera e come tale non è passibilie di alcun riconoscimento secondo quanto previsto sia dalla Convenzione Europea del 1959 sia dalla normativa Italiana e Comunitaria in materia di riconoscimento dei titoli accademici stranieri.Inoltre vi è il mancato riconoscimento da parte delle Autorità Elvetiche del Politecnico di Studi aziendali quale istituzione universitaria di qualsiasi genere come desumibile dalla richiesta avanzata dalle stesse Autorità di informare il pubblico circa l’ASSENZA DI VALORE LEGALE e la NON EQUIPOLLENZA di detti titoli ad ALCUN TITOLO ACCADEMICO ITALIANO O SVIZZERO OD EUROPEO.
    ROBERTO VACCA noto e prestigioso docente universitario professore di Automazione del Calcolo all’Università di Roma e di Ingegneria dei Sistemi a Milano e Roma sarà presente quale testimone ignaro ed inconsapevole della condanna inflitta e del mancato riconoscimento quale università di qualsiasi genere da parte delle Autorità Elvetiche al DIES ACADEMICUS del Politecnico di Studi Aziendali di Lugano previsto per il prossimo 21 Novembre 2005.
    Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano alla data odierna NON HA RICEVUTO l’accreditamento dall’OAQ Organo di Accreditamento e di Garanzia della Qualità delle istituzioni universitarie,delegata dalla CUS Conferenza Universitaria Svizzera,competente autorità elvetica;di conseguenza il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano NON PUO’ ESSERE IN ALCUN MODO QUALIFICATO COME ISTITUZIONE UNIVERSITARIA NEPPURE SECONDO IL DIRITTO SVIZZERO.
    Il Politecnico di Studi Aziendali di Lugano NON SI E’ MAI SOTTOPOSTO alla Procedura di Accreditamento compiuta dal CUS,attraverso la quale il Consiglio di Stato del Cantone Ticino decide di ACCREDITARE una Università e di AU

  • avatar

    Se di pietro tornasse al governo e governasse come “governa” il blog ….. il popolo morirebbe di FAME!
    di pietro spiegami per favore cosa hai fatto di concreto nella Tua vita!

  • avatar

    Gentile Onorevole,
    La Televisione ha questo tipo di contraddizioni e sicuramente un paese che si dice Liberale non può avere questo tipo di satira che sotto sotto nasconde sempre un filo politico che spinge verso questa o quella parte…
    Guardi da quando vivo con la mia ragazza la televisione la guardo in maniera diversa e osservo con attenzione solo ciò che mi interessa…
    Guardi ieri ho guardato un bel DVD di una persona che lei conosce benissimo tale Beppe Grillo il quale commentava un piccolo episodio che gli era successo..ooveero aveva fatto un intervento proprio su Striscia nel quale ha parlato ed ha irinizzato sulla legge Gasparri…ebbene Ricci ha subito poi una telefonata da parte dello stesso ministro delle telecomunicazioni che senza mezzi termini è passato ad insulti e minaccie.
    Grillo lo sappiamo tutti è un pò la bocca della verità e non fa favoritismi nè a destra nè a sinistra, ma questo episodio ci dovrebbe far capire che Ricci ed il suo programma non sono altro che un viatico per questo o quel partito e nel momento in cui qualcuno sgrarra viene messo in tribuna,….(Vi ricordate Santoro???)
    Quindi l’unica realtà possibile è che ci svegliamo, che guardiamo meno la televisione e che ci informassimo di + nella rete utilizzando questi Blog con discussioni nei quali ci si confronta tutti e si può interagire con chi ci governa e con chi noi abbiamo votato…a mio avviso questa è la forma corretta…
    e l’Italia ha bisogno come il pane quotidiano di gente che si confronti costantemente con quelli che il PAese lo mandano avanti veramente con il proprio sudore ogni giorno …dagli operai ai poveri manager di aziende che lottano per sopravvivere in uno Stato che li ammazza e li sommerge di tasse
    Un saluto
    Rudy M

  • avatar

    Salve. Credo che il centro sinistra, se vincerà alle prossime elezioni visto che nulla è ancora deciso, sarà veramente l’ultima possibilità che il Paese avrà per sistemare certe anomalie tutte nostre! Se non lo dovesse fare, per un motivo o per l’altro, saremo veramente e seriamente oltre il baratro. Temo anche che il nostro amatissimo Presidente del Consiglio mobiliterà masse e masse di teledipendenti a sua difesa. Non sarà facile per nulla riuscire a fare determinate sacrosante cose senza scontrarsi con movimenti di massa a difesa di Silvio. Già lui sta preparando il terreno. Speriamo che il centro sinistra non prenda in giro il Paese ancora una volta. E’ per quello che io darò il mio voto all’IDV, visto che lo ritengo l’unico movimento politico che realmente, e non a parole, vuole ottenere determinati traguardi e sistemare determinate cose. Speriamo non mi sbagli, sarebbe una grossa delusione, credo l’ultima della mia passione politica!

  • avatar

    BASTA COI MONOPOLI RADIOTELEVISIVI

  • avatar

    Ciao Di Pietro.
    Sono felice di leggere della riforma radiotelevisiva. (ma avete notato cosa sono diventati il tg1 e il tg2??)
    Sarebbe solo un primo passo, ma un passo MOLTO IMPORTANTE!
    SGANCIAMO I MEDIA (l’informazione) DALLA POLITICA!
    BASTA CENSURE E BUGIE!
    Per chi si sta chiedendo di cosa parlo suggerisco due libri ILLUMINANTI(ma altrettanto inquietanti..ahimè!):
    “INCIUCIO” e “REGIME” di Marco Travaglio e Peter Gomez.

  • avatar

    Seguire, anche e soprattutto nel campo della riforma del sistema radio-televisivo italiano, l’altissimo ESEMPIO-ZAPATERO!!!

  • avatar

    Non è un mistero che Berlusconi senta Ricci 2 volte al giorno per decidere cosa trasmettere…. Tra l’altro in pochi lo sanno ma Striscia la Notizia è nata dopo aver cacciato l’inventore del programma Lucio Salis (si, proprio quello famoso del Drive In) e avergli rubato in modo banditesco il format, dopo che aveva iniziato a prendere in giro Cossiga…. Visitate il suo sito http://www.cappittomihai.com/ per conoscere l’autore e tutta la sua storia.

  • avatar

    Caro On. Di Pietro,
    il sig. Ricci è pur sempre profumatamente pagato da Silvio. Non si aspetti favori.
    Striscia fa bene a sbertucciare ad esempio Vanna Marchi ma con Silvio non esagera, MAI!
    Sembra che il sig.Ricci abbia in mano un filmato con Prodi falso maratoneta, staremo a vedere.
    In ogni caso Ricci e Silvio sono della stessa pasta, sanno cosa fa audience, in pratica sono ottimi piazzisti.
    Mandiamoli a vendere tappeti con Calderoli (a Bengasi magari?) e non facciamoci abbagliare dalle tette (spesso false pure quelle) delle veline.
    Cordiali saluti,
    Fausto Storti

  • avatar

    Gia Antonio, il signor ricci fa finta di essere neutrale, ma poi si dimentica che è sempre un dipendente del berlusca, che con chi è veramente neutrale e lo critica realmente(vedi Montanelli) viene sbattuto fuori senza nessuna pieta. Oramai L’Italia è drogata da programmi televisivi orrendi, con persone che guadagnano in pochi giorni quello che una persona normale guadagna in una vita.

  • avatar

    E poi dicono di vietare la satira politica(anche se questa non è satira,è offesa…)durante le elezioni!Ma se questi non fanno nemmeno ridere!…per pareggiare il conto,e parimenti alzare il livello qualitativo della satira,bisognerebbe ridare voce ai Guzzanti(non il padre,percarità!…),ai Luttazzi,e la lista è purtroppo ancora lunga.
    Oltre a Inciucio e Regime,vi consiglio anche,sempre di Travaglio,Bananas,I Bravi Ragazzi,e in particolare Montanelli e il Cavaliere,dove la teoria del Berlusconi come editore liberale difesa da Mentana(“Berlusconi mi ha sempre fatto fare quello che volevo….”),viene distrutta totalmente,con la storia di un uomo,Montanelli,decisamente sun un piano più alto rispetto a Mentana…
    Poi cercate e trovate i seguenti documentari:
    “Citizen Berlusconi”,e “Sua maestà Silvio Berlusconi”;pazzeschi!
    Inoltre ho un’idea,stupida magari,ininfluente anche,ma che mi soddisfa attuare.
    Io sto boicottando la Mediaset:se penso che ogni minuto che passo su quelle reti,”dona” milioni di euro a Berlusconi,mi viene male.
    Ho definitivamente cancellato quelle reti dal mio “palinsesto”.
    Certo,da solo conto niente,ma se fossimo in tanti a farlo,sicuramente Berlusconi perderebbe un mucchio di pubblicità,perciò lancio l’appello:”BOICOTTATE MEDIASET!”
    Anche perchè,se diciamo che Berlu è un male per l’Italia,se ne siamo veramente convinti,se sappiamo che le sue 3 reti gli garantiscono un potere notevolissimo(politico ed economico),e poi magari non siamo in grado di evitare di guardare i suoi canali,allora che razza di difensori delle nostre idee siamo?Non si tratta (per il momento…)di andare in montagna e combattere come partigiani!I loro si che erano sacrifici pesanti da sopportare!
    Spero venga accolta
    Edoardo

  • avatar

    Il programma “Striscia la notizia”, presentato da (comici?) di tendenza, contornato da culetti di veline, colorato dal Gabibbo che fa le veci della Giustizia italiana, mi ha sempre puzzato di falso lontano un miglio. Forse, la puzza che sentivano Ricci e tutta la redazione, era proprio quella che emanavano loro stessi. A volte uno se la fa addosso e non se ne accorge. Allora noi dobbiamo dirglielo.
    NON HO MAI CAPITO COME FANNO TANTI ITALIANI A SEGUIRE UN PROGRAMMA COME STRISCIA LA NOTIZIA, COSI’ DOZZINALE, IDIOTA, SUPERFICIALE E TRA L’ALTRO NEMMENO DIVERTENTE… Non so se ridere o piangere. Sì, meglio ridere, ma certo non con CANALE 5.
    TV REQUIEM.

  • avatar

    X Bedin Silvano
    gli insulti rivolgili a tuo padre……..cretino……..e cerca di non diffondere in rete la tua maleducazione, che è tanta, quanto mi fai pena!!!!!!!

  • avatar

    Non guardo più “Striscia” da tempo, proprio perché fa satira “pesante” con i deboli, mentre con il datore di lavoro” anche il “libero” Ricci si mette a 90°………………..
    Ho letto i commenti di chi ha visto e credo che sia meglio lasciar perdere………..Meglio essere obiettivo della satira che non esserelo per niente. Vuol dire che si ESISTE!
    Andate a vedere il sondaggio dell’Unità online…queste sono buone notizie!

  • avatar

    ANCHE COSI’ VA BENE. LA SATIRA NON SI TOCCA. IL PROBLEMA E’ CHE SU MEDIASET (E SULLA RAI!!) SI CERCA DI FARE SATIRA SOLO A SENSO UNICO E TUTTO CIO’ CHE E’ CONTRO LA CDL E’ STIGMATIZZATO POLITICAMENTE. LASCIAMO IN PACE RICCI, MA VORREMMO ANCHE ALTRI 10 RICCI CHE METTESSERO IN RISALTO LE STORTURE DI TUTTI GLI SCHIERAMENTI E FACESSERO DELL’UMORISMO (ITALIA DEGLI ODORI NON E’ SATIRA, MA UMORISMO. FORSE RICCI DOVREBBE STUDIARE LA DIFFERENZA TRA QUESTI DUE CONCETTI…). PER QUESTO SONO D’ACCORDO CON DI PIETRO NEL SENSO CHE VADA RIVISTO IL SISTEMA RADIOTELEVISIVO ITALIANO. MA, STIA TRANQUILLO, NON CI SI RIUSCIRA’ MAI PERCHE’ LA CONTROPARTE ORMAI E’ PRESSOCHE’ INATTACCABILE. E CONTINUEREMO A GODERCI SCENEGGIATI SU SCENEGGIATI E PROGRAMMI CHE NON RIESCO A IMMAGINARE PIU’ INSULSI DI QUELLI ATTUALI.

  • avatar

    Mamma Mia Come Siamo Permalosiiiiiiiiiii
    A me pare che sia stato riservato lo stesso trattamento a TUTTI andando a vedere il link da Lei segnalato;
    Sì, è stata mantenuta “libertà” ma preceduta da “mutanda della” e seguita da “forza mutanda”
    E’ così permaloso Sig. DiPietro?
    Oppure si sente un comico più bravo?
    A me pare che “Mutanda delle Libertà” sia molto più divertente di “Casa delle Mutande”
    Si dia una calmata per favore.
    PERCHè IL SUO POST è SEGUITO DA VERE E PROPRIE
    MINACCE
    A RICCI
    stai attento che se vado su ti faccio vedere cosa rischia chi scherza su di me
    Ma per piacereeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    Caro DiPietro
    ha COPIATO il Blog di Grillo;
    usa il blog per sparare messaggi elettorali NON degnandosi di leggere i commenti dei lettori;
    e ora lo usa pure a minacciare????????
    Nei suoi post l’ho già vista offendere;
    l’ho vista chiamare la TAV TAC
    e ora l’ho vista anche minacciare.
    P.S. Sono sicuro che molti lettori del suo blog, come me, attendono ANCORA di sapere come intende risolvere il problema energetico producendo energia a basso costo in 100 giorni come dichiarato da lei in un post precedente
    P.P.S. Sono sicuro che con questo blog non solo non ha trovato nuovi elettori, ma molti che intendevano votarla non lo faranno più.

  • avatar

    Anche questa per Bedin Silvano:
    Silvano, si informi su quello che e’ Di Pietro, quello che ha fatto e rappresentato.
    Di Pietro ha avuto il coraggio, “le palle” di dire le cose come stavano e come stanno. I suoi meriti sono ben oltre quelli politici o sociali. Di Pietro e’ un uomo come pochi, che ha il coraggio di esporsi e contrastare una masnada di ignoranti farabutti, che si aprono le camicie per far vedere la loro cretineria.
    Anche Di Pietro sbaglia, certo, a volte. Ma e’ uno che ha il coraggio delle proprie idee, e cerca di farci capire cose talmente ovvie che secondo me anche lui si sta stancando di ripeterle.
    Bedin, vada a leggersi i libri di storia italiana recente, invece di guardare mediaset.

  • avatar

    Come dicono i conduttori “……. son ragazzi” e poi carissimo Onorevole non te la prendere perché da piccolo la mi nonna e la mi mamma mi mandavano a prendere gli odori per far venire i brodo bono, non sempre gli odori son cattivi.

  • avatar

    Ricci???
    Ogni tanti sviolina anche lui, lo stipendio lo prende dal Presidente del consiglio, quindi deve fare la sua parte.La legge lo permette.
    Quando ti porteranno il tapiro, accettalo e sii superiore ma rinfaccia a Ricci che lo stipendio se lo guadagna in modo e”greggio”.
    Ciao

  • avatar

    Onorevole Di Pietro, reputo Striscia la Notizia il programma più stupido di informazione che ci sia. E’ vero strisciano, è vero Ricci è un serpente. Le do la mia solidarietà, quella della mia famiglia, dei miei coinquilini e della mia ragazza. Siamo tutte persone che non guardano Striscia, e se l’alterantiva sono i pacchi di Pupo allora mangiamo con la televisione spenta. Poi un buon dvd, tanto la prima serata spesso non è meglio del preserale. Come diceva mio nonno:”E’ brutto vedere che in televisione i programmi interessanti iniziano alle 23…mi viene sonno e non riesco a stare sveglio.”

  • avatar

    E’ questo il punto,usano il loro strapotere con arroganza confidando su una opinione pubblica soggiogata, simpatia e cortesia per nascondere cio’ che gli interessa.Cosi’ tartassano tutti quelli che hanno una coscienza,ci sara’ un modo.Saluti da un “tartassato” ma non piegato.

  • avatar

    Questo link fa notare che se proprio vogliamo andare a mettere i puntini sulle i http://www.striscialanotizia.mediaset.it/ non è stato solo il partito del nano a rimanere parzialmente invariato ma anche altri, così come è chiaro che IdV è totalmente mutato!
    Ora, è probabile che RICCI sia “condizionato” dal potere ma anche che non vi sia alcuna allusione in particolare!Poi del resto Striscia fa satira ed è sempre stata accettata come tale e personalmente, da militante IdV, non mi sento offeso dalla satira o finisco per fare il gioco del nano che censura quando si va contro di lui!
    Al limite gli si deve fare notare a RICCI che per par-condicio in nomi vanno cambiati tutti o nessuno visto soprattutto che siamo sono elezioni!

  • avatar

    Sono ormai decenni che viviamo in un regime mediatico nella quasi indifferenza generale.
    Essendo fra quelli che considera i media come il quarto potere di uno stato civile e democratico in grado di fungere come cane da guardia per il potere esecutivo, legislativo e giudiziario, sono anni che invoco un sistema dove i mezzi di informazione siano nelle mani di editori puri.
    La situazione, invece, si è incancrenita al punto che le televisioni siano in mano ad un’unico soggetto e la carta stampata, che conta sempre meno, sia in mano a potentati economici.
    Non ho elementi per giudicare striscia la notizia perchè non guardo mediaset e vedo pochissimo anche la Rai.
    Ricordo solo che qualche anno fa mi capitò di guardare mediaset e fui colpito da Bartali che conduceva striscia la notizia.
    Se ricordo bene lo guardai per qualche minuto e avendo capito che tipo di programma fosse cambiai canale e non mi è più venuta la tentazione di guardarlo.
    Sono sempre stato fra coloro che ha attribuito alla televisione scarsa importanza.
    Non ho mai voluto credere che la televisione potesse rovinare le menti umane ed invece è accaduto perfino che la gente si recasse a comperare il cacao meravigliao cadendo grossolanamente nello scherzo di Renzo Arbore.
    Siamo proprio un popolo di imbecilli e chi se ne è accorto prima ha fatto la sua fortuna sia economica che politica. Amen
    Resta il fatto che continuiamo a rimanere un popolo di cretini che per giunta pagano un canone e la pubblicità per continuare ad esserlo.
    Che miseria!!!
    Che avvenire può avere un popolo che non riesce a spegnere la televisione, specie quando è fra le peggiori al mondo?
    Vi siete mai chiesto come mai la nostra televisione è infarcita di programmi che sono vecchi di vent’anni nel mondo?
    Vi siete mai chiesto come mai la nostra televisione non ha mai venduto un format all’estero?
    La BBC quando parla della televisione italiana lo fa solo per prenderci in giro e molto spesso per far vedere cosa sono disposte a fare le ragazze italiane pur di andare in televisione.
    Non è un caso infatti se siamo conosciuti per avere una televisione di nani e ballerine.

  • avatar

    Caro Di Pietro, prendersela con Ricci non serve a niente. Ricci è funzionale a Berlusconi da sempre, come lo sono trasmissioni apparentemente di “sinistra” come “Le Jene”. Sono funzionali come lo erano i buffoni di corte. Questi ultimi si permettevano addirittura delle facezie contro il sovrano che però rideva e gettava loro un tozzo di pane o un osso con un residuo di polpa. Spesso i giullari erano deformi (come il Gabibbo) e si esprimevano con linguaggio scurrile. Trasmissioni come Striscia e Le Jene esistono perché esiste Berlusconi ed esisteranno fino a che Berlusconi lo vorrà. Esse rappresentano l’alibi per far dire a Berlusconi che le sue trasmissioni sono libere. In questo è abilissimo, infatti persino Santoro ha affermato varie volte, soprattutto dietro domanda di giornalisti di Mediaset o allineati, che sí, è vero, quando lavorava in Mediaset era libero e Berlusconi non metteva becco nelle sue decisioni. Persino Santoro dunque, che pure avrebbe motivi per essere più attento, non si rende conto che nel momento in cui lui, giornalista di sinistra, accettò i soldi di Berlusconi e accettò di essere inserito tra un Gabibbo e una velina, perse tutta la sua libertà, anzi, peggio ancora, la sua credibilità. Per questo, ripeto, prendersela con Ricci non serve, perché Ricci è solo un meccanismo, una rotella dell’apparato propagandistico di Berlusconi. Ricci conta solo quando pretende di eliminare i programmi concorrenti per dire che la sua trasmissione è la più vista. Se Ricci non esistesse, esiterebbe un altro programma che farebbe le stesse cose. Non serve nemmeno fare il simpatico con Ricci, perché andare ad una sua trasmissione o farsi intervistare, genera il medesimo effetto della torta in faccia nella trasmissione di Pippo Franco. Ricci è un poveraccio il cui gioco è stato scoperto da tempo ma che è convinto di essere un genio perché glielo dicono i suoi amici a cui, in sedicesimi, lancia a sua volta tozzi di pane. Cosa fare dunque? Continuare imperterriti a portare il proprio programma tra i cittadini e quando, e se, riusciremo a mandare a casa questo cancro terribile che è la destra Berlusconiana e leghista, bisognerà lavorare con persone capaci per fare un TV pubblica colta e divertente, senza condizionamenti. Sono convinto che Striscia chiuderebbe.

  • avatar

    non è un dramma… Ricci ed il suo staff vivono 24 ore al giorno negli stessi locali, non escono mai – si frequentano tra di loro – si impalmano le veline di turno – abitano a pochi metri dall’ufficio – se la fanno e se la disfano tra di loro – hanno contratti milionari per scrivere quattro scemenze e sono considerati dei ‘guru’ – peccato che questa sbornia di celebrità, li abbia resi un tantinoautoreferenziali.
    Ricci, in particolare, è un furbettino che non ha capito che avere la battuta pronta non vuol necessariamante dire essere intelligenti… Quando deve fare di conto però, allora lui e la sua mafietta di collaboratori diventano dei veri maghi .. (informarsi sul trattamento riservato ai nuovi arrivati..).
    E poi, vogliamo prendiamo i vari tormentoni di Greggio/Iacchetti per esempio : ma chi vogliono fare ridere con quei giochetti di parole da asilio Mariuccia ? Solo quei poveracci che all’interno di Mediaset devono far finta di divertirsi…
    Insomma, non fanno nulla di male ma sono ampiamente soppravalutati (e seguiti..).

  • avatar

    antonio ricci è il peggior autore televisivo di satira.
    negli anni 80 ha creato il suo impero con la trasmissione “drive in” in cui ha riportato la figura della donna ad uno stato pietoso.
    è stato lui il fondatore delle veline senza cervello e delle tettone prive di idee.
    antonio ricci è il più ipocrita degli autori televisivi.
    nei suoi servizi si occupa dei canili abbandonati ma non dice nulla sulle grandi corruzioni politiche.
    quando forza italia era all’opposizione ricci faceva anche servizi contro il governo, spesso molto duri.
    da quando forza italia governa antonio ricci non si occupa più di politica.
    ricci è un miliardario (guadagna tantissimo) che ha fatto la sua fortuna distruggendo le cellule cerebrali di tanti italiani, con veline ed altre schifezze.

  • avatar

    Caro antonio, mediaset è diventato una macchina
    elerttorale di propaganda di abili e senza scrupoli
    giornalisti che cosa non farebbero per conservare
    il loro status e quello del padrone in politica.
    striscia è realizzato molto abilmente da
    a. ricci che non si distacca dalla linea di
    mediaset quindi un colpo al cerchio, un colpo alla botte tanto per dare troppo nell’occhio…..
    ma sono faziosi. Che cosa dire di emilio fede…
    che fa giornalismo fazioso demenziale.
    Bignorebbe fare delle riforme serie per il
    conflitto di interessi, e una riforma per rendere
    almeno la rai svincolata dalle mani della politica
    ….bisogna rafforzare le istituzioni e la lora
    indipendenza perchè lo scontro politica ormai
    non conosce limiti, per il bene del paese
    bisogno lavorare in questo senso.

  • avatar

    caro DI PETRO non te la prendere fanno il loro lavoro a volte lo fanno male,capita a tutti,in fondo so’ ragazzi.
    inutile sprecare energie per queste ragazzate,concentriamoci sul concreto,sopratutto TU siamo in molti a credere in te’(scusa il tu…ma mi ti fa’ sentire piu’umano e vicino) e’ dura la lotta,ingiustizie ce ne sono e ce ne saranno sempre,a tutti i livelli ma senza dialogo e’ pur vero che non si arriva a nulla come e’ altrettanto vero che senza regole siamo tutti fregati chi prima chi dopo.
    Caro ANTONIO DI PIETRO come gia’ detto io e la mia famiglia voteremo per te’ punto fondamentale e’ la riforma della giustizia e la piena autonomia della stessa…alla fine devono essere loro a far rispettare le regole…quelle vere.
    Abbiamo bisogno di regole,di persone che facciano il meglio per il paese a volte anche sbagliando come chiunque…ma sempre per il bene di tutti.
    Basterebbe la consapevolezza del buon padre di famiglia.
    forza e onore

  • avatar

    Egregio Di Pietro,
    questa volta non sono d’accordo con lei,in fondo questa è satira,andare a trovare il pelo nel’uovo sulle mutande mi sembra eccessivo.sicuramente striscia e altre trasmissioni su mediaset fanno finta santira,piu che altro comicità ,ma non se la prenda piu del dovuto.se ci sarà una riforma del sistema televisivo per la vera libertà di satira, ce ne sarà per tutti i politici,sara un massacro come direbbe Grillo.la satira va accettata,ma bisogna fare in modo che ci sia in tutte le reti televisive
    cordiali saluti

  • avatar

    X Bedin Silvano:
    “di pietro spiegami per favore cosa hai fatto di concreto nella Tua vita!”
    Hai mai sentito parlare dell’indagine “Mani Pulite”?? Ha salvato il nostro Paese da un’ ineludibile bancarotta.
    Non so te, ma io sicuramente preferisco votare una persona onesta ed integerrima piuttosto che un indagato per corruzione a magistrato (il Berlusca) o un pregiudicato per tangenti Enimont di un partito xenofobo ed omofobo come la Lega (U. Bossi) o ancora un partito che candida alla regione Sicilia un indagato per collusione con Cosa Nostra come Totò Cuffaro ( L’Udc di Casini)….

  • avatar

    Caro Tonino, non ho visto la tresmissioni di cui parla però in considerazione del fatto che la stessa è dovuta esclusivamente ad introiti pubblicitari, se 1 più 1 fà 2 è evidente che MEDIASET esegue pedissiquamente il MERCATO DI CUI lEI NON può far parte, proprio per le Sue caratteristiche di integrità morale che a NOI fà molto piacere.= Non si deve curare di queste persone, sarebbe dannoso per Lei ed indirettamente per noi, che una volta VINTO,potesse accordar credibilità a che Le può concedere una maggiore visibilità. Tenga una ribrica degli AMICI del quartirini ronti a cambiar cavallo in corsa:0 Non se La prenda e buon lavoro. Salutoni.

  • avatar

    Non ho visto “Striscia” in questo caso e neanche negli altri. Se pure avesse riservato agli altri lo stesso trattamento, il giudizio non dovrebbe cambiare. Ricci si muove furbescamente sul limite tra satira e sfottò/parodia, condecisa propensione per questi ultimi, ottenendo il risultato di far ridere senza dover prendere posizione. Dopo aver espulso la satira dalla TV di stato, ora stanno lentamente “rieducando” il pubblico, spiegandogli cosa sia la satira, per poter poi dire che sì, la satira in televisione c’è ancora. Niente di nuovo, la strategia è stata già applicata in precedenza con il concetto di “pluralismo”. Espulse alcune importanti voci del pluralismo, stanno cercando di convincerci che Mentana, Floris, Ferrara e compagnia siano voci di dissenso. La sinistra sarà messa a durissima prova dai primi mesi del proprio (si spera) mandato governativo. Riusciranno a mostrarci di voler mettere mano ai guasti fin qui denunciati?

  • avatar

    Caro Antonio,io e la mia famiglia siamo diventati “atei”politicamente
    L’ultima volta che abbiamo votato è stato quando l’attuale premier è sceso in campo
    Se andremo alle prossime sara x te!
    Ciao

  • avatar

    Tutto quello che dite sulla faziosità di striscia è sicuramente vero…. certo che se si va a finire, caro DiPietro, al bagaglino a fare un teatrino con schifani…… è una mescolanza che non fa bene sicuramente alla Sua immagine….. mi è un poco dispiaciuta questa che ho percepito come una inutile contaminazione dei Suoi Valori con gli Odori di canale 5 e compagnia cantante….

  • avatar

    se posso permettermi un suggerimento: non perdiamo tempo con queste scemenzuole di periferia. Lasciamoli cuocere nei loro discorsi inconcludenti. Se ci sono elettori che si lasciano influenzare da queste stupidaggini non ci interessano come elettori buon lavoro franca tedei

  • avatar

    Caro Di Pietro, sono un elettore 20 enne di sinistra. Aprile sarà la mia “prima volta” da elettore alle politiche. Ci tengo tantissimo e per questo mi sto tenendo super informato, e mi sto pure appassionando alla politica.
    Appena ho visto che anche lei, come Beppe Grillo che seguo dall’inizio della sua avventura on line, ha un blog che aggiorna ogni giorno, lo ho messo subito tra i preferiti.
    Ho letto il suo programma. Sono concorde su molti punti. L’unica cosa che mi lascia a desiderare è la forma di federalismo che propone. Mi piacerebbe che ci spiegasse meglio cosa intende e soprattutto perchè ricorrere al federalismo proprio ora che si dovrebbe ragionare a livello europeo, e quindi creare le basi per un federalismo Europeo.
    Inoltre mi piacerebbe sapere la sua opinione sui PACS.
    Spero vivamente che l’Unione vinca le elezioni e spero vivamente che lei abbia un ruolo di prim’ordine nelle riforme sulla giustizia.
    Abbiamo bisogno di qualcuno che parta dalle sue carenze per migliorarla, e non solamente per denigrarla.
    Con affetto e stima
    Alessio

  • avatar

    Onorevole Antonio Di Pietro,
    devo confessarLe che non mi ha urtato più di tanto il programma “Striscia la Notizia”, contro il quale ritengo piuttosto controproducente accanirsi: mi pare infatti che qualsiasi commento satirico, per quanto scipito e volgare, non equivalga il devastante effetto derivante dalla Sua partecipazione – non molto tempo addietro – ad una trasmissione televisiva (davvero scipita e volgare quella!) nel corso della quale, con grande rammarico del rispetto che Le porto, Lei è stato coinvolto in un clownesco lancio di torte. Mi perdoni se La prego di essere più accorto nella scelta delle Sue apparizioni: abbiamo già abbastanza pagliacci in Parlamento e sono fermamente convinto che Lei non faccia parte di quella risma. La saluto con stima

  • avatar

    Se avesse visto bene, non parlava SOLO del suo PARTITO, ma di ER MUTANDA.. e secondo lei perchè hanno messo anche il suo…? Per tirare in giro ZEQUILA… ANTONIO… NON DI PIETRO ANTONIO…. o sbaglio?
    Ciao ciao, Silvia
    P.s. sei comunque un grande!

  • avatar

    Caro onorevole, purtroppo mi cadono le braccia nel vedere che in Italia esistano programmi come striscia la notizia. Nelle reti e nei giornali di Berlusconi, ho l’mpressione, che ognuno possa dire quello che vuole nei confronti di Italia dei Valori e del Centro Sinistra, purchè non venga intaccato il centro destra e il cavaliere. Bell’esempio di democrazia e di crescita culturale.
    Ma la cosa più nasueante è che parecchia gente vaccinata ci crede e segue con passione questo programma votando magari centro destra.
    Il sottoscritto essendo di Italia dei Valori e con lei, non può non dimenticare il grande Indro Montanelli che per esercitare la seria professione di giornalista fu costretto ad abbandonare il giornale di Berlusconi e a bisticciarsi col medesimo. Ho citato l’esempio di Montanelli per far capire agli Italiani che sono sensibili culturalmente che cosa significa seguire le trasmmissioni pro Berluska, come striscia la notizia. Io comunque sarò sempre con lei e mi impegnero con lei nella battaglia per la difesa della democrazia e per la difesa della cultura.
    Forza Di Pietro e Italia dei Valori!!!!!!

  • avatar

    Antonio,
    Non ti curar di loro, ma sorridi e passa avanti. Nonostante sia d’accordo in questo caso con te sulle affermazioni fatte su Antonio Ricci, persona francamente subdola, a mio avviso e spietata nel suo lavoro, capace di attaccare Bonolis, solamente per una questione di audience, senza contare le altre questioni, ossia il suo essere di parte nei confronti di Berlusconi.
    Ad ogni modo, vedendo il sondaggio di striscia, l’Italia dei Valori se la gioca con Forza Italia, chissa magari può essere un presagio di come andranno le verre votazioni ;) e comunque secondo me il prendere in giro il nostro partito non puo altro che farci pubblicità.

  • avatar

    Ciao, perchè non ci organizziamo ed andiamo a portare un “Papiro” a Ricci (anche noi potremmo stroppiare i nomi)… a posto del Tapiro un bel “Papiro” con su scritto “Forte con i deboli…Debole con i forti”!!!
    Non sarebbe male….
    Ciao
    Antonio

  • avatar

    Vabbé, hanno le tv, sono ladri e criminali, antepongono gli interessi privati e quelli degli amici al bene del Paese, fanno demagogia spicciola nella più grande MalaFede…. possiamo solo darci da fare, parlarne agli amici, chieder loro di farsi portavoce di una catena che è in realtà una rivoluzione democratica. Ma anche se dovessimo perdere, non fermiamoci MAI a guardare le bassezze e le paure. Verremo trascinati nel fango oppure rimarremo paralizzati dal dubbio. Avanti! (Non il giornale!!)

  • avatar

    Caro Antonio,mi auguro che Beppe Grillo,il quale conosce bene il sig.Ricci,possa dare un contributo attraverso il suo blog,e perchè no?insieme a tutti gli utenti,commentare quanto e quando sono di parte e non professionali,talvolta persino cattivi,per niente rispettosi della gente,come ad esempio in questo caso specifico.
    A me personalmente,anche se hanno odiens!,nessuno mi può impedire di dire:PATETICI,SIETE COME GLI ALTRI,PENSATE DI POTER DIRE E FARE CIO’CHE VI PARE;GRAZIE ALL’ODIENS,CHE DOVRESTE SAPERE;SONO SOLO NUMERI DI MASSA…E NON IL SINGOLO PENSIERO DELLA GENTE.MEDITATE!!MEDITATE GENTE!!veramente striscia la notizia.Ciao,a tutti.F.M.

  • avatar

    In questo momento di censura verso il movimento sono persino grato a questo signore per aver ricordato che ci battiamo perchè la politica odori e non puzzi.
    E allora, caro Antonio, non attapiriamoci.

  • avatar

    è si, caro Antonio Di Pietro, quando si ha buon occhio e spirito di osservazione, e da anni si lavora in un certo ambiente, si riescono a capire molte cose che ad altri a volte sfuggono. La svista “degli odori” invece che “dei valori” è cotta a puntino. Purtroppo siamo in un Paese in cui, ormai, il rispetto e il sacrificio di molte persone che lavorano e credono nei “valori” veri della vita, non ha più molto in comune con il successo e l’arrampicata sociale. Chi è ricco è bello e forte, è nel giusto perchè così dice, e gli altri non sono più niente. Bella Italia questa!

  • avatar

    Caro Antonio,
    l’ho visto il servizio, ma non mi ha colpito per nulla: era troppo stupido! Il solito tormentone esagerato sullo stupido di turno (er mutanda) che ha preso il posto della stupida di turno (Lecciso). Invece mi domando: ma perchè, almeno Striscia, non la smette di alimentare la notorietà di elementi di così basso livello continuando a parlarne, tormentandoci con battute e servizi , ogni sera?
    Non ti preoccupare: chi ti voterà è troppo in gamba per prendere seriamente queste infime battute. Ci sono problemi molto più seri da risolvere e solo tu mostri l’energia per farlo….
    ciao
    Francesca

  • avatar

    auspico con tutto il cuore che Antonio Di Pietro, vinte le elezioni, diventi ministro della Giustizia.
    Che rimetta ordine e che finalmente ritorni quella democrazia che, purtroppo, il governo di centrodestra ci ha fatto mancare. Caro Di Pietro, hai il mio sostegno. Giorgio – Cagliari

  • avatar

    Nel secolo scorso esistevano i porte-cotton che erano gli addetti a portare il “cotton” oggi carta igienica ai reali. Oggi i porte cotton si sono moltiplicati con una velocità incredibile sostituendo il cotton con la lingua.
    Purtroppo è altrettanto vero che viviamo in un epoca e soprattutto in un Paese di mediocri,di individui servili , di gente priva di cultura se non quella loro imposta dalla spazzatura televisiva,di ingiustizie quotidiane. La dignità è diventata un optional per pochi, ma sono sicuro che,come tutto,anche questo finirà.

  • avatar

    Caro Antonio,
    non ho visto la puntata di striscia alla quale ti riferisci, ma prendendo atto di quanto dici concordo sul fatto che spesso questa trasmissione risulta faziosa e “capziosa” su taluni argomenti. Aggiungo che lo straripante infarcimento pubblicitario, non la rende sicuramente attendibile sugli obiettivi di salvaguardia dei cittadini e dei telespettatori che professa di voler tutelare. Comunque, tieni in considerazione che la gente incomincia a non essere più così fessa come qualcuno crede.
    Cordialità
    Pino

  • avatar

    Non sono daccordo. Striscia è ben lontana, anche se è solo il mio parere, da informazione di parte. Caro Di Pietro, non cadere nella trappola in cui cadono tanti, lamentarsi della mancanza dagli schermi di Santoro, Biaggi e Luttazzi per poi prendersela con Ricci per avere detto qualcosa contro …
    Libertà di parola e informazione ! Lo scandolo, mi spiace, non è Fede o Striscia, ma la mancanza di Santoro, Luttazzi e Biagi !!!!!
    Sinceri saluti.
    Gianluca
    ilgrava.blogspot.com

  • avatar

    Carissimo Antonio di Pietro, l’Italia degli valori … non olet. Altrettanto non si può dire né della casa delle libertà, che puzza parecchio, di marcio, di corruzione e di mafia nè degli alleati. Fino a ieri le canotte leghiste emanavano fortori di sudore ascellare, ma ora, purtroppo sentono di ben altro. E non c’è deodorante che tenga.

  • avatar

    Evidentemente tutto ciò significa che non conoscono bene la parola “valore” che di per se è inodore, insapore, intoccabile, sorda e invisibile in quanto solo il nostro cuore è in grado di afferrarla e la nostra mente in grado di comprenderla…
    Ivano Mariano

  • avatar

    Non ti curar di loro, ma guarda e passa

  • avatar

    Non credo ci sia da preoccuparsi. Ormai Ricci è noto a tutti come l’unico essere mediatico che mistifica se stesso e i quattro pupazzi che gestisce, con la sua “finta crociata” a favore dei deboli. Tranquilli. Verrà spazzato via dal volere degli italiani che hanno capito di chi stiamo parlando. Anche quelli che continueranno a seguire striscia …..
    …. e noi, insieme a te Antonio, faremo come i vecchi indiani, che restano seduti ad aspettare il passaggio del cadavere del nemico.

  • avatar

    VORREI LA DIMISSIONE DI TUTTI VOI POLITICI CHE NON FATE ALTRO CHE DIRE PALLE E RUBARE SOLDI A CHI LAVORA DAVVERO!! VERGOGNATEVI TUTTI.

  • avatar

    Caro Tonino
    con il tuo link al sito di striscia tutti i partiti sono trattati con la stessa mutanda…un consiglio..non dare spago!

  • avatar

    Caro Antonio,mi auguro che Beppe Grillo,il quale conosce bene il sig.Ricci,possa dare un contributo attraverso il suo blog,e perchè no?Insieme a tutti gli utenti,commentare quanto e quando sono di parte e non professionali,talvolta persino cattivi,per niente rispettosi della gente,come ad esempio in questo caso specifico.
    A me personalmente,anche se hanno audience!,nessuno mi può impedire di dire:PATETICI,SIETE COME GLI ALTRI,PENSATE DI POTER DIRE E FARE CIO’ CHE VI PARE;GRAZIE ALL’AUDIENCE,CHE DOVRESTE SAPERE;SONO SOLO NUMERI DI MASSA…E NON IL SINGOLO PENSIERO DELLA GENTE.MEDITATE!!MEDITATE GENTE!!veramente striscia la notizia.Ciao,a tutti.F.M.

  • avatar

    Calderoli…alias Antonio Ricci

  • avatar

    antonio ricci di striscia la notizia
    - veramente disgustoso -
    ritenevo che avesse piu’ intelligenza
    - non e’ altro che un piccolo uomo a servizio
    del premier
    - non pensavo ad una caduta di stile cosi’
    evidente

  • avatar

    IL COMPORTAMENTO DEI SUOI DIPENDENTI E’ FRUTTO DEGLI INSEGNAMENTI DEL CAPO”SPARARE SEMPRE M….A CHE PRIMA O POI QUALCUNO SI SPORCA”E NON SI ACCORGONO DI QUANTO PUZZANO E DI QUANTO NE SONO PIENI.

  • avatar

    Antonino, dai non fare l’islamico che te la prendi.
    Quand’è che fai come i comunisti che con gino strada stanno facendo cose interessanti?
    http://italy.indymedia.org/news/2006/02/990922.php

  • avatar

    Ricci è l’anticristo della tv italiana!
    Ha distrutto tutto ciò che c’era di buono nella televisione con i suoi programmi di spazzatura populistica.
    Il fatto che milioni di persone continuino a guardare la sua tv significa che stiamo messi proprio male ad intelletto! Infatti un requisito essenziale per guardare ciò che lui produce è quello che bisogna assolutamente non possedere un cervello!

  • avatar

    Caro Antonio,
    pur essendo un assiduo spettatore di Striscia, questa volta mi sono perso la puntata in oggetto. Non voglio commentare l’episodio, che a giudicare dagli altri interventi su questo blog, è stato “stupido”, ma posso dire di provare un certo rammarico. Ho sempre considerato Striscia una trasmissione “libera” e indipendente da padrone-editore, proprio perché il padrone-editore ha maggiori benefici (economici) dallo straordinario audience del programma piuttosto che benefici (elettorali) dall’eventuale sottomissione politica (vedi Tg4). La guerra contro Wanna Marchi, ma anche solo i servizi smaschera-furbi (vedi caso Pinori, falso medico ma anche i falsi veggenti, massaggiatori, sedicenti benefattori, ecc ecc ecc) rendono per me Striscia un tipo di informazione intelligente ed educativa, proprio perché non in linea con il clima “pro-furbi” che questo Governo ha voluto imporre al Paese in questi ultimi anni. Continuo a vedere in Striscia un programma, seppur nella sua comicità e leggerezza, a favore delle vittime di quotidiani soprusi, a difesa di fesce oggi poco tutelate quali consumatori, risparmiatori. Insomma, non mi sento di condannare il programma Striscia la Notizia, ma sicuramente dopo l’infelice uscita di sabato scorso presterò maggiore attenzione a giudicare, in modo obiettivo, la qualità del programma di Antonio Ricci.

  • avatar

    Di certi odori ci si puo’anche innamorare, a differenza di certi profumi che si respirano in Italia….
    L’importante e’che Mediaset ci dia spazio televisivo come da par condicio
    Silvia Terribili
    candidata IdV Europa

  • avatar

    Mi sono sempre chiesto come una trasmissione così stupida sia seguita da tanta gente.
    Ogni tanto ne indovina una e poi tutte le altre trasmissioni le deve riempire di stupidate.
    Serafino

  • avatar

    Striscia la notizia ha moltissimi meriti,spesso dove è intervenuta, in seconda battuta sono pertite le indagini.Vediamo Vanna Marchi,medici fasulli,eccecc
    Quindi non condivido affatto la critica a questa trasmissione. Non ho visto quella sul simbolo dell’Italia dei Valori,però non c’è bisogno di chiamare a raccolta e fare crociate perhè si è stati offesi, si scriva direttamente alla trasmissione.. C’è la trasmissione di Fazio che fa molto peggio ,basta non guardarla.

  • avatar

    Carissimo Dott. Di Pietro,
    Esprimo a Lei e a IdV la mia totale solidarietà!!!
    è una VERGOGNA per l’Italia e per tuti gli ITALIANI di Buon Senso che ciò accada,
    ma ormai si sa (per fortuna) che ricci è un guastatore professionista stipendiato.
    POVERETTO!!!

  • avatar

    …le penose e sciagurate condizioni in cui versava l’Italia a quei tempi. Già signora e padrona di mezzo mondo, portatrice di leggi e civiltà a tantissimi popoli, s’era pian piano trasformata in un luogo di malaffare, in una landa imbarbarita adatta ad ospitare solo confusione e disordine. Nelle sue contrade la competizione politica era scaduta ai livelli delle risse da bettola; e lo spargimento di sangue fraterno era divenuto una faccenda di costante attualità. Causa di tutto ciò erano la fiacchezza e l’incompetenza del potere politico, unite all’odio che spezzava e distruggeva il legame esistente fra membri di uno stesso casato oppure fra abitanti del medesimo comune. La dicevano lunga in proposito i vari Montecchi e Cappelletti (le rispettive famiglie di Romeo e Giulietta, tanto per capirci!),che si dilaniavano reciprocamente nelle strade e piazze di Verona; oppure Monaldi e Filippeschi, che facevano la malora ad Orvieto; e via di questo passo! Non poteva proprio, Dante, trattenersi dall’esclamare:
    “Ahi serva Italia, di dolore ostello
    nave sanza nocchiero in gran tempesta
    non donna di province, ma bordello!
    Vito ed Erik Di Trani, “DA DITE A DIO CON DANTE La Commedia per tutti”

  • avatar

    E’ morto nell’ospedale di Bergamo all’età di 85 anni Severino Citaristi. Ex segretario amministrativo del partito “Democrazia Cristiana”, la sua carriera politica fu sconvolta dalle inchieste giudiziarie di ManiPulite. Ricevette oltre 70 avvisi di garanzia, fu trascinato più volte sotto processo e condannato in diverse occasioni (anche con sentenza definitiva), ma non andò mai in carcere per via delle sue precarie condizioni di salute.
    “Era un galantuomo”, ha affermato il presidente della Camera Pier Ferdinando Casini commentando la notizia della sua scomparsa.

  • avatar

    Non ben capito quale possa essere la sua “riforma” del sistema radiotelevisivo per evitare, ad esempio, spiacevoli caricature come quelle fatte da Striscia nei confronti del suo partito. Reputo che in una democrazia vera ognuno abbia libertà di parola e possa dire ciò che vuole. Anche in rai3, come nel programma di Fazio, ci sono “caricature” verso altri esponenti della politica ma non credo che nessuno possa opporsi ad un pò di satira, triviale o non triviale che sia (Dario Fò ricorda, in un suo spettacolo teatrale, che alla Satira non vi è limite, se non quello che vi pone l’autore stesso).

  • avatar

    FINALMENTE VERITA’ DA UN POLITICO.
    ORA E PER SEMPRE VIVA ANTONIO DI PIETRO.

  • avatar

    Domande al Candidato Antonio di Pietro
    _______________________________
    Cosa pensa dei punti qui di seguito riportayti da http://www.ricostruire.it ?______________________
    + Azzeramento e subito, senza se e senza ma del Finanziamento pubblico dei Partiti ( il finanziamento deve essere spontaneo e non imposto per legge);
    + Azzeramento e subito senza se e senza ma di Stipendi & Privilegi per TUTTE le cariche elettive, Presidente della Repubblica compreso (40 milioni al mese è il loro stipendio);
    + Abrogazione immediata della Legge Bassanini, istitutiva di Incarichi e Consulenze (Non si contano i miliardi distribuiti e divisi con il partito);
    + Abrogazione immediata della Legge 150/2000 (le manine sulla stampa)
    + Al macero il finanziamento pubblico della stampa dei partiti (ci stanno sul cassero)
     +Maggioritario a Doppio Turno (cu c’è c’è, diciamo a Catania)
    + Vendita immediata delle tre reti Rai (ci siamo rotti di Silenziati e Aggrediti, che si scambiano i ruoli ad ogni elezione).
    + Divieto di cumulo: una sola rete e un solo giornale, soprattutto a livello locale (ha da finì il monopolio (indisturbato) del Gruppo Ciancio a Catania
    + Via i partiti dalle tre Authority: saranno costituite da Magistrati in pensione, le cui sentenze non sono state stravolte in Appello
    +Responsabilità civile e penale dei Giudici: totale revisione del CSM
    + Ineleggibilità di deputati e senatori uscenti

  • avatar

    E’ proprio della buona informazione di regime non apparire tale.
    Striscia la notizia e Le Iene sono quanto di piu’ subdolo ci sia nell’informazione. Sembrano libere, ma sappiamo bene chi paga gli stipendi di tutte le persone che le fanno. Berlusconi ha messo a tacere persone per molto meno: e non parliamo di sconosciuti saltimbanchi, parliamo di Enzo Biagi, tanto per fare un nome per tutti.
    Consiglio per tutti “Regime” di Travaglio e Lopez
    http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?isbn=8817002461
    Se Ricci e compagnia puo’ continuare indisturbato a fare “satira obiettiva” ci sara’ pure una ragione. Il triste e’ che queste trasmissioni piacciono pure a sinistra.
    Se volete vera inchiesta televisiva, guardatevi Report della Gabanelli (che personalmente voterei come presidente del consiglio o come minimo presidente della Rai).
    http://www.report.rai.it/

  • avatar

    Solidarietà al grande Antonio Di Pietro, avvocato e amico del giornale http://www.merateonline.it;
    dottor Di Pietro, quanto ne hanno dette e quante ne diranno! che importa, la verità Noi tuoi elettori la sappiamoe molto bene anche.
    Sei stato un grande magistrato , un grande poliziotto ora sei un grande politico.
    Non ti fermare, mai!
    Io e i colleghi della redazione ti siamo vicini e tifiamo per te!
    Lo sai che , come tu stesso hai citato, i deboli vengono attaccati, e tu lo sai …ka nostra esperienza di giornalisti perquisiti per gli scanner ne è una prova…tanto è che ha fatto pure giurisprudenza la sentenza!!!!
    Ciao Tonino, da Luisa , Claudio e tutti i colleghi!!

  • avatar

    L’Italia dei valori fa paura in questo particolare momento politico. Di Pietro e i dipietristi sono e saranno una spina nel fianco per tutti i corrotti e gli affaristi della politica. Non saremo perfetti ma siamo meglio di tanti altri.

  • avatar

    Sulla pseudo-satira di “Striscia la Notizia” hanno già detto gli altri.
    Voglio aggiungere che il Logo dell’Italia dei Valori mi sembra uno dei migliori.
    Vorrà dire che chiameremo la loro CdL la
    “Casa del Littorio”.

  • avatar

    Se si riuscisse in questo intento non sarebbe per niente male,anzi…
    Che le frequenze che lo squatter rete4 sta occupando vengano date ai legittimi proprietari.
    E che finalmente ci sia il pluralismo e la libertà di accesso ai mezzi di comunicazione anche per chi non è “ammanicato” con i grossi partiti.
    Forza tonino siamo tutti con te.

  • avatar

    Striscia la notizia, se non ci fosse andrebbe inventata: per dimostrare come la furbizia e un ottimo mestiere [da notare: il killer di professione è rispettabile in quanto a mestiere] può piacevolmente [talvolta] e conformisticamente [sempre] essere un ammicchio che, mettendo tutto sullo stesso piano, rende tutto, anche il peggio, oggetto di chiacchiericcio e, quindi – accettabile.

  • avatar

    Io non ho visto la puntata in questione, però una domanda me la faccio ugualmente: e il famoso diritto di satira non vale anche in questo caso?
    o dobbiamo lasciare decire a qualcun altro quando è solo satira oppure no?
    tutto ciò personalmente mi fa paura, in ogni caso signor Di Pietro mi creda la gente che ha fiducia in lei la voterà ugualmente non si lascerà certamente influenzare da Ricci e company ma
    questo è solo l’inizio purtroppo, tra un pò scenderà in campo tutta la combriccola dei volti noti di Mediaset che non fanno satira ma sono molto più subdoli e cerheranno in modo molto sporco di portare voti al loro padrone.
    Con affetto
    Gianni Federico

  • avatar

    Messaggio di ALERTBOX #54 – 19/02/2006
    CALDEROLI E CALDARROSTE
    La vicenda della maglietta “blasfema” di Roberto Calderoni, che gli è costata il posto di ministro, si presta a due considerazioni:
    1 – Bisogna capire come abbia fatto a cadere l’ex ministro nella
    evidente provocazione americano-sionista delle vignette create “ad
    hoc” per contrapporre l’occidente al mondo islamico in vista di una
    altra sanguinosa ed inutile guerra all’Iran.
    2 – Il risvolto positivo di questa vicenda consiste nel fare cadere il
    velo, anzi il muro, di ipocrisia di certa gente sul dialogo coi
    musulmani. Finchè si tratta di vignette “blasfeme” (ma che dire della
    nostra libertà d satira?) ma quando si tratterà delle loro pretese in
    materia di morale comune, scuola, diritti delle donne o una presunta
    blasfemia delle caldarroste cosa farà l’Occidente di fronte a tali
    manifestazioni di rabbia violenta?
    Adesso Calderoni lo processeranno per “istigazione all’odio razziale”, lo ammazzeranno o quant’altro ma almeno gli dovremo la fine dell’ipocrisia sul dialogo impossibile colla civiltà islamica.
    Le dimissioni di Calderoli sanciscono “de facto” la FINE della democrazia in italia. Vale a dire che chiunque abbastanza arrabbiato e violento potrà ledere diritti fondamentali garantiti dalla “costituzione” coma la banale libertà “di maglietta”.
    Canna-Power Team
    http://www.fottilitalia.com/
    il sito anti-italiano per eccellenza

  • avatar

    la cdl (casa dei ladroni) purtroppo ha servi ovunque in giornali e televisioni……striscia la notizia fa parte dei servi televisivi se così non fosse avrebbero almeno ogni tanto detto qualcosa sul record di prescrizioni del”cavaliere mascarato”
    Di Pietro non te la prendere e vai avanti per la tua strada.
    io voto italia dei valori

  • avatar

    X Serafino Bonanomi.
    Per rispondere alla Sua domanda basta capovolgerla:
    Se non ci fosse tanta gente stupida esisterebbe una trasmissione così stupida?
    Non ci faccia caso.
    Mi dicono che in giro c’è perfino di peggio.
    Qualcuno mi ha detto che è più importante far parte del grande fratello che laurearsi in Ingegneria.
    Questa è l’Italia dei cialtroni!!!!!

  • avatar

    Egregio Dottore, questi sono mercenari, pagati per far politica, servi del potere Berlusconiano. Questa non è satira, mescolano il bene ed il male per fare notizia. Non si preoccupi è solo della povera gente, pronta a cambiare padrone, dipende da cosa ofre.
    Cordialità Luciano Piombo.

  • avatar

    Egregio dottor Di Pietro
    Pienemante daccordo con lei che la riforma del sistema televisivo ( se fatta per deprivatizzarlo e farlo diventare pubblico come non lo e’ mai stato ) e’ una priorita’ assoluta, la televisione, che ci piaccia o no educa sempre, per un certo periodo educava AL RIALZO culturale, oggi educa all’ ABBRUTIMENTO
    Mi raccomando, non molli mai

  • avatar

    Gentile dott. Di Pietro, sono un suo estimatore e elettore dei partiti di centrosinisra. Penso in tutta onestà che questa volta lei abbia un po’ esagerato. Seguo Striscia da molto e, devo dire la verità, ai partiti della destra viene riservato un trattamento simile a quelli della sinistra. Le notizie, al di là della satira, che vengono fornite nel programma sono molto utili sia ai cittadini sia allo stato (vedi spreco di denaro per le carceri inusate).
    Ritengo che il nome in questione (Mutanda degli odori) non esprima nulla verso il suo partito: il vero bersaglio polemico è Zequila o come si scrive. Quelli sono individui riguardo cui lei e il vostro governo dovrete avere mano forte! La rissa a domenica in non deve più succedere! Fosse capitato a canale 5… vabbè… è una tv privata, ma in una tv di STATO??
    La ringrazio per l’attenzione, rinnovandole il consiglio di non strumentalizzare troppo una battuta venuta fuori solo per ridere e su cui credo abbiano riso tutti gli spettatori, a prescindere dalle loro visioni politiche.
    Ah l’uccello muore per gli odori provenienti dagli indumenti dell’attore, non per l’aviaria (altra frecciata verso Zequila).

  • avatar

    il gabbiano-arcobaleno sta più bene che mai, lo vorrebbero morente coloro che tentano di avvelenarlo, con operazioni di bassa lega. Evidentemente qualcuno si è accorto che si può anche sospendere l’intelligenza per accontentare un pubblico, una fetta di cittadini che vive nel degrado intellettuale e che voterà contro se stesso il 9 aprile. L’elettorato masochista è da mettere in preventivo ma non basterà, noi penseremo anche al bene loro. Questo elettorato calcistico, telenovellistico, che per goire abbisogna di termini come mutande, puzza, (come i bimbi all’asilo) che ha votato e voterà contro se stesso si meriterebbe altresì altri 5 anni d’inferno per svegliarsi fuori definitivamente, ma il resto del paese non può permetterselo!!!
    Stefano De Boni

  • avatar

    Beh da dipendente mediaset Ricci si deve comportare da allineato anche lui..
    Ricci chiedi scusa a di Pietro. Buffone!!

  • avatar

    visto che abbiamo un telecomando, non mi sintonizzerò più su striscia fino a dopo le elezioni, sperando che queste servano a cambiare le cose……

  • avatar

    E dove stà la novità? Anche un inetto in questi anni avrebbe dovuto rendersi conto delle finalità di striscia…fanno credere di fare vera controinformazione di modo che la gente non cerchi verità che potrebbe trovare.
    Non vi siete accorti del servilismo verso alcune lobby oltre che verso la politica

  • avatar

    Carissimo Presidente
    se fossi in Lei non starei a preoccuparmi su ciò che esprime la TV berlusconiana, anche se Ricci tante volte può sembrare “uno giusto” sappiamo benissimo da chi viene pagato profumatamente, se poi si considera il fatto che siamo in periodo pre-elettorale…trovo gratificante che il nostro Partito venga preso di mira: fa paura. E’ questo ciò che percepisco. Ciò che ritengo offensivo, come persona, come Donna, come iscritta, come sostinitrice, come elettrice è che non c’è mai un momento di ascolto per chi, come me, potrebbe portare al Nostro Partito, idee nuove, sane, energiche che potrebbero senz’altro prevenire questi inconvenienti, se non arginarli. Ho chiesto ascolto come si chiede la carità…Volevo dare e sono stata trattata da opportunista. Volevo parlare e mi è stata serrata la bocca. Volevo proporre cose nuove e mi è stato risposto che ci sono “gli orticelli già curati”….
    Per essere vincenti bisogna essere umili e crederci veramente nei cambiamenti, nei Valori. Solo coi fatti potremmo diventare “inattaccabili”…ma Lei questo lo sa già…
    Auguri
    Rosaria Schettino

  • avatar

    Caro Di Pietro, da oggi potresti avere un nuovo alleato.
    Gianfranco Fini, dimenticando forse di essere stato per cinque lunghissimi anni al servizio di arcore, ha appena affermato che:
    un paese non è democratico perchè si vota ma perchè si basa sui valori.
    Peccato che non abbia specificato quali sono i suoi valori perchè se si trattasse di questione morale e legalità gli consigliamo di confluire nell’Italia dei Valori, vero Tonino?

  • avatar

    Caro Sig.Presidente…io non ci perderei tanto
    tempo con “un tipo de genere”come IL RICCIO
    Tanto vale poco……………….anche se qualche
    volta sembra dire cose giuste.Ma è pur sempre un TG SATIRICO.Quindi vada VANTI SEMPRE COME HA FATTO FINO AD ORA.E GRAZIE DI “”"ESSERCI”"”",in questa nazione in balia
    dello scizzato e malefico signore della T V.

  • avatar

    Io non ho mai visto questo programma, ne sento parlare ma non mi incuriosisce, come d’altra parte tutta la televisione salvo qualche inchiesta su RAI 3. Sono sintonizzata tutto il giorno su radio 3 che trovo di gran lunga più interessante. Non e’ per fare la snob è un vizio che ho dal 1972 anno incui ho lasciato la famiglia per farmi una vita indipendente (anche dalla televisione).
    Di Pietro vai avanti per la tua strada non vale la pena perdere tempo con questa specie umana.
    saluti
    anna

  • avatar

    Caro Antonio
    quando tempo fa’ ti sei tirato una torta in faccia, Ti ho ammirato, questa volta no, bisogna saper ridere. Striscia e’ uno spettacolo nato per far ridere, non sempre raggiunge lo scopo, ma darsi l’obiettivo di cancellare la satira e’ molto brutto, penso che un voto in meno non ti crei grossi problemi.
    Auguri

  • avatar

    Io seguo spesso Striscia tranne quando sono fuori casa come in questo caso. Non ho pertanto visto quanto scrivi ma ovviamente di te mi fido al 200%. Credo che dovremmo inondare di proteste la loro email perchè questo supera i limiti. Che Ricci fosse indulgente con Berl. si è sempre visto, Greggio lo prende in giro benevolmente mentre sugli altri la “satira” (loro sanno che cos’è evidentemente, Sabina Guzzanti invece andava censurata) si abbatte come una scure. Invito tutti i bloggisti a scrivere a Ricci in merito.

  • avatar

    ricordate gli scoop ed i servizi sul marcio in politica da parte di striscia di qualche anno fa !! non avete notato la differenza con queste ultime edizioni ???

  • avatar

    Ma qui siamo fuori di testa? Ma la conoscete la satira vera?
    Non venitemi a dire che quella di striscia è satira, è come dire che Calderoli è intelligente!
    Quello di striscia è e dovrebbe essere bollato come chiacchiericcio per inetti…
    Va bene che ogni tanto fà fare una risata ma chiamarla satira è troppo!
    Non mi stupisco che abbiamo come pres. del. cons. berluska e co.

  • avatar

    Vorrei aggiungere che dobbiamo al presidente dei DS e al suo operato di presidente del consiglio se Berl è più forte di prima. E lo dico con rammarico, perchè io mi ritrovavo come idee in quel partito. Però non si può far finta di niente, e di conseguenza preferisco votare chi fa quello che dice, Antonio Di Pietro, e che ha dei valori (gli odori li lasciamo a Ricci).

  • avatar

    Di pietro, guarda, dacci una mano tu…il mondo ci prende per cioccolatai…
    E c’è qualcuno che crede che striscia è un programma satirico.
    Eh, quanta voglia di espatriare…povera Italia

  • avatar

    Andate a leggere l’intervista rilasciata da Paolo Borsellino 4 giorni prima della strage di via capaci dove venne ucciso Giovanni Falcone ,la moglie e gli uomini della scorta.
    Due mesi dopo poi anche Borsellino venne ucciso a Palermo
    E’ un’intervista molto interessante che viene nascosta perchè scomoda.
    http://www.marcotravaglio.it/interviste/borsellino.htm

  • avatar

    ECCO LE CARATTERISTICHE DEI PROGRAMMI DI ANTONIO RICCI:
    1) IMPOVERIRE E INVOLGARIRE LA FIGURA FEMMINILE (LE VELINE, CARMEN RUSSO E ALTRE TETTONE SENZA CERVELLO SONO STATE SUE CREAZIONI)
    2) DEPISTARE L’OPINIONE PUBBLICA DALLE GRANDI CORRUZIONI POLITICHE CONCENTRANDOSI SU MAGHI, FATTUCCHIERI, CANILI ETC…
    3) DARE ADDOSSO AI POLITICI SOLTANDO QUANDO FORZA ITALIA E’ UN PARTITO DI OPPOSIZIONE
    4) RIPETIZIONI OSSESSIVE DI FRASI E BATTUTE BANALI PER RIMBECILLIRE GLI SPETTATORI, ASSUMENDO COSì UN MAGGIOR CONTROLLO SUL PUBBLICO
    5) FAR FINTA DI SFOTTERE BERLUSCONI MA IN REALTA’ AIUTARLO, IN MODO FA FAR APPARIRE LA SUA TRASMISSIONE COME IL PRODOTTO DI UNA TELEVISIONE LIBERALE
    ATTUALMENTE RICCI DETIENE IL MONOPOLIO DELLA “SATIRA” TELEVISIVA
    (CHE IN REALTA’ NON E’ SATIRA MA BANALE IRONIA)

  • avatar

    …più che satirico il commento di striscia è triviale e di cattivo gusto, direi anche infantile, nel senso peggiore del termine, infantile come non evoluto…..tal quale il tipo di persone che vota cdl………

  • avatar

    se non ci fosse di pietro saremmo in balia di olimpionici e falsi comici
    è già iniziato il boicottaggio delle olimpiadi cinesi contro la pena di morte:
    http://www.lombardia.megachip.info/vis_cont.php?id_art=394

  • avatar

    In effetti, di tutti i simboli ridicolizzati, la Mutanda Degli Odori è quello più offensivo. Che tristezza vedere programmi comici/satirici ridicolizzare i simboli dei partiti.Però non crucciamoci, sarà merito dell’intelligenza delle persone capire chi VALE e chi NO, indipendentemente dal simbolo.
    Saluti, L.Gelli
    http://blog.zerozone.it

  • avatar

    NOTIZIE STRISCIANTI DI STRISCIA LA NOTA…
    QUESTA VOLTA I STRISCIONI NON CI HA AZZECCATO AFFATTO.
    CREDO SIA UNA MANIERA PER ESORCIZZARE NON LA PAURA DEL GABBIANO MA IL GABBIONE.. . CHE MERITANO MOLTI FORZITALIOTI .
    EVIDENTEMENTE NON HANNO CAPITO LA DIFFERENZA DEL GABBIANO DAI TANTI ANIMALI DA CORTILE DEI STRISCIANTI SERPAI TELEVISIVI COME STRISCIA LA NOTIZIA.
    MA NON GLI SERVIRA’ POICHè E’ ORMAI RISAPUTO CHE CHI DI SPOT FERISCE DI SPOT PERISCE…
    W LA DIPIETRIFICAZIONE DELLA POLITICA.
    ULISSE DITORITTO

  • avatar

    É vero quello che dite, all’estero, io sono giá scappato col primo governo Berlusconi nel 1994, ci prendono per il c..o, siamo davvero gli zimbelli d’europa, e oggettivamente i peggiori, abbiamo inventato gli occhialoni e gli stivali a punta, Briatore detta legge.
    Berlusconi in qualsiasi altro paese del mondo sarebbe in carcere a marcire, in Italia vince le elezioni e mi spiace dirlo, le rivincerá anche stavolta, malgrado lo sforzo di milioni di persone oneste e contro la logica piú comune.
    La vera minaccia non sono i sondaggi falsi americani, nemmeno la PAR CONDICIO di Fede, il problema sono quei 25% di voti ELETTRONICI che come sappiamo giá benissimo possono venire manipolati con estreme facilitá da chi li controlla, in questo caso il Governo stesso….., la notizia é apparsa nei giornali per 1 giorno, nessuno ha detto niente e avanti cosí.
    80% di voti controllati dalle mafie e l’80% del 25% di voti elettronici fanno del NANETTO il prossimo presidente del consiglio.
    Io qualcuno lo posso anche ospitare qua in Spagna…. dove non ho potuto votare ma ho appoggiato a Zapatero e dove si vede, soprattutto nella informazione, come bisogna fare le cose piú semplici.
    Lontano da essere il presidente perfetto, per mancanza di esperienza e per compromessi presi con ali del suo partito, per lo meno governa con onestá e trasparenza, prende decisioni scomode ma coerenti, compie le promesse….

  • avatar

    Se posso permettermi.. Non credo dovresti prendertela così tanto con l’ironia, anche se di cattivo gusto.
    Pensa a Cornacchione..
    Buon Lavoro
    Andrea

  • avatar

    scarirate il video “911 in plane site”, dove ci sono tutte le prove inequivocabili che gli attentati dell’11 settembre furono organizzati dagli stati uniti.
    incredibile e sconvolgente.

  • avatar

    Condivido integralmente quanto scritto da Giuseppe Netti (a cui rivolgo i miei complimenti per la perfetta analisi).
    STRISCIA LA NOTIZIA HA SEMPRE ATTACCATO VOLGARMENTE DI PIETRO
    ECCO LE CARATTERISTICHE DEI PROGRAMMI DI ANTONIO RICCI:
    1) IMPOVERIRE E INVOLGARIRE LA FIGURA FEMMINILE (LE VELINE, CARMEN RUSSO E ALTRE TETTONE SONO STATE SUE CREAZIONI)
    2) DEPISTARE L’OPINIONE PUBBLICA DALLE GRANDI CORRUZIONI POLITICHE CONCENTRANDOSI SU MAGHI, FATTUCCHIERI, CANILI ETC…
    3) DARE ADDOSSO AI POLITICI SOLTANDO QUANDO FORZA ITALIA E’ UN PARTITO DI OPPOSIZIONE
    4) RIPETIZIONI OSSESSIVE DI FRASI E BATTUTE BANALI PER RIMBECILLIRE GLI SPETTATORI, ASSUMENDO COSì UN MAGGIOR CONTROLLO SUL PUBBLICO
    5) FAR FINTA DI SFOTTERE BERLUSCONI MA IN REALTA’ AIUTARLO, IN MODO FA FAR APPARIRE LA SUA TRASMISSIONE COME IL PRODOTTO DI UNA TELEVISIONE LIBERALE
    6) SFOTTERE PERSONAGGI DEMENTI E PRIVI DI QUALSIASI MESTIERE (PER ES. “ER MUTANDA”) RENDENDOLI COSI’ ANCORA PIU’ POPOLARI E RICHIESTI
    ATTUALMENTE RICCI DETIENE IL MONOPOLIO DELLA “SATIRA” TELEVISIVA
    (CHE IN REALTA’ NON E’ SATIRA MA BANALE IRONIA)

  • avatar

    Io sarei soddisfatto: se ne parla striscia la notizia vuole dire che interessa a qualcuno e se interessa a qualcuno può interessare anche agli elettori.
    Io direi che sei sulla buona strada.
    La lingua batte dove il dente duole.

  • avatar

    Che il valore di un programma come Striscia la notizia sia ridotto da tempo (che caso, 5 anni…) è cosa nota… e va di passo con il decadimento globale della televisione italiana. Il fatto sul quale riflettere è che molta gente non se ne è accorta e continua a guardare i telegiornali ed a subire una televisione di questo tipo.
    Per quanto mi riguarda la tv è morta, sia come strumento di intrattenimento che come strumento di informazione. Le notizie me le cerco su internet mentre film e programmi me li guardo sul computer senza pubblicità…
    La vera battaglia sarà quella per evitare che pure Internet venga imbrigliato in quel meccanismo perverso che ha trasformato e distrutto la televisione in meno di 50 anni!!!!

  • avatar

    Non ti curar di loro….
    c’è niente da fare i servi esisteranno sempre, inutile toglier loro la voce o far di conto sui minuti o sugli aggettivi usati a favore o contro l’uno o l’altro.
    Si deve crescere… l’informazione dev’essere plurima… io proporrei una tv per partito :D almeno così sappiano che tipo di censura riceve la notizia.
    I giornalisiti, poi, dovranno essere tesserati (sempre dai partiti) e quando danno una notizia la tessera deve essere ben visibile :)…
    Preferisco un Emilio Fede, chiaramente schierato, di tante bandierine che ora dileggiano uno ora l’altro.
    Caro Antonio… non è un simbolo o uno slogan che mi porterà a votare per te… ma il tuo programma ;) che spero non rimanga solo carta scritta… in bocca… azz… no… i lupi lasciamoli in pace… in marina si dice: in c..o alla balena :P per le prossime elezioni… e non ti far distrarre da Ricci o dal portatore nano… noi siamo qui… e saremo la tua voce anche se non ti faranno parlare…

  • avatar

    Caro Antonio,
    La chiamano “satira” quella demenziale trasmissione di Ricci! E’ tutto funzionale all’imbonimento e all’imbecillimento delle cosiddette fasce d’ascolto di prima serata! La Priorità delle priorità dopo il 9 aprile è l’azzeramento di questo assetto televisivo!
    Domanda d’obbligo. Fermo rimanendo l’attuale assetto del sistema radiotelevisivo e della carta stampata (assolutamente condizionata dai contratti pubblicitari) chi e che cosa potrà frenare e limitare il prepotere e il predominio del Cavaliere e della corte di nani e ballerine che lo circondano e “lo” nutrono e si nutrono dei benefici di questo sistema?
    Devo dire, onestamente, che le “soluzioni” previste dal programma de l’Unione non modificano e non intaccano la “mostruosità” costruita nel nostro Paese dalla sciagurata Legge Mammì e dall’impotenza delle decisioni della Corte Costituzionale di “oscurare” qualche rete televisiva del “beneficiario” della politica e dell’amicizia di Craxi.
    In conclusione, e senza ulteriori e necessari approfondimenti, se l’Unione non opererà uno “strappo” radicale per smantellare l’apparato propagandistico del Cavaliere, tempi durissimi per il Governo Prodi! Ma, soprattutto, tempi durissimi per gli ultimi residui di fragilissima democrazia e di coinvolgimento e partecipazione dei cittadini italiani alle vicende del loro destino.

  • avatar

    Mr. B, dopo 5 anni di governo dove ha tagliato (nell’ultima finanziaria) i fondi alla sanità, spunta fuori dicendo “spariranno le liste d’attesa per le visite”,strano che non lo ha mai fatto in 5 anni di governo!Non è che è anche proprietario di qualche clinica!?

  • avatar

    All’On. ANTONIO DI PIETRO.
    Spero che la tua promessa venga mantenuta. Butta via la televisione spazzatura.
    Fanno schifo quello che fanno vedere,
    Fanno schifo i tekegiornali che all’ora di pranzo e cena, fano vedere la cronaca nera nella sua più efferata realtà (sangue in primo piano e dettagli nei racconti) quanto i bambini stanno a casa.
    Fanno schifo tutti questi reality show, che fanno della vergogna, una cosa normale….
    Spero che tutto questo cambi prima o poi.
    Giuseppe Colucci

  • avatar

    Casini, appartenente all’Unione CRISTIANA democratica, ha nel suo partito Totò Cuffaro, che i carabinieri di Palermo hanno ripreso mentre si incontrava di nascosto con un mafioso amico del killer di padre Puglisi!
    Nonostante sappia tutto ciò, Casini continua ad appoggiare e a difendere Cuffaro e la sua banda di amici.
    Leggete questa breve storia dell’unione CRISTIANA (sottolineo Cristiana!) democratica (UDC):
    IL “PADRE NOBILE” DELL’UDC È CALOGERO MANNINO, IMPUTATO PER MAFIA DAVANTI ALLA CORTE D’APPELLO DI PALERMO.
    POI C’È IL SOTTOSEGRETARIO AL WELFARE SAVERIO ROMANO, INDAGATO E ARCHIVIATO PER I RAPPORTI COL BOSS GUTTADAURO.
    ANTONIO BORZACCHELLI, ARRESTATO E RINVIATO A GIUDIZIO.
    SALVATORE CINTOLA, INDAGATO PER I SUOI RAPPORTI CON GIOVANNI BRUSCA.
    VINCENZO LO GIUDICE, ARRESTATO AD AGRIGENTO IN BASE A ORE DI INTERCETTAZIONI; NELLE SUE TELEFONATE CON I MAFIOSI CHIAMAVA I CARABINIERI “CANI”.

  • avatar

    Non avevo visto striscia, però visto che S Dettori indica il sito http://www.striscialanotizia.mediaset.it/ sono andato a visionarla, tra l’altro il sondaggio è presente proprio con il filmato -video.
    Dalla sua arrabbiatura pensavo che Le fosse stato portato un attacco molto più pesante e più personalizzato.
    Visto il filmato facciamo una considerazione, dato per scontato che Ricci è stipendiato da Mr.B, essere presente nel sondaggio dove vengono riportati solo sei simboli di cui cinque di partiti piccoli :Movimento sociale- Sole che ride- Rifondazione Comunista – partito Socialdemocratico – Italia dei valori ed uno solo grosso Forza Italia, potrebbe essere anche un fattore positivo .
    Per prima cosa facciamo un auspicio, e se Forza Italia post elezioni diventasse anch’essa un piccolo partito come gli altri cinque?
    Dopotutto dopo cinque anni di MALGOVERNO TUTTI gli Italiani , tranne gli immobiliaristi furbetti ed i capitalisti, si sono resi conto che il partito che ci ha tolto le braghe e messo in MUTANDE è proprio FORZA ITALIA.
    Forse è per questo motivo che Mutanda delle libertà si trova al primo posto dei sondaggi con il 33% al quale ho AGGIUNTO anche il mio VOTO, primo per quanto scritto sopra e secondo in quanto ritengo che fra i candidati di Forza Italia : Previti – Dell’Utri – Schifani – Bondi ecc. ecc. ZEQUILA non sarebbe certo il peggiore.
    Se Staffelli venisse a consegnarLe il Tapiro lo accetti , senza rancore.
    Al limite prima di RITIRARLO, gli consegni il SUO PROGRAMMA ELETTORALE da consegnare uno per uno a Ricci – Greggio – ed uno allo stesso staffelli e gli dica che anche Lei ha partecipato al Sondaggio Votando il simbolo
    di FORZA MUTANDA
    in quanto è l’unico partito che ha messo in MUTANDe tutta l’ITALIA.
    La saluto cordialmente Angelo
    P.s. Votiamo tutti Forza Mutanda probabilmente il sondaggio USA era stato fatto su questo SIMBOLO.

  • avatar

    Non si sputa nel piatto in cui si mangia … o meglio, il cane non prende a morsi il padrone.
    Non ho mai visto l’intervistatore di Striscia andare ad importunare Berlusconi e chiedergli con insistenza “Ma è vero quello che dicono i giudici sul Suo conto? Perché Lei continua a tollerare nel Suo partito persone inquisite e giudicate colpevoli, dopo 3 gradi di giudizio?”
    Ecco la libertà che esiste su Mediaset: puoi parlare di tutto ciò che vuoi, basta che non pesti i piedi al padrone.
    Anche un uccellino è libero nella sua gabbia.
    Che massa di ipocriti leccapiedi.

  • avatar

    striscia la notizia è una trasmissione che fa politica, o detta in altre parole che fa politica mascherando con la satira.
    Perchè quelli di striscia la notizia, e cosi quelli delle iene, non sono mai andati da berlusconi a chiedergli: ma lei caro dottor berlusconi, dove li ha presi i soldi ?, chi gli ha dato tutta la montagna di soldi che ha avuto a disposizione, per fondare le telvisioni, ecc.. ecc…
    Striscia la notizia è al sevizio del suo padrone, ecco perchè berlusconi è così pericoloso, chi può manipolare gran parte dell’ informazione, è estremamente pericoloso

  • avatar

    A Ricci si può dire che è uno dei tanti servi sciocchi che deve sbarcare il lunario e non essendo molto dotato intellettualmente può solo fare questo tipo di televisione spazzatura.Personaggio patetico che ormai ha fatto il suo tempo, io l’ho visto anni fa,ora non più ,non fà nemmeno ridere e lquel poco che ho visto mi ha lasciato indifferente disinteressata non capisco che programma sia il suo. Comunque spero che questa gente da avanspettacolo sia spazzata via da qualcosa di più decente se non altro una comicità che faccia ridere e non quelle scenette patetiche che non guarda più nessuno.

  • avatar

    Caro Antonio, i “valori” in gioco in questo caso sono: i tuoi, e quelli di Antonio Ricci.
    Com’è ovvio, ciascuno ha espresso ciò di cui è portatore, quindi Ricci ha espresso il meglio di sè e del suo “pensiero”.
    Ma il ricci-pensiero non esiste in modo autonomo. Infatti, come uno specchio deformante, vive solo perchè esiste una realtà esterna che puo deformare.
    Ma come tutti gli specchi ha un limite ben preciso: può deformare solo quanto gli sta innanzi, e quindi non può deformare la sua cornice, cioè il suo limite esistenziale, cioè mr B.
    Semplice, Watson!

  • avatar

    Caro Dott. Di Pietro,
    a meno trattasi di eventi particolari ed eccezionali evito di sintonizzarmi sulle reti Mediaset. Trattasi della peggior specie di informazione. In qualità di Cittadino libero e contribuente serio, mi ritengo offeso e danneggiato dalla presenza di tali emittenti televisive, tutte “serve” del loro padrone. E’ così che, putroppo, funzionano tanti meccanismi in Italia. Vorrei che tutti gli italiani ne prendessero seriamente coscienza e che diventasero realmente adulti nel gestire la propria vita nel pieno rispetto delle Leggi e dei valori più alti che dovrebbero sottendersi ad una società civile. Non si arrabbi con questa gentaglia, li lasci cuocere nella loro acqua putrida! Piuttosto auspico che tutta la coalizione di centro-sinistra sia unita nell’intento non solo di mandare a casa questi ladri, ma anche nel dare prova seria e concreta di non volersi sostituire ad essi per fare peggio! Se ha ben capito di che pasta sono fatto, conti pure su di me e sulle mie energie!
    Coraggio andiamo avanti!
    Saluti.
    Luigi Crudele – Isernia

  • avatar

    Caro Antonio, ti voterò e cercherò di farti votare. A te ed alla lista va, per quel poco che conta la mia solidarietà.
    Ricci è un finto paladino della libertà, e non è solo il caso tuo a dismostrarlo: avete mai visto fare qualche domanda a Previti, a Dell’Utri,?Magari facendogli sentire certe intercettazioni, oltre che naturalemnte su Berlusconi, leggendo certe sentenze? Purtropo Ricci, come Mr. B, andrebbe smascherato, ma anche a sinistra ha degli sponsor e così Mr. B si vanta dicendo che Striscia è una trasmissione che fa satira su di lui, e gli Italiani cretini ci credono.
    Speriamo che la lista vada bene ad aprile.

  • avatar

    Credo che Ricci per il suo programma si sia ispirato al Biscione, entrambi ” STRISCIAno”,
    d’altra parte è una difesa della specie…..
    SOLO un Verme , può parteggiare per il Biscione
    Solo un Verme può votarlo!
    BY Guglielmo

  • avatar

    La riforma del sistema auditelevisivo dovrebbe essere un punto fondamentale del programma dell’unione!
    Non c’ è democrazia senza corretta informazione!
    Speriamo manterrete le promesse,io ho fiducia in Di Pietro e nell’Italia dei Valori. Di Pietro è l’unico esponente di un partito che ha aderito all’operazione indetta da Beppe Grillo parlamento pulito.

  • avatar

    E’ stata lanciata la faatwa contro Di Pietro dal cavaliere in persona. Ricci e Casini obbediscono ed altri verranno perchè il problema vero è la soglia del 2% al senato giusto?
    Ma il cavaliere, come sta dimostrando in più occasioni, fa le pentole ma non i coperchi:
    1) Prima non tiene conto dei senatori a vita di centrosinistra e dei senatori garantiti costituzionalmente alle regioni minori che votano a sinistra nella stesura della nuova legge elettorale varata da questa maggioranza;
    2) Si reca di sua sponte in procura per raccontare un nulla;
    3),4);..n)
    Da ultimo attacca Di Pietro senza accorgersi che questa tattica sposta i voti all’interno del centrsinistra a favore di Di Pietro, facendogli poi superare la soglia del 2%.
    Ma come fa il cavaliere a fare gli interessi dell’Italia quando non riesce nemmeno con la volgarità a fare i suoi?
    Ormai è alla frutta!!!
    Sto raccogliendo firme per Di Pietro e mi accorgo che molti che votano anche altri partiti di sinistra hanno comunque simpatia per l’IDV e mi danno la loro firma.
    Secondo me Di Pietro è apprezzato in modo trasversale da tutti quelli della coalizione ed ha per questo un’importanza strategica che va oltre il numero di voti che gli verranno dati!!!
    Allegri, questa volta ci siamo!!!
    Stefano De Boni

  • avatar

    Votate tutti mutanda delle libertà su striscia così Mr. B sarà contento e un’inviato di striscia dovrà accollarsi l’ingrato compito di consegnargli un altro tapiro per spiegargli che il popolo lo ha votato nel sondaggio per aver messo l’Italia in mutande!!!

  • avatar

    carissimo Antonio di PIETRO,
    non tenere conto di striscia la notizia!!!!!!!!!!!!!Tu vai avanti per la tua strada ed io penserò a votarti ed a promuovere il tuo partito in tutta italia!( te ,lo meriti) Rappresentaci, difendici, noi ci affidiamo a te.Un mio quesito riguarda il fatto che se hanno fatto dimettere Calderoli perchè un ministro della repubblica italiana non può offendere la religione mussulmana, mi chiedo come parlamentari possano occupare la poltrone se sono stati condannati( 24 condannati!!!)??????Beppe Grillo docet

  • avatar

    Striscia la Notizia ha sempre rappresentato una sintesi della demenza televisiva italiana.
    Leggere le battute sui simboli tramutati in mutanda é di livello pessimo. Neanche in terza elementare si arriverebbe a ció.
    Purtroppo si sono criticati programmi nettamente migliori in qualitá e contenuti, senza che nessuno spezzasse una lancia a loro favore, anzi.
    Si é epurata gente, senza che ci fosse una vera e propria protesta.
    Si é giunti a “mobizzare” un Enzo Biagi, un padre fondatore del giornalismo in Italia, senza batter ciglio.
    Chiaro che poi Striscia puó fare e dire quello che vuole. Che va anche bene, ma il problema é che non c’é alternativa.
    O forse si…la rete!!!
    Luca

  • avatar

    E’ sicuramente vero che il più offensivo è la mutanda degli odori, purtroppo ciò ha così rilevanza tanto da offenderti, perchè striscia è uno dei pochissimi programmi di satira trasmessi dalla tv. Questi prima di essere trasmessi passano attraverso il filtro del padrone (B.), obbligatoriamente perchè la rai non può fare satira causa una legge di questo governo, che della satira soffrirebbe sicuramente più di tutti, avendo continue tendenze a sputtanarsi da solo. Vedi Calderoli, che io personalmente stimo meno der Mutanda. La satira di striscia fa piangere perchè ci fa capire fino a che punto è arrivato l’obbligo di bassezza culturale imposto dal governo, che protesta contro U.Eco e non contro Ricci, colui che al momento tira fuori la peggior comicità immaginabile. Oltretutto, non fosse per Ricci, noi il mutanda neanche lo conosceremmo, e le nostre menti sarebbero un pò più libere. Complimenti e grazie per aver chiesto le dimissioni di Truffolo, mi sono sentito rappresentato, caro Antonio ora hai un nuovo elettore. Continua così!

  • avatar

    On.Di Pietro
    c’è bisogno urgente di portare i valori in rai.
    Ieri sera ore 20.30 rai 1 è andato in onda speciale tg1,tema, attacco al pentagono.
    È scioccante la disinformazione che anno sputato sui telespettatori;un esembio,i corpi sono stati tutti recuperati,mentre il metallo del aereo tutto sciolto,fuso come neve al sole.Mi dodando questo giornalismo disinformazione chi lo sovvenziona.

  • avatar

    Forza Antonio, speriamo in te. Vogliamo la par-condicio in tv. Rivogliamo Biagi, Santoro e Luttazzi. Rivogliamo un tv con vera informazione, non solo aria fritta, fattorie, isolotti e grandi fratelli. I “fratelli d’Italia” vogliono una nuova Italia, Democratica e pulita. Fiducioso, data la giovane età, Cordialmente saluto!

  • avatar

    On.Di Pietro
    c’è bisogno urgente di portare i valori in rai.
    Ieri sera ore 20.30 rai 1 è andato in onda speciale tg1,tema, attacco al pentagono.
    È scioccante la disinformazione che anno sputato sui telespettatori;un esembio,i corpi sono stati tutti recuperati,mentre il metallo del aereo tutto sciolto,fuso come neve al sole.Mi dodando questo giornalismo disinformazione chi lo sovvenziona.
    Postato da: vito liberto | 20.02.06 15:43
    Errore ore 23.30

  • avatar

    mandiamo una e-mail di indignazione, io già lo fatto.
    ricci leccaculo
    gabibbo@mediaset.it

  • avatar

    Si cerca di ridicolizzare ciò che si teme e ognuno lo fa con il proprio “stile” descrittivo: coraggio Antonio! Raccogliendo firme mi accorgo della simpatia della gente che non ha dimenticato l’opera meritoria di chi ha cercato la correttezza e la legalità, pagando spesso di persona. Con affetto

  • avatar

    Anch’io mi allineo con quelli che dicono di stare allo scherzo(anche se è dura). Non ho visto la puntata ma sarebbe un peccato perdere anche Striscia che “sembrava” un Tg satirico indipendente. O forse ci siamo per anni illusi che lo fosse. Andiamo avanti che è meglio.

  • avatar

    Si cerca di ridicolizzare ciò che si teme e ognuno lo fa con il proprio “stile” descrittivo: coraggio Antonio! Raccogliendo firme mi accorgo della simpatia della gente che non ha dimenticato l’opera meritoria di chi ha cercato la correttezza e la legalità, pagando spesso di persona. Con affetto

  • avatar

    Ma siamo … ragaaazziiii …
    Non è proprio il caso di prendersela, il nostro Bel Paese, vive di satira, è la sua forza, la sua capacità di confronto. Imbavagliarla equivarrebbe ad arretrare di 60 anni, quando le ironie si trattavano come attentati allo Stato.
    A satira si risponde con satira, un tapiro merita una battuta, non una microfonata, un’invettiva, una chiusure o una fuga … E’ ben meglio uno sberleffo … che essere ignorati.
    Ricordiamoci dei ns. tempi di scuola: quanti prof e presidi abbiamo tiranneggiato con solenni prese in giro, eppure gli volevamo bene, li portavamo sul lungomare per una focaccia, fiori o paste in aula per il compleanno … anche qualche festa o pranzo al ristorante, ma … conditi di prese in giro !
    Gli italiani sono sempre ragaazziii… sono molto più intelligenti di quanto si vada dicendo, sanno distinguere i contenuti delle prese in giro, e soprattutto non prenderanno a sassate l’ambasciata di Napoleone, quando ordina di sparare a zero sul nemico.
    Non tutti sanno essere Montanelli, capace di fondare nuovi giornali, pur di dire di “no” al capo.
    L’ironia è un’arte sottile e difficile, anche chi la sa fare … mica gli viene bene tutte le volte.

  • avatar

    Non è che si debba dare credito a Striscia.
    Da un mese a questa parte è partita in quarta a fare campagna elettorale.
    In che modo? nella forma più deficiente possibile.
    TV spazzatura? niente di simile. Fogna a cielo aperto.
    Ma non è finita.
    E’ solo il principio.Perchè la disperazione per la
    prossima sconfitta è tale che useranno armi ben più affilate.
    Anche il Karakiri , se necessario.
    Ricci sta superando il Boiardo in bieche e odiose fantasie,
    pur di guadagnarsi il pane.
    Ma cosi tanto si prostituisce un uomo per campare?
    Felix

  • avatar

    Caro Antonio, non é il caso di prendersela perché Striscia é irriverente un po’ con tutti, sí anche con Berlusconi anche se in modo piú annacquato. Del resto é normale, tu ti faresti prendere in giro da un tuo dipendente? Devo peró ammettere che le Iene sono ancora piú irriverenti con Berlusca, una satira un po’ piú intelligente, mentre Striscia é un po’ come RAI 1 per un pubblico piú incolto (Domenica In é un esempio). Forza ITALIA DEI VALORI e Di Pietro 1º Ministro.

  • avatar

    Mi è dispiaciuto molto che “striscia la notizia” si sia permessa di mettere in ridicolo il simbolo dell’ ITALIA DEI VALORI. A me questo simbolo piace molto sia per i colori che ha e sia per la figura del gabbiano che , non è per niente morente e vola in piena salute.

  • avatar

    leggermente fuori tema? forse non troppo se questo post si trova nella sezione CORRETTA INFORMAZIONE:
    ecco la verità sconvolgente dell 9/11 sul Pentagono
    http://www.pentagonstrike.co.uk/pentagon_it.htm

  • avatar

    la verità è che è passta l’idea che striscia sia un giornale satirico indipendente. che non si fa problemi ad attaccare il capo. anche per le Iene si dice così e il Padrino non perde occasione per dircelo : “guardate striscia, guardate le Iene , blatera con insistenza, non rispiarmano colpi neanche a me , io sono un liberare, il conflitto di interessi non esiste”. vaccate.
    sono proprio srtiscia e le iene a lavorare meglio per il capo. quando danno una stoccata al padrone la gente ci ride sopra: dare stoccate in un programma satirico equivale a minimizzare ogni notizia. un programma satirico è fatto per ridere e scherzare, la gente non le prende sul serio le notizie scomode. programmi così lavorano per il cavaliere e così lui può dire le sue solite menate “guardate come mi danno addosso battono colpi anche contro me nelle mie aziende”. facciamo attenzione noi tutti. voi davvero credete che il nostro malfattore, quello che ha contribuito più di tutti a stilare il programma della “nuova italia” di licio gelli, che innanzitutto prevedeva il controllo delle televisioni , si faccia sbugiardare da un ricci qualsiasi? è tutto studiato, stabilito e programmato!!!!!!! in questo programma , ricordate bene, presentato segretamente ai manager fininvest nel lontano 1991, redatto tra gli altri da baget bozzo, , dell’utri, urbani, il generale jean (quello che, zitto zitto, voleva portare le scorie a scanzano ) con la supervisione di gelli, viene tra l’altro scritto che “il mondo reale non esiste, che esiste soltanto quello che si vede in televisione……..”
    riflettiamo e stiamo attenti poichè ci troviamo al cospetto di un pericoloso figuro.!!!!!!!!
    penso altresì che tu abbia ragione caro di pietro: alla fine il ricci è forte solo con i deboli. questo calcare la mano ogni santo giorno contro vanna marchi o il frate di cosenza o di altri come loro mi disgusta profondamente.
    saluti
    laviero

  • avatar

    Caro Senatore,
    direi che fin quando si tratta di “satira” per così dire, non resta che accettarla come una regola del gioco, anche quando è di pessimo gusto. Del resto, essa non può che essere allo stesso livello del “buffonismo politico” di cui parla Antonio Polito. Se mai, si potrebbe fare qualche riflessione sulla tristezza della nostra “satira” che, salvo qualche eccezione, non è mai andata al di là dello sberleffo. C’è o dovrebbe esserci uno stile anche nella satira; ma nessun giudice potrà mai insegnare le buone maniere. Queste, per fortuna,non sono questioni giuridiche. Del resto, basta fare un giretto per Roma per rendersi conto che qui la volgarità si taglia a fette nell’aria. Credo che quella “satira” abbia fatto più male agli autori che a coloro che ne sono le vittime; essa rivela lo stile dei Suoi critici.
    Francesco de Franchis

  • avatar

    PER CHI VOLEVA VOTARE BERTINOTTI…
    Bertinotti sacrificherebbe un leader trozkista del suo partito – Marco Ferrando, colpevole di ritenere Israele uno Stato artificiale – ma chiederebbe in cambio che l’Unione affidi il ministero della Giustizia, in caso di vittoria alle elezioni, a Giuliano Pisapia, definito “noto avvocato del gruppo De Benedetti”.
    Ma fra i vari esponenti della sinistra l’on. Pisapia e’ forse il piu’ vicino a molte posizioni di Roberto Castelli, il quale espresse stima nei suoi confronti in occasione di una discussione sull’abolizione del “reato di opinione”, per il quale il parlamentare di sinistra aveva presentato un pdl gia’ nel 2002.
    Inoltre Pisapia e’ favorevole
    1) alla separazione delle carriere fra giudici e pm, 2) e’ contrario al totale azzeramento delle cosiddette “leggi vergogna” di questa legislatura 3) a salvare “le parti buone” della riforma Castelli dell’Ordinamento giudiziario (compreso l’innesto di rappresentanti delle regioni nei consigli giudiziari, cioe’ i rami locali del Csm).
    Inoltre sempre Giuliano Pisapia definiva “liberticida e anticostituzionale” il mandato di cattura europeo – molto osteggiato da Castelli e dalla Lega – ritenendo inaccettabile che “in Italia possano venire arrestate persone su disposizioni di magistrati di Paesi stranieri che dipendono dall’esecutivo” e commentando di non essere molto preoccupato di trovarsi “sulla stessa linea di Castelli.

  • avatar

    di pietro fa apposta a prendersela in modo che striscia
    gli porti un tapirio e gli dia piu’ visibilità (spero);
    comunque in Italia serve una tv libera dalla politica;

  • avatar

    CARO DOTT. DI PIETRO,
    C’E’ ANCHE UN ALTRO PROBLEMA (UNO DEI TANTI) DA SOTTOLINEARE:
    NEGLI ULTIMI 5 ANNI CHI SONO STATI I RAPPRESENTANTI DELL’OPPOSIZIONE PIU’ INVITATI NEI TALK-SHOW?
    BERTINOTTI E PECORARO.
    RIFLETTIAMO: DOVESSE VINCERE IL B. ANCORA SAPETE CHI SARA’ IL PIU’ INVITATO?
    CARUSO.
    SI VUOL RAPPRESENTARE L’OPPOSIZIONE SEMPRE CON GLI ESTREMI. MA VI SEMBRA GIUSTO?
    COMUNQUE 2 DISUBBIDIENTI LI AVREMO NEL PROSSIMO PARLAMENTO:
    BERLUSCONI E CARUSO
    COMPLIMENTI A NOI ITALIANI.
    CI MERITIAMO QUESTI POLITICI.
    IN QUALSIASI ALTRA DEMOCRAZIA NON RISUSCIREBBERO AD AVERE SUFFICIENTI VOTI PER ENTRARE IN PARLAMENTO.
    DA NOI STRAVINCONO.
    SONO LO SPECCHIO DELLA NOSTRA SOCIETA’. SIAMO UN PAESE DOVE GLI ESTREMISMI (LEGA, RIFONDAZIONE-PDCI-VERDI, FRANGE DI AN E DI FORZA ITALIA) HANNO UN GROSSO PESO POLITICO.
    COMPLIMENTI E FORZA ITALIA.
    MAX
    SALUTI
    MAX

  • avatar

    PER CHI VOLEVA VOTARE BERTINOTTI…
    Bertinotti sacrificherebbe un leader trozkista del suo partito – Marco Ferrando, colpevole di ritenere Israele uno Stato artificiale – ma chiederebbe in cambio che l’Unione affidi il ministero della Giustizia, in caso di vittoria alle elezioni, a Giuliano Pisapia, definito “noto avvocato del gruppo De Benedetti”.
    Ma fra i vari esponenti della sinistra l’on. Pisapia e’ forse il piu’ vicino a molte posizioni di Roberto Castelli, il quale espresse stima nei suoi confronti in occasione di una discussione sull’abolizione del “reato di opinione”, per il quale il parlamentare di sinistra aveva presentato un pdl gia’ nel 2002.
    Inoltre Pisapia e’ favorevole
    1) alla separazione delle carriere fra giudici e pm,
    2) e’ contrario al totale azzeramento delle cosiddette “leggi vergogna” di questa legislatura 3) a salvare “le parti buone” della riforma Castelli dell’Ordinamento giudiziario (compreso l’innesto di rappresentanti delle regioni nei consigli giudiziari, cioe’ i rami locali del Csm).
    Inoltre sempre Giuliano Pisapia definiva “liberticida e anticostituzionale” il mandato di cattura europeo – molto osteggiato da Castelli e dalla Lega – ritenendo inaccettabile che “in Italia possano venire arrestate persone su disposizioni di magistrati di Paesi stranieri che dipendono dall’esecutivo” e commentando di non essere molto preoccupato di trovarsi “sulla stessa linea di Castelli.

  • avatar

    Cosa si aspettava sig. Di Pietro da uno che sta sul libro paga del nano di Arcore!!!???

  • avatar

    Generoso Antonio,
    Se le verrà consegnato il tapiro dica che sarebbe bello fare quattro battute allegre sulle mutande, ma purtroppo tra connotte e mutande le prime stanno creando seri problemi, oltre alla situazione socioeconomica in cui si trova l’Italia, a cui il loro orincipale dovrebbe delle risposte.
    Dica inoltre che con la bancheria intima è pericoloso scherzare, con le connotte di Calderoli ci sono scappati i morti.
    Non votate un bel nulla su striscia la notizia, lasciateli alla loro demenza e ai pecoroni che li seguono!!!
    Occupiamoci di cose serie.
    Mr B. prima di mandare inviati a fare domande risponda lui a quelle dei magistrati!!!!!
    Stefano de Boni

  • avatar

    Rispondo sl pupazzo verde,non deve essere asservito,corrotto,banale. Ciao.

  • avatar

    Persone come Antonio Ricci dovrebbero stare in galera. Allora sì che puzza!!
    Puzza di marcio!!!
    Non se ne può più di questo governo.
    Antonio Ricci ha i giorni contati e la paura lo
    fa diventare un povero rimbecillito. Anche il suo sodale, il più gande malvivente che sia mai apparso sulla faccia della terra comincia a sentire odori da chiuso, da prigione per l’esattezza. Preghiamo Iddio che si spalanchi per lui le porte fetide del carcere, ma quello vero!! Non quello finto e tutto tette e risa che un programma schifoso come Striscia vorrebbe propinarci! Antonio Ricci… povero mentecatto!

  • avatar

    comunque ricci lavora per una tv del berlusca e quindi dei limiti ce li ha comunque;
    politicamente non graffia nè a dx nè a sx;
    come tg satirico da’ comunque molte più informazioni di un tg normale; basti pensare alle avvisaglie sulle truffe per gli anziani etc…
    ovviamente tocca solo i piccoli o medi problemi;
    ma i tg della rai che informazioni ci danno?
    ad esempio sulla costituzione non ho visto nessuna informazione;
    la sx per avere una tv libera non si è mai fatto nulla;
    ora sul programma di 200 pagine c’è qualcosa riguardo un tv libera dai partiti?
    o è solo lei che vuole migliorare questa italia ridando l’informazione ai cittadini?

  • avatar

    Striscia probabilmente qualcosa di buono nei suoi 10 e + anni l’ha fatto (forse più qualche anno fa che adesso), ma è sempre stata mooooolto indulgente col berlusca, e i suoi attacchi verso il centro sinistra sono sempre stati + forti rispetto a quelli verso il centro destra. Sinceramente la satira di striscia l’ho sempre ritenuta di basso livello, e forse adesso hanno toccato il fondo. Sinceramente l’unico programma che salverei delle reti mediaset è “Le Iene”, che fanno una TV utile e della buona satira (sia a destra che a sinistra, senza troppo timore reverenziale verso il “capo”). Ma anche la rai non è messa bene, anzi. Comunque io non mi preoccuperei molto di ciò che ha detto striscia, chi ha dei “valori” e vuole che in italia gli obbrobbri di questi ultimi anni cessino non si farà minimamente influenzare da tali buffonate…. anzi.

  • avatar

    se l’italia dei valori rappresenta l’italia vera allora hanno rappresentato bene la situazione italiana:
    siamo rimasti in mutande e siamo nella mer.a,
    quindi l’odore che si sente è proprio della situazione in cui ci troviamo.

  • avatar

    @ per Domenico Vacirca | 20.02.06 17:16
    La settimana scorsa quel gran programma delle Iene ha mostrato un servizio sui nostalgici della Massoneria (P2 ricordi?). Mica hanno ricordato che il loro datore di lavoro, o che molti parlamentari eletti oggi nella “casa circondariale delle libertà”, sono stati affiliati e confratelli.
    Cordialmente Pasquale D’Ambra

  • avatar

    STRISCIA è UNA TRASMISSIONE DA CONTENUTO DI PATTUMIERA SINCERAMENTE NON ME LA PRENDEREI DATO IL VALORE CHE HA E L ODORE CHE HA. CORDIALISSIMI SALUTI.

  • avatar

    PER CHI VOLEVA VOTARE BERTINOTTI…
    Bertinotti sacrificherebbe un leader trozkista del suo partito – Marco Ferrando, colpevole di ritenere Israele uno Stato artificiale – ma chiederebbe in cambio che l’Unione affidi il ministero della Giustizia, in caso di vittoria alle elezioni, a Giuliano Pisapia, definito “noto avvocato del gruppo De Benedetti”.
    Ma fra i vari esponenti della sinistra l’on. Pisapia e’ forse il piu’ vicino a molte posizioni di Roberto Castelli, il quale espresse stima nei suoi confronti in occasione di una discussione sull’abolizione del “reato di opinione”, per il quale il parlamentare di sinistra aveva presentato un pdl gia’ nel 2002.
    Inoltre Pisapia e’ favorevole
    1) alla separazione delle carriere fra giudici e pm,
    2) e’ contrario al totale azzeramento delle cosiddette “leggi vergogna” di questa legislatura 3) a salvare “le parti buone” della riforma Castelli dell’Ordinamento giudiziario (compreso l’innesto di rappresentanti delle regioni nei consigli giudiziari, cioe’ i rami locali del Csm).
    Inoltre sempre Giuliano Pisapia definiva “liberticida e anticostituzionale” il mandato di cattura europeo – molto osteggiato da Castelli e dalla Lega – ritenendo inaccettabile che “in Italia possano venire arrestate persone su disposizioni di magistrati di Paesi stranieri che dipendono dall’esecutivo” e commentando di non essere molto preoccupato di trovarsi “sulla stessa linea di Castelli.

  • avatar

    Se il sig.Ricci ha voluto sostituire la parola “valori” con “odori” vuol dire che ha un dente cariato.Infatti c’è un vecchio provverbio che dice:”la lingua batte dove il dente duole”.
    Poi se vogliamo analizzare bene la sua trasmissione di “odori” ce ne sono parecchi.
    Quel piccolo programma sta in piedi sulle donne mezze nude e su frasi ripetute all’infinito,tanto che la gente le assorbe e le ripete come pappagalli.

  • avatar

    Per me Ricci ha chiuso con la querelle con Bonolis, che è tornato prima in tv solo per massacrarlo negli ascolti con il siparietto dei pacchi.
    Striscia ha qualche merito in alcune inchieste, in altri servizi, come in questo, è triviale e volgare, gratuitamente.
    E poi diciamolo, “valentino” ha rotto i coglioni, quand’è che qualcuno gli tira un bel pugno?

  • avatar

    Ricci è un caudatario dei potenti: le sue inchieste sono come quelle del CICAP, che si accanisce con ciarlatani da quattro soldi. Ma chi non vuole trattare il tema SCI E CHI MI CHE dovrebbe avere il buon gusto di tacere, perché non amiamo i sepolcri imbiancati. Vangelo docet.
    Saluti

  • avatar

    sei mitico. striscia la notizia dovrebbere essere più equa nel dispensare giustizia. smetterla di pensare che ha come sottotitolo zorro e un padrone come silvio

  • avatar

    Questo sito rende bene l’idea dell’obiettivo perseguito da BERLUSCONI http://www.disinformazione.it/loggiaP2.htm

  • avatar

    In campagna elettorale fare della Campagna Sociale per un buon motivo è sempre valido e utile soprattutto quando si tratta di raccogliere fondi dopo aver visitato questo link http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo294339.shtml e questo http://www.friskefraske.it/ chiaramente il TGCOM fa da garante!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • avatar

    Ma onorevole, di cosa si preoccupa? Lei è molto inteliggente e perspicace, non ha nulla di cui preoccuparsi ne di striscia ne di berlusconi ne di altri che strisciano con lui.
    ORA LE FACCIO INTENDERE: LEGGA BENE IL NOME STRISCIA LA NOTIZIA…STRISCIA, APPUNTO, COME LA VIPERA CHE LI PAGA, è UNA INFORMAZIONE CHE STRISCIA E UNA COSA CHE STRISCIA NON PUò ESSERE IMPORTANTE. LORO SONO STRISCIA E STRISCERANNO MOLTO DI PIù DOPO LE ELEZIONI, LEI E NOI CON LEI ABBIAMO QUALCOSA CHE è MOLTO LONTANO DALLO STRISCIARE…BASTA GUARDARE IL SIMBOLO DEL SUO PARTITO.
    ONOREVOLE, CHE DIRE DI PIù, LE VOGLIAMO SEMPRE PIù BENE.
    CON VIVA AMMIRAZIONE
    SILVIA BONASERA

  • avatar

    HA ragione caro DI PIETRO .
    PErchè non ha messo ITALIA DEI CANNOLI??

  • avatar

    E noi, Caro Antonio, faremo di tutto perché il nostro Partito prenda la giusta visibilità e, soprattutto, i consensi elettorali che gli spettano.
    Per i nostri CITTADINI.
    Tutti insieme!

  • avatar

    Ma non sarebbe interessante fare quello che a fatto Zapatero in Spagna riguardo le reti televisive? Inoltre nessuno ne parla mai ma Popper ha scritto un importante saggio dove accenna a un certa ” Patente” per fare tv. Perchè non prendere in considerazione certe idee così serie e innovative di un esperto in materia? secondo me quello che c’ è nel tuo programma sulla corretta informazione non basta ed è abbastanza scontato e ripetitivo. Ti voterò comunque mi piacciono molto le tue idee. Un parere azzardato di una studentessa.

  • avatar

    Continua a fare come diceva Dante: ………….le più alte cime più percuote
    Lorenzo

  • avatar

    E’ da un pò che non guardo più striscia. L’operazione simpatia su Silvio Berlusconi continua?!

  • avatar

    Egregio Sig. Di Pietro,
    per togliermi la soddisfazione di dire ciò che penso di Ricci scrivo quanto segue:
    concordo totalmente con la sua disanima dell’operato di Antonio Ricci. Il personaggio è veramente di basso livello umano e sociale e le sue “braccia” sono ovviamente di egual qualità. Ciò detto non credo che la mutanda in questione avesse come obbiettivo il dileggio mirato a lei ed a quanti ci si riconoscono nei valori. E’ solo l’ennesimo e purtroppo mai ultimo episodio di TV spazzatura che purtroppo fa audience; ed è proprio questo caro Sig. Di Pietro che dovrebbe farci pensare a fondo.
    Cordialmente
    Giovanni

  • avatar

    Ti correggo solo su una cosa caro Antonio. Ha messo in ridicolo non il simbolo del tuo partito, ma il simbolo del NOSTRO partito.
    Con affetto e stima.
    Paolo Valdo

  • avatar

    In seguito alla seguente dichiarazione di Di Pietro: ” I simboli sono importanti e Striscia ha insultato me e i miei elettori con un’ironia triviale e gratuita.” l’agenzia Ansia informa che enormi folle inferocite di dipietrini stanno assaltando gli uffici di Mediaset a Milano. In tutto il mondo in contemporanea grandi masse indignate stanno marciando verso gli uffici di rappresentanza di Mediaset e Finivest per darli alle fiamme.
    Si temono disordini e morti in tutto il mondo, poichè la polizia fatica a contenere la giusta rabbia delle oceaniche folle.
    L’Unione unita come un sol uolmo chiede che Berlusconi venga in Parlamento a riferire sul vergognoso fatto e pretende le immediate dimissioni del sottosegretario alle Comunicazioni.
    L’iman di Milano ha lanciato una fatwa contro Ricci e lo sceicco di Bandar Abbas in Perù ha posto una taglia su Ezio Greggio ed ha condannato la Hunzinger alla lapidazione.

  • avatar

    Alcuni commenti mi sembrano, non so perché, molto funzionali al dott.(?) Ricci.
    Questo signore conosce molto bene i meccanismi televisivi e in virtù di questa sapienza e pur essendo stato nel corso di tutti questi anni l’emblema dell’ambiguità ha riscosso il “successo” che sappiamo mietendo riconoscimenti – è il caso di quest’anno- talora immeritati. Fin qui nulla di grave.
    La vicenda assume contorni tragici invece perché ho l’impressione che questo signore sia diventato una sorta di totem: nessuno (mi riferisco anche alla critica televisiva) trova mai il coraggio o lo spunto per criticarlo. Perché tanto “rispetto”?
    Il lato comico infine consiste nel fatto che da più parti viene accreditato di sinistra e persino libertario.
    Mah! Così va l’Italia berlusconiana.

  • avatar

    Egregio dott. Di Pietro, questaè una delle tante volte che le scrivo. La stimo moltissimo e la ritengo l’unica persona che fa politica attiva meritevole del mio voto. Volevo rare riflettere tutti come il sig. Ricci, sia un amico di Beppe Grillo, personaggio a cui questo blog si ispira…

  • avatar

    STRISCIA LA NOTIZIA HA SEMPRE ATTACCATO VOLGARMENTE DI PIETRO
    ECCO LE CARATTERISTICHE DEI PROGRAMMI DI ANTONIO RICCI:
    1) IMPOVERIRE E INVOLGARIRE LA FIGURA FEMMINILE (LE VELINE, CARMEN RUSSO E ALTRE TETTONE SONO STATE SUE CREAZIONI)
    2) DEPISTARE L’OPINIONE PUBBLICA DALLE GRANDI CORRUZIONI POLITICHE CONCENTRANDOSI SU MAGHI, FATTUCCHIERI, CANILI ETC…
    3) DARE ADDOSSO AI POLITICI SOLTANDO QUANDO FORZA ITALIA E’ UN PARTITO DI OPPOSIZIONE
    4) RIPETIZIONI OSSESSIVE DI FRASI E BATTUTE BANALI PER RIMBECILLIRE GLI SPETTATORI, ASSUMENDO COSì UN MAGGIOR CONTROLLO SUL PUBBLICO
    5) FAR FINTA DI SFOTTERE BERLUSCONI MA IN REALTA’ AIUTARLO, IN MODO FA FAR APPARIRE LA SUA TRASMISSIONE COME IL PRODOTTO DI UNA TELEVISIONE LIBERALE
    6) SFOTTERE PERSONAGGI DEMENTI E PRIVI DI QUALSIASI MESTIERE (PER ES. “ER MUTANDA”) RENDENDOLI COSI’ ANCORA PIU’ POPOLARI E RICHIESTI
    ATTUALMENTE RICCI DETIENE IL MONOPOLIO DELLA “SATIRA” TELEVISIVA
    (CHE IN REALTA’ NON E’ SATIRA MA BANALE IRONIA)

  • avatar

    Hai ragione ma guai a fare i fondamentalisti contro la satira, perfino se invece che satira è solo un mucchio di stupidaggini. Se loro si divertono così, peggio per loro. Ecco perché non gli piaceva la Guzzanti, che diceva la verità…

  • avatar

    ma avete guardato bene greggio e jacchetti???
    sono questi i comici???
    mi sapete dire cosa hanno fatto greggio e jacchetti oltre striscia la notizia????
    qualche filmetto dilettantistico e di cattivo gusto, niente altro!
    greggio e jacchetti sono due comici dilettanti. non hanno la tempistica comica dei grandi, non sanno recitare, non sanno fare spettacolo.
    fanno ridere solo perché sono ridicoli, ma ormai stanno stancando il pubblico.
    è vergognoso come greggio e jacchetti siano diventati dei miliardari (hanno tanti soldi) producendo solo immondizia.

  • avatar

    Caro Di Pietro
    (ma vorrei dire Tonino, visto quanto ti sento simile a me), ieri ti ho visto e sentito al congresso regionale sardo. Purtroppo ho visto e sentito anche il presidente della regione Sardegna. Non pensavo che potesse essere così maleducato. Chissà cosa gli fa credere di essere autorizzato ad essere così sprezzante. Mi ha fatto pensare ad un Berlusconi antipatico, privato della sua capacità di ammaliare.
    Ma veniamo a noi. Ti scrivo per darti pubblicamente il mio voto: DIECI.
    Nel tuo discorso si percepiva chiaramente la passione e la profonda convinzione che si deve fare il proprio dovere, quello in cui si crede, sempre. Anche se non paga. Anche se “non conviene”.
    Inoltre riesci a coniugare questo forte senso etico con il buon senso e con il pragmatismo.
    Mi piace anche il tuo modo di parlare. Meglio così, schietto e verace, che il politichese.
    Da ultimo voglio darti un consiglio: lascia perdere i sardisti. Quelli di oggi sono più simili ai socialisti di Craxi che non ai padri del sardismo, da Lussu a Melis.
    Cordiali saluti da Sassari.

  • avatar

    caro Antonio, ma non si possono querelare questi buffoni?non fanno altro che il bene di quella testa di…berlusconi che ci prende tutti per i fondelli, l’Italia dei Valori è un partito SERIO e sopratutto di gente ONESTA e non di PLURIINDAGATI come il premier..(premier di chi? dei ladri ed evasori e della peggior feccia esistente) rinbecilliscono gli italiani con striscia la notizia e il grande fratello, ma che vadano in quel posto loro e le loro tv, fatele chiudere tutte se vincete!e poi avanti , rivoltateli tutti come calzini anche riccie se trovate qualcosa e la troverete sbatteteli dove meritano: in GALERA

  • avatar

    Antonio fai benissimo a denunciare questi comportamenti, del resto striscia e il prezzolato ricci cosa pretendi, che non si schieri con il suo padrone, bau bau.
    Questi mediasetizzati, sanno come fare campagna elettorale per il loro megalomane, in modo furbo e scaltro, prendono per il c..o forza italia in modo infantile e ci danno dentro con le forze dell’unione.
    Se fossi al posto tuo, valuterei se fargli anche querela, tanto non gli mancano i soldi.
    Ciao e vigiliamo anche in futuro.

  • avatar

    La vogliamo spegnere questa TV SPAZZATURA?
    Ci vorrebbe una bella disdetta in massa del canone e lasciare che se la cantino e se la suonino fra loro.
    Purtroppo quando lo si fa singolarmente se ne vengono fuori con la tassa di possesso per cui si è fregati anche se il televisore lo si è messo in cantina.
    Roba da pazzi!!!
    Trovano sempre la leggina per fregarci.

  • avatar

    L’ufficio stampa di “Striscia la notizia” replica a Di Pietro sul simbolo del partito
    Caro Di Pietro,
    ci sorprende che una persona incline all’ironia come Lei, in grado di tirarsi una torta in faccia in diretta tv per divertimento, non abbia ben compreso la gag trasmessa a “Striscia la notizia”. Molto probabilmente non l’ha vista per intero o Le hanno riferito in modo parziale il servizio, altrimenti non si spiegherebbe una tale presa di posizione. L’occasione del pezzo era la presunta candidatura di Antonio Zequila, detto “Er Mutanda”. L’ironia di “Striscia” non era rivolta a Lei, al Suo simbolo, al Suo partito o ai Suoi elettori, ma soltanto all’improbabile candidato politico e ai “vaneggiamenti” su una “sua” lista ed un “suo” taroccato simbolo. Discorso a parte le considerazioni riguardanti “Striscia la notizia” che sono oltrechè ingenerose, completamente ingiuste. Ce lo lasci pure dire, “ma che ci azzecca!!!”.

  • avatar

    LA DIFESA DEL DIRITTO ALLA SANITA’: PETIZIONE AL PRESIDENTE DELLA REGIONE PUGLIA NICHI VENDOLA E RACCOlTA FIRME SUL PROBLEMA DEI POSTI LETTO NEI REPARTI D’INTERVENTISTICA
    La questione dei posti letto nei nostri nosocomi ed in particolare la loro carenza divenuta ormai cronica nei reparti di terapia intensiva e d’interventistica in genere, è un problema di diritto alla sanità.
    Lo “ SPORTELLO DEI DIRITTI “ della Provincia di Lecce, la cui delega è stata assegnata all’Assessore Carlo Madaro, vuole intervenire con una petizione popolare per il tramite di una raccolta firme di tutti i cittadini, medici, operatori sanitari, che si sentano lesi da questo grave problema di malasanità, per portarlo all’attenzione del Presidente Nichi Vendola, degli amministratori Regionali e delle A.s.l. affinché sia garantita la partecipazione democratica in importanti scelte che riguardano interessi pubblici primari.
    Ecco perché già da lunedì 20/02/2006, tutti i cittadini interessati si potranno recare presso lo “ SPORTELLO DEI DIRITTI “ della Provincia sito in Lecce al viale Marche n° 17, dalle ore 10,00 alle ore 12,00, per sottoscrivere questa richiesta d’intervento.
    Con l’occasione saremo a disposizione per raccogliere testimonianze di simili o altri casi di malasanità.
    Lecce, 18 febbraio 2006 L’Assessore al “Mediterraneo”
    con delega allo “Sportello dei Diritti”
    Carlo Madaro
    __________________________________________________________________________________________________www.provincia.le.it SPORTELLO DEI DIRITTI SERVIZI IMMIGRAZIONE SALENTO
    viale Marche n° 17 73100 LECCE tel.e fax 0832/342703 – e mail: c.madaro@libero.it
    AL PRESIDENTE della
    Regione Puglia
    Nichi Vendola
    All’ASSESSORE
    alla sanità della
    Regione Puglia

  • avatar

    segue
    Ai direttori delle A.s.l.
    della Regione Puglia
    Petizione per il Diritto alla sanità
    raccolta firme per:
    AUMENTO DEI POSTI LETTO E DEL PERSONALE NEI REPARTI D’INTERVENTISTICA
    La situazione appare particolarmente “preoccupante” per quello che riguarda la medicina intensivistica, cioè il funzionamento e l’organizzazione dei reparti di rianimazione e terapia intensiva.
    Una delle più gravi carenze della sanità leccese, irrisolta da decenni, è la mancanza di un numero adeguato di posti letto, con cui la popolazione e i medici di pronto soccorso e rianimazione hanno a che fare tutti i giorni, con il costante rischio di decessi conseguenti al trasferimento in altri reparti di soggetti in situazioni critiche. Non si può più sottovalutare il peso a cui è sottoposta la responsabilità soggettiva del personale medico che è spesso costretto a delle scelte nella selezione dei malati da destinare ad altri reparti non determinate dallo stato patologico ma dalla necessità di salvare altre vite.
    A Lecce attualmente sono disponibili diciassette posti sempre occupati per 365 giorni l’anno. Ciò significa che gli operatori sanitari sono sottoposti ad un superlavoro e che i malati non possono avere l’assistenza adeguata per carenza di organico. Accade sempre più spesso che un leccese, che ha bisogno di un posto in rianimazione, venga inviato in ospedali extraprovinciali anche lontani. Accade spesso che per trovare un posto fuori provincia i medici del Pronto Soccorso, o della Direzione Sanitaria passino ore al telefono con grave danno per il paziente che deve attendere il reperimento del posto dove farsi ricoverare.
    Pertanto tutti i cittadini sottoscrittori
    CHIEDONO
    - che sia raddoppiato il numero dei posti letto nei reparti di interventistica:
    - che sia raddoppiato il personale assistenziale medico ed infermieristico: 4-6 medici anestesisti – rianimatori e 10-15 infermieri professionali.
    Ai vertici aziendali chiediamo una deliberazione per un doveroso aumento di personale ed una immediata e tempestiva attivazione di nuovi posti letto di rianimazione.
    E’ un’ occasione forte e valida per ridare a Lecce una speranza concreta di cambiamento nel campo del diritto alla salute.
    I c

  • avatar

    PER CHI VOLEVA VOTARE BERTINOTTI…
    Bertinotti sacrificherebbe un leader trozkista del suo partito – Marco Ferrando, colpevole di ritenere Israele uno Stato artificiale – ma chiederebbe in cambio che l’Unione affidi il ministero della Giustizia, in caso di vittoria alle elezioni, a Giuliano Pisapia, definito “noto avvocato del gruppo De Benedetti”.
    Ma fra i vari esponenti della sinistra l’on. Pisapia e’ forse il piu’ vicino a molte posizioni di Roberto Castelli, il quale espresse stima nei suoi confronti in occasione di una discussione sull’abolizione del “reato di opinione”, per il quale il parlamentare di sinistra aveva presentato un pdl gia’ nel 2002.
    Inoltre Pisapia e’ favorevole
    1) alla separazione delle carriere fra giudici e pm,
    2) e’ contrario al totale azzeramento delle cosiddette “leggi vergogna” di questa legislatura 3) a salvare “le parti buone” della riforma Castelli dell’Ordinamento giudiziario (compreso l’innesto di rappresentanti delle regioni nei consigli giudiziari, cioe’ i rami locali del Csm).
    Inoltre sempre Giuliano Pisapia definiva “liberticida e anticostituzionale” il mandato di cattura europeo – molto osteggiato da Castelli e dalla Lega – ritenendo inaccettabile che “in Italia possano venire arrestate persone su disposizioni di magistrati di Paesi stranieri che dipendono dall’esecutivo” e commentando di non essere molto preoccupato di trovarsi “sulla stessa linea di Castelli.

  • avatar

    Ho letto molti commenti spietati su striscia la notizia. Anche se sono d’accordo che in questo caso, come in altri, Striscia ha peccato di leggerezza e ha insultato gratuitamente Idv, non bisogna dimenticare che il programma di Antonio Ricci svolge anche una funzione molto positiva. Basta ricordare che il processo a Wanna Marchi lo dobbiamo a Striscia.
    I commenti spietati su Striscia mi sembra che non siano per niente equilibrati. Me ne dispiaccio come elettore di Idv, quindi come persona potenzialmente in sintonia su molti altri fronti con le persone che hanno commentato in quel modo.

  • avatar

    ha ragione Di Pietro, certa gente è arrogante con chi ritiene debole e “strisciante” coi forti nonchè regolarmente irresponsabile, come il putiferio scatenato dai cartoon dimostra ancora una volta. Purtroppo c’è la solita imbecillità giustificativa propagandata dai medesimi cui abboccano in molti della libertà di stampa, di satira, la storia, la cultura, ecc. che permette a tutti di far di tutto, di distruggere persone e ideali, fatto salvo, quando gli si costringe a pagare di persona, a pensarci due volte o a buttarsi da qualche finestra, perchè prima o poi collassano. Ma come dietro ai cartoon c’è una regia, così è dietro ai furbetti miliardari di casa nostra. Sono pagati, ecco tutto. Greggio e co han mai proposto qualcosa di positivo, dei veri valori? Han mai impegnato soldi, tempo, energie personali in qualcosa di veramente costruttivo e utile per gli altri? Non sarà per caso che quel che dicono degli altri, è quello che fanno loro stessi? Gallina che canta… Lei è a un altro livello, vada avanti e se lo ritiene necessario, li quereli, perchè è giusto che ognuno paghi per le sue azioni. E abbia fiducia negli italiani, non siamo un popolo di stupidi. Carlo

  • avatar

    Tanto per sintetizzare il mio pensiero già espresso nel mio precedente post, chi critica in modo totale striscia e Ricci (come molti di quelli che hanno risposto al post di Antonio DiPietro qui) mi pare che “buttano il bambino con l’acqua sporca”.

  • avatar

    Ricci e “Striscia”: Hai ragione anch’io penso che molti imbecilli continuano a non capire che la democrazia continua a correre seri pericoli.
    Non si può stare con le mani in mano in attesa che questi acquistino dignità.
    A proposito, aspetto ancora un tuo segnale alla mia lettera di protesta relativa il Congresso di Bergamo.
    Grazie.
    Gianni
    lu 20/02/2006

  • avatar

    Non faccia l’errore di cadere in questi giochi di propaganda elettorale.. Il cittadino sa’ benissimo che striscia prende in giro tutti destra e sinistra. Se lIDV denuncia queste cose rischia di perdere credibilità. Vengano denunciate piuttosto le cose che danneggiano i cittadini come per esempio il numero incredibile di politici giudicate in via definitiva che attualmente sono al governo a rappresentare noi e i nostri figli.. Questa è informazione no la battutina di ezio greggio.. con rispetto Francesco

  • avatar

    sono stato da sempre un fan di antonio ricci
    ma molto + spesso parla di argomenti superficiali
    spero che ritorni quello di una volta

  • avatar

    Caro Antonio sono d’accordo in linea
    di principio…debbo anche dire che è meglio evitare a certe provocazioni perchè è quello che cercano….sono abili a creare un circolo vizioso.
    …fino al 9 aprile la macchina di mediaset funzionerà a pieno regime…
    Ho letto in qualche post una replica dell’ufficio
    stampa….i miei presentimenti forse sono fondati.
    Visto la situazione italiana le riforme sui
    media per renderli indipendenti da qualsiasi
    colore politico è fondamentale anche il
    rafforzamento dell’indipendenza delle istituzioni,
    delle vari autority e magistratura sono ormai
    piu che indispensabili.

  • avatar

    Invito tutti i frequentatori di questo blog a partecipare al dibattito sull’Unione all’indirizzo
    http://devilbuio.blog.tiscali.it

  • avatar

    Caro Di Pietro,
    le consiglio anch’io, come hanno fatto alcuni, di non dare troppo peso alla “Satira ” di Striscia la Notizia, farebbe solo il loro gioco dando adito ad ingigantire una polemicca stupida.
    Ritengo invece molto più utile ed importante se lei potesse commentare, quando avrà a disposizione i relativi documenti, la sentenza di assoluzione per la mancata perquisizione del covo di Riina.
    Cordiali saluti ed auguri!

  • avatar

    Caro antonio,
    mamma mia quanto ti darò il mio voto :D mi stai convincendo sempre di più…
    A CASA I LADRI ED I CORROTTI!!!!!
    A CASA!!! ci siamo rotti tutti quanti!
    vogliamo giustizia vera!!!! e non una giustizia imbavagliata!!! vogliamo I GIORNALISTI (e non dei fantocci)!!
    basta basta basta!!

  • avatar

    bisogna ignorare queste(insulti) altrimenti si fa il loro gioco CHI CAPISCE …… CONOSCE RICCI ignorandolo si autoconsegna il suo tapiro

  • avatar

    solidarietà a tutti voi ma è opportuno non fare il loro gioco bisogna rispondere con il programma dell’unione anche in rapporto a cosa potrà fare il centrosinistra sulla questione televione dopo aver vinto le elezioni il mio parere è che ci vuole più democrazia è un pò più di dittatura, ma forse le televioni non contano conta saper essere coesi ed uniti sempre e accettare che è bello vedere che anche con le televisioni si può perdere allora è vera democrazia.

  • avatar

    Ma quanto spendono in PUBBLICITA’,certo che ne hanno da buttare,viene da chiedersi in che mani e’ la suddetta con che soldi e’ finanziata,li’ non si scava perche’ non vederci dentro,troppo POTENTI forse.

  • avatar

    E’ normale per chi vive troppo tempo nel letame
    avvertire l’odore di pulito come puzza

  • avatar

    Caro dott. Di Pietro,
    lei ha la mia stima semi-incondizionata (considerando che sono abbruzzese questo non e’ poco :-) e seguo con costanza i suoi post ma sono rimasto piuttosto perplesso dal suo ultimo post relativo a Ricci.
    Da una parte ritengo che Striscia abbia fatto molti servizi di “pubblica utilitita’” (carceri costruiti ma mai aperti, dentisti falsi, magi.,…), dall’altra sono certo che le persone che la stimano guardando la trasmissione in questione non abbiano cambiato idea… un’altra cosa che non mi e’ andata giu’ e’ stato definire vanna marchi una debole, mi dispiace ma qui a preso una cantonata: quella donna (non riesco a definirla signora) approfittava proprio della debolezza’ e disperazione altrui per arricchirsi…
    cordialmente
    Gustavo De Sanctis
    P.S.
    non ho avuto il coraggio di leggere le 300 pagine del programma dell’unione, ci puo’ confortare che relativamente alla legalita’ si sia attinto abbontantemente dal programma dell’italia dei valori?

  • avatar

    Caro dott. Di Pietro,
    lei ha la mia stima semi-incondizionata (considerando che sono abbruzzese questo non e’ poco :-) e seguo con costanza i suoi post ma sono rimasto piuttosto perplesso dal suo ultimo post relativo a Ricci.
    Da una parte ritengo che Striscia abbia fatto molti servizi di “pubblica utilitita’” (carceri costruiti ma mai aperti, dentisti falsi, magi.,…), dall’altra sono certo che le persone che la stimano guardando la trasmissione in questione non abbiano cambiato idea… un’altra cosa che non mi e’ andata giu’ e’ stato definire vanna marchi una debole, mi dispiace ma qui a preso una cantonata: quella donna (non riesco a definirla signora) approfittava proprio della debolezza’ e disperazione altrui per arricchirsi…
    cordialmente
    Gustavo De Sanctis
    P.S.
    non ho avuto il coraggio di leggere le 300 pagine del programma dell’unione, ci puo’ confortare che relativamente alla legalita’ si sia attinto abbontantemente dal programma dell’italia dei valori?

  • avatar

    Caro Antonio il saprofita si nutre di larve in decomposizione la puzza che emana il sig. Ricci insieme ai miasmi e al fetore che aleggia come una aureola intorno a lui, fa si che anche la puzzola se la dia a gambe.Lasciamoli cuocere nel loro brodo nauseabondo. un abbraccio forte da Salvatore.

  • avatar

    Me la ricordo la Striscia di cui parlava Beppe, non esiste più. Il Signor B. li ha allineati ben bene anche loro.
    L’unica satira che riscono a fare ora è sul Trap, su Silvio che guarda il culo della figlia di Bush, e su un povero sfigato di mago di Torino.
    Son passati i bei tempi in cui lo spettacolo non lo facevano le tette e i culi di due veline e di una svizzera, ma le discariche abusive, i soldi buttati al vento dal governo, le mazzette,…ah sì, bei tempi, ma ora non si può più vero?
    E allora? Allora non rimane che lo sfottò e madare in onda qualche pezzo rimpastato di Paperissima, e di tanto in tanto colpire la brava gente come Antonio Di Pietro.

  • avatar

    Cari amici,so di non essere in tema sull’argomento in questione.
    Voglio però distrarvi un secondo per andare a votare un sondaggio da me proposto al sito
    http://www.sondaggi.org/ in merito ad una nostra proposta di legge, ripresa anche da Grillo con l’iniziativa Parlamento Pulito.
    Spero non me ne voglia il Presidente Di Pietro se vi rubo a lui per qualche istante.
    Credo però sia importante affermare i nostri ideali in ogni dove e cercare di divulgarli il più possibile.
    Mi raccomando però, subito dopo tornate su questo Blog, altrimenti Di Pietro mi picchia.
    Grazie

  • avatar

    Ha ragione Di Pietro. E’ offensivo quel che ha fatto e detto ‘Striscia la notizia’ sul simbolo dell’Italia dei Valori.
    Ma che bassezza, e quanta volgarita’ in questa ns. televisione che io tengo sempre piu’ spenta.

  • avatar

    La satira è sempre satira e sarei d’accordo all’intervento di Striscia se effettivamente dessero libertà di espressione anche alla Guzzanti o a Paolo Rossi.
    La satira deve poter colpire i potenti, ma tutti i potenti…quelli veri!!!
    Una libera informazione ed espressione garantisce una Italia migliore.
    Onorevole la attaccano perchè hanno paura di lei..La strada giusta è questa…Non molliamo!!!
    Sinceri saluti
    Riccardo De Paolis

  • avatar

    Carissimi tutti , ma sopratutto caro Antonio, non avevo mai visitato il tuo BLOG ma mi accorgo con sorpresa che questo BLOG rassomiglia vagamente ad un’altro relativo ad un certo comico o presunto tale che ora mi sfugge il nome……alla faccia dell’originalità !
    Ma quel che più sorprendente è che questo BLOG a giuducare dai contenuti, sembra la fotocopia dell’altro……alla rifaccia dell’originalità.
    Mi sembra una cosa ridicola, gente che si lamenta sempre comunque e in ogni caso per gli stessi motivi e la colpa di tutto ricade inevitabilmente sempre e comunque sulla stessa fascia politica.
    A voi non so, ma a me questo modo di fare politica e di fare sta specie di BLOG mi ha stancato, sempre gli stessi piagnistei e le stesse accuse, BASTA non se ne può più, non ci stiamo rendendo conto che andando avanti di questo passo , i nostri problemi rimarranno sempre e comunque gli stessi, sia che vinca la “sinistra” sia che vinca la “destra”……..una parola solamente:
    S V E G L I A T E V I ! ! ! ! ! !
    Finche ci lamentiamo sui BLOG sta specie di politicanti tutti, ci tengono sotto controllo promenttendoci la caramella se faremo i bravi, poi una volta eletti, cari miei coglionazzi ingenui, ce la mettono in quel posto e arrivederci a tutti.
    Facciamo un gesto responsabile e di forte contenuto:
    NESSUNO ALLE ELEZIONI……..io penso che ci sarà da divertirci a vedere le facce da culo di tutti i politici rimasti senza lavoro !!!! ciaoooo!!

  • avatar

    @ Fabius Gabel
    Una domanda: ma non e’ forse che il problema risieda nel fatto che non hai ancora scoperto dove ti hanno messo l’interruttore per accenderti il cervello?
    Non sono daccordo con la tua tesi di non votare perche’ la ritengo un reale “suicidio” di massa.
    Abbiamo decine di esempi nel mondo di paesi “democratici” (termine sul quale dovremmo documentarci meglio un po tutti, e se vuoi ti elenco le letture intorno alle quali discutere) nei quali l’affluenza alle urne e’ addirittura inferiore a quella mediamente registrata in Italia ed in questi paesi, senza scomporsi di una virgola, la classe politica si e’ spartita i seggi felice e contenta. Tu stesso conosci (sii onesto e confessalo) un numero ragguardevole di individui che non riuscirai MAI a convincere di non andare a votare, io ne conosco molti e questa nostra “statistica” maccheronica ci indica che, per quanto bassa, l’affluenza sara’ comunque sufficiente a permettere agli oligarchi che ci governano a fare un conta e spartirsi i seggi, con buona pace dei nostri ideali rivoluzionari.
    La tua tesi funzionerebbe solamente con una astensione TOTALE o quasi, diciamo con una affluenza del 5%, ovvero la tua toeria e’ corretta MA E’ UNA UTOPIA!
    Il sistema marcio lo puoi combattere sostanzialmente in due modi: dall’interno votando gli individui (se ne esistono) che ti danno qualche speranza di muovere le acque e di riportarci sui giusti binari; dall’esterno con una rivoluzione armata. La seconda non la consiglio a nessuno, la prima VEDE in Di Pietro l’unico politico che mi dia qualche speranza ED E’ MOLTO MENO UTOPISTICO SPERARE DI CONVINCERE QUALCUNO A VOTARE DI PIETRO CHE CONVINCERE TUTTI A NON VOTARE AFFATTO!
    Scusa il maiuscolo.
    Io e molti bloggers (se non sei cerebroleso ci metto pure te) vogliamo la stessa cosa ma e’ soltanto con le azioni pragmatiche e non utopistiche che riusciremo ad ottenere qualcosa. Dai retta, sostieni Di Pietro.
    Per concludere ti voglio svelare un piccolo segreto: i blog di Grillo e di Dipietro si somigliano nel look in quanto sono software che si comprano (60euro circa) ed i loro contenuti si somigliano PERCHE IN QUESTA ITALIA LE COSE CHE VANNO MALE LE SANNO TUTTI E SONO EVIDENTI, meno che a te credo.
    Difficile portarti rispetto, ma ci provo.
    Buona serata

  • avatar

    Caro Di Pietro, è da oltre 5 anni che Telefono Antiplagio denuncia i favoritismi di Striscia. Vedi i siti critici http://www.striscia.org e http://www.striscia.tv . E vedi http://www.primadanoi.it del 17/2 u.s.
    Telefono Antiplagio: cadute nel vuoto le segnalazioni del ’95 sul caso Marchi
    ROMA. L’associazione di volontariato contesta Striscia la notizia per un’ ipotetica “selezione” delle magagne da smascherare.
    Nell’udienza di ieri, 16 febbraio 2006, del processo contro Vanna Marchi & c. hanno testimoniato Antonio Ricci, Jimmy Ghione, due esponenti della Guardia di Finanza, una vittima (in videoconferenza) ed il fondatore di Telefono Antiplagio, Giovanni Panunzio, che ben 6 anni prima di Striscia la notizia, esattamente nel marzo del ’95, denunciò l’attività illecita della Marchi e del sedicente mago Do Naisimento.
    Nel corso della deposizione di Giovanni Panunzio è emerso che, nonostante le 20 segnalazioni del 13 marzo 1995 inviate da Telefono Antiplagio ad altrettante Procure della Repubblica ed una all’Antitrust, solo quest’ultima intervenne con un provvedimento di pubblicità ingannevole, asserendo che per la valutazione dei profili penali avrebbe informato la magistratura. Però, fino a dicembre 2001, non è successo niente.
    Durante, una pausa dell’udienza, il nostro fondatore, avvicinato da Antonio Ricci, ha criticato apertamente (davanti a giornalisti, telecamere e curiosi) la trasmissione Striscia la notizia che, da una parte si preoccupa giustamente di denunciare i ciarlatani, dall’altra si dimentica di fare altrettanto con quelli appartenenti alla sua ”parrocchia”, pubblicizzati in ben 200 pagine teletext di Mediaset.
    All’obiezione sui ”due pesi, due misure” Antonio Ricci e Jimmy Ghione non hanno risposto. Ovviamente, della deposizione di Giovanni Panunzio e delle sue critiche a Ricci & c., il tg umoristico di Canale 5, ieri, non ha mandato in onda nulla.
    «Vogliamo ricordare», ha detto Panunzio, «ai responsabili di Striscia la notizia che l’editore che guadagna di più dalle pubblicità di sedicenti astrologi, cartomanti e occultisti è il loro datore di lavoro Silvio Berlusconi, con 400 ciarlatani reclamizzati su Pagine Utili Mondadori e 200 pagine di 899, 892 ecc. pubblicizzate su Mediavideo. Pertanto non sarebbe azzardato, ogni tanto, consegnare un tapiro anche al Presidente del Consiglio. Così come non è azzardato affermare che parte dei compensi degli autori e conduttori di Striscia la notizia deriva dai proventi dei sedicenti maghi».

  • avatar

    Un consiglio per Di Pietro: prova ad essere superiore nei confronti di queste provocazioni, pensando che se non conti nulla manco ti si filano. Se cominci a farne una questione personale, perdi tempo ed energie invano. Quì c’è da sistemare le cose ad un livello più alto.
    Anche se resto sempre convinto che il diritto-dovere di voto non deve mai venire meno, soprattutto nel rispetto di chi ha pagato per questo diritto con la propria vita, raccolgo da diverso tempo numerose opinioni di conoscenti ed amici solleticati dalla tentazione di aderire al non voto come alternativa di voto. Convinti del fatto che il panorama politico, sia composto per lo più da incapaci e non meritevoli di ricevere le nostre preferenze. Giudizio generalizzato e qualunqista, che trova però conferme nei segnali che la politica indirettamente ci invia.
    Leggi che interessano qualche potere forte, passano nel giro di un mese.
    Leggi che interessano i deboli, se ne parla solo.
    La dialettica è importante, la democrazia bla.. bla… bla … e poi bla.
    Stipendi dei politici, nessuno dichiara in TV che sono uno schiaffo alla miseria.
    Privilegi di tutti i tipi dei politici, ci si potrebbe fare una stagione di programmi TV.
    Aumenti per alzata di mano, tutto l’arco parlamentare alza tutte e due le braccia, da destra a sinistra.
    Mi immagino che il sadico che provi solo a nominare questi temi sia emarginato.
    La regola dovrebbe essere, parliamo di tutto, insultiamoci, diamoci le mazzate ma non tocchiamo questi temi di …. scarsa rilevanza politica.
    Di Pietro, se dopo parlamento pulito, hai il fegato di tirare fuori anche questi temi, dimostrandoti diverso dal resto dell’equipaggio, ti sei guadagnato un voto in più. Saluti.

  • avatar

    Ho visto anche io quel servizio di striscia e ti posso assicurare che nn offendeva nessun partito politico, scherzava soltanto sull’entrata in politica di zechila.
    Caro Antonio se nn hai argomenti per scrivere tutti i giorni nn scrivere!!!

  • avatar

    Antonio, queste cose le devi lasciar stare perché sono scaramucce, dispettucci invisibili di fronte ai veri problemi del paese.
    Se ti intervistano su questo rispondi dicendo la tua, ma non dimenticarti che chi ti vota lo fa perché ritiene che tu vorrai occuparti delle cose importanti e non solo delle frivolezze a cui siamo tutti abituati.
    E’ ora di squarciare il velo di luccichini e problemi da tabloid.
    Il nostro problema (sinistra) è che ci facciamo menare come cani per l’aia da qualsiasi provocazione idiota, e ci dimentichiamo delle PRIORITA’.
    Smettiamola di raccogliere provocazioni e di essere fessi.

  • avatar

    caro tonino
    ma non lo sapevi che la mamma dei deficienti è sempre incinta e fa solo parti multigemellari?
    cosa vuoi che ti dica…….non ti curar di loro,ma guarda e passa. ciao bruno

  • avatar

    Egr. Di Pietro,
    il premier spagnolo, Zapatero, diede mandato ad una serie di “saggi” (come si usa dire da noi) di pensare ad una riforma del sistema radio-televisivo pubblico spagnolo…l’equivalente della nostra RAI.
    Questa commissione era formata da giuristi ed esperti di telecomunicazioni.
    Lo scopo? Quello di rendere indipendente la TV pubblica spagnola.
    Dopo appena un anno quella proposta è diventata legge e non solo.
    Alla riforma della “RAI Spagnola” si è aggiunta un’apertura delle concessioni televisive a privati per almeno altri 2 poli, per ora.
    Solamente il responsabile di Tele5 si è lamentato, la TV di Berlusconi in Spagna.
    La differenza è che le sue lamentele cadranno lì, senza eco, senza ritorno, anzi. Già sono state alquanto sbeffeggiate.
    Tutti i partiti dell’Unione hanno un programma ben definito riguardo la RAI?
    Di che cosa parla e/o tratta?
    Una lottizzazione rivisitata? speriamo di no!!!
    La BBC inglese si regge solamente sul canone dei cittadini. Parliamo di uno stato fondato sul liberismo, il capitalismo più estremizzato e radicato ed il profitto.
    Anche perchè in Italia ci sono solo 2 canali.
    La Raiset e Rai3 forse 2 ora al giorno.
    Luca

  • avatar

    Credo che Fabius e Cataldo, dovrebbero, prima di tutto, imparare a rispettare gli altri (chiunque sia), non pretendere di Svegliarsi, di Far Funzionare il Cervello ed altro…, ma di non continuare ad essere maleducati ed anche prepotenti, visto che: hanno liberamente usato questo strumento di condivisione di ideee e comunque, ognuno in democrazia fa tutto ciò che ritiene opportuno, senza superare la libertà degli ALTRI. Chiedete a chi vive tutti i giorni le difficoltà sociali e sentite se vi parleranno tutto in positivo; bisogna prima conoscere bene quello che ci viene preparato ed offerto, poi iniziare a proporre i rimedi o miglioramenti. Aiutateci anche Voi a proporre, non l’avete ancora fatto. On.le Di Pietro, mi scuso per questo che ho scritto, ma sentivo dentro di me tanta volontà di disfattismo, cosa che non vedo mai nei suoi messaggi, anzi l’ammiro per le sue fattive proposte che dal piccolo possono cambiare questa NOSTRA SOCIETA’. Buon lavoro.

  • avatar

    Non prendertela troppo, infondo sta facendo solo il suo lavoro ed è il meno peggio della tv di Silvio.
    Non fare il permaloso, cosa si dovrebbe dire a Fede che lecca talmente tanto il c..o da consumarsi la lingua; scusa il linguaggio comunque stavolta ai ragione.

  • avatar

    non farti distrarre da queste stupide provocazioni, sii superiore e pensa alle cose importanti. Noi siamo con te

  • avatar

    io non ho visto “La mutanda degli odori”
    con tutto il rispetto, credo che il “fatto” non sia negativo al 100% -
    gia’, si fa ironia su qualcosa di forte e di importante
    il maggior disprezzo e la non curanza, o no ?
    credo che sotto sotto, sparare al gabbiano e’ un modo per parlarne … perche’ conta e sta contando
    mi verrebbe da chiedere: chi ha paura del gabbiano ?
    caro Senatore, cari amici, cari detrattori, cari rivoluzionari del non voto
    (Luca Coscioni non c’e’ piu’, quanti di quelli che gli hanno inviato un msg di cordoglio oggi hanno fatto fallire un referendum – con il non voto – che poteva mandare avanti la ricerca per cui Luca lottava ?), cari tutti -
    chi e’ stufo dei blog, non e’ tenuto a partecipare
    chi ha paura di un’idea tende a denigrare chi la racconta piu’ che attaccare l’idea in se (difficile se l’idea e’ buona e giusta)
    chi non puo’ parlare di quell’idea tende a trovare comunque una strada per farla venire fuori
    striscia arriva a milioni e milioni di persone
    quei milioni hanno visto un gabbiano morire o un gabbiano che sta spiccando il volo ?
    mi ripeto, la comunicazione e’ l’arte di silvio, ha detto bene Floris a Ballaro: mischiando cazzate e verita’, assurdita e verita’ si crea un mondo dove si puo’ dire tutto e far credere di essere il migliore… a prescindere … il meglio che l’Italia puo’ sperare :-( i media vanno regolati (De Luca a Salerno lo usa come una scure dicendo che solo lui e’ grande e tutto il resto e’ merda …) come vanno regolati, controllati e cancellati tutti i monopoli
    invitare al non voto non serve a niente, come si fa a non pensare che milioni di persone voteranno FI e Margherita/DS ? andranno a votare con tutta la buona fede (si, anche interessi) che gli si puo’ riconoscere …
    caro Senatore, forse scrivo una stronzata, ma io Ricci lo ringrazierei perche’ non credo che a silvio piace che una sua televisione dia importanza a IDV tanto da usare il suo simbolo per far ridere
    lo sanno tutti che lui deve essere il solo a far ridere e prosperare gli italiani :-) pensare che da ragazzo, seduto su uno scoglio al porto o in spiaggia, passavo ore a guardare i gabbiani volare … liberi e puliti nel cielo
    e oggi, il 9 aprile, trovero’ un gabbiano sulla scheda a cui affidare ancora le mie speranze …
    petrus

  • avatar

    Caro Antonio:
    Non seguo, anzi proprio le evito tutte le reti televisive Mesiaset, i motivi sono molteplici e non
    voglio farne un elenco. Ma uno è che non mi va di
    vomitare e quando sono costretto, preferisco che
    sia causato quantomeno da qualcosa che prima mi abbia dato o trasmesso qualcosa di piacere.
    Nella novella di Biancaneve ci sono sette nani, ma in realtà ce ne sono molti ma molti di più, i quali sono al servizio del nano. Ciò che mi urta non sono i centimetri in più o in meno, ma il nanismo dei loro sentimenti del loro cervello e dei loro VALORI. Loro lo sanno, ma non fanno nulla per cambiare perchè sono poveri di cuore e di spirito. Continua nelle lotte che porti avanti è la strada giusta. IO SONO CON TE.
    Un saluto a te e a tutti gli amici dell’I.D:V.
    Francesco Petrucci.

  • avatar

    Sono daccordo fanno satira (PRO) e satira a (CONTRO)ma lo dico da tanto anche i sertvizi fanno sono di parte. Fanno apparire un politico di destra molto spiritoso e simpatico invece il politico di sinistra antipatco e arrogante.Non fanno nulla al caso e tutto studiato .

  • avatar

    Caro Fabius Gabel,
    Ho famiglia e figli, sto relativamente bene in senso lavorativo ed economico e affettivo, non ho mai fatto politica ma ultimamente mi sto dando da fare parecchio e non perchè sia irato per questioni personali. Mi impegno su giornali, blog, fabbrica del programma, proselitismo a parenti e amici, mi infilo dapertutto e denuncio tutto quello di disonesto trovo quotidianamente. Perchè non lo facciamo tutti? Perchè non denunciamo e rompiamo le palle al’inverosimile? Questi quintali di incazzatura sono ancora pochi e a me non stancano, che mi stanca e mi schifa è qualcos’altro!
    Sono votato contro il degrado della nostra società ed in particolare contro colui che sta portando questo paese al catafascio.
    Amico leggiti un pò di storia, guardati la nostra costituzioni, impara cos’è lo stato di dirito e cerca di capire perchè oggi questa libertà che dai per scontata purtroppo è fragile, in pericolo come non mai.
    Stiamo lottando anche per la tua libertà, e per disintossicare i narcotizzati mediaset, per salvare questa Italia che non so se cogli ma sta andando a pezzi.
    Fra un pò potresti dire:” chi l’avrebbe detto che saremmo diventati così miserabili”.
    Pensa ad un Italia di pochi ricchi che vivono agiati di rendite passive, e milioni di persone ridotti a servi della gleba.
    Questa sinistra non è un popolo di incazzati veterocomunisti, è la parte di società civile che scavalca ormai a pié pari il significato storico di sinistra e destra, che prima ancora di decidere se stare a destra o a sinistra deve ricostruire il paese.
    Prenditi le tue responsabilità e fai la tua parte anche tu!
    Stefano De Boni

  • avatar

    NON TUTTI I MALI A NUOCERE
    Forse ricci non sa che i buoni frutti sono concimati.
    NOI DEL MOVIMENO L’ITALIA DEI VALORI
    siamo i frutti sani e buoni di questo paese.
    Forse ricci a forza di stare con i tapiri
    sa cos’è la merda , quella che parte dalla fognia di ARCORE e finisce nei CANALI di mediaset.
    A CHE ARDORE

  • avatar

    Ma parliamo ancora di mediaset e di berlusconi !!!!
    Abbiamo ben 5 ministri(???) della Repubblica Italiana
    che Lugano,Svizzera,in occasione di una qualche ricorrenza festeggiano cantando assieme:…..Bruciamo il Tricolore,…bruciamo il Tricolore…”
    I personaggi in questione sono i 5 ministri leghisti dell’ attuale governo,compreso l’ex calderoli e se non credete a me consultate beppegrillo.it
    La cosa assurda è che il capo del governo berlusconi
    per qualsiasi decisione da prendere si consulta con
    umberto bossi !!!!
    Vogliamo continuare ancora cosi??
    Viva l’onorevole Di Pietro

  • avatar

    INIZIATIVA CONTRO LE LEGGI AD PERSONAM
    Nel sito http://www.antimafiaduemila.com/ , che dà informazioni contro Cosa Nostra (difficili da reperire in TV, dove sembra che la mafia non esista più) ho trovato un’ìniziativa per l’abolizione delle leggi ad personam. Si può lasciare la propria firma; più si è, meglio è. Hanno firmato tanti magistrati, tra cui Borrelli, Davigo e Ingroia, e mi onoro che tra questi nomi ci sia anche il mio. Questo link riporta alla pagina sulla quale si può firmare.
    http://www.arcoiris.tv/appello/?lb=0

  • avatar

    Facciamo tutti la nostra parte!!!
    Per dire se perderemo:”Ho fatto nel mio piccolo ciò che potevo!”
    Per dire se vinceremo:”C’ero anch’io!”.

  • avatar

    Certo, che striscia perde colpi: perdere un’occasione d’oro cosi: “la mutanda della poverta`”, mi sembrerebbe la definizione piu`… azzeccata, e mi sorprende che non ci abbiano pensato.
    Proviamo a farla circolare noi !
    Indipendentemente da battute piu` o meno felici, il sistema delle televisioni e` in uno stato di “emergenza democratica” e va completamente rivisto, al piu` presto !

  • avatar

    caro di pietro,
    non ti sorprendere…è tutta una questione di soldi….speriamo che questo paese riscopra i valori…anche se non sono molto fiducioso..

  • avatar

    Se posso dire la mia, io non me la prenderei così tanto… Un po’ cinico forse, ma alla fine è satira.
    Un saluto! Ivan.

  • avatar

    Voi leader dell’Unione siete dilettanti nell’arte della propaganda elettorale al confronto di quei sfrontati della destra, Berlusconi in testa ,che ha fatto scuola a tutti loro, provenendo dal mondo di una pubblicità ingannevole ma redditizia. Esempio: Un ministro della Repubblica incappa in una gaffe sensazionale e criminale per l’incolumità del popolo italiano, mostrando in tv le vignette di Maometto e all’indomani, quando la destra cerca di minimizzare anzi attacca facendo passare come l’opinione del popolo dell’Unione le vicende di quei quattro scalmanati estremisti buffoni di sinistra, che bruciano le bandiere di Israele, tutto quello che Prodi sa dire è “il caso Calderoni non è chiuso”, cosa che non fa guadagnare neanche un voto.Esempi come questi in cui i leader dell’Unione parlano da persone serie,composte e oneste, anche venendo attaccati in maniera decisamente truffaldina sono all’ordine del giorno e sono il motivo del recupero della destra, perché non si è ancora capito che per avere risultati concreti ai nostri giorni bisogna purtroppo alzare i toni, alzare la voce, denigrare, diffamare e schifare l’avversario, solo cosi si può far colpo sull’italiano medio, di bassa cultura e che non capisce niente di politica, cioè la maggioranza , quelli su cui fa colpo la destra ,e per causa dei quali potremmo avere ancora Berlusconi al potere nei prossimi anni.
    Vorrei dare alcuni consigli a tutti voi del centrosinistra per vincere le elezioni:1) Per cortesia nei dibattiti non chiamatela più Casa delle Libertà ma semplicemente Destra . 2)Ingigantite ogni errore degli avversari sottolineandolo con tono disgustato. 3) Attaccateli sempre anche usando argomenti menzogneri rivoltando la frittata anche quando hanno ragione.Esempi concreti: Sottolineate con forza il grave errore di votare per la Destra da parte di tutti gli elettori del centro-sud, quando poi i loro voti serviranno a mandare la Lega Nord al potere con danno notevole per le popolazioni anzidette, vedi Devolution o addirittura pericolo per tutti gli italiani in M.O. viste le performance di un Ministro leghista messo là da Berlusconi con grave danno all’Italia nel mondo. Quando parlano di no-global al governo o di divisioni interne, negate sempre minimizzando e attaccate dicendo che non hanno argomenti perché sono all’ultima spiaggia in quanto stanno perdendo di mano il potere, sottolineando continuamente l’alleanza sciagurata con la Lega da parte di Casini e coi neofascisti. Non fate CONTINUA

  • avatar

    CONTINUA Non fate confronti coi programmi ma sottolineate tutti gli scempi e le leggi ad personam fatte dal governo per favorire le imprese del Capo. Mettete in risalto ridicolizzandolo la megalomania, l’ipocrisia e la sciaguratezza di Berlusconi e delle sue sparate. Se avrete la fortuna di andare al Governo, la prima cosa da fare, ma non lo dite ora, è di depotenziare Berlusconi, con una seria legge antitrust all’americana senza sconti e appelli, e per seconda cosa una legge elettorale nuova fatta in maniera unilaterale senza discutere con l’opposizione,anche con maggioranza risicata, elaborando un sistema maggioritario a doppio turno, con cui si potrà vincere sempre. Per favore non lasciate cadere nel vuoto questo appello, è inutile continuare a dire cose scontate e ragionevoli ma senza carica pubblicitaria. Vi dovete convincere mentre parlate,come fa l’avversario sempre, che state girando uno spot pubblicitario. I voti della gente colta e seriosa già li abbiamo,mancano quelli di chi non sa che votare non perché indeciso, ma perché non capisce nulla ed è quindi sensibile agli spot. Solo cosi purtroppo si può vincere. Voi, popolo della chat,se siete d’accordo, fate girare questo manifesto delle mailing-list e altrove, chè io non ho tempo e un po’ mi scoccio pure. Potrebbe essere utile, Può essere che ci sentono

  • avatar

    FORZA ITALIA =
    SFORZA ITALIA,
    FORZA PIDUISTI,
    FORZA MASSONI,
    FORZA PLURIPROCESSATI,
    FORZA PLURINDAGATI,
    FORZA PINOCCHIONI,
    FORZA CRAXIANO
    FORZA PEGGIORE SPECIE DELLA PRIMA REPUBBLICA
    che ci sono io a difendervi il vostro Silvio!

  • avatar

    Fuori la politica dalla TV! TV pubblica indipendente! E soprattutto protetta e regolamentata.

  • avatar

    Avevo notato che quella trasmissione e’ di esteticamente di pessimo gusto,e non mi stupirei se i” coraggiosi” cronisti ci tenessero sopratutto a compiacere il padrone. la puzza c’era,ma di servilismo e quant’altro. Mentre quando Di Pietro e’ presente,si alza la qualita’ di qualsiasi trasmissione!perfino quella delle torte!perche’ secondo voi?

  • avatar

    CARO PRESIDENTE DELL’ITALIA DEI VALORI, CI TROVIAMO DI FRONTE AL CASO DELLA VOLPE E L’UVA O DI CHI DISPREZZA COMPRA.
    INFINE PENSO PURE CHE SIA UNA MANIERA DI ESORCIZZARE NON LA PAURA DEL GABBIANO MA DEL GABBIONE.. . QUELLO CHE SI MERITANO MOLTI FORZITALIOTI.
    EVIDENTEMENTE NON HANNO CAPITO LA DIFFERENZA DEL GABBIANO DAI TANTI ANIMALI DA CORTILE E DEI STRISCIANTI SERPAI TELEVISIVI COME STRISCIA LA NOTIZIA.
    MA NON GLI SERVIRA’ POICHè E’ ORMAI RISAPUTO CHE CHI DI SPOT FERISCE DI SPOT PERISCE…
    W LA DIPIETRIFICAZIONE DELLA POLITICA.

  • avatar

    Giudizio del tutto personale: ma me il programma di Ricci, per quanto nazional-popolare, fa veramente schifo. E mi ha sempre mortalmente intristito che alcune denunce (giuste) siano venute fuori proprio da lì. La ritengo una bassezza tutta italiana. Nutro dei dubbi sul fatto che si sia voluto fare del favoritismo sulla “satira” (come al solito di un gusto atroce) sui simboli. Forse è stata solo l’idea di un qualche “creativo” di là dentro.Mah. E’ comunque spazzatura, secondo me.

  • avatar

    Nessuno ha notato lo spazietto dopo il tg5 fatto ad arte in questo periodo elettorale???? Cosa vuol essere un momento di riflessione o di convincimento???? Non se la prenda Onorevole per quello che striscia in certi ambienti alcune persone non sanno che ci sono italiani ancora in grado di usare il cervello proprio e non quello altrui….

  • avatar

    CORAGGIO MANCA POCO ……SOLO 7 SETTIMANE il consiglio che posso dare per cercare di recuperare qualche voto e uno solo ,non parlare con quelli che ancora adesso dopo tatte cazzate pensano che bellachioma e company possono salvare l’italia.individuare solo quelli che non vogliono andare a votare perche pensano che sono tutti uguali e spiegargli la differenza che c’e ……………..I.D.V. al 4%…grazie

  • avatar

    Che la battaglia del 9 aprile abbia preso strade poco opportune questo era chiaro ma finché in Italia non verranno smascherate le lobbies poco o nulla cambierà.
    http://antoniopersia.splinder.com

  • avatar

    La programmazione televisiva di TUTTI i canali è uno dei miei incubi. Sarà perchè sono rimasto a quando la RAI era “pedagogica” con Padre Mariano, Il M° Manzi e perchè no, anche il Prof. Cutolo, ma veramente non riesco a concepire come si permetta di “rimbecillire” un popolo a forza di reality, gossip, maghi e cartomanti, e calcio, tanto tanto calcio!
    La parola “CENSURA” fa sempre paura, ma non si può morire di democrazia e di libertà!! Non si può essere liberi di tutto, trasmettendo roba che solletica gli aspetti più negativi dello spettatore medio, col semplice obiettivo di aumentare gli ascolti e quindi fare soldi con la pubblicità.
    Per non parlare del famoso “digitale terrestre” che doveva aumentare gli spazi di democrazia ed inveceserve anch’esso a raccattare più soldi.
    Spero che l’Italia Dei Valori abbia chiari questi
    concetti.

  • avatar

    Non avevo visto striscia, però visto che S Dettori indica il sito http://www.striscialanotizia.mediaset.it/ sono andato a visionarla, tra l’altro il sondaggio è presente proprio con il filmato -video.
    Dalla sua arrabbiatura pensavo che Le fosse stato portato un attacco molto più pesante e più personalizzato.
    Visto il filmato facciamo alcune considerazioni, dato per scontato che Ricci è stipendiato da Mr.B. (o bean?), essere presente nel sondaggio dove vengono riportati solo sei simboli di cui cinque di partiti più piccoli : Movimento sociale- Sole che ride- Rifondazione Comunista – partito Socialdemocratico (a memoria ) – Italia dei valori ed uno solo grosso Forza Italia potrebbe essere anche un fatto positivo.
    Per prima cosa facciamo un auspicio, e se Forza Italia post elezioni diventasse anch’essa un piccolo partito come gli altri cinque?
    Dopotutto dopo cinque anni di MALGOVERNO TUTTI gli Italiani , tranne i FURBETTI immobiliaristi e/o capitalisti, si sono resi conto che il partito che ci ha tolto le braghe e messo in MUTANDE è proprio FORZA ITALIA.
    Forse è per questo motivo che Mutanda delle libertà si trova al primo posto dei sondaggi con il 33% al quale ho AGGIUNTO anche il mio VOTO, primo per quanto scritto sopra e secondo in quanto ritengo che fra i candidati di Forza Italia : Previti – Dell’Utri – Schifani – Bondi ecc. ecc. ZEQUILA non sarebbe certo il peggiore.
    Se Staffelli venisse a consegnarLe il Tapiro lo accetti , senza rancore.
    Al limite prima di RITIRARLO, gli consegni il SUO PROGRAMMA ELETTORALE da consegnare uno per uno a Ricci – Greggio – ed uno per staffelli stesso e gli dica che anche Lei ha partecipato al Sondaggio Votando il simbolo
    di FORZA MUTANDA in quanto è l’unico partito che ha messo in MUTANDe tutta l’ITALIA.
    La saluto cordialmente Angelo
    P.s. Votiamo tutti Forza Mutanda probabilmente il sondaggio USA era stato fatto su questo SIMBOLO.

  • avatar

    Più che la riformadel sistema televisivo lei deve sviluppare l’idea di una TV gestita e mantenuta dal popolo con l’azionariato.
    Altri punti da sostenere sono il ritiro immediato e incondizionato dei soldati italiani dall’Iraq, la NO TAV e i PACS.

  • avatar

    berlusconi da totti;
    eh ehe he hehe h eehheeh heh ehe heh

  • avatar

    A striscia la notizia di bello ci sono solo le veline….il problema è che sono FINTE pure loro! Non badi a certe bassezze Di Pietro, lasciamoli giuggiolare nel loro brodo di ilarità e barzellette (almeno ridiamo un po’, no?)….pensi piuttosto a convincere gli indecisi (se dovessimo perdere i loro voti ahinoi) e a divulgare il programma suo e dell’unione…e faccia pressione su Prodi affinchè si faccia vedere un po’ più spesso in TV, siamo veramente stanchi di vedere la facciona sorridente (forse perchè ha appena guardato nel suo portafogli) dell’imbonitore S.B., vogliamo invece conoscere il programma del centro-sinistra, sapere quali obiettivi si pone e come intende raggiungerli…Manca poco alle elezioni, datevi una mossa! Forza!

  • avatar

    Ma questo sito ha dei virus???

  • avatar

    il programma è scaricabile dal sito di rifondazione comunista e probabilmente anche da altri…
    a me invece non viene niente da ridere…davanti a striscia, che seguo il più che m’è possibile, mi congelo…rabbrividisco…ho paura del fatto che si parli di Antonio Ricci come di un grande comunicatore…a me sembra un terribile imbroglione…fazioso e STRISCIANTE.
    ma del resto non è mica cosa nuova…perdonatemi se non riesco a non citare P.P.Pasolini…
    Ballata delle madri
    Da Pier Paolo Pasolini, Bestemmia. Tutte le poesie,
    vol. I, Garzanti, Milano 1993
    …la rete ne è piena….

  • avatar

    QUESTO SITO FUNZIONA BENISSIMO…
    qui c’è libertà di pensiero
    e di stampa!

  • avatar

    Caro Di Pietro su striscia credo che stavolta tu stia sbagliando. Loro volevano fare della satira su quello che chiamano “er mutanda” una persona che rappresenta proprio il mondo come lo vuole Berlusconi. Non voglio fare commenti su questo Zequila perchè la persona non merita nemmeno queste righe. Certo io non lo visto offensivo, e poi dai anche se fosse la satira se tocca agli altri è lecita mentre se poi tocca noi non è lecità? Dai su questo sorvoliamo. Che poi Ricci non sia pungente con il padrone è risaputo, se incominciasse ad esserlo lo caccerebbe a pedate.

  • avatar

    Bhè, dovreste comprendere che se parlano male del padrone rischiano il posto e poi Lui tira fuori la parcondicio, ma mi stupisco di Antonio Ricci, prima fa il superiore dicendo che lui non si fà manipolare dalla politica, che lui attacca tutti indistintamente, ma non ha mai detto che lo avrebbe fatto in manera diversa, quindi ha rispettato ciò che aveva detto.

  • avatar

    caro tonino, non iniziamo a fare i piagnoni come berlusconi … la satira è satira, striscia aveva bisogno di simboli veri da storpiare con la mutanda, dai dai …
    se proprio volessimo criticare la comicità che si vede in tv, ho trovato pessima la tua partecipazione al bagaglino a tirarti le torte in faccia con schifani.

  • avatar

    Bravo di Pietro!
    Denunciate questi barbari della comunicazione che lobotomizzano i cervelli più deboli!
    Viviamo in un paese in cui è in vigore una TIRANNIA della comunicazione in cui il TIRANNO possiede e governa a suo piacimento i mezzi per lobotomizzare i cervellini.
    Continua a picchiare! Forse qualcuno si sveglia…

  • avatar

    quando si giudica una persona, guardiamo sempre chi la paga…
    la televisione è la propaganda.

  • avatar

    L’emergenza del monopolio televisivo è primaria.
    Ma Antonio bisogna stare attenti a non spingere per fare l’opposto, ci vorrà sangue freddo e la capacità di fare una televisione superpartes.
    Non credo che l’italia abbia bisogno di avere per 5 anni una telvisione filo-sinistrosa per poi tornare di destra etc.. (mediaset a parte che resterà sempre smaccatamente berlusconiana).
    Zapatero insegna, hanno fatto delle TV di contenuti ed hanno perso pochissimo share! Fate lo stesso!

  • avatar

    mi sono stufato di :”striscia la notizia, semmai si potrà chiamare :”striscia la Lingua”quella di Ricci è solo uno zerbino è un suddito dentro cerca di passare per un giustiziere ma un realta’ e solo come quel fumetto di Alan Ford e’ piu’ precisamente SUPER CIUCK il quale aveva una grande confusione in testa ,Rubava ai poveri per dare ai ricchi… vorrei entrare nella testa di ricci per provare la sensazione di VUOTO ASSOLUTO…FORZA DI PIETRO guardimo sempre avanti comunque…

  • avatar

    PER CHI VOLEVA VOTARE BERTINOTTI…
    Bertinotti sacrificherebbe un leader trozkista del suo partito – Marco Ferrando, colpevole di ritenere Israele uno Stato artificiale – ma chiederebbe in cambio che l’Unione affidi il ministero della Giustizia, in caso di vittoria alle elezioni, a Giuliano Pisapia, definito “noto avvocato del gruppo De Benedetti”.
    Ma fra i vari esponenti della sinistra l’on. Pisapia e’ forse il piu’ vicino a molte posizioni di Roberto Castelli, il quale espresse stima nei suoi confronti in occasione di una discussione sull’abolizione del “reato di opinione”, per il quale il parlamentare di sinistra aveva presentato un pdl gia’ nel 2002.
    Inoltre Pisapia e’ favorevole
    1) alla separazione delle carriere fra giudici e pm, 2) e’ contrario al totale azzeramento delle cosiddette “leggi vergogna” di questa legislatura 3) a salvare “le parti buone” della riforma Castelli dell’Ordinamento giudiziario (compreso l’innesto di rappresentanti delle regioni nei consigli giudiziari, cioe’ i rami locali del Csm).
    Inoltre sempre Giuliano Pisapia definiva “liberticida e anticostituzionale” il mandato di cattura europeo – molto osteggiato da Castelli e dalla Lega – ritenendo inaccettabile che “in Italia possano venire arrestate persone su disposizioni di magistrati di Paesi stranieri che dipendono dall’esecutivo” e commentando di non essere molto preoccupato di trovarsi “sulla stessa linea di Castelli.

  • avatar

    Ricci è un povero servo dello stivale dei maiali.
    perchè non manda il processo ai poliziotti che hanno massacrato le persone a genova durante il G8, perchè non va dal suo Padrone silvio berlusconi e gli chiede a quanto ammonta il suo fatturato e se da quando è presidente del consiglio è aumentato e di quanto.Perchè non gli chiede chi è il suo stalliere.Perche non dice quello che sta venendo a galla dalle dichiarazioni di Gaucci.

  • avatar

    Non c’è assolutamente nulla di offensivo in quello che è apparso in “striscia la notizia”. Trovo invece importante che si parli dell’Italia dei Valori anche se in chiave umoristica. Son certo che il responsabile non intendeva denigrare il Movimento. Trovo invece interessante il fatto che si sia fatto riferimento all’olfatto perchè questo è un eccellente modo per entrare nella mente dei distratti e restarvi intrappolati.
    Al posto suo mi sarei fregato le mani.
    Gli psichiatri e gli esperti della comunicazione dicono che l’offesa la decide chi riceve il messaggio, non chi lo manda.
    Quando dico a mia moglie:”ma come sei deficiente”, lei lo intepreta come messaggio d’affetto. Per me Ricci Le vuol bene

  • avatar

    Nomi imposti, eletti per forza
    A sud, in Calabria, spunta la candidatura (offerta dall’Italia dei valori) a un campione assoluto del trasformismo politico: Aurelio Misiti. Per lui, anzi, il trasformismo è roba vecchia: è ubiquo. Sta con Berlusconi che lo ha nominaío commissario governativo per le grandi opere del Mezzogiorno; sta con la fondazione ‘Ideazione’ di Domenico Mennitti, l’ex missino oggi sindaco di Forza Italia a Brindisi; e corre alle prossime politiche per il centrosinistra con Antonio Di Pietro.

  • avatar

    Caro Dott. Di Pietro, non se la prenda con la “satira” anche se volgare e faziosa.
    Non ne vale veramente la pena.
    Non ti curar di lor ma guarda e passa.

  • avatar

    mi dispiace dirlo ma questa volta Di Pietro si stà sbagliando dicendo quello che ha appunto detto.
    Come moltissime volte viene preso in giro Berlusconi (Nel programma Di Fazio Per Esempio dal mitico Cornacchione) Può essere preso in giro ogni partito.
    La democrazia deve lasciare spazio alla comicità di pervaderla e di criticarla anche se può dare fastidio.
    Finora avevo visto solamente i politici di DESTRA comportarsi in questo modo come ha fatto ora Di Pietro
    e credo sia un pò preoccupante che anche alcuni politici di sinistra vanno a giudicare i programmi di comicità e satira politica o non.
    Il Comici deve dire quello che gli pare senza nessuna interferenza.
    Anche se è contro la sinistra.
    e lo dico io che non sopporto ne Berlusconi Ne Tutti gli uomini politici che regolarmente fanno leggi ad personam lasciando il paese alla deriva.
    Ha ragione Beppe Grillo quando dice che bosogna sempre scegliere tra il peggiore e il leggermente meno peggio

  • avatar

    Sono d’accordo, la cosa non è bella, anzi sà di fogna, come molte cose nel programma di Ricci.
    Claire, francese, regista

  • avatar

    Caro Di Pietro, lei è semplicemente ridicolo.
    Ammetto che è stata una gag di cattivo gusto, come lo è tutta la pantomimica storia di zequila. Ma ipotizzare una congiura ai danni dell’italia dei valori mi sembra assolutamente paranoico. Faccia un sondaggio, dato che siamo in periodo, per capire se sta sbagliando lei o sto sbagliando io.
    distinti saluti
    gianni

  • avatar

    Caro On. le, considerando che strisca oltre che a tirare su il morale con un pò di satira rivela, scopre , tanti fatti , tanti imbrogli , io non gli darei tanto contro. Quando rivela fatti importanti tipo le carceri costruite e mai terminate e quando appunto dice che il Ministro Castelli vuole costruire nuove carceri ; non mi sembrano tanto notizie di parte. Per cui giudico Striscia un trasmissione abbastanza equilibrata. insomma esiste abbastanza parcondicio.

  • avatar

    Caro Di Pietro, il fatto che lei voglia mettere mano alle frequenza radiotelevisive nel caso venisse eletto alle prossime politiche mi spingerebbe quasi a votare per il suo partito…ma domanda: COME? Dopo tutti questi anni in cui il nostro Napoleone/Gesu’/Spirito Santo e chi ne ha piu’ ne metta….è andato avanti a suon di Decreti ad oc ad opera dei governi Craxi prima….poi con la legge Gasparri…rete 4 che occupa abusivamente le frequenze…insomma, come crede di riformare il sistema? Mi spiego meglio, è possibile togliere a Berlusconi quello che ormai in tanti anni di immobilismo, anche da parte della sinistra che in 5 anni di Governo non è riuscita a varare uno straccio di LEGGE SUL CONFLITTO DI INTERESSI, si è abusivamente conquistato a danno di quelli come me che vorrebbero che ancora esistesse in Italia la possibilità di scelta tra piu’ emittenti non tutte riconducibile e controllate direttamente ed indirettamente dalla stessa persona? Ci rendiamo conto che ormai a livello televisivo (e forse anche ad altri livelli…) tra il nostro paese e le dittature di stampo Sudamericano, la differenza è ormai inesistente? Spero che lei legga questo post, e soprattutto mi dia una risposta. P.S.: le faccio presente se mai ce ne fosse bisogno, che quelli come me che non hanno mai avuto fiducia nella politica e nei loro attori, da un governo di sinistra che è stato al Governo per 5 anni e che ha sempre attaccato l’attualer Presidente del Consiglio per i vari conflitti di interesse che lo riguardano, in primis il controllo sell’emittenza televisiva italiana, si sarebbero aspettati un po’ piu’ di “impegno” nel risolverli questi conflitti…ma è mai possibile che in 5 anni di Governo e dico “5″, non si è trovato il tempo di sanare un’anomalia del genere, che solo noi in Europa ci portiamo dietro e che tra l’altro suscita l’ilarità dei tanti stranieri con i quali ho modo di confrontarmi duranti i miei viaggi all’estero per motivi di lavoro? Grazie

  • avatar

    Striscia la notizia si accanisce spesso con i deboli mentre si fanno molto meno incisive le incursioni dove serve… e questo è un dato di fatto.
    Mi rincresce e mi rattrista soprattutto quando persone con un processo in corso, vengono distrutte, annientate senza che abbiano la possibilità di difendersi e senza che una sentenza sia stata promulgata come nel caso di Padre Fedele. Di quest’ultimo si può dire tutto ed il contrario di tutto ma in questo caso Ricci ha (volutamente) dimenticato un principio importantissimo, cioè che una persona è innocente fino a prova contraria e non viceversa.
    Questo modo di fare tv mi ha stancato e disgustato perchè si distrugge una persona prima che essa venga giudicata da un vero tribubale, ma per la riabilitazione spesso, anzi sempre, nulla viene fatto. Ricordiamoci che persone infangate senza motivo si sono spesso tolte la vita. spero che Ricci cambi registro. Intanto ho cominciato da questa vicenda a cambiare canale.

  • avatar

    Non ho mai sopportato Striscia, tanto meno Ricci, meno che mai Mediaset. Sono di parte? Beh si può dire di si o di no, portare esempi per una o l’altra causa, ma una cosa è certa. Mediaset nasce da un progetto corrotto, illegale dove mafia, politica e servizi segreti hanno creato l’attuale anomalia del nostro servizio radiotelevisivo. E questo non c’è ombra di dubbio: E’ DI PARTE!! Ha senso dire: ma se Striscia o le Iene prendono in giro Berlusconi e tanti esponenti della maggioranza, come si può affermare che è di parte??! Infatti non importano le battute (neanche troppo cattive) di quuesti programmi quanto più l’intero palinsesto di tutto l’anno delle 3 reti. Ti cuociono il cervello di talk show, reality, e belinate (come diciamo a Genova) varie ed è questo il sottile ma progressivo abbassamento del livello di attenzione che vogliono nella gente. Essere di parte vuol dire voler abbassare il livello di consapevolezza della gente sui reali problemi, sui loro diritti, sul miglioramento del livello di vita, sulle proprie aspettative. Non sono i TG che mantengono alto questo livello di consapevolezza. Ma una TV che sia non solo svago o riality o calcio ma almeno per un 50% sia INFORMAZIONE, DIBATTITI, CULTURA!! Il sottile disegno perpetrato da Berlusconi, ma chiaramente dietro a lui, comanda chi gliel’ha date (indovinate un pò chi ci sarà?!) è proprio questo: l’italiano deve solo pensare al grande fratello, amici di maria, al milan o juve (scrivo tutto in minuscolo volutamente perchè li considero “volgari”) e poche notizie e approfondimenti, particolarmente di parte e soprattutto bugiardi!
    Caro onorevole: DECISAMENTE SONO CON LEI IN QUESTA PRIORITA’ e pertanto le garantisco il mio voto! Meno male che c’è la rete, il suo Blog, quello del mio concittadino Grillo, e tutta l’informazione che si può ricevere da Internet. Ma non tutti hanno un PC e non tutti hanno voglia di “cercare” le vere notizie….

  • avatar

    caro antonio di pietro
    La differenza fra un politico ed un ottimo politico è la calma. Le Sue idee sono buone ma stiamo attenti a non scivolare su piccole cose. in questi commenti ci sono ottimi suggerimenti di cui terrei conto.

  • avatar

    Non mi adirerei troppo…in fondo il povero Ricci indi Striscia, voleva forse per una volta essere somigliante ad Adriano Pappalardo allorchè cantava… lasciatemi cantare, indi per cui , lasciatemoli cantare. Più se ne parla meglio è per l’italia dei Valori. Dai Striscia, aiutaci a vincere !!! In fondo la satira si deve accettare, se poi aiuta ben venga.

  • avatar

    CARO DOTT. DI PIETRO,
    SOTTOSCRIVO IL SUO ARTICOLO, SOPRATTUTTO CONCORDO SUL RIFERIMENTO AL CASO WANNA MARCHI: “E’ FACILE SPARARE SULLA CROCE ROSSA”, LE FACCIO I MIGLIORI AUGURI E PORGO CORDIALI SAUTI.

  • avatar

    MA, DICO: LO VOGLIAMO CAPIRE SI O NO CHE UN PROGRAMMA COME “STRISCIA” NON FA SATIRA (NE’ TANTOMENO INFORMAZIONE) MA SI CULLA NEL POCO
    IMPEGNATIVO E FACILMENTE DIGERIBILE SFOTTO’? E CHE ALTRO POTREBBE FARE DAL MOMENTO CHE OPERA E PONTIFICA DALL’INTERNO DELLA SCUDERIA DEL CAVALIERE? CON LA FORMULA VINCENTE DI
    “FICA-DEMENZIALITA’-CARNEVALATE” COADIUVATA DA QUEL TANTO CHE BASTA DI S.O.S. GABIBBO (!!!) PER GIUSTIFICARE L’ABUSATISSIMA DEFINIZIONE DI SERVIZIO SOCIALE, IL PROGRAMMA DI RICCI PROSEGUE IL CAMMINO INTRAPRESO DALL’EMITTENZA PRIVATA CON LE TRASMISSIONI VOLTE A CAUSARE IL RINCOGLIONIMENTO IRREVERSIBILE DEGLI SPETTATORI CON POCO CERVELLO (O POCO
    CORAGGIO) PER PENSARE ALLA REALE SITUAZIONE IN CUI STANNO VIVENDO. POCO CORAGGIO PER AMMETTERE CHE IL FUTURO E’ TUTTO DA SCRIVERE MA STA FINENDO L’INCHIOSTRO… RICORDIAMO TUTTI IL “DRIVE IN”, NO? E ANCH’IO, ALLORA BAMBINO E INGENUO, ME LA RIDEVO DELLA GROSSA FINO A SPANCIARMI
    CON QUELLE MACCHIETTE E QUEL MARTELLAMENTO DI RISATE REGISTRATE E TORMENTONI SFORNATI A TAMBURO BATTENTE. MA RICORDO ANCHE UN’ALTRA COSA, CHE PUO’ ESSERE INQUIETANTE O NO, FATE VOI. ALL’EPOCA DI UNA DELLE ULTIME EDIZIONI DI “DRIVE IN” TRASMESSE GIRAVANO GLI SPOT PROMOZIONALI DEL PROGRAMMA IN CUI SEDICENTI MEDICI E PSICOLOGI DECANTAVANO IL POTERE TERAPEUTICO DELLA RISATA LIBERATORIA, PORTATRICE DI BENESSERE E IN GRADO DI ALLEVIARE LO STRESS DELLA VITA DI TUTTI I GIORNI.
    UNO SPOT AZZECCATISSIMO, TI DAVA L’IDEA DELLE “ATTENTE RICERCHE E STUDI ACCURATI” CON IN PIU’ L’AUTOREVOLEZZA DELLO SPECIALISTA DI TURNO, UNA STRATEGIA, QUESTA, VINCENTE E ANCORA USATISSIMA CON DENTIFRICI, CREME ANTIRUGHE, PRODOTTI PER L’IGIENE INTIMA FEMMINILE, PAPPETTE PER NEONATI
    RAPPRESENTATI COME ANIMALI- CAVIA IN UN LABORATORIO IPERTECNOLOGICO, YOGURT LIQUIDI PER CACARE LIQUIDO, E VIA DELIRANDO. I SUDDETTI SPOT ERANO TRASMESSI IL POMERIGGIO DA ITALIA UNO
    IN UNA FASCIA ORARIA PENSATA PER BAMBINI E RAGAZZI I QUALI, COME ME, RECEPIVANO IL MESSAGGIO ANCORA PRIMA DI CAPIRE DI CHE PROGRAMMA SI STESSE PARLANDO, MESSAGGIO SINTETIZZABILE IN UN COMODO E POPULISTA: “MEGLIO RIDERCI SU CHE INTERESSARSI ALLA REALTA’ GUARDANDOLA DRITTA NEGLI OCCHI”.
    ECCO, A DISTANZA DI QUASI VENTI ANNI
    IL PERSEVERARE DI QUESTO CONCETTO DIVENTATO ESSENZIALE NELLA CONQUISTA ALL’ELETTORATO CHE HA PORTATO IL CAVALIERE AL GOVERNO.
    BATTUTINE INNOCUE COME PISCIO DI FARFALLA, TORMENTONI, SORRISI A 40 DENTI E DISIMPEGNO!
    NON TE LA PRENDERE, AMICO ANTONIO:
    A “STRISCIA” NON C’E’ CULTURA.

  • avatar

    programmi come striscia non li seguo mai non so nemmeno di cosa parlano.
    fai come me auditel zero – autoeliminazione.

  • avatar

    A mio parere Ricci non fà satira.
    Costruisce una trasmissione frullando scenette da parrocchia messe in atto da artisti improvvisati,un pò di musichette alla moda(meglio se le canta il gabibbo,così poi si vendono anche quelle),qualche chiappa(è quello che vogliono gli italiani!,dicono)e qualche ospite importante(???).
    La satira credo che abbia una marcia in più e un pò più di coraggio.
    Ricordatevi che i vari canale 5 italia 1 e affini sono lì solo per un motivo:VENDERE SPAZIO PER LA PUBBLICITA’ come purtroppo stà facendo la RAI
    Combattiamo per creare una televisione che riesca ad esserci utile,nel divertimento e nell’apprendimento e lasciamo perdere i ragazzi della parrocchia che sembrano davvero divertiti da quello che fanno(e li pagano pure).
    Un saluto

  • avatar

    Striscia non mi piace molto, ma non credo che sia un problema; agli sfotto’ e agli insulti si risponde con una alzata di spalle. E come qualcuno ha già scritto, la risposta è “auditel zero”.
    Il problema vero della tv, che fa pietà, è la concentrazione. Due soggetti (che adesso sono praticamente uno solo) che controllano oltre il 90% del sistema televisivo, sono una situazione inaccettabile in un paese che pretende di essere democratico.
    Proposta di legge.
    Ogni soggetto (persona o società, pubblica o privata) può controllare direttamente o indirettamente non più di una rete televisiva nazionale, indipendentemente dal metodo di diffusione.
    In questo modo scompare (per questo ambito) il conflitto di interessi, non c’è più bisogno di una vergogna come la par condicio, aumenta la concorrenza, migliorano i programmi.
    Vi pare poco?
    ilBuonPeppe
    ——————
    http://www.pleonastico.it – Alla riscoperta del buon senso

  • avatar

    E’ UN REGIME

  • avatar

    Caro Di pietro, LA lega vuole separare l’Italia..ma tutti quelli che sono morti per la patria..come mio zio Silvano durante la ritirata dell’esercito italiano dalla russia …oppure che hanno combattuto con Garibaldi per l’unità d’Italia come il mio bisavolo ternano…o che hanno subito i bombardamenti della 2° guerra mondiale come mio padre..a Terni..ecc…chi li risarcirà. ?E’ possibile se la Lega insiste..su questa linea una serie di cause civili risarcitorie ?

  • avatar

    Grazie Di Pietro, Lei è osservatore attento: “Striscia La Notizia”, e molti altri programmi in onda sulle reti Mediaset di proprietà di Berlusconi, ma anche sulle prime due reti rai, effettuano a volte grossolani, a volte subdoli attacchi agli avversari politici: comizi di ore su rete4, notizie celate o camuffate, sottili denigrazioni come al suo simbolo. Avete visto a Striscia come una psicologa commenta i gesti dei politici? Al Berlusca si associa desiderio sessuale (che attrae) perchè si aggiusta la cravatta, a Fassino la richiesta di elemosina perchè fa’ un gesto con la mano. Sono da decenni maestri della falsa comunicazione. Condivido, il primo punto del vostro impegno deve essere la riforma delle reti televisive!
    La saluto con grande stima.

  • avatar

    Ecco un altro esempio di manipolazione dell’informazione:
    I sondaggi propaganda, ecco come sono state le domande agli intervistati:
    http://brunik.altervista.org/20060222094737.html

  • avatar

    non mi sembra il caso di dare importanza ad delle c…………te del genere tiriamo avanti sula nostra linea. striscia su certe cose fa’ un buon servizio, altre meno e’ sappiamo cosa quindi……tutto ok, conodciamo bene il nostro avversario, cosi ci muoviamo meglio

  • avatar

    Ma Di Pietro non ha nulla di meglio da fare che inviperirsi con quelli di “Striscia”? E’ come se Berlusconi s’incazzasse per tutte le volte che Greggio lo prende per il culo sull’altezza e per essere il “Cavaliere Mascarato”. Roba da pazzi! Lui che si tira le torte in faccia va a rompere le scatole per una battuta su Zequila…E’ cosi’ che pensa di vincere le elezioni Di Pietro?

  • avatar

    Di Pietro sei ridicolo! Ma dubito che tu abbia realmente visto il servizio di “Striscia”: non meriterebbe una replica cosi’ acida. Chi ti ha consigliato sarebbe da licenziare!!! Fai “mani pulite” nel tuo partito!

  • avatar

    Ricci????????…….non meravigliamoci troppo:
    lui è un miliardario reso tale dal suo padrone;
    e pretendete che attacchi Berlusconi????

  • avatar

    Beh!continuando così certamente il centrosinistra perderà le elezioni!Il Sig. Di Pietro penso che sia uno degli ultimi a poter parlare.Da ex magistrato (il flop sulle sue accuse sono sotto gli occhi di tutti o sbaglio?) mi aspettavo una persona diversa invece continua a fare il magistarto come lo farà d’ambrosio e altri.. invece di attaccare Berlusconi Striscia bisoga agire seriamente e non con le solite idiozie… Basta manifestazioni bluff.. ci vogliono i fatti…. Potrei scrivere ancora molto ma vorrei ricordare solo una cosa.. che anche il Sig. Di Pietro ha avuto i suoi scheletri nell’armadio..quindi…. ITALIA AGLI ITALIANI

  • avatar

    sono pienamente d’accordo sulla falsità mediatica del programma “Striscia la Notizia”, trasmissione pseudo-libera che invece denigrain maniera occulta direi quasi “sublimale” l’avversario politico, infatti offende e ridicolizza gli avversari politici del duce berlusconi, mentre con finte critiche fa continuamente pubblicità al centro destra. saluti Tonino valleriani

  • avatar

    vorrei fare attività politica nella mia zona con l’italia dei valori potrei avere qualche riferimento per la zona di Mentana (rm) , grazie Tonino Valleriani

  • avatar

    Dai commenti che arrivano su questo sito vedo che c’è ancora gente che sottovaluta i condizionamenti dei mass-media, dicendo che forse è meglio che l’On. Di Pietro non si occupi di programmi come striscia la notizia, mom sono d’accordo poichè vedo che anche nei contenuti delle e.mail ” Il condizionamento funziona”, alla fine una buona percentuale degli spettatori dei prgrammi di canale 5 va proprio a parare dove vuole Silvio. E’ facile dire. io non mi faccio condizionare dai messaggi mediatici, ma alla fine è scientificamente provato che una parte degli spettatori “abbocca” all’esca, è su questa percentuale che berlusconi stà lavorando… “Meditate gente meditate” anzi Mediaset gente mediaset . saluti Tonino Valleriani

  • avatar

    Per MICHELE LA SORSA:
    Ma che dici !? Sei la prova vivente che i Condizionamenti televisivi funzionano! Bisogna parlare di fatti oggettivi, nei confronti del Dott. Di Pietro non c’è nessun coinvolgimento in situazioni illegali, a differenza di Silvietto che con delle squallide leggi “Ad Personam” ha evitato processi che lo avrebbero condannato sicuramente, comunque bisogna lottare su tutti i fronti per sconfiggerre il vero rischio per la democrazia in Italia ovvero silvietto

  • avatar

    Cari “Amici” tutti,
    io penso che noi che crediamo in certi principi, o meglio, valori, “Questione Morale”, certezza della pena, stato sociale, abbiamo l’obbligo e la responsabilità di stare dalla parte dell ‘on.le Di Pietro. Naturalmente ciò si traduce nel dargli il voto alle prossime elezioni. Però abbiamo anche l’obbligo, di non limitarci a scrivere sul blog e nella migliore delle ipotesi avallare e condividere il Suo operato solamente con il nostro semplice voto. Noi tutti, e mi rivolgo a quanti mi leggono, dobbiamo attivarci immediatamente affinché le nostre giuste ed oggettive convinzioni diventino convinzioni di tanti altri che la pensano come noi.
    Cosa fare? Come prima cosa, parlare con Amici, colleghi, familiari, conoscenti e quanti altri per diffondere la notizia dell’attivazione del blog: http://www.antoniodipietro.com ed invitarli a visionarlo.
    Dopodiché attivarsi collegandosi al sito http://www.antoniodipietro.it e mettersi in contatto con le strutture locali, a mezzo mail, telefono, ecc.,(sarebbe opportuno quelle delle proprie province di appartenenza), per dare la propria disponibilità a sostenere attivamente e fattivamente la campagna elettorale. Penso ciò sia l’unico mezzo concreto per dare il nostro aiuto all’On.le Di Pietro.
    Buon lavoro e, sono certo che con il nostro aiuto potremo vedere l’on.le Di Pietro in Parlamento anche a ricoprire un incarico di governo che gli spetta per le Sue competenze specifiche. Oltretutto incarico che troppo spesso finora, soprattutto nell’ultima legislatura è stato snaturato e delegittimato solo perché Colui il quale lo ha ricoperto è vissuto in questi anni con la mera quanto squallida sudditanza psicologica e, forse, materiale, da chi pensa di essere il padre-padrone di tanti onesti cittadini italiani.
    “Chi vuole il proprio male pianga se stesso”.
    Evitiamo di farci del male, votiamo la lista: ITALIA DEI VALORI – DI PIETRO.
    Max.

  • avatar

    A tutti i Berlusconiani infiltrati,
    1) La CDL sta perdendo consenso alla grande, anche i sondaggisti seri<> Penn, Schoen & Berland Associates stanno sottostimando l’unione….Sarete quindi sovrastati dal paese reale che avete sempre tentato di nascondere con quello “percepito”.
    2) Silvio Bonaparte detto il messia racconta sempre balle (è la bugia fatta persona), probabilmente vi avrà promesso un bel posticino ma vederete che non otterete un bel niente, ne ha troppi da accontentare di amici e voi siete solo gli ultimi arrivati, quindi restate pure in fila e aspettate le vostre chimere!!!
    3) Il fatto di mantenere la parola libertà, che si sarebbe potuta facilmente cambiare con sacco di altri termi (littorio, letame, libertismo, libertà promissoria, libertà condizionata, od omertà che meglio tiene la rima), è una tecnica ingenua, subdola che sfugge solo agli emotivi, cioè all’elettorato emotivo! Noi queste cose le vediamo distinti chilometri. La scelta dell’IDV non è casuale, si attaccano i partiti di csx che sono rasenti al 2%.
    5) Da ultimo vi do un esempio su di un’altra bufala, su cui dopo il messia, napoleone e churchil rideremo ancora di più e cioè il sondaggio commissionato da sforza italia (o dovrei italia forza e quindi “if” anziché “fi” che in inglese significa “se…”) a Penn, Schoen & Berland Associates. Si sa che la metodologia statistica richiederebbe anche la pubblicazione delle domande dei sondaggi, cosa che non è mai stata fatta. Purtroppo, per voi, ci sono in Italia 1920 persone che delle domande poste sono testimoni e ve ne riporto alcune:
    «Il capo del governo è riuscito – legge il sondaggista telefonico – ad aumentare i posti di lavoro. Malgrado questo lei sceglie di votare Prodi?». E poi: «C’è stato un visibile miglioramento della sanità nazionale e questo non la convince a votare Berlusconi?».
    Non riesce a dire una di cosa che stia in piedi da sola, ha sempre bisogno dei galoppini come voi che gliela puntellino a destra e a manca, avanti e dietro.
    Non so cosa ci guadagnate a sostenere il messia bonaparte, penso molto, perché altrimenti devo pensare a ragioni che riguardano l’intelletto!
    Ma ditemi infine, vi fa proprio ridere la demenza del “cavaliere mascarato”.
    A me fanno ridere invece quelli a cui il “cavaliere mascarato” (prossimo MASSACRATO) fa ridere, guardate un po!

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Scusate se bloggo a più riprese, ma l’elenco delle condanne è tale che non riesco ad inserirlo con un unico blog.
    Il nostro bravo Presidente del Consiglio
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    1) Bugie sulla loggia P2 (falsa testimonianza)
    La corte d’appello di Venezia, nel 1990, dichiara Berlusconi colpevole di aver giurato il falso davanti al Tribunale di Verona a proposito della sua iscrizione alla P2
    (reato coperto da amnistia nel 1989)
    2) Tangenti alla Guardia di Finanza (corruzione)
    1° grado: condanna a 2 anni e 9 mesi per tutte e 4 le tangenti contestate
    Appello: prescrizione per 3 tangenti (grazie alle attenuanti generiche), assoluzione con formula dubitativa per la quarta. nella motivazione si legge: “Il giudizio di colpevolezza dell’imputato (Berlusconi) poggia su molteplici elementi indiziari, certi, univoci, precisi e concordanti, per ciò dotati di rilevante forza persuasiva, tali da assumere valenza probatoria”
    Cassazone: assoluzione
    3) All Iberian 1 (finanziamento illecito ai partiti)
    1° grado. condanna a 2 anni e 4 mesi per i 21 MILIARDI versati estero su estero, tramite il conto All Iberian, a Bettino Craxi
    appello: prescrizione, tra le motivazioni della sentenza:”per nessuno degli imputati emerge daglia atti evidenza dell’innocenza”
    Cassazione: prescrizione confermata, tra le motivazioni della sentenza: “le operazioni societarie e finanziarie prodromiche ai finanziamenti estero sue estero dal conto intestato alla All Iberian al conto di transito nothern Holding (Craxi) furono realizzati in Italia dai vertici del gruppo Fininvest spa, con rilevante concorso di Berlusconi quale proprietario e presidente (…) Non emerge negli atti processuali l’estraneità dell’imputato”.
    4) All Iberian 2 (falso in bilancio)
    Processo sospeso in attesa che si conosca se le nuove norme in materia di reati societari approvate dal governo Berlusconi si siano legittime (deciderà l’Alta Corte di giustizia europea e la Corte costituzionale italiana. In pratica Berlusconi si è fatto la legge per scagionarsi, bisogna vedere però se gli alti organi saranno d’accordo…
    Su questa ultima parte dedicheremo un approfondimento in futuro perché è particolare.
    Ecco i fatti di Berlusconi, vi ricordo che prescrizione non significa essere

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Scusate se bloggo a più riprese, ma l’elenco delle condanne è tale che non riesco ad inserirlo con un unico blog.
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    11) Diritti televisivi (falso in bilancio e frode fiscale)
    Indagini preliminari in corso alla Procura di Milano a carico di numerosi manager del gruppo, più il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e il titolare Silvio Berlusconi, il quale – secondo l’ipotesi accusatoria – avrebbe continuato anche dopo l’ingresso in politica nel ’94 ad esercitare di fatto il ruolo di dominus dell’azienda. Oggetto dell’indagine: una serie di operazioni finanziarie di acquisto di diritti cinematografici e televisivi da major americone, con vorticosi passaggi fra una società estera e l’altra del gruppo Berlusconi, con il risultato di far lievitare artificiosamente il prezzo dei beni compravenduti e beneficiare di sconti fiscali previsti dalla legge Tremonti, approvata dal primo governo dello stesso Berlusconi. Il presunto falso in bilancio è valutato intorno ai 180 milioni di Euro (circa 350 MILIARDI)
    12) Telecinco (violazione delle leggi antitrusti e frode fiscale in Spagna)
    Il giudice anticorruzione di Madrid Baltasàr Garzòn Real, dopo aver chiesto nel 2001 al governo italiano di processare Berlusconi o, in alternativa, di privarlo dell’immunità in modo di poterlo giudicare in Spagna, non ha ancora ricevuto risposta. berlusconi in Spagna è accusato – insieme a Marcello dell’Utri (pregiudicato) e altri dirigenti Fininvest – di aver posseduto, grazie a vari prestanomi e operazioni finanziarie illecite, il controllo pressoché totalitario dell’emittente Telecinco, in violazione dell’antitrust spagnola.
    13) Mafia (concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco)
    Indagini archiviate a Palermo su richiesta della Procura per scadenza termini massimi concessi per indagare.
    14) Bombe del 1992 e del 1993 (concorso in strage)
    Le inchieste delle procure di firenze e Caltanissetta sui presunti “mandanti a volto coperto” delle stragi 1992 (Falcone e Borsellino) e del 1993 (Milano, Firenze, Roma) sono state archiviate per scadenza dei termini d’indagine. A firenze, il 14 novembre 1998, il gip Giuseppe Soresina ha però rilevato come Berlusconi e Dell’Utri abbiano “intrattenuto rapporti no

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Scusate se bloggo a più riprese, ma l’elenco delle condanne è tale che non riesco ad inserirlo con un unico blog.
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    5) Medusa Cinema (falso in bilancio)
    1° grado: condanna a 1 anno e 4 mesi (10 MILIARDI di fondi neri che, grazie alla compravendita, vengono accantonati su una serie di libretti al portatore di Silvio Berlusconi)
    Appello: assoluzione con formula dubitativa. Secondo il collegio Berlusconi è così ricco che potrebbe anche non essersi reso conto di come, nel corso della compravendita, il suo collaboratore Carlo Bernasconi (condannato) gli abbia versato 10 MILIARDI di lire in nero.
    Cassazione: sentenza d’appello confermata
    6)Terreni di Macherio (appropriazione indebita, frode fiscale, falso in bilancio)
    1° grado: assoluzione dall’appropriazione indebita e dalla frode fiscale (4, 4 MILIARDI pagati in nero), prescrizione per i falsi in bilancio di due società ai quali “indubbiamente ha concorso Berlusconi”
    Appello: confermata l’assoluzione dalle prime due accuse. Assoluzione anche per uno dei due reati di falso in bilancio, per il secondo è intervenuta l’amnistia.
    Cassazone: in corso.
    7) Caso Lentini (falso in bilancio)
    1°grado: reato prescritto per la legge su falso in bilancio (10 MILIARDI versati in nero al Torino Calcio per l’acquisto del giocatore Luigi Lentini)
    Appello: in corso 8) Consolidato gruppo Fininvest (falso in bilancio)
    Il gip Fabio Paparella ha dichiarato prescritti, sulla base della nuova legge sul faso in bilancio, i 1500 MILIARDI (!) di presunti fondi neri accantonati dal gruppo Berlusconi su 64 società off-shore della galassia All Iberian (comparto B della Fininvest).
    Il pm Francesco Greco ha però presentato ricorso in Cassazione
    9) Lodo Mondadori (corruzione giudiziaria)
    1° grado: concessione delle attenuanti generiche (“Berlusconi è diventato Presidente del Consiglio”), ma condanna a Cesare Previti
    Appello e Cassazione: prescrizione
    10) Sme-Ariosto (falso in bilancio)
    Reato stralciato in seguito all’entrata in vigore delle nuove norme sul diritto societario, (Berlusconi avrebbe versato denaro ad alcuni giudici…). Il processo è fermo in attesa che l’Alta Corte di giustizia europea si pronunci, dato che queste nuove norme in vigore potrebbero essere in contra

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Scusate se bloggo a più riprese, ma l’elenco delle condanne è tale che non riesco ad inserirlo con un unico blog.
    Il nostro bravo Presidente del Consiglio
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    1) Bugie sulla loggia P2 (falsa testimonianza)
    La corte d’appello di Venezia, nel 1990, dichiara Berlusconi colpevole di aver giurato il falso davanti al Tribunale di Verona a proposito della sua iscrizione alla P2
    (reato coperto da amnistia nel 1989)
    2) Tangenti alla Guardia di Finanza (corruzione)
    1° grado: condanna a 2 anni e 9 mesi per tutte e 4 le tangenti contestate
    Appello: prescrizione per 3 tangenti (grazie alle attenuanti generiche), assoluzione con formula dubitativa per la quarta. nella motivazione si legge: “Il giudizio di colpevolezza dell’imputato (Berlusconi) poggia su molteplici elementi indiziari, certi, univoci, precisi e concordanti, per ciò dotati di rilevante forza persuasiva, tali da assumere valenza probatoria”
    Cassazone: assoluzione
    3) All Iberian 1 (finanziamento illecito ai partiti)
    1° grado. condanna a 2 anni e 4 mesi per i 21 MILIARDI versati estero su estero, tramite il conto All Iberian, a Bettino Craxi
    appello: prescrizione, tra le motivazioni della sentenza:”per nessuno degli imputati emerge daglia atti evidenza dell’innocenza”
    Cassazione: prescrizione confermata, tra le motivazioni della sentenza: “le operazioni societarie e finanziarie prodromiche ai finanziamenti estero sue estero dal conto intestato alla All Iberian al conto di transito nothern Holding (Craxi) furono realizzati in Italia dai vertici del gruppo Fininvest spa, con rilevante concorso di Berlusconi quale proprietario e presidente (…) Non emerge negli atti processuali l’estraneità dell’imputato”.
    4) All Iberian 2 (falso in bilancio)
    Processo sospeso in attesa che si conosca se le nuove norme in materia di reati societari approvate dal governo Berlusconi si siano legittime (deciderà l’Alta Corte di giustizia europea e la Corte costituzionale italiana. In pratica Berlusconi si è fatto la legge per scagionarsi, bisogna vedere però se gli alti organi saranno d’accordo…
    Su questa ultima parte dedicheremo un approfondimento in futuro perché è particolare.
    Ecco i fatti di Berlusconi, vi ricordo che prescrizione non significa essere innocen

  • avatar

    è stato indubbiamente una trovata infelice e scorretta.
    Io mi limito a ricordare i versi di padre Dante : non ti curar di lor, ma guarda e passa….
    Le persone serie sono ben consapevoli di quali siano i veri valori e sanno perfettamente a quale classe dirigente devono affidare la salvaguardia degli stessi.
    Domani sarai a radio anch’io.
    Cerca di evidenziare con tutta la forza possibile le incapacità di questi governanti e le loro menzogne quotidiane…..
    Serenella

  • avatar

    NON SONO DI DESTRA MA QUESTO ATTACCO A STRISCIA E’ SBAGLIATO,PERCHE’ E’ L’UNICA TRASMISSIONE CHE RIESCE A FARE QUALCOSA DI BUONO E NON CI SONO SOLO LE MARCHI, QUESTO INTERVENTO MI PONE DEI DUBBI MA DI PETRO NON E’ FORSE NEOSTALINISTA?

  • avatar

    Il signor Ricci è un bel furbetto e sicuramente non sputa mai nel piattino che il cavaliere gli porge tutti i mesi, la cosa che mi lascia perplesso è che questi personaggi (Ricci & Co) diventino vere e proprie icone, a colpi di, permettetemi il termine, sputtanamento altrui.
    Come dice Di Pietro, l’atteggiamento della trasmissione è sempre di denuncia verso fatti che riguardano persone comuni, guardandosi bene dal prendere di mira i potenti……(vedi l’uomo con i tacchi e il makeup). Io nn guardo più la trasmissione da molto tempo e sicuramente ne ho guadagnato in salute. Se posso dare un consiglio è meglio ignorare questi finti giustizieri e pensare a cose più serie.

  • avatar

    Conoscono un’amministrazione di centro destra che in una maniera bizzarra ha regalato terreno pubblico ad un signore privato.
    Secondo voi il sig. Ricci potrebbe occuparsene?
    Magari lo stesso Ricci potrebbe darmi la sua disponibilità, io posso dargli tutti i raccapriccianti dettagli…
    Intanto aspetto!

  • avatar

    Propongo una cosa simpatica. Egregio dott. DI PIetro faccia recapitare a Ricci questa lettera con la quale lo invito a fare una intervista al Presidente del Consiglio, chiedendogli se ricorda quanti processi ha sostenuto o deve sostenere o che si sono prescritti, quante condanne e quante assoluzioni. Se Ricci è un uomo per bene lo farà tranquillamente.
    Grazie e buon lAVORO
    Gino.

  • avatar

    Sottoscrivo pienamente il commento dell’amico Roberto Pella qui riportato.
    Striscia è pessima e largamente sopravalutata.
    Saluti a tutti

  • avatar

    onorevole: il suo commento è ok. Ma quella é satira, nonn politica, come dire “in fondo sono dei ragazzi”.Risponda per le rime in modo spiritoso e tutti apprezzeranno,compresa la redazione di striscia.Ritengo molto più offensivo il compenso chiesto da Bondi per la gestione parmalat del dopo Tanzi,45000 EU AL GIORNO PER 2 ANNI!!! ma chi è quel pirla che non gli ha chiesto il preventivo prima di affidargli l’incarico? per inciso io a Parma ci vivo. Saluti a tutti

  • avatar

    Non si preoccupi dott. Di Pietro, ormai la gente intelligente non la beve più la zuppa del nano.

  • avatar

    TV
    a cura di Paolo De Gregorio – maggio 2005
    Quando ci si domanda come avvengano i cambiamenti di mentalità, come si passi dal filosofico dilemma “essere o avere?” all’attuale “avere per essere”,, come si sia abbandonata la partecipazione politica per un individualismo disperato, come aspetto fisico e abbigliamento siano diventati fattori decisivi per lavoro e rapporti umani, dobbiamo rispondere che questo è il risultato di una trentennale, costosa, martellante operazione “culturale”, fatta soprattutto di immagini, guidata da potenti forze economiche in sinergia tra loro, che sulla crisi (vera) delle ideologie, ha iniziato verso la fine degli anni ’70 la grande campagna mediatica con l’obiettivo di sostituire le morenti ideologie con la superideologia del consumismo.
    Il primo obiettivo era quello di demolire “l’utopia comunista” che fu percepita, al di là dei risultati reali, da milioni di persone come metodo per far riconoscere i propri diritti con l’unità e la lotta, e quindi notevole punto di riferimento, dall’altro attenuare la morale cattolica della solidarietà e della sua etica sociale e sessuale, che si ponevano come potenti freni ad un progetto di incrementare tutti i consumi senza scrupoli di tipo morale o etico.
    Il più potente mezzo a disposizione di questo progetto fu la TV commerciale che ottenne quasi immediatamente il risultato di far ingrigire la ingessata Tv pubblica, proponendo comicità demenziali, ma ben condite di tette e culi, programmi di evasione colorati e divertenti (uno spartiacque fu il famoso “Drive-in”), catturando il pubblico più popolare. che da allora in poi fu convogliato come un grande gregge di pecore, a suon di spot pubblicitari, verso i radiosi obiettivi del consumismo,
    Avere il potere sulle immagini che ci arrivano in casa tutti i giorni di tutti gli anni è il più grande potere del nostro tempo, esso è stato usato in modo sapientissimo per far scomparire i problemi veri oscurandoli, omettendoli, o descrivendoli con immagini tristi e perdenti, a favore di una programmazione disimpegnata, divertente, sfolgorante di luci, colori e belle donne, che generasse ottimismo e ritenuta addirittura progressista per l’audacia di immagini e linguaggio.
    Questo potere esagerato e monopolista è stato consegnato direttamente dalla politica al più spregiudicato dei capitalisti italiani che ha deciso di usarlo al massimo livello, ossia quello di portare il capitale nelle stanze del potere politico, senza più dipendere dai buoni uff

  • avatar

    L’unico modo per cambiare in profondità e rendere possibile una “par condicio” fra le forze in campo, è togliere alle Tv private la possibilità di fare disinformazione sistematica attraverso i telegiornali, che martellano quotidianamente con insulti e bugie, in una situazione di assoluto monopolio.
    La sola cosa che assomiglia alla democrazia è che maggioranza di governo e opposizione, di fronte all’immensa potenza del mezzo televisivo, abbiano la stessa possibilità di essere ascoltate.
    Questo può accadere non con alchimie o nomine di “direttori generali” più o meno indipendenti da parte del Parlamento o dei Presidenti di Camera o Senato, né privatizzando la Rai, né frantumando l’impero Mediaset, ma attribuendo a ciascuna parte – coalizione di governo e opposizione – un canale Rai finanziato dal canone, senza pubblicità, pari risorse economiche, da gestire con assoluta autonomia, con la possibilità di allontanare i numerosissimi giornalisti attualmente impiegati a vita, con tutte le provvidenze previste per altre categorie (prepensionamenti e cassa integrazione) stabilendo un rapporto di lavoro a termine: andrebbero bene i 5 anni –da una elezione politica all’altra –dopo i quali decadrebbero sia il direttore generale che i contratti dei giornalisti.
    Naturalmente rimarrebbero tutte le strutture ed i tecnici e gli impiegati, annullando solo la massima dirigenza la cui scelta sarebbe di pertinenza e nella sovranità dei poli rispettivamente di maggioranza e di opposizione.
    Il primo canale invece, sempre finanziato con il canone, ma con una quota minore, senza pubblicità anche esso, dovrebbe essere di garanzia costituzionale, con il direttore generale nominato dal Capo dello Stato, con incarico settennale, per seguire tutti i dibattiti parlamentari, le scadenze istituzionali, le grandi manifestazioni popolari, l’attività del Capo dello Stato, etc,
    Le Tv commerciali hanno dimostrato la loro potenza facendo eleggere a Presidente del consiglio il loro padrone, alterando in modo insopportabile le regole del gioco democratico, devono essere private di questo potere soprattutto oggi che con il governo Berlusconi dei sei canali televisivi, cinque e mezzo sono a suo favore e la famosa “par condicio” risulta una beffa insopportabile.
    Vi è abbastanza spazio sia per la maggioranza che per l’opposizione, per spiegare, informare secondo il proprio punto di vista, anche 24 ore su 24, sulla rete a propria disposizione, in piena libertà.
    Queste sono le condizioni “min

  • avatar

    Ma insomma, on. Di Pietro… è dovuto ricorrere ad una sua nuova massima in inglese(?) per concludere una ramanzina infantile – palesemente rivolta al signor Ricci – dimostrando anche di non conoscere l’inglese corrente: “Any comments ABOUT Mr. Mills, dear Ricci?” si dice.
    E’ la prima volta che leggo il suo sito, e devo dire che come prima volta potevo pure risparmiarmela.
    E su, che il signor Ricci ha fatto anche “Forza Mutanda” ,ha schernito già sei partiti, di destra e di sinistra.Si guardi la copertina di oggi del sito di Striscia (http://www.striscialanotizia.mediaset.it/)
    E’ un tipo di satira diversa quella del programma.. magari anche nazional-popolare, e certamente non potrà mai essere graffiante come quella di Guzzanti (per esempio) almeno due ragioni: la prima editoriale, e la seconda perchè non farebbe ascolto.La nostra è una tv commerciale, se lo ricordi dott.Di Pietro. Il servizio pubblico fa il gioco dei pacchi a quell’ora: questi sono i problemi seri che i politici come lei dovranno affontare qualora vincessero. E in piena campagna elettorale lei se la prende con un dipendente Mediaset, liberale e indipendente qual è Ricci. Certo non dipenderà mai da lei visto che Mediaset è fortunatamente privata.
    Le scrivo a quest’ora non certo per cercare di passare inosservato il più possibile.. Attendo comunque una sua replica alle mie controdeduzioni, magari anche focosa.Lo faccia in privato però, sulla mia mail. La saluto!
    V.S.

  • avatar

    Penso che Striscia sia un programma utile, per certi versi un pò cme le Iene, anche se entrambi i programmi, è palese che siano spesso “imbrigliati” da forze maggiori..Quello che posso dire è che ho notato due cose: da un lato Ricci si è sempre mostrato molto amico di Beppe Grillo, segue anche i suoi spettacoli..ciò mi lascia pensare che sia anche lui un antiberlusconiano convinto, dall’altro mi è sempre parso di vedere una satira, potrei dire quasi facente il gioco di Berlusconi..ad esempio quando dicevano che aveva super poteri(quasi fosse un super uomo) e spesso più dura con quelli di sinistra. Da quello che si vede, nn è certo una satira quella di Striscia, che può ledere a Berlusconi.. Ma io volevo soffermarmi su un’altra cosa, leggo qui un commento firmato Valerio Staffelli..nn so se sia quello originale o meno, ma se così fosse, allora sarebbe una conferma a un dubbio che ho sempre avuto su di lui. Nei suoi servizi, appare sempre come quello buono, ingenuo, sembra che nn sappia nemmeno da che parte è girato. Eppure io ho sempre pensato che fosse tutta una recita e che in realtà fosse molto più intelligente e furbo di quello che invece vuol cercare di far credere. Molte sue consegne di tapiri o interviste, mirano proprio a far spazientire la gente, cerca di provocare delle reazioni, per magari farsi aggredire con insulti o meglio ancora fisicamente, per poi fare la vittima, passando per quello innocente e stupidotto, che viene mal menato e nn capisce nemmeno perchè. Come nel caso di Del Noce..lo stressò, lo stressò facendolo imbestialire di proposito e passando poi dalla parte della ragione. Però un pò è stato smascherato quando ultimamente ha consegnato un tapiro a Celentano..cercava di fargli perdere le staffe, dicendo cose stupidissime e facendo finta di nn capire le risposte..al che, Celentano grandissimo, all’ennesimo chiarimento sulla querela a Chiambretti gli risponde: “Ma ora ho capito che tu fai finta di nn capire e cerchi di allungare il brodo..” lasciandolo proprio a bocca aperta perchè era stato scoperto..
    Per cui mi sono sempre chiesto se Staffelli ci è o ci fa..e ora ho la certezza che ci fa, perchè dal commento che ha fatto nn appare certo una persona sempliciotta e ingenua quale cerca di far apparire..una volta fece imbestialire il cantante Zucchero e questi gli disse “hai gli occhi falsi”…..Forse nn aveva tutti i torti!
    Un saluto a tutti, Forza Di Pietro, sei grande!

  • avatar

    Da tempo sto cercando di capire il “successo” di una trasmissione come Striscia, tanto pompata e altrettanto opportunisticamente riverita (anche da sinistra). Non ci sono riuscito nè spero di riuscirci, perchè penso, in sostanza, che Ricci con la satira non ci azzecca un bel niente. Questo guru (ma quando mai!) della satira nostrana con le sue denunce minimali cerca di accreditarsi verso un pubblico “onesto” per poi mandare avanti il lavoro serio per il suo datore di lavoro. Il trattamento riservato a voi dell’Italia de Valori ne è un esempio paradigmatico.
    Il guru ha avuto 5 anni a disposizione per “esplicarsi”: ha girato lo sguardo dall’altra parte e ha pensato di mettersi l’anima in pace con qualche battutaccia su Berlusconi e la sua corte dei miracoli. Peggio per lui: ma quando gli ricapiterà una pacchia (per uno che fa satira) come quella di questi incredibili anni?

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Il nostro bravo Presidente del Consiglio
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    1) Bugie sulla loggia P2 (falsa testimonianza)
    La corte d’appello di Venezia, nel 1990, dichiara Berlusconi colpevole di aver giurato il falso davanti al Tribunale di Verona a proposito della sua iscrizione alla P2
    (reato coperto da amnistia nel 1989)
    2) Tangenti alla Guardia di Finanza (corruzione)
    1° grado: condanna a 2 anni e 9 mesi per tutte e 4 le tangenti contestate
    Appello: prescrizione per 3 tangenti (grazie alle attenuanti generiche), assoluzione con formula dubitativa per la quarta. nella motivazione si legge: “Il giudizio di colpevolezza dell’imputato (Berlusconi) poggia su molteplici elementi indiziari, certi, univoci, precisi e concordanti, per ciò dotati di rilevante forza persuasiva, tali da assumere valenza probatoria”
    Cassazone: assoluzione
    3) All Iberian 1 (finanziamento illecito ai partiti)
    1° grado. condanna a 2 anni e 4 mesi per i 21 MILIARDI versati estero su estero, tramite il conto All Iberian, a Bettino Craxi
    appello: prescrizione, tra le motivazioni della sentenza:”per nessuno degli imputati emerge daglia atti evidenza dell’innocenza”
    Cassazione: prescrizione confermata, tra le motivazioni della sentenza: “le operazioni societarie e finanziarie prodromiche ai finanziamenti estero sue estero dal conto intestato alla All Iberian al conto di transito nothern Holding (Craxi) furono realizzati in Italia dai vertici del gruppo Fininvest spa, con rilevante concorso di Berlusconi quale proprietario e presidente (…) Non emerge negli atti processuali l’estraneità dell’imputato”.
    4) All Iberian 2 (falso in bilancio)
    Processo sospeso in attesa che si conosca se le nuove norme in materia di reati societari approvate dal governo Berlusconi si siano legittime (deciderà l’Alta Corte di giustizia europea e la Corte costituzionale italiana. In pratica Berlusconi si è fatto la legge per scagionarsi, bisogna vedere però se gli alti organi saranno d’accordo…
    5) Medusa Cinema (falso in bilancio)
    1° grado: condanna a 1 anno e 4 mesi (10 MILIARDI di fondi neri che, grazie alla compravendita, vengono accantonati su una serie di libretti al portatore di Silvio Berlusconi)
    Appello: assoluzione con formula dubitativa. Secondo il collegio Be

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Il nostro bravo Presidente del Consiglio
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Il nostro bravo Presidente del Consiglio
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    6)Terreni di Macherio (appropriazione indebita, frode fiscale, falso in bilancio)
    1° grado: assoluzione dall’appropriazione indebita e dalla frode fiscale (4, 4 MILIARDI pagati in nero), prescrizione per i falsi in bilancio di due società ai quali “indubbiamente ha concorso Berlusconi”
    Appello: confermata l’assoluzione dalle prime due accuse. Assoluzione anche per uno dei due reati di falso in bilancio, per il secondo è intervenuta l’amnistia.
    Cassazone: in corso.
    7) Caso Lentini (falso in bilancio)
    1°grado: reato prescritto per la legge su falso in bilancio (10 MILIARDI versati in nero al Torino Calcio per l’acquisto del giocatore Luigi Lentini)
    Appello: in corso 8) Consolidato gruppo Fininvest (falso in bilancio)
    Il gip Fabio Paparella ha dichiarato prescritti, sulla base della nuova legge sul faso in bilancio, i 1500 MILIARDI (!) di presunti fondi neri accantonati dal gruppo Berlusconi su 64 società off-shore della galassia All Iberian (comparto B della Fininvest).
    Il pm Francesco Greco ha però presentato ricorso in Cassazione
    9) Lodo Mondadori (corruzione giudiziaria)
    1° grado: concessione delle attenuanti generiche (“Berlusconi è diventato Presidente del Consiglio”), ma condanna a Cesare Previti
    Appello e Cassazione: prescrizione
    10) Sme-Ariosto (falso in bilancio)
    Reato stralciato in seguito all’entrata in vigore delle nuove norme sul diritto societario, (Berlusconi avrebbe versato denaro ad alcuni giudici…). Il processo è fermo in attesa che l’Alta Corte di giustizia europea si pronunci, dato che queste nuove norme in vigore potrebbero essere in contrasto con quelle comunitarie. Ma anche in caso di risposta positiva per i giudici, resterà bloccato per il lodo Schifani. Come del resto tutti gli altri procedimenti ancora in corso a carico di Silvio Berlusconi.

  • avatar

    LE CONDANNE DI SILVIO……………..
    Il nostro bravo Presidente del Consiglio
    “La forza dei fatti”, ecco lo slogan del nostro amato Presidente Berlusconi per strappare qualche voto che ingrassi i magri sondaggi elettorali di Forza Italia di questi tempi.
    e allora vediamoli questi fatti:
    10) Sme-Ariosto (falso in bilancio)
    Reato stralciato in seguito all’entrata in vigore delle nuove norme sul diritto societario, (Berlusconi avrebbe versato denaro ad alcuni giudici…). Il processo è fermo in attesa che l’Alta Corte di giustizia europea si pronunci, dato che queste nuove norme in vigore potrebbero essere in contrasto con quelle comunitarie. Ma anche in caso di risposta positiva per i giudici, resterà bloccato per il lodo Schifani. Come del resto tutti gli altri procedimenti ancora in corso a carico di Silvio Berlusconi.
    11) Diritti televisivi (falso in bilancio e frode fiscale)
    Indagini preliminari in corso alla Procura di Milano a carico di numerosi manager del gruppo, più il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e il titolare Silvio Berlusconi, il quale – secondo l’ipotesi accusatoria – avrebbe continuato anche dopo l’ingresso in politica nel ’94 ad esercitare di fatto il ruolo di dominus dell’azienda. Oggetto dell’indagine: una serie di operazioni finanziarie di acquisto di diritti cinematografici e televisivi da major americone, con vorticosi passaggi fra una società estera e l’altra del gruppo Berlusconi, con il risultato di far lievitare artificiosamente il prezzo dei beni compravenduti e beneficiare di sconti fiscali previsti dalla legge Tremonti, approvata dal primo governo dello stesso Berlusconi. Il presunto falso in bilancio è valutato intorno ai 180 milioni di Euro (circa 350 MILIARDI)
    12) Telecinco (violazione delle leggi antitrusti e frode fiscale in Spagna)
    Il giudice anticorruzione di Madrid Baltasàr Garzòn Real, dopo aver chiesto nel 2001 al governo italiano di processare Berlusconi o, in alternativa, di privarlo dell’immunità in modo di poterlo giudicare in Spagna, non ha ancora ricevuto risposta. berlusconi in Spagna è accusato – insieme a Marcello dell’Utri (pregiudicato) e altri dirigenti Fininvest – di aver posseduto, grazie a vari prestanomi e operazioni finanziarie illecite, il controllo pressoché totalitario dell’emittente Telecinco, in violazione dell’antitrust spagnola.
    13) Mafia (concorso esterno in associazione mafiosa e riciclaggio di denaro sporco)
    Indagini archiviate a Palermo su richiesta dell

  • avatar

    Un dei motivi perchè gli Italiani non dovrebbero dare il voto alla destra a parte indagati, mafia e dintorni è perchè mentre noi poveri mortali in questi ultimi anni non abbiamo fatto altro che tirare la cinta giorno dopo giorno, il dipendente che ci governava insieme a quasi tutti i suoi compari non ha fatto altro che arricchirsi, siamo ritornati al medio evo dove il re con la sua corte scialavano e ill popolo moriva di fame, finchè non hanno più resistito e hanno preso la bastiglia……
    E l’arricchimento del nostro dipendente b. non è una cosa campata in aria ci sono prove ben visibili basta informarsi.
    IL MIO PATRIMONIO
    2003 5,9 MILIARDI DI $
    2004 10 MILARDI DI $
    2005 12 MILIARDI DI $
    (fonte: forbes U.S.A. novembre 2005)
    Amico elettore, amica elettrice,
    grazie al tuo voto ho potuto raggiungere l’obiettivo concreto di raddoppiare il mio patrimonio
    in soli 2 anni.
    Ecco come:
    1) grazie alla legge Gasparri, nel solo anno 2004 la pubblicità per Mediaset è aumentata del 3,8%
    (circa 1 miliardo e 200 milioni di euro all’anno).
    2) l’appalto concesso dal Governo alla Banca Mediolanum, senza asta, per potere utilizzare i
    14.000 sportelli delle Poste Italiane, mi ha reso1 milardo di euro all’anno.
    3) nel 2001 la Presidenza del Consiglio (governo Prodi) aveva commissionato solo 1 milione e
    750 mila euro di spot a Mediaset, nel 2002 la Presidenza Berlusconi ha commissionato 9 milioni
    e 250 mila euro, ed ha aumentato ogni anno fino agli oltre 10 milioni di euro dell’anno scorso
    (Economist-London).
    4) come assicuratore avrò vantaggi per miliardi di euro dalla nuova legge sulla previdenza
    assicurativa, già con una serie di norme a mio favore ho incassato qualche centinaia di milioni di
    euro all’anno in più.
    5) ho risparmiato dalla riduzione delle tasse diversi milioni di euro (e con me hanno risparmiato
    mia moglie, mio fratello e i miei figli, tutti titolari di qualche fetta della mia grande redditizia
    torta).
    6) uno dei produttori italiani di apparecchi per ricevere il digitale terrestre è un’impresa control-
    lata, attraverso la finanziaria Pbf srl, da mio fratello Paolo Berlusconi, e giustamente usufruisce
    dei contributi statali per il digitale terrestre. (Washington Post).
    7) il decreto salva calcio mi ha fatto risparmiare 240 milioni di euro, e la riduzione delle plusva-
    lenze (Tremonti 2002) ha fatto risparmiare a Mediaset 340 milioni di euro.
    Caro elettore, cara elettrice,
    tutti dicono che c’è crisi ma grazie a ques

  • avatar

    Un dei motivi perchè gli Italiani non dovrebbero dare il voto alla destra a parte indagati, mafia e dintorni è perchè mentre noi poveri mortali in questi ultimi anni non abbiamo fatto altro che tirare la cinta giorno dopo giorno, il dipendente che ci governava insieme a quasi tutti i suoi compari non ha fatto altro che arricchirsi, siamo ritornati al medio evo dove il re con la sua corte scialavano e ill popolo moriva di fame, finchè non hanno più resistito e hanno preso la bastiglia……
    E l’arricchimento del nostro dipendente b. non è una cosa campata in aria ci sono prove ben visibili basta informarsi.
    IL MIO PATRIMONIO
    2003 5,9 MILIARDI DI $
    2004 10 MILARDI DI $
    2005 12 MILIARDI DI $
    (fonte: forbes U.S.A. novembre 2005)
    Amico elettore, amica elettrice,
    grazie al tuo voto ho potuto raggiungere l’obiettivo concreto di raddoppiare il mio patrimonio
    in soli 2 anni.
    Ecco come:
    7) il decreto salva calcio mi ha fatto risparmiare 240 milioni di euro, e la riduzione delle plusva-
    lenze (Tremonti 2002) ha fatto risparmiare a Mediaset 340 milioni di euro.
    Caro elettore, cara elettrice,
    tutti dicono che c’è crisi ma grazie a questo governo, ora io sono il 25esimo uomo più ricco del
    mondo. Pensa, nel 2001 ero solo il 48esimo! La crisi è chiaramente una menzogna dei comunisti.
    Ti chiedo il voto per altri 5 anni e così anche il nostro Paese potrà dire che un italiano è tra i primi
    10 uomini più ricchi del pianeta.
    Forza Italia! La forza di un sogno! TOGLIAMOLO DAI COGLIONI!
    Silvio Berlusconi

  • avatar

    caroDipietro ti suguo sempre quando appari in tv e condivido le tue battaglie sulla giustizia non mollare mai indici una raccolta di firme per la proposta di legge(ogni individuo che subisce una condanna non puo essere ne candidato ne eletto in parlamento) un inbocca lupo per le elezioni sappi che sono in molti che ti vorrebbero MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

  • avatar

    Caro Di Pietro, le sue parole potrebbero certamente essere equivocate dai più maliziosi, per quanto riguarda la storia di Striscia La Notizia: so che lei non è certo un amante della censura, ma credo che il post sulla trasmissione Mediaset avrebbe dovuto essere evitato.
    E’ certamente vero che Ricci, come scrive lei, è forte con i debole, e zerbino coi potenti, e che c’è sicuramente la necessesità di un riordino del sistema televisivo (www.tenedezueleta.it) per liberalizzare le emittenti private e rendere realmente pubbliche le altre, ma è anche vero che la satira, anche offensiva, non andrebbe commentata soprattutto da chi la subisce.
    Ricci è stato maleducato, va bene. Ma lasciamolo cuocere nel suo brodo, al fine di non sembrare come gli altri.
    Ne approfitto per incitarla nella sua battaglia per la legalità; anche centrosinistra ci sono dei pregiudicati: spero che ci sarà l’occasione di parlarne con i vertici dell’Unione.
    Cari Saluti
    Andrea Caso

  • avatar

    caro Antonio,
    ritengo che tu non dìa peso alle sparate di due deficienti, messi lì a sghignazzare come pollastri ???
    com.que, non ho visto quella puntata di ‘Striscia’ che ritengo un programma riservato a idioti insieme all’altro (le Jene)
    purtroppo l’amico Ricci non è più quello di ‘Drive-in’
    ti saluto con simpatìa

  • avatar

    Vorrei dare una rispostina preliminare al giullare Staffelli.
    Perchè non date ad Emilio Fede un tapiro per l’occupazione di uno spazio destinato ad altra emittente?
    Perchè non ricordiamo alle scorse elezioni come venivano etichettati i due contendenti?
    Berlusconi= il cavaliere Mascarato
    Rutelli = il moscone verde
    Ti sembra la stessa cosa, caro il mio esperto di comunicazione. Poi, terminando, per motivi di spazio, ti dico che da cittadino che paga le tasse, senza ricorrere a condoni o falsi in bilancio, non accetto che il sig. Greggio si erga a paladino delle nefandezze del bel paese. Infatti, pur essendo cittadino Italiano come me, lavorando in Italia come me, guadagnando enormemente più di me; per il fatto di avere la residenza Al principato di monaco, Greggio contribuisce alla sanità, all’ istruzione, alla giustizia, molto meno di me. Non è che Puoi chiedere a Tremonti perchè lo scudo fisclale non abbia convinto Greggio?
    La verità è che ormai non fate più ridere nessuno. Tutte le persone con un minimo di buon senso hanno capito il gioco di Ricci e dei suoi giullari.
    Eppoi il signor Di Pietro conosce l’inglese ne più ne meno di quanto non lo conosca il suo padr…ehmm, pardon il suo editore, grazie al quale abbiamo fatto ridere mezzo mondo! Ma siccome le sue “controdeduzioni” sanno di ridicolo non mi pare il caso di prolungarmi sul ridocolo. Piuttosto per favore mi consegni un bel tapiro ? Motivo: dopo 5 anni di del governo del suo editore ne ho una vagonata di motivi per essere attapirato. Lui ha paga voi, na noi abbiamo dovuto pagare lui.
    Lavoro a progetto-=vita senza possibilità di progetto.
    Eh si, lei è fortunato a lavorare in una delle aziende del premier. Quelle si che hanno guadagnato. Per loro si che l’euro è stato un’ affare. E’incredibile che l’uomo che più si lamenta dell’ euro, è quello che più ci ha guadagnato !
    Mi fermo qua per il rispetto che ho nei suoi confronti e perchè la invito a riflettere liberamente, se ne è ancora in grado!
    Sei un ragazzo intelligente, su questo non c’è alcun dubbio. Quindi sai benissimo che non si possono prendere in giro per troppo tempo le persone, perchè poi se ne accorgono.
    Il tuo editore se ne accorgerà il 9 Aprile.
    stavolta non ci sono mosconi verdi che reggono.-
    Game over!

  • avatar

    Spett.le sig. dipietro ho letto il suo articolo inerente la informazione scorretta che il servizio televisivo ( striscia la notizia) propina a noi cittadini. Lei si rammarica del fatto che la colpiscono politicamente arecandole danno d’ immagine. Io invece mi rammarico del fatto che ci propinano delle grossissime NON verità. Sono con lei per una riforma del settore televisivo ma vorrei di piu’. Auspico ad una riforma MORALE del giornalismo. Vorrei piu’ informazione VERA, non politicamente pilotata, magari asettica ma pulita. Io non ho mai votato per lei, ma la prego di continuare cosi’. Lei fa onore a tutti quelli che come me credono sopratutto nalla VERITA’ e nelle persone oneste. Distinti saluti Primo Passaggio

  • avatar

    Striscia fa come sempre e da sempre della tv spazzatura, con la differenza che sono rifiuti speciali, costosi da distruggere.
    Quello che fa pena non è il fatto che ci siano stupidotti che ridacchiano e veline sculettanti che si muovono, in fondo sono ” bocche da sfamare ” , rammarica il fatto che la gente si rivolge a loro per denunciare fatti di vita pubblica.
    E’ la disperazione, desolante, assurdo.
    Ciao a tutti.

  • avatar

    Il trattamento che il “Sig. Ricci” ha riservato all’Italia dei valori mi ha molto sorpreso.pensavo che Ricci fosse l’ultimo dei “Giapponesi” sulle reti Mediaset, rimanendo indipendente e coraggioso..Sinceramente non me lo aspettavo.Vuol dire che striscia non la guarderò più, anzi farò pubblicità negativa ad altri miei conoscenti.
    Comunque forza Antonio!Anche in occasione di queste elezioni che ritengo cruciali per il nostro paese, molto probabilmente ti darò il voto, stimandoti come persona..Ed anche i tuoi collaboratori..E condivido il programma del movimento.
    Luigi palanga

  • avatar

    Egregio on. Di Pietro,
    vorrei dire una cosa riguardo la qualità della tv italiana, non della sua politicizzazione. La prego di vedere questo filmato: http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/2006/03/24/video_3265.shtml?adsl.
    Mi riferisco alla prima parte, quella con la lotta.
    E’ ammissibile ciò? Il rispetto per le donne dov’è? Anche agiscano per finta, bisogna pernsare a chi guarda quella roba. Infatti, il wrestling ormai è praticato nelle scuole, non nell’ora di ginnastica, me nell’intervallo… Veri e propri pestaggi a suon di mosse viste su Italia 1 (ho parenti insegnanti che mi raccontano).
    Vorrei pertanto porre come sottoproblema della regolamentazione tv la qualità dei programmi, nonchè l’eliminazione di demenzialità, in particolar modo reality e sport violenti: i primi promettono soldi facili, a spese di persone in genere non di alta cultura e in ogni caso in barba a chi studia per anni prima di avere un posto di lavoro, i secondi per l’effetto negativo sui più giovani, e in generale sulla maggior violenza delle persone (ricordo che il wrestling non è parte della cultura italiana).
    Gradirei se possibile una sua riposta, anche privata, in merito.
    Ps: ho 20 anni e studio ingegneria.

  • avatar

    Carissimo Di Pietro,
    è da tanto che dico in giro ad amici e parenti della falsa libertà del tg satirico Striscia….
    vengo preso per pazzo, è un programma che piace a tutti…..ma è ormai da tempo che è sotto gli occhi di tutti la loro parzialità.
    e queste ultime elezioni sono servite ad evidenziare ancora di più questa cosa!
    un velocissimo esempio:
    avete presente quando Berlusconi utilizzò la parola “coglioni” per identificare tutti coloro che non lo avrebbero votato?
    ebbene striscia non ne diede subito notizia…cosa che mi sarei invece aspettato se avessi creduto nella loro libertà d’opinione!
    si nota come, nei loro pseudo servizi prendano in giro il loro datore di lavoro per il trapianto, per l’altezza e per come questa cosa lo faccia sentire in imbarazzo quando è fianco a fianco con qualche collega più alto!!!
    mentre, parlando di altri esponenti politici, soprattutto quelli di sinistra, scendono nei particolari politici, criticandoli negativamente!
    Ebbene, striscia tutto è, tranne che una voce fuori dal coro!!!

  • avatar

    Incontro con il dottor Nazzareno Italiano
    “Striscia” lo cerca, Italymedia lo trova
    Parla il medico che “Striscia la Notizia” ha individuato come presunto responsabile dello studio dentistico nel quale a Roma sembra operassero dei falsi dentisti, ma che è riuscito ad eludere l’occhio delle telecamere. Un caso che sta appassionando l’Italia
    di Antonello De Pierro
    Roma. Ha poca voglia di parlare il dottor Nazzareno Italiano, il medico salito alla ribalta delle cronache, dopo che il celeberrimo programma televisivo firmato da Antonio Ricci “Striscia la Notizia”, sembrerebbe aver scoperto nello studio dentistico ubicato nello stesso stabile in cui svolgeva fino a qualche tempo fa la sua professione sanitaria, due falsi dentisti, che invece pare siano solo odontotecnici. Il volto divorato dallo stress degli ultimi giorni, già provato dal peso di rilevanti vicissitudini familiari, in queste ore è braccato dagli inesorabili segugi di “Striscia”, a cui però ha deciso di non offrire alcun tipo di collaborazione e ce ne ha spiegato le ragioni. Noi di Italymedia.it con umano rispetto e sensibilità professionale, che riteniamo di rigore in certi casi, siamo riusciti ad avvicinarlo ed a farci spiegare le sue ragioni, in un’intervista esclusiva, anche se breve, a causa della sua comprensibile difficoltà emotiva nell’affrontare la delicata faccenda, tra l’altro preoccupato per eventuali ripercussioni sulla sua situazione familiare (il dott. Italiano è padre di una bella e vivace bambina, nata dal matrimonio con la sua ex moglie, che merita tutte le accortezze e le precauzioni del caso, al fine di tutelare e non mettere a repentaglio il suo sviluppo psicofisico). Il medico ci apre le porte della sua abitazione con atteggiamento cordiale, affabile e disponibile, ma sempre attanagliato dai morsi del dolore e dalle ombre cupe della tristezza. Inizia a parlare, a sfogarsi, prima timidamente, poi spalancandoci con gratitudine e fiducia l’accesso alle corde poco vibranti del suo stato d’animo, la cui condizione è tradita dalla voce affranta, tremula e malferma. Ne siamo fieri, anche se qualche nota di disagio ci sfiora di tanto in tanto mentre ci addentriamo nei meandri della spiacevole e toccante vicenda.
    Come ha reagito all’iniziativa di “Striscia”?
    All’inizio con disappunto e incredulità. Mi trovavo in una camera dell’Hotel “Torre S. Angelo” di Tivoli, dove avevo trascorso una notte di sesso con un’ammiratrice. Ho qui con me ancora la fattura. Ho rice

Scrivi un commento

:D :) :o :eek: :( :lol: :wink: :arrow: :idea: :?: :!: :evil: :p

-->