Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi
Digressioni

Ecco la prova: Monti ostaggio di Berlusconi

Facebook
Google
Twitter
93
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url: http://bit.ly/weCIdz

monti ostaggio Ecco la prova: Monti ostaggio di BerlusconiStamattina il presidente della X Commissione del Senato ha dichiarato inammissibile l’emendamento dell’Italia dei Valori con il quale chiedevamo di mettere in gara le frequenze televisive, invece di regalarle a Berlusconi e alla Rai con la buffonata del beauty contest.

Il governo e la stranissima maggioranza che lo sostiene se ne sono rimasti acquattati senza intervenire. Così abbiamo avuto la prova provata di quel che diciamo sin dall’inizio: il governo Monti è ostaggio di Berlusconi e dei suoi sodali. Può permettersi di essere prepotente con le fasce sociali più deboli ma, di fronte all’azionista di maggioranza che può farlo cadere quando vuole, deve restare in riga e obbedire.

Diciamo allora le cose come stanno, senza fare gli ipocriti come tutti gli altri:le frequenze regalate a Mediaset sono il prezzo pagato dal governo per ottenere e conservare il voto di fiducia di Berlusconi. Tutte le promesse del ministro Passera sulla cancellazione del beauty contest, tutte le belle parole sulle liberalizzazioni e sulla fine degli oligopoli sono solo chiacchiere. Fumo negli occhi dei cittadini che, a differenza di Berlusconi, il prezzo della crisi devono pagarlo davvero e non solo a parole.

Noi dell’Italia dei Valori però non ci siamo arresi e non ci arrenderemo. Continueremo anche da soli questa battaglia giusta e sacrosanta. Non siamo stati complici di Berlusconi ieri e non lo saremo nemmeno oggi, quando tante forze politiche fingono di non vedere lo schiaffo che è stato dato a tutti i cittadini onesti, pur di non disturbare il manovratore e il suo governo.


93 Commenti a “Ecco la prova: Monti ostaggio di Berlusconi”

  • avatar

    Di Pietro:
    Il governo e la stranissima maggioranza che lo sostiene se ne sono rimasti acquattati senza intervenire. Così abbiamo avuto la prova provata di quel che diciamo sin dall’inizio: il governo Monti è ostaggio di Berlusconi e dei suoi sodali.

    Tonino, un po’ dopo l’inizio, visto che l’inizio di q

    Può permettersi di essere prepotente con le fasce sociali più deboli ma, di fronte all’azionista di maggioranza che può farlo cadere quando vuole, deve restare in riga e obbedire.

    - – - -

  • avatar

    Di Pietro:
    Il governo e la stranissima maggioranza che lo sostiene se ne sono rimasti acquattati senza intervenire. Così abbiamo avuto la prova provata di quel che diciamo sin dall’inizio: il governo Monti è ostaggio di Berlusconi e dei suoi sodali.

    Tonino, un po’ dopo l’inizio, visto che l’inizio di questo governo ha avuto il placet dell’IDV.

    Riguardo alla stranissima maggioranza che lo sostiene, ricordo male o con un suo pezzo, tale PD meno ELLE, vorresti tornare ad allearti? A che pro?

    Ma l’IDV che cosa vuol fare da grande?

  • avatar

    Mica è scemo il nano schifoso..!? E che t’aspettavi, che firmava una cambiale in bianco a monti..? Il furbastro si è solo nascosto dietro le quinte…sono sicuro che avrà avuto rassicurazioni sul fatto che nessun processo arriverà a sentenza, anche se la magistratura reciterà fino in fondo la propria parte…adesso ha lasciato il via libera a monti di spillare qualche quattrino alla chiesa che aveva osato attaccarlo e denigrarlo. Il pd, conferma quanto ho sempre sospettato, che sia cioè anch’esso a libro paga del porco. Del resto, uno che paga e corrompe abitualmente donne,politici,magistrati, avvocati e testimoni, non vedo perchè non debba comprarsi anche una finta opposizione….non si spiegherebbero altrimenti le strategie pd, anche la stupidità ha i suoi limiti..!? Quindi è ovvio che non si farà nessuna asta, semmai, gli faranno pagare un tantino giusto per l’occhio sociale…..

  • avatar

    LE FREQUENZE A MEDIASET NEL NOME DEL CONFLITTO D’INTERESSI?

    La questione delle frequenze è quella d’una attesa; forse, per fare al momento opportuno, quel che non si può fare ora. Non è chiaro, se Passera, col governo Monti, cerca di guadagnare tempo, e realmente, farà seguire passi concreti, oppure prenda in giro noi. Si sta barcamenando. Ma a chi rifilerà, infine, il pacco? (Se Passera volesse candidarsi nel 2013, dovrebbe rifilarlo a B! Mostrerebbe un po’ di autonomia e personalità. Non so, però, quanto gli costerebbe, a Passera, questo gesto… “originale”!)

    La situazione del Belpaese è quella del conflitto d’interessi, che ha “figliato” la legge elettorale dei nominati al parlamento, e quindi, nei fatti, la fine della rappresentanza democratica, dell’italico corpo elettorale.

    IN ITALIA SIAMO SOLO IN UNA SIMIL-DEMOCRAZIA. Se è vero, come è vero, che siedono in parlamento, persone, non scelte dal popolo, ch’è l’unico sovrano. La nostra Democrazia è solo a parole. Visto che quel poco che si dice attraverso i referendum abrogativi viene puntualmente disatteso da chi governa il Paese, o nel nome della “porcellum”, o come ora della tecnocrazia bancaria.

    Siamo nel limbo. La degenerazione anti-democratica, proseguirà sino al neo-feudalesimo, all’anarchia, al caos, all’autocrazia, agli abusi impuniti alla luce del sole, oppure, scomparso senilmente dalla scena politica B, si frammenterà anche il blocco “politico” e sociale, soprattutto di potere lobbistico, che oggi s’incontra nel Pdl, per schermare l’azienda di famiglia, e la vocazione bipartita di B?

    Se i nominati, non faranno l’ennesima furbesca legge elettorale, di interdizione al corpo elettorale, al fine di compensare, il calo dei consensi, non li rivedremo più in Parlamento: ma chi dà da solo calci negli zebedei? L’ottimismo è quindi fuori posto. Così come è inaccettabile, che un’azienda privata, s’appropri dei beni pubblici, nel nome del conflitto d’interesse!

  • avatar

    Che Joseph Stiglitz, Premio Nobel dell’economia, noto per le sue posizioni anticonformiste, si distinguesse per la sua analisi sulla crisi Europea, è cosa logica. Durante il Forum finanziario Asiatico di Hong Kong, tenutosi a fine gennaio, tuttavia, il famoso economista ha avuto parole di un pessimismo raro a proposito del continente. Per lui, i funzionari Europei, sotto la pressione di un dubbio consensus finanziario, stanno portando i loro paesi nel caos, e la moneta unica verso una sparizione quasi inevitabile

    Red Passion febbraio 16th, 2012 alle 13:18

    Il pessimismo, è scaturito dal comportamento dei politici europei.
    Per come è stata costituita la Comunità Europea (e la sua moneta), il fallimento è la conseguenza naturale.
    La storia di questo (probabile) fallimento, iniziò quando alla fine degli anni ottanta, i politici italiani, francesi, greci e spagnoli, dissero di no agli altri Paesi (con in testa la Germania), all’ipotesi di creare gli Stati Uniti d’Europa.
    Infatti i politici dei Paesi a sud dell’Europa, per non perdere la loro (personale) sovranità, crearono i presupposti di questa irreversibile crisi.

    Adesso l’uscita dall’Euro, è solo una questione di tempo.

  • avatar

    le banche

    gli esperti dicono che dovrebbero dare soldi per riavviare l’economia.
    invece non lo fanno. i soldi servono a loro per ristrutturarsi.

    non danno più soldi perché ormai tutto l’ipotecabile è ipotecato.
    loro lavorano solo su questo.
    il mercato ipotecario è saturo. Non ce lo dicono ma è l’unica causa.

    parlano anche di ripresa dell’economia attraverso la ripresa dei consumi.

    bisogna pensare ad una economia basata sul calo dei consumi.
    è l’unica che può portare alla salvezza.

    non del capitale.

  • avatar

    cos’è il bolg?

    una spada di Damocle

  • avatar

    chissà se questi qui

    ci hanno provato a scrivere

  • avatar

    la ripresa

    fra un po’
    quando si saranno inventati una nuova fregatura.

    Andrà a gonfie vele

  • avatar

    Di Pietro scrive “Ecco la prova: Monti ostaggio di Berlusconi”

    Mi permetta il dissenso: direi che “Monti è ostaggio sia di Berlusconi sia, cosa ancor più grave, dei mercati (leggi finanza: BCE FMI etc)
    una spirale perversa dalla quale sarà molto dura uscirne; se e quando ne usciremo i caimani, alligatori e rapaci vari, ci avranno depredato di tutto e dovremo dopo aver subito manovre “lacrime e sangue” ricominciare da capo.

  • avatar

    Onorevole Di Pietro, alle prossime elezioni, secondo Lei quanti cittadini andranno a votare e quanti voteranno scheda bianca o meglio nulla?

    Questa sarà la risposta degli italiani ai politici corrotti e inciuciati che non permettono e non rispettano la volontà del popolo ed in particolare alle esigenze dei poveri e dei giovani, ricordandoci che finora non hanno fatto nulla o quasi per loro.

  • avatar

    pecorellasmarrita, 16 febbraio 2012, 15:39

    uno che paga e corrompe abitualmente donne,politici,magistrati, avvocati e testimoni, non vedo perchè non debba comprarsi anche una finta opposizione….

    …che mi ricorda quella (finta) di Putin. Per quanto…

    non si spiegherebbero altrimenti le strategie pd, anche la stupidità ha i suoi limiti..!?

    …per quanto, pensando allo stratega del Tavoliere, che finora le ha sbagliate tutte, e a quelli, a partire dal suo trasparente maggiordomo, che continuano a considerarlo una volpe, anche l’ipotesi della stupidità illimitata ha il suo fascino.

  • avatar

    Leggo sul sito del Fatto:

    Un nuovo tentativo di forzatura parlamentare sulla privatizzazione dell’acqua, bocciata dai referendum del giugno scorso, si sta giocando sull’articolo 25 del decreto Monti. Particolarmente attivo in questo senso è il senatore del PDL Enzo Ghigo, che presenta due emendamenti in cui, tra l’altro, si propone di eliminare l’esclusione dell’acqua dall’obbligo di cessione ai privati. In sostanza si ripropone tout court la legge Ronchi-Fitto. Ma Ghigo non è l’unico: il senatore del PD Enrico Morando chiede l’inserimento di un nuovo articolo nel decreto sulle liberalizzazioni. Obiettivo dichiarato è la reintroduzione parziale della remunerazione del capitale investito. Che era stata abrogata dal secondo quesito referendario.

    Impagabile PD. Che ne dici, Tonino?

  • avatar

    Corte dei Conti:
    “Dilagano corruzione e malaffare, con dimensioni molto superiori a quelli previsti”.

    Strano, chi lo avrebbe mai detto?

  • avatar

    Nell’ultimo trimestre 2011, il PIL ha segnato -0.7….facendo una proiezione su 12 mesi, abbiamo un -2.8. Ma considerato che le manovre, anzi le nuove tasse, devono ancora andare a regime, che a settembre probabilmente l’iva salirà al 23% come in Grecia, che la benzina aumenta ogni giorno etc etc etc, è molto probabile che il pil 2012 chiuderà a -3.5% se non peggio. Essendo il rapporto debito/pil uno dei fattori che determinano la sostenibilità, e quindi la credibilità nei mercati, del debito, è probabile che lo spread tornerà a sfondare quota 500 punti. Infatti, nonostante le manovre del governo tecnico, lo spread rimane sui 350 punti, e ieri ha sfondato nuovamente quota 400……Ammesso che riusciremo a non far lievitare ulteriormente i 1.900 mld di debito(che nel 2011 è aumentato di 50 mld), una flessione del 3.5% del nostro pil(circa 1.600 mld) significherebbe meno 50 mld di euro l’anno. Se a questi 50 mld, aggiungiamo gli interessi che dobbiamo pagare(e più passa il tempo, e più stiamo rifinanziando il nostro debito ad un tasso medio,tra decennali, biennali etc del 4%), nell’arco di poco tempo ci troveremo a circa -130 mld di euro l’anno rispetto agli anni precedenti……ma che ripresa auspicano..? L’Italia non è la Grecia, direte voi..!? Vero, e infatti, ci impiegheranno un po più di tempo per fotterci del tutto….tutto qui..!

  • avatar

    Monti non è ostaggio di nessuno..! Gli ostaggi siamo noi, solo che crediamo nell’illusione della democrazia e baggianate simili…

  • avatar

    A maggior ragione se volete riformare il settore dovete privatizzare la rai e mettere in gara le frequenze oltre che rivedere la tassazione. E abbiamo capito chi è il PD visto che fanno fioccare anche proposte sulla privatizzazione dell’acqua. Lei pensa sempre alla foto vero? Sarà il caso che invece l’IDV si doti di un dipartimento d’economia che coinvolga economisti pesanti finora lasciati fuori solo come opinionisti o docenti? Fermo restando il rispetto per coloro che già ci sono, non può Di Pietro occuparsi di tutto perché rischia di prenderne 50 e 50 parlando di temi a lei sconosciuti.

  • avatar
  • avatar

    e censurami ancora, io parlo male di zì pietro e questo mi censura, ecco cos’è idv un partito come gli altri attento solo alla continuazione di se stesso, e censura, censura, censura…………

  • avatar

    C’era d’aspettarselo. Lo sto dicendo da tempo che è un governo di facciata. Monti è il manovale del cavoliere. Mi fa senso che l’abbia messo Napolitano in modo così esplicito compare di entrambi. Bene allora io DENUNCEREI TUTTI ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA e lancerei un referendum per cancellare lo scellerato spreco di risorse del POPLO per il capriccio di tre compari! Come si permettono queste persone, prese con le mani nel sacco, di continuare imperterriti nel loro ABUSO DI POTERE? CHI DEVE ESSERE IL GARANTE DELLA COSTITUZIONE? Bisogna dare una lezione ai FALSI BENEFATTORI DELLA PATRIA. Bisogna trovare una soluzione a questo andazzo prima che facciamo la fine della GRECIA. Monti e gli altri sepolcri imbiancati la ci stanno portando.

  • avatar

    Ma caro Di Pietro ,
    Per quei pochi italiani che ancora hanno un po di sale in zucca e che sanno ragionare , questa era una cosa chiara gia` dall`inizio del governo Monti .
    Io per quanto mi riguarda gia` dal primo minuto ho visto in Monti il braccio armato di Berlusconi , soltanto con la faccia piu` pulita e con meno cerone .
    Ma come fanno gli italiani a farsi prendere in giro da questo personaggio ?
    Ma quando apriranno gli occhi ? Questi cossidetti ministri perbene e dalle faccie affidabili ,sono nei modi forse meno sguaiati dei vari La Russa , Cicchitto o Gasparri , ma nei fatti sono uguali a loro . Ma li avete sentiti con quale arroganza e tracotanza questa gente va a parlare in televisione ?
    Speriamo che arrivino presto le elezioni in modo da mandare a casa questa gente e sperando magari che gli italiani almeno una volta aprino gli occhi !
    Cordiali Saluti
    Domenico

  • avatar

    …PROPOSTA DI LEGGE ELETTORALE

    Bisognerebbe essere iscritti “d’ufficio”, al partito di riferimento, in base al reddito. I partiti, dovrebbero dichiarare, quali fasce di reddito, intendono prioritariamente tutelare. I cittadini, che non fossero concordi, con l’iscrizione automatica, alle primarie del partito di riferimento, possono suggerire variazioni.

    Per es. Tizio è iscritto d’ufficio al SEL di Vendola, perchè è un disoccupato, iscritto al centro per l’impiego, con reddito zero, ma possessore di una casa, ereditata da tempi migliori, su cui paga l’IMU e la tassa sui rifiuti.
    Non gode d’alcun provvedimento di Welfare.
    Se, invece, crede che sia stato commesso un errore, può chiedere, semplicemente, una variazione nella sua iscrizioni alle primarie del SEL, per partecipare, p. es. alle primarie del Pdl.

    Così si gioca a carte scoperte, nel bene e nel male. Si perde una porzione di segretezza del voto, si guadagna nel fatto che ognuno è portato a far chiarezza mentale, politica, sociale, a partire dai fatti, cioè: da quanto guadagna per vivere!

    La legge elettorale vera e propria, dovrebbe ancorare i candidati, strettamente al territorio. Niente premio di maggioranza truffa. Niente più nominati. Di nuovo le prefernze, anche a rischio di compravendita, delle medesime! Il popolo sovrano, se proprio deve, dovrebbe poter sbagliare da solo! (E poi c’è la magistratura, e le forze di polizia, o no?!?)

    In garanzia del pluralismo a largo raggio, e quindi, delle minoranze, dovrebbero esserci compensazioni, con posti in parlamento, fra i primi non eletti, in ragione dei voti conseguiti dalla lista, su base nazionale, per chi non ha vinto, direttamente, sulterritorio, nel proprio collegio.

    Dovrebbe prevalere il maggioritario, su base territoriale, nazionale, più una quota minoritaria di primi non eletti, sulla base dei voti, conseguiti dalle loro liste; la maggioranza parlamentare, dovrebbe essere determinata comunque dal maggioritario (!), prescindendo da questa minima quota proporzionale “di garanzia”, per dar voce comunque, a chi un seguito ce l’ha, con i partiti minori.

  • avatar

    @ Chip En Sai:

    Mah … chi ti capisce e` bravo !
    Certo che il tuo come ragionamento e`davvero insuperabile !!!
    Togliti le bucce di banane davanti agli occhi e smettila di criticare sempre
    e solo Di Pietro .

  • avatar

    Le banche cinesi e le aziende della città portuale di Tianjin hanno tagliato la loro esposizione all’Europa per timori di un precipitare della crisi del debito. In un recente sondaggio su 53 banche e 15 aziende, 11 istituti di credito hanno dichiarato di aver tagliato o estinto del tutto il loro trade finanziario con nazioni europee con alto debito, sospeso tutti i business sui derivati con le banche europee, tagliato i prestiti agli istituti dell’eurozona.

    Un dato che preoccupa, tanto più che per il porto di Tianjin, l’Europa rappresenta la seconda destinazione dell’export dopo gli Stati Uniti ma

    gli esportatori locali stanno provando a vendere più a livello interno o ad avventurarsi sui mercati emergenti, pur di tagliare la loro dipendenza dal mercato dell’eurozona.

    E’ la stessa Cina che pochi mesi fa, per la quinta volta in un anno, si diceva pronta ad aiutare l’Europa, da subito e con 20 miliardi di dollari. Non ce ne siamo accorti. Come non accorgersi dello shopping mirato, un cherry picking in grande stile sul mercato equity e utilities, da parte del Dragone in Grecia e Portogallo: porti, aeroporti, aziende di gestione di gas, acqua ed elettricità, shopping strategico a prezzi di saldo per le SOES cinesi e i fondi sovrani stracarichi di cash di Stato. Se questo è l’aiuto della Cina, meglio farne a meno: altrimenti ci ritroveremo tra l’incudine tedesca (che chiede dismissioni in nome del regole e dell’equilibrio fiscale ed evitare i default) e il martello di Pechino (che non disdegna di colonizzare il suo primo mercato per export). Un capolavoro, non c’è che dire.

    Da più parti si sentono pareri e analisi ottimistiche rispetto al rally borsistico innescatosi a dicembre, a dispetto dell’aggravarsi della crisi greca. Bene, quel rally è proprio figlio di questo peggioramento e, come tale, è destinato a finire presto e male. Questo rally è stato nulla più che una delle più grandi corse alla copertura di short della storia.

    Bene la censura all’usuraro, é –> usurante per chi legge.

  • avatar

    gianfranco chiarello Ha scritto: Che Joseph Stiglitz, Premio Nobel dell’economia, noto per le sue posizioni anticonformiste, si distinguesse per la sua analisi sulla crisi Europea, è cosa logica. Durante il Forum finanziario Asiatico di Hong Kong, tenutosi a fine gennaio, tuttavia, il famoso economista ha avuto parole di un pessimismo raro a proposito del continente. Per lui, i funzionari Europei, sotto la pressione di un dubbio consensus finanziario, stanno portando i loro paesi nel caos, e la moneta unica verso una sparizione quasi inevitabile Red Passion febbraio 16th, 2012 alle 13:18 Il pessimismo, è scaturito dal comportamento dei politici europei. Per come è stata costituita la Comunità Europea (e la sua moneta), il fallimento è la conseguenza naturale. La storia di questo (probabile) fallimento, iniziò quando alla fine degli anni ottanta, i politici italiani, francesi, greci e spagnoli, dissero di no agli altri Paesi (con in testa la Germania), all’ipotesi di creare gli Stati Uniti d’Europa. Infatti i politici dei Paesi a sud dell’Europa, per non perdere la loro (personale) sovranità, crearono i presupposti di questa irreversibile crisi. Adesso l’uscita dall’Euro, è solo una questione di tempo.

    :!:

    Preparatevi a convertire i vs risparmi in altre valute e teneteli in cassaforte, io l’ho già fatto.

  • avatar

    Tre piccole (grandi) soddisfazioni:
    - il presidente della corte dei conti dichiara che la corruzione dilaga e che si deve procedere con una riforma della pubblica amministrazione;
    - l’Europa obbliga Monti a far pagare l’IMU sugli immobili della chiesa;
    - il PD presenta un progetto di legge sulla personalità giuridica, sul metodo democratico e sul finanziamento dei partiti politici.

  • avatar

    A proposito di RAI, visto che sabato pare torni sul palco di Sanremo Celentano, dal sito del Fatto riporto il “consiglio non richiesto per il Molleggiato: dica tutto ciò che vuole, esageri, spari altri 125 milioni di cazzate, ma lo faccia scoprendo l’inguine e mostrando un po’ di pelo pubico. Lorenza la Cattolica non avrà nulla da ridire, ne siamo sicuri”.

    Per quanto l’articolista non ha tenuto conto che il Molleggiato sarà anche un cattolico praticante, ma la smutandata è il Presepe in persona. Vuoi mettere?Ubi maior…

  • avatar

    E’ un’Italia basata sui soldi e comanda solo chi ne ha tanti. E’ sempre stato un pò così, ma con la crisi il fenomeno è più grande. Chi si è arricchito, non importa come, stabilisce chi pagherà le tasse e chi no. Il governo è un pupazzo in mano ai banchieri, all’industria e al clero. Quando decidono che deve cadere, cade. Il popolo può fare pochissimo, al massimo mugugnare ma poi pagare fino a svenarsi, tutto lì. Può provare a ribellarsi come succede quando il vaso è colmo, ma lì ci vogliono grandi attributi e idee chiarissime.

  • avatar

    Mi sembra abbastanza evidente che il PD sia sul libro paga di Berlusconi. la storia delle frequenze televisive ha dell’incredibile ed è incredibile che in un paese civile accadano simili disastri. Dovrebbe esserci una regolare asta per tutto ciò che è pubblico, ovviamente.
    A tal proposito, da simpatizzante IDV auspico che il partito non si getti in coalizioni polpettone con PD ed altra robaccia ma che corra solo alle prossime politiche, al limite alleandosi con il Movimento V Stelle, che esprime idee e posizioni tutto sommato analoghe a quelle IDV, ma con uno “slancio” ancor più pronunciato).
    Non vedo infatti come questa situazione possa cambiare prima delle elezioni, siamo NOI ITALIANI ostaggio di un esecutivo illeggittimo e abusivo eletto dallo spread.
    Grazie per il vostro impegno, un saluto

  • avatar

    i rapporti

    “Essendo il rapporto debito/pil uno dei fattori che determinano la sostenibilità, e quindi la credibilità nei mercati, del debito, … ”
    pecorellasmarrita febbraio 16th, 2012 alle 18:51

    credo che siamo in balia di una menzogna seriale, operata da economisti del supermercato, che continuano a raccontare storie fondate su tutto tranne che sulla matematica.

    il debito: sappiamo cosè.
    il pil: anche, il prodotto interno lordo è la somma dei redditi della nazione. la somma dei guadagni da lavoro dei cittadini e la somma delle spese dello stato per mantenersi, in qualche modo, in funzione.
    Restando fermo il reddito del cittadino, più cresce la spesa di mantenimento dello stato più cresce il pil.

    la nostra economia è fondata sulla menzogna che se aumenta il pil siamo più ricchi.
    nel pil c’è anche lo stipendio di quelli là che ce la contano: il loro non vogliono ridurlo mai. E la spesa aumenta.

    Ci contano che un rapporto debito/spesa è … che equazione può dare?

    però dall’informazione dei tg, parlando di spread, (l’inglese viene in aiuto quando alcune parole in italiano sarebbero capibili da tutti, cioè lo spreco), dicono che sta diminuendo.

    fanno un elenco informativo dei vari spread nazionali europei e alla voce Spagna ci informano che la Spagna ha meno spreco, ma
    “il suo è un caso particolare, inspiegabile finanziariamente, non rientra nella norma perché messa peggio nella crescita del pil.”
    la crescita nell’anno sarà abbondantemente inferiore al 17% del pil.

    Siamo indotti a dire: oeh ?… come mai?

    Non ci raccontano che il loro nuovo governo ha operato tagli alla spesa pubblica. Sembra che stanno peggio, ma non è.

    Che aspettiamo a cambiarli?
    La prossima legge elettorale che ci impedirà di farlo?
    Nella proposta del PD, che ho letto, ho cercato, ma non appare definita la voce per la quale la scelta dei candidati, ad opera dell’elettore, dovrebbe essere espressamente prevista, a conferma di quanto riportato da alcuni scrittori su questo foglio. L’accordo lega pd.
    Il dp fa le primarie? Sempre nominati sono.

  • avatar

    Buonasera a tutti i naviganti. Caro Domenico Branchina, tecum, chè al guvern tecnic l’è la continuazion di chel banan, come d’altronde sempre detto ho, e non solo io; al profesor de Vares non l’ha il ceron, o meno, ma della casta pure lui parte fa, et etiam senatur è. Hoc praemisso, at salud, chè al marò dulciacquicolo parlare devo: deh, Colonna, il tuo meteorismo, o quantomeno le fialette carnascialesche che tu lanciavi con l’archibugio in alternativa al fenomeno, arrivato è fino alle narici dello staff; ergo, juxtus est se tu censurato sei, ed ancor buono Tunine si dimostra: gli zebedei hai rotto dal Dicembre 2009, dopo la duomata presunta al tuo banano, quindi è ora che qualcuno provvedimenti prenda nei tuoi confronti, e se fosse per me l’esilio oltre le colonna, pardon le colonne d’Ercole inevitabil sarebbe! Ma basta che filtrino i tuoi commenti, che non diano spazio alla tua ventilatio, per far contento me e non solo, chè l’aria pulita è un bene prezioso che pure da queste parti è giusto respirar. Auguri

  • avatar

    “usuraro monti febbraio 16th, 2012 alle 19:23

    e censurami ancora, io parlo male di zì pietro e questo mi censura, ecco cos’è idv un partito come gli altri attento solo alla continuazione di se stesso, e censura, censura, censura…………”

    usuraro,
    sei come i miei cuccioli
    fai tenerezza

  • avatar

    Domenico Branchina Ha scritto:

    @ Chip En Sai:

    Mah … chi ti capisce e` bravo !
    Certo che il tuo come ragionamento e`davvero insuperabile !!!
    Togliti le bucce di banane davanti agli occhi e smettila di criticare sempre
    e solo Di Pietro .

    Domenico… ti accontenterei subito… se mi dici sulla base di quale tuo ragionamento!… sta’ attento… però… che… se mi togliessi le bucce dagli occhi potrei davvero smetterla di “criticare sempre e solo” Tonino… ma lui così ci perderà di sicuro e tantissimo!… infatti… finora non mi ha mai comunicato quanti danni gli starebbe provocando la mia critica!…
    E’ chiaro che Tonino non ha tempo da dedicare solo a me!… ma… visto che tu sei sfaccendato… fallo tu al suo posto!…
    Non vedo l’ora di ringraziarti e di restituirti anche un mio apprezzamento per l’insuperabilità di qualche tuo originale “ragionamento”! .-|||

  • avatar

    Ce n’è voluto per accorgersene …


    … Non è mai troppo tardi.

  • avatar

    domande e risposte

    arrivi lì e è chiuso

    perché è chiuso?

    è chiuso perché han tirato giù la clèr.

    una risposta all’uovo di Colombo.
    la nostra informazione riesce a parlare ore senza dire niente.

  • avatar

    un saluto a Marinaio ed un augurio a tutti di buona notte e sogni d’oro.
    anche se lo leggerete a mezzogiorno.

  • avatar

    “i prigionieri del blog”

    che titolo per i nauti

    notte

  • avatar

    A cosa e a chi serve..cercare..trovare e mostrare le PROVE?
    Bisogna ..mostrale..e..inviarle al QUIRINALE..a RE GIORGIO..il finto..DORMIENTE!
    ..Finto..finto..presidente​..finto GARANTE..!
    Si compiace di essere e di essere chiamato e additato..come REGIORGIO!
    Un RE di cartapesta ..di cartone..come dicono a NAPOLI..dei guappi di ^mezza tacca!^.
    Finge di non accorgersin che il suo professor…, sta portando l’Italia..fuori dall’Europa e dal MONDO..produttivo!
    Proprio così..al fallimento totale..con le BANCHE sempre più..ricche e le AZIENDE sempre più..CHIUSE..povere e senza ..SOLDI!
    E poveri sempre più poveri..i..cittadini..ones​ti!..che devono abituarsi e rassegnarsi all’IDEA..che..comandando RE GIORGIO….D’Alema e Berlusconi..al VOTO si ritorna e si va ..come e quando decide il NANO e il suo..VATICANO..e..sempre..​SENZA..PREFERENZA e PRIMARIE!
    A Napoli..quelli come ..il nostro GARANTE..sempre meno GARANTE e sempre più..FINTO..dormiente e Presidente..perchè..non solo 86enne..ma soprattutto ..solito..UCCELLO PADULO..DA EX KOMUNISTA RIFORMISTA..ieri..e..super​ partes..vaticanista..banca​rio..e.dalemiano..OGGI!
    Ci potrebbe salvare un..IMPEACHMENT..ma..chies​to e attuato da CHI?
    La COSTITUZIONE..vuole..anche​ per questo una MAGGIORANZA che NON abbiamo!
    E..allora?..non ci rimane..che seguire ..la Grecia..con Spagna e Portogallo..senza ..PIL..ma..fieri dell’UNITA’ d’ITALIA..che è costata, già..tanti..troppi..MILIAR​DI..DI..N A P O L I T A N A T E..!
    ..e..migliaia di AZIENDE..DELOCALIZZATE..!
    ..ma..i..GIARDINI del QUIRINALE..sono aperti gli Italiani!
    ..rigorosamente..perquisit​i..per rischio..MOLOTOV!

    ..ma..che ..Italia..di..M..da!

    lewis34venezia

  • avatar

    La dirigenza greca ha firmato la capitolazione all’oligarchia finanziaria che si è impadronita dell’Europa. Mentre le strade di Atene erano teatro dell’ultimo disperato ed eroico tentativo di respingere le draconiane condizioni decise a Bruxelles e Francoforte, sono divampati gli incendi in una sessantina di edifici e sedi bancarie.

    Una settantina di deputati di opposti schieramenti politici che hanno votato contro l’abdicazione alla dignità nazionale e la condanna ad una povertà prolungata per decenni, sono stati immediatamente espulsi dai rispettivi partiti. Questa è la “democrazia” targata Unione Europea, questa è la libertà secondo il format della Banca Centrale Europea. Entrambe incompatibili con i diritti sociali di un popolo e di una nazione.
    In Grecia è arrivata al capolinea l’utopia totalitaria di una elite, oscurantista, autoeletta, decisa ad estendere a tutta la penisola occidentale europea la stessa terapia. Atene è lo specchio di quel che sarà il futuro imminente di molte metropoli portate alla rovina dai managers delle Borse e delle Banche. Da queste collocati o infiltrati audacemente alla testa di troppi governi. Il potere finanziario si è impadronito del potere legislativo e politico, si è fatto Stato. Ha scatenato una feroce lotta di classe contro il resto della società che soccombe ed arretra, in termini di diritti, di averi e di dignità.

    Ad Atene muore l’Unione Europea e l’euro. Trova una prima muraglia, quella dittatura della finanza che agisce senza e contro i popoli, contro i produttori, senza governi sovrani, senza visione geopolitica e senza eserciti nazionali indipendenti. L’economia, finanza, politica estera e difesa sono feudi che dipendono da Washington, Berlino e dalla NATO. Questa catena criminogena di poteri occulti ed ostili, è decisa a tutto e non si ferma davanti a nulla. Ormai, il terreno del confronto non è più la politica o gli evaporati ed interscambiabili partiti, nemmeno le elezioni, sempre più ridotte ad evento mediatico d’intrattenimento. Il vetero stalinista che siede al Viminale lancia minacce non troppo velate: guai ai vinti che osasero sfidare l’ordine dei banchieri!

    I piqueteros argentini, gli indios boliviani, i movimenti sociali ecuadoriani, i senzaterra brasiliani, hanno mandato a casa in “malo modo” numerosi governi imposti dal FMI, prima di arrivare ad eleggere quelli attuali, più indipendenti e sovrani. E’ il momento dell’iniziativa dal basso, trasversale, persistente, multiforma, solidale, che dischiuda la possibilità di far convergere le proteste del 90% della cittadinanza in alleanze sociali ampie.

    L’usura internazionale non ha cuore, nè sentimenti, e molla la morsa attorno al collo delle sue vittime, solo quando rischiano di morirgli tra le mani o quando la ribelione cresce e si generalizza. Mollano solo quando i popoli e le nazioni reagiscono, smettono di esprimersi con lo stesso loro barbaro gergo, e rimettono al primo posto i propri interessi materiali. Una cosa è certa: in tutte le latitudini sociali, la stagione del dogmatismo liberista è un ciclo che lascia alle sue spalle povertà generalizzata, sottomissione pre-rivoluzione industriale ai poteri internazionali. Oltre a partiti ridotti a cadaveri, determina la fine della democrazia rappresentativa, poi grandi ribellioni sociali, marca infine l’emergere della democrazia partecipativa, con nuovi leaders, altre classi dirigenti, capaci di recuperare spazi di sovranità che consentono il rilancio di politiche sociali oggi mese al bando. Nella neolingua neoliberista, questo sarebbe il temibile populismo. Si mettano il cuore in pace, però, la riedizione del modus operandi della pirateria e della filibusta si infrange immancabilmente contro questo scoglio. Molto prima di quanto credano.

  • avatar

    dopo il rapporto debito/spesa

    dobbiamo aspettare che arrivi qualche economista che ci divida la spesa con il debito?

    mah!

    non vado più a letto, notte

    non smetto più di ridere ….

  • avatar

    CATTIVA COSCIENZA

    Se le chiacchiere stanno a zero, il reddito ad un numero. Il partito politico, dovrebbe parlare di idee, ma solo dopo, aver citato il referente sociale! Se le chiacchiere stanno a zero, il reddito, invece, alla tassazione, e al tenore di vita.

    Il partito politico, dovrebbe smetterla col gioco delle tre carte, dovrebbe dichiarare, preventivamente, quale fascia di reddito, intende tutelare in parlamento. Se le chiacchiere, confondono le idee, come gli spot pubblicitari, allora agganciare il reddito specifico, a “progetti politici specifici”, fa scendere con i piedi al suolo.

    Dobbiamo sapere di chi stiamo parlando, dobbiamo chiarire chi muore di freddo e di fame, e chi ingrassa nel privilegio e nei benefit, prima di gridare “al ladro!”, e “terrorista!”, che sono “effetti collaterali” dell’esclusione sociale operata dal sistema sociale!

    La società, s’esprime, attraverso le persone, con le loro azioni, di cui, spesso, non hanno neanche piena coscienza.

    In una occasione, per lavoro, ho passato un lungo mese in un quartiere degradato, fatiscente, e m’è capitato pure di dover scoprire, che dei bambini, dentro questo luogo lontano dalla Civiltà, non sapessero… d’essere in Italia! (!)

    Il disoccupato sa chi è. Lo sa meglio, se è informato su chi lo tutela a livello politico. L’evasore pure. L’industriale recupera la sua identità, forse smette di finanziarizzarsi, come ora la fiat. Le paghe, sarebbero indotte a conformarsi ad un nuovo realismo sociale, e certi milionari spropositi odierni, avrebbero i contorni dell’oscenità sanzionata, non solo il vociare dell’invidia sociale, il malumore degli esclusi.

    Oggi tutti dicono di tutto, ma poi chi non ha i soldi, muore di freddo e di fame, e chi ce li ha, invece, se ne torna a casa, e fa la bella vita, come si suol dire. La chiarezza, oggi, passa solo per la cifra del reddito. Così, parole come “Welfare”, acquisterebbero un’attendibilità nuova, rivoluzionaria, una nuova semantica, quella della comprensione.

    Le parole si ri-aggancerebbero all’etimo, e non sarebbero solo in libertà, com’è accaduto col berlusconismo. Tutti possono dire quel che vogliono. Ma poi decide il reddito, chi vive, e chi muore (anche letteralmente), per Legge!

    Al governo Monti, non interessa, visto che appioppa l’IMU, anche ad una una rendita ipotetica, cioè non effettivamente incassata, quella catastale (aumentata) della prima unica casa. In tempi di vacche grasse, avrebbe un suo senso. Oggi serve a far mettere all’asta il Futuro, la Speranza, l’Equità sociale. (Per non dire della tassa sui rifiuti, piuttosto che l’assegno di cittadinanza!)

    Un disoccupato che muore di fame, non deve rubare, ma non ha alcun sostegno statale… Dunque? Che deve fare?

  • avatar

    usuraro monti Ha scritto:

    e censurami ancora, io parlo male di zì pietro e questo mi censura, ecco cos’è idv un partito come gli altri attento solo alla continuazione di se stesso, e censura, censura, censura…………

    Non è che tu parli male solo di Di Pietro, è che offendi anche chi scrive qui. Poi ci hai rotto le pelotas con i tuoi discorsi ripetitivi e demenziali. E visto che il Marinaio spesso fa riferimento a me per i proverbi istriani, io faccio riferimento ad un proverbio che lui ha preso da Enzo Luzi: chi è causa del suo mal, pianga nel cesso! E tu sei la causa del tuo mal, che per noi è un gran ben!
    Ahahahahahahahah!
    Ahahahahahahahah!
    Ahahahahahahahah!

    PS: un saludo al Mariner: vecio mio, penso che te sarà contento….

  • avatar

    Quel Mariuolo di un Monti ci prepara una sorpresa per Pasqua:il taglio dei posti statali. E il contratto a tempo indeterminato ? NO PROBLEM. Per la fine di marzo l’articolo 18 sarà ormai trapassato e non ci saranno più impedimenti legislativi:se i licenziati faranno ricorso non potranno ottenere il previsto reintegro e dovranno accontentarsi di una somma ”una tantum”. Tecnicamente, il provvedimento è il massimo dell’equità:se prima in famiglia c’era uno statale che manteneva due precari o disoccupati,ora ci saranno tre nullafacenti.Monti è sotto ricatto di chi manovra le agenzie di rating, cioè i vertici della grande speculazione finanziaria,e non di Berluscotto che,oltre il cortile di casa,non conta una mazza !

  • avatar

    CELENTANO AL DI LA’ DEL BENE E DEL MALE?

    Su Celentano, non non ho da recriminare. Sono anni che fa “l’utile e il dilettevole”. Le cose inscenate a Sanremo, sono un mix di rock’n roll della (sua) giovinezza, con qualche riflessione critica, circa la piega presa dalla società. Se lo dice lui, magari lo ascoltano, quantomeno gli prestano attenzione. Rende attuali logòs marginali, di retroguardia, usualmente difficili da far passare. Vi sono problemi di ottundimento della sensibilità sociale. Celentano, ricerca del clamore, senza portare mai alle estreme conseguenze le provocazioni. Ma con la coerenza, non si fa spettacolo, forse neanche buoni cachet!

    Se fossi stato, sul Palco dell’Ariston, a Sanremo, avrei fatto provocazioni diverse. Non avrei parlato di chiudere giornali, ci pensano già i lettori. Piuttosto, avrei detto dell’ ICI-IMU che dovrebbe pagare, la chiesa vaticana, al posto dei disoccupati, che sull’unica-prima-casa, debbono pagare anche la tassa sui rifiuti, pur “godendo” del reddito zero!

    Avrei gridato, che qualcuno dovrebbe giustificare, le pretese in tasse statuali, in relazione ai diritti di cittadinanza. Avrei chiesto d’obbligare, i partiti, a dichiarare quali fasce di reddito, prioritariamente, intendono tutelare in parlamento!
    Non è sufficientemente rivoluzionario, passare dal regno delle… chiacchiere partitiche, di destra-centro-sinistra (?), generali, allo schierarsi, in modo univoco, dalla parte delle classi di reddito, e dei mestieri (!), stabilmente, e far intervenire i valori, in modo esplicito, solo in secondo istanza?

    Avrei detto, che prima dei valori, e delle ideologie, bisogna parlare dei soldi che si guadagnano, o che non si guadagnano, e come si possano bilanciare entrate ed uscite sociali; avrei indagato su cosa serva, minimamente, per vivere, ai cittadini, e quindi, dire anche qualcosa sugli stili di consumo. La crescita sostenibile, non si può mica basare sull’iniquità sociale!

    Ora, invece, si perpetua un “imbroglio economico”, se c’è inflazione di Stato, ai danni dei ceti più derelitti. Ma quale Stato, c’è, oggi? Chi sente ch’è frustrante eingiusto, non vedere sufficiente opposizione, alle ideologie di schiavitù sul lavoro, propugnate dai vari marchionne, e avallate dalla visione bancaria dell’economia, del governo Monti, che può fare, politicamente? Chi lo rappresenta? Il Pd? Certo che no!

    Chi s’è stancato della visione giustizialista – ancor che perbene – come fa, a divulgare, e a far prevalere, una concezione non moralistica, e manichea del delitto, che non si occupa mai, delle ragioni sociali che lo scatenano, non in cerca di alibi, ma per prevenirlo?

    Che si può dire, a chi vede solo l’evasione fiscale dei negozietti, e poi salta a piè pari, i conflitti d’interessi sistemici, che ad alcuni soggetti, consentono di lucrare rendite, da posizioni di vantaggio sistematico?

    Porre sul tappeto, questi temi, o meglio, un atteggiamento avverso al conformismo, superficialità e ipocrisia correnti, s’implica chiedere per l’Italia, altri standards: forse quelli dei Paesi nordici! Prenderne consapevolezza è un motivo per rinunciarvi? Meglio tedeschizzarsi, dalla Merkel, per via finanziaria-economica, affossando intyeri popoli, come i greci, nella UE? Potendo scegliere, preferisco diventare danese, svedese o finlandesem, nonostante la neve e il ghiaccio!

    Comunque sia, se di mestiere fai l’istrionico, e hai una storia artistica lunga quanto la vita nel ramo, la fai fruttare, la metti all’incasso. Che gli vuoi dire, a Celentano? Che gli fanno fare ancora il suo mestiere a 73 anni?

    Ha molte spese. (Tiene famiglia pure lui!). Gli altri, gli consentono di fare – alla Rai – il suo show, come s’è visto all’Ariston, e allora, che altro avrebbe dovuto fare, lui? Opporsi a se stesso? Dire ch’è della classe 1938, e quindi, farsi trattare da pensionato al minimo?

    Che rapporto di “conversione economica”, monetizzabile, di valore, c’è fra un monologo di Celentano, e la farfellina di Belen… con/senza allusioni? E rispetto, alla verità/falsità dei declassamenti, delle agenzie di rating? E al potere legittimo/arbitrario della Germania della Merkel, nella UE? E alla giustizia/ingiustizia sociale, del governo Monti? E all’innocenza/impunità sistemica, in “conflitto d’interessi universale” di B? Che quotazioni si danno?

    Celentano non mi pare incontinente!, né rimbambito; anzi, s’è tenuto in forma strepitosa, col suo personalissimo stretching, di “molleggiato”, per tutta la vita! Magari è di questo che Celentano dovrebbe parlare maggiormente, ai giovani e agli anziani! Che devono far movimento, psicofisicamente…, pure se non hanno soldi! Che devono leggere! Pure se lavorano in linea di montaggio (a maggior ragione)! Frequentare amicizie sociali. Avere una vita sessuale per tutta la vita. Guardare con spiccato senso critico la tivù! Tenersi informati, “studiare”, avere delle passioni, in ogni modo, selezionando l’ininfluente dall’essenziale! Cercare, insomma, di non farsi… rinco! (E dire, anche allo Stato, di potenziare l’assistenza socio-sanitaria; come per certi versi, è sempre stato in Emilia-Romagna!)

    Celentano ha sempre avuto chiara la forma mentis dei suoi connazionali. Cercate i suoi vecchi filmati di 40-50 anni fa. Il suo “genio”, non è tanto nel talento musicale e recitativo, quanto nel vedere il mondo, con occhi diversi, i suoi, originali, e quindi il suo genio è nel coraggio di restare se stesso, nel non adeguarsi al mondo, coi pensieri, in copia conforme, all’ipocrita morale sociale corrente.

    Che poi, quel che dice oggi Celentano, sia forse un mix di banalità, e di luoghi comuni tardivi, è un altro discorso. Che, a quanto pare, va bene agli italioti, ovviamente… assieme alla farfallina di Belen (!).

  • avatar

    Spesso per fuggire da un male maggiore si guarda al minore quando poi risulta essere il suo ritorno.
    Giusti alcuni commenti, anche se, secondo me, LE SPERANZE SONO SEMPRE LEGATE A QUELLO CHE NOI ITALIANI ABBIAMO CAPITO DELLA POLITICA.

    E’ bene lamentarsi del porcellum, scrivendo che in fin dei conti questi politici non li abbiamo scelti noi, ma chi è che ha votato colui (o coloro) che hanno varato questa legge schifata persino dal medesimo?
    Signori miei! Non prendiamocela con loro se si fanno delle leggi su misura, quando siamo stati noi che gli abbiamo dato modo per nostra convenienza, comportandoci da polli.

    Sappiamo anche bene per quale motivo si è scelto il governo Monti, e dopo il primo entusiasmo per aver rimesso in carreggiata il carrozzone per l’impantanata subita dal governo Berlusconi, ci rendiamo conto che a guidarlo e sempre lo stesso. Hembé, c’era aspettarselo, ma allo stato delle cose, non si poteva agire diversamente, eravamo presi per la “cavezza ” e per il resto era tutto un rischiare, come lo sarà quando andremo prossimamente a votare se ci comporteremo nello stesso modo.

    Visto che siamo in tema .. abbiamo sentito dire che la corruzione e il malaffare da noi è sottostimato, con il rimprovero che è perfettamente inutile fare le leggi se poi non vengono fatte rispettare.
    Niente di nuovo sotto il sole, rimarcherebbe l’Ecclesiaste, basta darsi uno sguardo in giro per rendersi conto il quale acquitrino putrescente siamo, e alla domanda se vi sarà una fine, rispondo: certamente! Quando andremo a fare compagnia alla Grecia.

  • avatar

    “Il potere finanziario si è impadronito del potere legislativo e politico, si è fatto Stato.”

    Da sempre il potere finanziario e quello delle grandi multinazionali e monopoli ha diretto e usato i politici per i propri scopi.
    L´arroganza e la prepotenza sono aumentate grazie al fatto che non hanno trovato ALCUN ostacolo.
    I politici in primis, i loro sostenitori, coloro a cui facevano comodo favori etc hanno VOLONTARIAMENTE contribuito.

    Io penso che il default, per quanto drammatico, riportera´la realta´in Grecia.
    Solo distruggendo il sistema si puo´sperare di cambiarlo.
    A meno che si ripetano gli stessi errori.
    I politici greci sono i piu´pagati d´Europa, hanno privilegi che i tedeschi si sognano.
    L´eta´pensionabile era 50 anni e il diritto di reversibilita´si estendeva ai figli.
    Il tutto sorretto da un´economia farraginosa.
    L´unico modo di sostenere lo status quo era continuare a far debiti.
    I politici corrotti erano disposti a tutto, pur di mantenere i loro privilegi.
    Ora : se un cittadino tedesco, che attualmente va in pensione a 67 anni e a cui si e´proposto di prolungare l´eta´pensionabile a 72, che con il suo stipendio e lavoro gia´deve mantenere il 10% di disoccupati dell´Est, si chiede: vuoi salvare la Grecia?
    Tutti sappiamo come risponde e se siamo onesti, se la stessa domanda fosse fatta ad un Italiano si otterrebbe la stessa risposta.
    I tedeschi hanno tutti i vantaggi a mantenere in piedi l´Europa e l´Euro, ma quando i vantaggi sono ampiamente superati dagli svantaggi, sceglieranno SEMPRE la Germania prima dell´Europa.
    Nessuno nasce samaritano.
    Ho trovato penoso Bersani e Alfano criticare la Germania “l´austerita´va accompagnata da misure per la crescita” come se loro sapessero agire in modo diverso.
    Sono riusciti a demolire un´economia piu´fiorente della Grecia e parlano di “misure per rilanciare l´economia”.
    Forse la Grecia dovrebbe servire come esempio, ma NESSUNO in Italia ha lávvedutezza di fare quello che dovrebbe fare: liberarsi di questi inetti che sono tali e quali i politici greci e ci porteranno INEVITABILMENTE sulla stessa strada.
    L´unico motivo per cui non ci lasceranno fallire e´che siamo un grosso paese con un´importanza rilevante per l´Europa, MA NON CONTIAMOCI TROPPO.
    Quando il vantaggio di tenere in piedi l´Europa costera´troppo alla Germania, questa ci lascera´tornare alle nostre lirette.
    1000 deputati che non sanno fare il loro lavoro sono le sanguisughe che porteranno il malato alla morte.
    Noi abbiamo bisogno di medici veri e non di ciarlatani.

  • avatar

    Ma perchè vogliamo essere tutti celentano ?
    Un governo cacciato dal mondo,quello di berlusconi,lo stiamo sostituendo col cantante che,come si vede,ha idee tutte sue sulla democrazia.
    Ci avete pensato che saremmo come la grecia se non fosse arrivato Monti ?
    Non sarà il meglio,non sarà un santo,categoria che non esiste,ma non c’era altra via.
    Le elezioni ? Con quale legge e con quali candidati? Quelli che vengono regolarmente batuti dal popolo quando lo si lascia libero di scegliere ?
    Invece ci si accapiglia sulle olimpiadi che sappiamo a chi servivano,ci si perde su questioni importanti si,ma in uno stato non fallimentare.
    Anche la faccenda frequenze tv è un finto problema,non è senza dubbio il primo in questo momento;regalate o meno,pare che non ci sia nessuno a volerle rai e mediaset a parte.Che ne vogliamo fare ?
    Ecco perchè quelli come celentano fanno parlare di se per giorni anche se non dicono nulla o se dicono stupidaggini.
    Un cantante ha il diritto anche di parlare,certo,ma secondo la democrazia di questo cantante esiste la censura preventiva e addirittura la cancellazione di quello che non piace.
    Le firme? La consulta è fatta di uomini messi lì da altri uomini che si interessano dei loro fatti,perchè meravigliarsi ? La soluzione non va comunque affidata ai predicatori.Per questo motivo la politica,quella si,è già fallita;speriamo che non la segua lo stato.

  • avatar

    .. quanti cittadini andranno a votare e quanti voteranno scheda bianca o meglio nulla? Questa sarà la risposta degli italiani ai politici corrotti e inciuciati che non permettono e non rispettano…
    …………………..
    Speriamo fervidamente che non succeda come in Grecia, dove i sondaggi per le prossime elezioni di aprile danno per vincente proprio quella destra che oltre ad aver truccato i bilanci, è stata la causa scatenante dell’impoverimento del paese. Una responsabilità che farebbe arrossire qualsiasi persona “normale” di fronte al disastro della corruzione e dei saccheggi spudoratamente istigati ed attuati, invece di ripresentarsi ai cittadini come salvatori della patria.

    Fanno sobbalzare i tantissimi paralleli con la “destra” italiana….

    In caso di una NON MODIFICA della legge elettorale, sia che si vada a votare con l’attuale porcellum, sia che “l’intellighentia” partitica (di parte) proponga un altro obbrobrio di simile fattispecie, ci si augura che gli italiani “vadano a votare coi piedi” e cioè che non facciano neanche lo sforzo di recarsi alle urne, ma mettano in atto una protesta, una ASTENSIONE DI MASSA per far capire a questa gentaglia che deve andare a casa. (Se proprio proprio non si vuole votare IDV).

    Il grado di manipolazione che i partiti esercitano sulla vita politica del paese si evince per ogni dove, anche dalle cosiddette “primarie” del pd: appena aprono uno spiraglio di concorrenza veramente equo e democratico, il candidato “ufficiale” viene… trombato.

  • avatar

    ”In epoca più recente è sorto ancora un altro inganno che ha riconfermato i popoli cristiani nella loro condizione servile. Ed esso si manifesta mediante un complesso sistema d’elezione, dove degli uomini eletti da un dato popolo, divengono delegati entro le varie istituzioni rappresentative, entro le quali eleggeranno a loro volta i propri rappresentanti secondo personali interessi.
    Chiunque avrebbe potuto accorgersi che tutto ciò non era altro che un imbroglio, sia in teoria sia in pratica, giacché anche nel più democratico dei sistemi e anche laddove vige il suffragio universale, il popolo non può comunque esprimere la propria volontà…Gli uomini eletti in tal modo, partecipando al governo del loro Paese, approvano leggi e governano il popolo non in vista di ciò che è bene per esso, ma lasciandosi guidare per lo più, unicamente, dall’intento di mantenere salda la propria posizione di privilegio e il proprio potere…Gli atti e i provvedimenti del governo di quei popoli che presumono di autogovernarsi non sono che il risultato delle complesse lotte tra i partiti, degli intrighi, della sete di potere e dell’interesse personale di questi e quegli individui, e dipendono tanto poco dalla volontà e dai desideri del popolo tutto, quanto gli stessi atti e i provvedimenti dei governi più dispotici.

    Quei popoli sono come uomini rinchiusi in carcere che s’immaginano di essere liberi perché viene concesso loro il diritto di votare per l’elezione dei carcerieri delegati all’amministrazione interna dello stesso carcere.”

    :idea:

    Così scriveva Lev Tolstoy nel periodo in cui lo Zar istituiva la prima Duma cioè un Parlamento con rappresentanti eletti dal popolo. A distanza di 100 anni, la fallacia e l’inganno della democrazia rappresentativa continuano a perdurare immutate.

  • avatar

    E ridai! Ma lo volete capire o no! Che Molti è stato messo lì apposta per fare fronte al debito pubblico perché i partiti (tutti o quasi) non se la sentivano di perdere elettori per il guaio che loro avevano combinato! E’ sotto ricatto? Non lui, ma l’Italia! E se fa certe scelte è perché sennò le segano le gambe! Non quelli della BCE, che ad ogni modo deve adempire ciò che lo stesso Berlusca aveva firmato, ma sono gli stessi nostri stessi politici che mettono delle condizioni.

  • avatar

    Dopo VENT’ANNI..come..peggio ..o.. meglio di prima?

    Il BERLUSCONISMO..ci ha ..MIGLIORATO..arricchito..
    nel MALAFFARE e..ILLEGALITA’..impunita!
    Quando..scopereti..ornai..si va ..alla PRESCRIZIONE.!
    La POLITICA..connivente..rende e mantiene la GIUSTIZIA..sempre più..i n e f f i c i e n t e ..impotente..inoperosa..e collusa col potere..di POTENTI di cui anche LEI..giustizia..è diventata..PARTE.!
    Oggi la CORTE dei CONTI..^mantenuta^ dalla politica..racconta ..come ogni anno..alla presenza delle ISTITUZIONI..tutte..il..bla..bla..bla..della corruzione..^dilagante^..crescente..incontrastata..( nei GOVERNI..con i GOVERNI..^in vacanze pagate all’insaputa^..CASE..comprate e affittate..all’insaputa..anche il .QUIRINALE..COMPLICE??..all’insaputa..ma..d’intesa col VATICANO?
    Mario MONTI,..è..il..PROFESSORE che ci dice..ci spiega..e..pontifica su come e cosa FARE!?
    Parla ai posteri..a quelli che verranno..DOPO..quando le sue lezioni..universitarie saranno finite..e..l’ITALIA..^delocalizzata..e..sempre più..berlusconizzata..perchè..cosi..NON VUOLE e predica ..Antonio DI PIETRO..il..GIUSTIZIALISTA!
    ..dicono..che..il..QUIRINALE..non ha poteri..non ha il ruolo nè il compito..di..intervenire e fare nella politica.!
    Comandano i PARTITI e i loro..COOPTATI..che..fanno loe LEGGI..i..GIUDICI..si ..autoassolvono..e..mandano a quel PAESE..ogni giorno..NAPOLITANO..!

    E..NAPOLITANO..come al solito..guarda il DITO..pensando e..indicando..la LUNA!

    ..e..la..COSTITUZIONE..quando tra poco..gronderà..sangue..raccoglierà le lacrime dei COCCODRILLI..del quirinale e del vaticano!

    ..NON sapevano e..potevano non sapere..come..BERLUSCONI..il..NANO..corruttore..evasore e..ONNIPOTENTE!

    lewis34venezia

  • avatar

    “Ci avete pensato che saremmo come la grecia se non fosse arrivato Monti ?”

    Questo e´esattamente quello che vogliono fa credere agli Italiani.
    E sicuramente, quando la Grecia andra´in default saremo tutti felici di pagare, qualsiasi tassa “per la salvezza del nostro paese”.
    E i politici?E le bnche? e i monopoli?

    business as usual

  • avatar

    Un funzionario greco in una intervista alla tv su ski ha detto esplicitamente che la germania è in debito con la grecia per un vecchio contenzioso di 500 mld di euro,risale agli anni 40 per prelievi forzati di beni e valuta da banche greche per i sollazzi nazisti e anche per danni di guerra mai pagati riconosciuti da tribunali internazionali.
    Alla merkel in visita a roma bisognerebbe presentare il conto italiano che penso superi il debito pubblico italiano.
    Non sarebbe la prima richiesta comunque,e alla base dell’incazzatura tedesca penso ci sia questo contenzioso così da pretendere un’altro tipo di onestà dei debiti di oggi dove la germania si destreggia meglio.
    Senza quella atroce guerra l’europa non avrebbe i problemi di oggi compresa la non sussidiarietà di origine conservatrice che tanti rigori economici a fatto.
    Il fascismo e il nazismo non sono ancora scomparsi.

  • avatar

    fotografie

    “Quel Mariuolo di un Monti”
    St.ron.zio 90 febbraio 17th, 2012 alle 00:12

    ti sei accorto che gli rassomigli?

  • avatar

    I MIRACOLI DI MONTI

    In molti, dicono, che senza Monti, staremmo come la Grecia, saltando a piè pari, su alcune circostanze; la prima, è stabilire che incantesimo abbia fatto Monti per “salvarci”, cioè se influisca più la sua biografia e curriculum, conoscenza dell’inglese con accento professorale, o la manovra da 40 miliardi recessiva; la seconda, è se il sistema economico-finanziario, debba essere accettato acriticamente, almeno sin quando, non sarà all’origine d’un conflitto mondiale, muovendo dai cavò cinesi, che contengono il debito globale, una volta che sarà inesigibile: il prossimo conflitto mondiale, non dovrebbe essere dovuto, come si ritiene, all’Iran, ma alla Cina! Obama visto il debito mostruoso degli USA verso la Cina, e ha spostato il baricentro militare verso l’Asia, nonostante la Russia di Putin, ci tenga al laccio col gas!

    Si dice, spesso, che l’economia sia la continuazione della guerra con altri mezzi. La guerra invece cos’è? La guerra mondiale è l’azzeramento, in modo cruento, del dare-avere globale, dopo che il debito sistemico, s’accumula con i pagherò inesigibili nei decenni precedenti! Che dire dei risparmi, che non si trasformano in finanziamento alla produzione di beni e servizi, attraverso il sistema bancario? Che dire del mondo, che diventa un mercato sempre più chiuso, stretto, claustrofobico, e di certo meno infinito delle teorie economicistiche? Che dire della fine dell’imperialismo, così com’era nell’800? Che dire del ruolo delle monete globali sempre più boomerang di ritorno, dopo aver consentito, agli stampatori, una notevole posizione di rendita?

    La questione è sempre, rendere accettabile… una delle due alternative: vuoi vivere da schiavo o vuoi morire subito da libero? Se scoppia una guerra con milioni di vittime, il debito pubblico trasformato in pagherò inesigibile, è l’ultima cosa che conta, se si cerca di addivenire all’armistizio e alla pace! la guerra serve a rimescola re le carte e a far fuori un po’ di creditori dalla popolazione, a veneficio, della malefica schiatta cravattara bancaria.

    La Cina, usa il debito pubblico Occidentale, come un grimaldello, per entrare, economicamente, laddove non può in modo geopolitico. Pensate solo al Pireo, o ai terreni africani, acquistati dai cinesi. Nell’UE c’è un grosso cancro bancario, che espone pezzi del vecchio continente, alla svendita al sol levante. La visione bancaria dell’economia, in Italia incarnata dal governo Monti, sta seminando la zizzania del futuro disastro globale per l’Europa! I banchieri fanno l’equivalenza fra agricoltura, industria, e cartaccia bancaria. Così che ne avremo tanta per il Wc, ma poca agricoltura per mangiare, e torneremo tecnologicamente all’800, viste le svendite, e gli “spezzatini” che smantellano l’industria italiana per far cassa! Pensate alla finanziarizzazione della fiat.

    Confrontate “Dacia” con “Fiat” e capirete che il problema, non è la produttività, ma i furbastri, che pensano alla rendita finanziaria, ad incrementare il profitto per gli azionisti, schiacciando in modo iniquo e disumano, il costo del lavoro! Non si vendono più auto, ma si prelevano direttamente sacche di sangue dai lavoratori, in linea di montaggio? Non si fanno modelli competitivi, ma si rateizzano, sistematicamente, le vendite di modelli poco competitivi, quasi fossero in leasing? Debiti sui debiti, e niente investimenti nella ricerca, e s’ipoteca l’intero Futuro dell’industria dell’auto italiana? L’auto, così come la vede Mrchionne è morta da un pezzo! Negli USA la fiat fa è un fuoco fatuo, la eco d’un passato ch’è la storica clientela Chrysler! Mette solo la tecnologia delle utilitarie, per diminuire il consumo della benzina, che gli americani non possono più permettersi!

    Tutti sanno, o almeno intuiscono, che la dignità d’un popolo, non è isolo, una dimensione prevalentemente etica, ma eminentemente pragmatica, essendo l’ambito della Libertà d’azione legittimata. Così, quando i cinesi verranno “ad aiutarci”, comprando il debito pubblico del Belpaese, qui sarà davvero la fine di tutto!

  • avatar

    Niro Ha scritto:

    Niente di nuovo sotto il sole, rimarcherebbe l’Ecclesiaste,
    ..

    Aggiungerei per un ‘soffio’ di sano ottimismo però:


    Chi bada al vento non semina mai
    e chi osserva le nuvole non miete.

    Come ignori per qual via lo spirito entra nelle ossa dentro il seno d’una donna incinta, così ignori l’opera di Dio che fa tutto.

    La mattina semina il tuo seme
    e la sera non dar riposo alle tue mani,
    perché non sai qual lavoro riuscirà,
    se questo o quello
    o se saranno buoni tutt’e due.

    Dolce è la luce e agli occhi piace vedere il sole.

    Anche se vive l’uomo per molti anni se li goda tutti,
    e pensi ai giorni tenebrosi, che saranno molti:
    tutto ciò che accade è vanità.

  • avatar

    Ultima analisi e poi chiudo.
    Mi piace il commento di Patrizia, tra l’atro mostra come non sempre ciò che si può ottenere in termini di vantaggi dalla politica poi va a buon fine quando per compiacere, non si fanno bene i conti, ma si guarda solamente al ritorno che si ha nel fare certe scelte. Essere pignoli e meticolosi, sarà pure barboso, ma se non altro evita dopo le brutte sorprese.
    Noi, popolo di risparmiatori, non meritiamo certo di fare una certa fine, però, evidentemente, ci fidiamo un po’ troppo del prossimo, siamo anche creduloni, propensi hai compromessi e quindi facili a prendere fregature, sennò non esisterebbero da noi così tanti furbi.

  • avatar

    Con vivo e profondo stupore, all’indomani della relazione del presidente della corte dei conti, i grandi opinionisti della grande stampa di centro-sinistra (proprietà di De Benedetti e Mediobanca), si accorgono che la corruzione stà dilagando.
    Dopo averci annunciato che il sen prof Monti era il salvatore della patria,
    dopo averci dimostrato che bisognava aumentare le tasse,
    dopo averci dimostrato che bisognava diminuire le pensioni,
    dopo averci dimostrato che le aziende devono essere libere di licenziare sindacalisti e donne incinte,
    i grandi opinionisti, all’improvviso, ci rivelano il quarto mistero di Fatima:
    l’Italia è divorata dal malaffare!!!
    200 miliardi all’anno!!!
    l’equivalente di 4 manovre finanziarie pesanti!!!

  • avatar

    Celentano si definisce “un ignorante” e sono daccordo con lui.
    Monti lo definiscono un “politico di qualità” e sono altrettanto daccordo.
    A questo punto però mi domando: perchè al servizio del bene ci sono sempre gli ignoranti e al servizio del male ci sono sempre i politici di qualità?

  • avatar

    Buongiorno a tutti i naviganti. In primis, un caro saluto all’architetto Alberto Ragazzi e al tenente Parker: deh, o miei prodi nauti, isso lamentasi chè l’insight raggiunto non ha, et nel giusto d’esser crede; ma incoerente è il pensier che esprime, chè pria esaltò padronbanano et ora sembra avergli voltato le spalle, e con al profesor de Vares se la prende, esaltando la sezione bistecca. Deh, forse censura bene gli farebbe per chiarir le proprie idee e saper da che parte sta: non certo dalla nostra, miei cari nauti, chè dileggio ed insulti a tutti ha tirato, persino a Pierino OA. Ergo, Colonna, sparisci, abbi la dignità che fu di Openspace che cum grano salis si eclissò da codesto sito liberandolo dalla sua ingombrante presenza; oppure, se qui vuoi rimaner, ritrova il tuo stil che fu degli inizi, garbato e pure colto all’apparenza: ciò sconfessato hai essendo stato confutato da molti nauti già dopo pochi postati che smascherato t’han. Detto ciò, mi rivolgo a gennaro Esposito: deh, caro Gennaro, cum grano salis esponi le tue idee politiche, e con passione scrivi; acuto sei nel dir che i partiti la maschera debbon gettar, e dir con che fascia di reddito: bravo Gennaro! Ma però io pessimista assai sono: chè puoi immaginarti se una formazione, per quanto di destra becera come il partito delle banane va a dir che dei deboli se ne frega; quelli al proprio mulino l’acqua portano sempre, ergo molto attenti bisogna star, chè nel dedrè ce l’abbiamo tutti, pur i loro elettori o una parte d’essi, a causa pure di questi ultimi. Quando hai, caro Gennaro, un precario, una donna delle pulizie et cetera che fanno la tessera per il pidielle o per la lega, ci siamo resi conto che politicamente essi l’insight raggiunto non hanno. Sine dubio però il troppo stroppia, ergo m’auspico che molti abbian il raggiro compreso: ma però pria capir dovevan ciò, seppur si dica che meglio tardi che mai è diciassette anni banani tanti sono, et a questo aggiunger dobbiamo l’anno del profesur. Un saluto tibi, et a Leandro Renzi: deh, Leandro, Mario ed il suo guvern tecnic ha fatto una banale et banana cosa; ergo, continuar in maniera più spinta il moto del danè contro gradiente. Ti saludi. Auguri

  • avatar

    FINE INGLORIOSA PER I MINISTERI PADAGNI
    Le sedi distaccate di Semplificazione e Riforme aperte a Monza sono state chiuse con l’arrivo di Monti; dismesse le utenze e riconsegnati gli immobili. La Presidenza del Consiglio non farà ricorso contro il tribunale che aveva già bocciato le “delegazioni della Lega”. Calderoli protesta:”Questo Governo ancora una volta prende a schiaffi il Nord…La chiusura delle sedi ministeriali di Monza è l’ultima goccia che il popolo del Nord ha dovuto subire:d’ora in poi sarà guerra senza quartiere”. Fanno la guerra,fanno..col dito medio,le pernacchie,il celodurismo, ma che vadano a… CIALTRONI !

  • avatar

    frequenze tv

    “Anche la faccenda frequenze tv è un finto problema,non è senza dubbio il primo in questo momento;regalate o meno,pare che non ci sia nessuno a volerle rai e mediaset a parte.Che ne vogliamo fare ?”
    Leandro Renzi febbraio 17th, 2012 alle 08:37

    la tv vive sulla pubblicità.
    la pubblicità è un costo aggiunto al prodotto acquistato e non si mangia.
    lo stato che vende una frequenza tv obbliga chi l’acquista a rivalersi della spesa sulla pubblicità che trasmette: aumenta il costo della pubblicità.
    la pubblicità la paga il cittadino con il prodotto acquistato
    il cittadino è proprietario dello stato e delle frequenze tv
    il cittadino incassa dalla vendita delle frequenze e le paga dall’acquisto dei bei pubblicizzati

    ma paga anche gli interessi, che pagherà chi ritira la concessione, alle banche.

    quindi la vendita fa indebitare il cittadino: chi guadagna è la banca, cioè sempre chi la gestisce.

    converrebbe regalarle.

    un nuovo uso
    ma siccome si dice che nessuno le vuole, se le tenga lo stato.
    con queste il cittadino potrà avere dei servizi che ora non ha, come usandole per la ricerca, la scuola ed altro.

    o no?

  • avatar

    Sono troppo incazzato per fare l’esegesi della nostra classe dirigente, purtroppo temo che the after Monti ci costringerà a prendere a calci nelle palle queste miserabili caste parassitarie che ci stanno dissanguando con i loro saccheggi. Se pensano di ridurci come i nostri amici greci devono sapere che ci sono persone che, come me, sono decise a giocarsi tutto, anche la vita se è necessario, ma non prima di avere eliminato qualche parassita, e non è una minaccia, ma una promessa che ho fatto a me stesso. Ancora una volta il Presidente della C. dei Conti in presenza dei garanti della nostra Repubblica a denunciato una devastante ed inarrestabile corruzione nella pubblica amministrazione nonostante la grave situazione italiana, ora vediamo se i nostri garanti si muoveranno per impedire ha questi furfanti di continuare a rubare la vita e la dignità degli italiani!.

  • avatar

    @ alberto ragazzi: ”ti sei accorto che gli rassomigli?”

    Si nota molto eh ? Mia mamma mi confessò un suo peccato di gioventù—

  • avatar

    Che Monti sia ricattato da Berlusconi non credo, penso invece che sia il PD che il PDL siano in armonia , quindi, al momento tutto fa brodo pur di allontanare le elezioni che si metterebbero male per i due.L’uomo ombra, il Bersani, dimostra di non essere mai concreto con le sue dichiarazioni moderatamente vigliacche e l’ici e la patrimoniale e le pensioni e le olimpiadi e poi la grecia, sempre urli a bassa voce però, perchè non si sa’ mai qualcuno potrebbe sentire e arrabbiarsi, meno male che a Genova qualcun’altro ci ha pensato…….al PD!
    Poi c’è l’art. 18 che onestamente sinceramente proprio in modo viscerale mi ha rotto, la Camusso pace alla nicotina sua e tutti gli altri pelandroni la devono fare finita, è ora di dare lavoro a chi non lo ha!!!!!la recita del sindacalista non funziona non convince.Sono passati 20 anni da mani pulite e il sistema si è modernizzato, come ha detto Sartori chi oggi governa lo fa’ senza democrazia gioca senza legittimità. E quindi che mi racconta di nuovo On. Di Pietro???? Anche Lei non è da ieri che è in politica.

  • avatar

    la tv

    è un mezzo di controllo di massa
    a quel signore là non bisogna dar niente
    bisogna togliergli quello che gli abbiamo lasciato fin’ora.
    ed usarle per scopi sociali

    il mondo ha bisogno di scelte eque

    la libertà è una e va divisa in parti uguali

  • avatar

    “FINE INGLORIOSA PER I MINISTERI PADAGNI
    … col dito medio, …”
    St.ron.zio 90 febbraio 17th, 2012 alle 10:30

    è quello che infilano ai loro elettori

  • avatar

    @ marone giuseppe febbraio 17th, 2012 alle 09:49

    sarebbe da fare

    ma anche noi abbiamo le nostre pecche

    saluti

  • avatar

    oggi

    venerdì 17 di febbraio bisesto

  • avatar

    “Noi, popolo di risparmiatori, non meritiamo certo di fare una certa fine, però, ”

    Il risparmio, quello degli italiani che lavorano e assurdamente quello di coloro che in proporzione hanno meno, ha salvato e salvera´l´Italia.
    Questo e´quello che ci differenzia dagli altri europei. la capacita´di sacrificio (forse in parte dovuta ANCHE alla religiosita´o bigotteria)che ci ha consentito in passato e ci consentira´in futuro grandi rimonte.

    L´Italia dopo aver svalutato la propria moneta e´riuscita a crescere del 4% (nonostante l´inflazione) la Grecia´ha diminuito il Pil del 2% dopo la svalutazione della dracma.
    Io non so se la Grecia riuscira´a risollevarsi fuori d´Europa, ma sono sicura che l´Italia ce la fara´NONOSTANTE sia malgovernata e ANCHE rimanendo in Europa.

  • avatar

    I segreti della casta di Montecitorio: Vent’anni da Mani Pulite: anche Passera fu condannato e Monti
    da: isegretidellacasta.bl*og*sp*ot.com (senza asterischi)

    Parliamo ad esempio dell’attuale ministro dello sviluppo economico Corrado Passe.ra. Ex amministratore delegato dell’Oliv*etti, nel 1999 patteggiò una pena di tre mesi e una condanna a quindici milioni di multa insieme all’ex presidente dell’Oliv*etti Carlo De Benedetti per “falso in bilancio qualitativo”.
    Fu toccato dalle inchieste anche Mario Monti. Infatti nel 1997 arrivò la condanna definitiva per Cesare Rom*iti a un anno e mezzo con rito abbreviato per “falso in bilancio, finanziamento illecito ai partiti e frode fiscale” nella sua attività di amministratore delegato della Fiat. A quel punto il giudice per l’udienza preliminare (GUP) invitò formalmente la procura ad aprire un’inchiesta sull’intero comitato esecutivo della Fiat negli anni degli illeciti: Giovanni e Umberto Agnelli, Gianluigi Gabetti, Franzo Grande Stevens e Mario Monti potevano mai essere stati all’oscuro delle strategie spregiudicate e illecite del loro ammnistratore delegato!??
    Questa l’ovvia domanda che si pose il GUP, ma il silenzio assoluto di Romiti e di altri importanti dirigenti Fiat sul coinvolgimento dei propri capi salvò il comitato esecutivo (e tra loro l’attuale primo ministro italiano).

  • avatar

    X Alberto Ragazzi: deh, caro Alberto, però ammetter bisogna che Stronzio, che saluto calorosamente, è un gran bel guaglione, mentre al profesor non è certamente un Adone, ma questo fatto perfettamente s’inquadra nel panorama politico italico. D’accordo, Victor Hugo disse che non bisogna mai rinfacciar a nessuno di essere brutto: ma Giorgio Gaberscik rimarcò il fenomeno come molto diffuso presso i politici; prima o poi tutti finiscono così, ei disse. E, a proposito degli stessi, dire debbo che molto gradita mi è l’osservazione acuta fatta da PP Bovio: caro PP, veritas est in verbis tuis; ma però, aggiunger bisogna che il male, in senso lato, dall’ignoranza è favorito, e la stessa ignoranza è quella di tanti individui. Alberto ha giustamente integrato ciò che Stronzio ha detto cum grano salis: il dito medio i generali padani ai loro stessi elettori infilan, e l’unico rimedio per essi sarebbe quello di raggiunger l’insight. Chè bastato è poco per far dimenticar loro di che pasta sian fatti i loro capi: il senatur che il gesto di strizza ed il pollice verso fa verso padronbanano demagogico era sine dubio, ma ovazione ei ebbe, ed ora che al guvern tecnic le camicie verdi s’oppongon sembra recuperato un certo spirito ribelle, non dico rivoluzionario chè la rivoluzion è ben altra cosa, dimenticando quindi che partito romano la lega è sine dubio. Un saluto a tutti voi. Auguri

  • avatar

    gennaro esposito febbraio 16th, 2012 alle 22:46

    Un disoccupato che muore di fame, non deve rubare, ma non ha alcun sostegno statale… Dunque? Che deve fare?

    ^I piqueteros argentini, gli indios boliviani, i movimenti sociali ecuadoriani, i senzaterra brasiliani, hanno mandato a casa in “malo modo” numerosi governi imposti dal FMI, prima di arrivare ad eleggere quelli attuali, più indipendenti e sovrani. E’ il momento dell’iniziativa dal basso, trasversale, persistente, multiforma, solidale, che dischiuda la possibilità di far convergere le proteste del 90% della cittadinanza in alleanze sociali ampie.^

  • avatar

    X pecorina smarrita:

    Non frequento porti, dovrei fare troppi chilometri datosi che non abito vicino al mare. Senz’altro ti sei confuso con tua sorella, moglie o fidanzata/o

  • avatar

    Patrizia B. Ha scritto:

    “Noi, popolo di risparmiatori, non meritiamo certo di fare una certa fine, però, ”
    Il risparmio, quello degli italiani che lavorano e assurdamente quello di coloro che in proporzione hanno meno, ha salvato e salvera´l´Italia.
    Questo e´quello che ci differenzia dagli altri europei. la capacita´di sacrificio (forse in parte dovuta ANCHE alla religiosita´o bigotteria)che ci ha consentito in passato e ci consentira´in futuro grandi rimonte.
    L´Italia dopo aver svalutato la propria moneta e´riuscita a crescere del 4% (nonostante l´inflazione) la Grecia´ha diminuito il Pil del 2% dopo la svalutazione della dracma.
    Io non so se la Grecia riuscira´a risollevarsi fuori d´Europa, ma sono sicura che l´Italia ce la fara´NONOSTANTE sia malgovernata e ANCHE rimanendo in Europa.

    :) Condivido.Noi (italiani) ci salviamo sempre in corner. Una volta chiesi ad un tedesco cosa pensasse di noi senza indulgere nelle solite banalità.Rispose qualcosa come ”imprevedibili,sorprendenti nel ribaltare le situazioni”. Credo che fosse condizionato dalle partite di calcio… :p

  • avatar

    La faccia tosta che hanno alcune persone è sconcertante. Stefania Craxi domani farà il suo revisionismo di “Mani pulite” con l’intento di rivalutare la figura del padre Bottino e condannare l’operato dei Giudici di Tangentopoli. La Signora Craxi, grazie alle ruberie senza freno del padre, ha tanti di quei soldi che le sue prossime 5-6 generazioni potranno vivere di rendita. Lei invece di vivere di rendita e ritirarsi senza proferire più parola alcuna se solo avesse un po’ di dignità, ha la pretesa di rivoltare gli avvenimenti, distorcendone la realtà che è una sola: il padre era un gran mariuolo! E’ in Parlamento grazie al berlusco ed è stata pagata da noi come sottosegretario ma non le basta… Dovrebbe solo restituire il maltolto agli italiani la figlia del mariuolo ed invece vuole una strada, una piazza intitolata al padre… Come consigliava qualcuno sarebbe giusto che si costruissero dei vespasiani e sulle maioliche mettere la foto di Bottino, così tantissimi di noi sarebbero ben felici di rendergli omaggio anche più volte al giorno…

  • avatar

    Nell’ultima settimana si leggono insolite quantità di articoli molto ben scritti e densi di dettagli che mettono in guardia su una triste sorte e SU UN ORRORE FINANZIARIO INCOMBENTE. Questi articoli non sono scritti da un branco di arrabbiati blogger ignoranti, ma da GESTORI DI FONDI, INVESTITORI ED EDITORIALISTI FINANZIARI. Sono tutte persone che avevano visto giusto che stava maturando il crollo del 2008 e la scommessa è che lo sono di nuovo. Dopo il crollo del 2008, i media del sistema delle comunicazioni di massa (MSM) ci avevano raccontato: “Nessuno aveva previsto ciò che stava per arrivare”, che è una menzogna sfacciata che non funzionerà più.
    Esempi di titoli:
    “A Financial Crisis in 2012 is Inevitable! Here’s Why,”
    (È inevitabile una crisi finanziaria nel 2012! Ecco qui il perché.”)

    “Government Is Dead Man Walking-The Fiscal Situation Is Much Worse Than Most People Realize,”
    (Il governo è un uomo morto che cammina – La situazione finanziaria è peggiore di quello che la gente può immaginare.)

    e “The Financial Crisis Of 2008 Was Just A Warm Up Act For The Economic Horror Show That Is Coming.”
    (La crisi finanziaria del 2008 è stata solo un’azione di riscaldamento per lo spettacolo dell’orrore economico che sta per cominciare.)

    Tutti questi articoli sono stati scritti nell’ultima settimana o giù di lì, e tutti danno corpo a valide analisi. (Ce ne sono stati molti di più, che però ho escluso per ragioni di brevità). Tenete ben presente, questi documenti trattano solo di argomenti e dei fondamentali dell’economia. La guerra in Medio Oriente non è menzionata in nessun articolo.
    Se andiamo a considerare le ostilità che coinvolgono la Siria, l’Iran, Israele, la Cina, la Russia e gli Stati Uniti, si inorridisce al solo pensiero!
    La guerra porterebbe al collasso, al caos, e al disastro finanziario in tempo molto breve.

    L’esperto finanziario e operatore di borsa a Wall Street James Rickards pensa che lo scenario più probabile che andrà a presentarsi sarà il “caos” che deriverà dal crollo del dollaro USA.

    Rickards pensa che le cose andranno così male che il governo degli Stati Uniti “ricorrerà a poteri straordinari in una fase di emergenza economica.” Che cosa vuol dire tutto questo?
    Rickards continua:

    “Pochi Statunitensi sono al corrente e sono consapevoli dell’International Emergency Economic Powers Act (IEEPA) … una serie di norme che assegna poteri dittatoriali al presidente degli Stati Uniti, di congelare i conti correnti, il sequestro dei beni, di nazionalizzare le banche, e adottare altre misure radicali per combattere il collasso economico, in nome della sicurezza nazionale.

    Alla luce di questi poteri, si potrebbe considerare una serie di azioni, tra cui il sequestro di 6.000 tonnellate di ORO STRANIERO conservate presso la Federal Reserve Bank di New York che, se combinate con il tesoro già depositato a Washington di 8.000 tonnellate, permetterebbe agli Stati Uniti di diventare una SUPERPOTENZA AUREA in grado di dettare la forma del sistema monetario internazionale per il futuro, come hanno fatto a Bretton Woods nel 1944.”

    Il crollo finanziario è già in corso, i prezzi degli immobili continuano a scendere, nonostante il tasso dei mutui trentennali sia pari o inferiore al 4%. Per altri milioni di case sarà precluso il riscatto nei prossimi anni.

    Il tasso di disoccupazione reale e di sottoccupazione arriva al 22,5%, e ci sono poche speranze di trasformare le cose in fretta , con il sistema industriale manifatturiero statunitense smantellato e trasferito alla Cina.
    Una cifra record di 46 milioni di persone utilizza buoni pasto. Almeno il 90% di tutte le ipoteche sono supplite dal governo.
    La Federal Reserve sta mantenendo un tasso di interesse allo 0% fino al 2014, e sta dando inizio ad un nuovo ciclo di stampaggio di moneta.

    Sulla scia della crisi del 2008, la Federal Reserve ha immesso 16,100 trilioni di dollari per salvare banche e aziende in tutto il mondo. Non sono stati soldi sufficienti perché, oggi, ci troviamo ad affrontare un altro disastro finanziario ancora più grande.

    Le vendite di veicoli sono state sostenute con un nuovo ciclo di finanziamenti subprime.

    Il debito degli Stati Uniti rispetto al PIL è pari al 100% o superiore, e un altro aumento del tetto massimo del debito sarà probabilmente inevitabile prima delle elezioni di novembre.
    È permesso alle banche UTILIZZARE LE FRODI CONTABILI DEL GOVERNO, che le fanno sembrare SOLVENTI.

    La maggior parte degli Stati usamericani non sono solo completamente al verde, ma affondano in debiti enormi. I BANCHIERI CHE HANNO CREATO QUESTI PASTICCI PER TRILIONI DI DOLLARI DI IMBROGLI NON VENGONO PERSEGUITI PER PAURA DI ACCELERARE IL COLLASSO IN MOTO.

    I prezzi dei carburanti e alimentari sono in aumento, e l’inflazione sta correndo all’11% (se venisse calcolata secondo le valutazioni del governo nel 1980).

    Mentre il dollaro è deprezzato, l’inflazione lo inchioderà. Questi sono solo alcuni segnali di una tragedia in atto. Il problema più grande che gli Stati Uniti hanno è il LORO SCHIACCIANTE DEBITO CHE NON POTRANNO MAI RIPAGARE.

    Sono stati stampati tanti dollari per darli in prestito a sostegno delle banche e dell’economia. Non si può combattere una crisi del debito con infiniti salvataggi e creazione di moneta. È come combattere il fuoco con la benzina.

    Un cambiamento monumentale sta arrivando e, per la maggior parte degli Usamericani, sarà doloroso, soprattutto per gli impreparati.

  • avatar

    Chiedo a Di Pietro di occuparsi invece del gioco d’azzardo on line e meno legalizzato da berlusconi.
    Non che io ritenga che chi si vuole rovinare debba essere salvato,sono per libera scelta in tutto,ma se uno stato pubblicizza queste cose è varamente alla fine.
    Andranno a votare in tanti scheda bianca ? Sbagliano:è solo qualunquismo;ancora peggio non andarci proprio.
    I partiti non sembra abbiano capito qualcosa;restano ancorati al vecchio.
    Andare al voto e annullare la scheda se non si vuol votare nessuno;non conterà ma almeno è una opinione chiara.

  • avatar

    MENTRE

    I leaders dei partiti del bipolarismo, detti anche i partiti delle Libertà, della Democrazia, dei Cristiani, nonché dell’Amore, dell’ Onestà e di tutte quelle forme nobilitanti che tutelano le classi deboli si riuniscono per concordare sul sistema elettorale migliore da proporre al “popolo sovrano” – alla faccia della finta contrapposizione in tutti questi anni; ma come diceva Platone, anche i ladri si devono dare delle regole, se vogliono conseguire il loro scopo,

    NELLA CRANDE CERMANIA

    un presidente della nazione ha dato le dimissioni NON perché abbia rubato o facesse parte del crimine organizzato, o fosse un evasore o insidiasse minorenni e avesse una tenuta a-morale e/o corrotta (prestiti di favore, pare), ma per il fatto che sussiste un PRINCIPIO DI SOSPETTO (Anfangsverdacht) da parte della Procura della Repubblica tedesca di sussistenza di reato, fatto che deve attentamente perseguire, essendo questo un suo compito ineludibile, anche se d’altro canto il sospetto di per sé non significa che esistano prove concrete, come appunto l’accezione della parola “sospetto” sta a significare.

    Qui da noi manco dopo 20 sentenze si dimettono….

  • avatar

    Chi ha detto che il venerdì 17 porta male ?
    Oggi la teutonica signora,assieme al suo dottor stranamore comincia a scricchiolare;il suo pupillo presidente si è dovuto dimettere,incredibile vero ? In germania si dimettono se li beccano con le mani nel sacco.
    Il peggio per lei è che Obama appoggia in pieno Monti nel “tentativo”,ma mi sa che di ordine si tratta,di ammorbidirla.
    Certo che se Monti riesce anche in questo e recuparare la Grecia,poi mi dite come farete a cacciarlo;per me lo rielleggiamo a furor di popolo.
    Daltronde la riproposta di berlusconi,che ci sarà,o bersani,dove volete che vada ?

  • avatar

    il presidente della Germania, Christian Wulff, si è dimesso in seguito alla richiesta della procura di Hannover di revocare l’immunità riservata alle alte cariche dello Stato. Motivo delle dimissioni: un prestito agevolato ottenuto dalla consorte e qualche vacanza pagata a “sua insaputa” quando ancora era ministro-presidente della Bassa Sassonia. L’annuncio è stato dato a Montecitorio dal presidente dell’aula ai colleghi parlamentari (onorevoli e senatori) .. il commento unanime .. AH AH AH AH .. !!

  • avatar
  • avatar

    @ Patrizia B
    Non so se Monti e il suo governo riuscirà nell’impresa, com’eravamo messi e lo siamo tuttora, non è che vi erano altri sulla scena, visto che hanno accettato di buon grado di farsi da parte, non considerando l’IDV e la Lega ormai estromessa.
    Spero anch’io con tutto il cuore che l’Italia possa farcela e anzi ne sono sicuro, per merito della forza che gli italiani hanno a non arrendersi, vi è tuttavia da considerare che senza capitani all’altezza della situazione, come diceva Sarkozy, diventa molto, ma molto, difficoltoso.

    @ Stronzio90
    Scusa se ho ripreso alcuni tuoi punti, ma l’ho fatto per darti modo d’osservarli sotto altra angolazione, se invece sono io che sbaglio, correggimi, te ne sarei grato.
    Ciao.

    @ Enzo Carraro ( Il rosso mandrino)

    Chi bada al vento non semina mai
    E chi osserva le nuvole non miete

    (Lo vada a raccontare ai marinai)
    *
    Come ignori per qual via lo spirito entra nelle ossa
    dentro il seno d’una donna incinta, così ignori l’opera di Dio che fa tutto.

    (Sono gli uomini che disfano ciò che Dio ha fatto, ignorando per
    quale via entra lo spirito e io, quale appartenete alla specie,
    non posso che costatarlo)
    *
    La mattina semina il tuo seme
    e la sera non dare riposo alle tue mani
    perché non sai quale lavoro riuscirà,
    se questo o quello o se saran buoni tutti e due

    (Questo, i cassaintegrati e i disoccupati se lo possono incorniciare,
    mentre guardano i truffaldini che se la godono nei paradisi fiscali)
    *
    Dolce la luce agli occhi piace vedere il sole

    (Sotto il sole ho visto persone oneste trattati
    da disonesti e disonesti trattati da onesti)
    *
    Anche se vive l’uomo molti giorni se li goda tutti,
    e pensi ai giorni tenebrosi, che saranno molti:
    tutto ciò che accade è vanità.

    (Infatti, lo vedo nei festival, tipo San Remo
    e in ciò che fanno i politici)

    Con l’Ecclesiastico consenso, sempre sotto il sole,
    mi concederà un minimo di sano pessimismo?

  • avatar

    curioso .. nel blog “ripulito” dai nicks e markettate varie son spariti i vari @caensor e pseudonick .. così come gli @AO e pure i .. profeti e illusionisti del nulla .. ma son tornati anche i @Renzi e bloggers che si erano dichiarati (a suo tempo e LORO dire) .. fuori dai giochi .. che strano effetto che fa il nuovo (nuovo?) blog .. taumaturgico .. quasi miracoloso .. così è se .. vi accorgete .. :o

  • avatar
  • avatar

    @ giordano bruno febbraio 17th, 2012 alle 10:55

    il 17 febbraio 1600 Giordano Bruno moriva sul rogo

    per aver detto la verità

  • avatar

    Da Chiesa sei nato e in chiesa ritornerai!… Amen! .-|||

    Sicuramente una battuta degna della miglior satira.
    Quello che mi domando se è giusto sminuire quel che è stato “Mani Pulite” e sopratutto la voglia di un insieme di Magistrati di estirpare il malaffare politico, ben consci del muro contro il quale andavano a sbattere.
    Qualcuno potrebbe obiettare il fatto che Di Pietro per salvarsi da ritorsioni si sia buttato in politica e con profitto personale, visto però i benefici che la politica ha riservato a tutti i coinvolti nel caso, mi risultano Mario Chiesa e Cusani gli unici ad aver pagato con il carcere, oltre ad alcuni suicidi?!, e qualche De Lorenzo…, senza contare poi Berlusconi che da buon apprendista stregone ha usato la politica per salvarsi…la faccia!!(Tanto è la stessa cosa..capisc’ a me).
    Credo che quello che ha ottenuto Di Pietro sia il “minimo sindacale”…rimborsi elettorali a parte.

  • avatar

    ricordi di sinistra

    “Stefania Craxi domani farà il suo revisionismo di “Mani pulite” con l’intento di rivalutare la figura del padre Bottino e condannare l’operato dei Giudici di Tangentopoli. La Signora Craxi, grazie alle ruberie senza freno del padre, ha tanti di quei soldi che le sue prossime 5-6 generazioni potranno vivere di rendita.”
    asia febbraio 17th, 2012 alle 12:55

    Continuano i discorsi dei nostri politici di parte per riabilitare craxi.
    tempo fa, la figlia ad Hammamet diceva che il padre: ”è stato tradito da qualcuno dei suoi. lui non sapeva della corruzione”.

    La signora craxi quindici anni fa doveva essere già adulta tanto da poter assistere alle dichiarazioni rese da suo padre al parlamento: “io, queste cose qui, sapevo che c’erano quando ancora portavo i pantaloni corti”.

    O forse la signora figlia non ne fu informata? Non aveva la tv?

    Il fatto corruttivo perpetrato per anni da tutta quella classe politica era esasperato dall’arroganza con la quale si proponevano.

    Il discorso alla camera di suo padre è la punta di quella montagna di spudoratezza.

    Ne faremo un santo.

    C’è in giro un certo signor bonaiuti, mentre era vice capo di governo, che con sicurezza, a ballarò, disse di essere socialista.

    Un altro confuso o male informato:
    dall’ottocento i socialisti stavano alla parte sinistra del parlamento da cui deriva il termine “sinistra” che non esprime solo la posizione nella quale stavano ma indica soprattutto la politica espressa da quel gruppo in contrapposizione all’altra detta di destra.

    Ma anche lui visto che sta con la destra non deve essere stato informato. proprio come è successo a craxi ed alla figlia

  • avatar

    “Se andiamo a considerare le ostilità che coinvolgono la Siria, l’Iran, Israele, la Cina, la Russia e gli Stati Uniti, si inorridisce al solo pensiero!
    La guerra porterebbe al collasso, al caos, e al disastro finanziario in tempo molto breve. ”

    ma allora è vero!?

    MAJA ….!!!!

  • avatar

    @Leandro Renzi

    Sembra proprio che l´avvenire della Grecia sia segnato, ma non per volere della Merkel, i piu´accaniti sono Olanda, Svezia e Austria.
    Questi dicono che i prestiti alla Grecia non sono altro che regali e di questi tempi non c´e´nessuno che abbia un surplus da regalare…
    A me dispiace moltissimo per i Greci, che sento molto vicini, anzi compagni di sventura, perche´come noi, malgovernati e fregati da politici veri e propi parassiti( per non dire di peggio).
    Ma sono anche convinta che, comunque, il loro salvataggio e´un´inutile prolungare l´agonia e mi auguro che abbiano la forza di liberarsi una volta per tutte di chi li ha portati alla rovina.
    Io non so cosa succedera´, so che non sara´nulla di bello o di piacevole.
    Probablmente la cosa peggiore sara´che ci ritroveremo tutti piu´poveri e meno liberi.

  • avatar

    Risate alla grande!!. Io che non partecipo alla vita politica e parlamentare me ne ero accorto sin dal primo istante della finta caduta del governo berluskan-kazizer.Voi che frequentate quotidianamente il parlamento solo oggi vi rendete conto dell’anomalia perpetua.Sembra che qualcuno voglia prenderci per il c..o opsS! pardon! siamo in nuova veste blog ,dove i commenti sono moderati dai nazifascisti vestiti da pseudo democrati che vigilano sul regolare andamento blogghiano a mò di noia ,privo di stimoli dati dai commenti piccanti.Comunque una gran presa per i fondelli.

  • avatar

    Non si arrenda, su niente per favore!
    Siamo in tanti che La sosteniamo condividendo le Sue battaglie…
    Questa poi sarebbe da sostenere con una mega-raccolta firme!
    Cordiali saluti.

  • avatar

    Ma come, IL PROBLEMA DELLA GIUSIZIA, in primis, e poi anche quello della RAI da colonizzare erano L’OSSESSIONE QUOTIDIANA del governo Berlusconi che solo di questo voleva occuparsi per farsi le sue belle leggi ad personam e per salvarsi dai vari processi, invece di pensare allo sviluppo economico del nostro paese e ai problemi della povera gente che non ha lavoro e muore di fame! Ed ora, UDITE, UDITE, il grande ed onnipotente Angelino Alfano che si “mangia” tutti gli altri segretari di partito in un sol boccone, rifiuta l’incontro con Monti perché ORA, visto che il governo è diverso (ma non così tanto diverso, perché è chiaro che è ostaggio di Berlusconi) Angelino vuol parlare solo dello “sviluppo economico” dell’Italia!!!
    Ma cosa pensano, che tutti gli italiani sono scemi o deficienti?! Non si rendono conto che con i loro comportamenti mirati solo alla difesa dei loro interessi offendono la nostra intelligenza?! E Monti, se fosse veramente “autonomo” e avesse realmente libertà di azione, ad un tale rifiuto che ha fatto saltare l’incontro programmato, doveva fare il “diavolo a quattro”, invece di riportare tutto alla normale dialettica politica, masticando amaro e con la coda tra le gambe! Siamo proprio messi molto, ma molto male!!!

Scrivi un commento

:D :) :o :eek: :( :lol: :wink: :arrow: :idea: :?: :!: :evil: :p

-->