Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi
Digressioni

Nessun favore sottobanco a Berlusconi

Facebook
Google
Twitter
67
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url:

berlusconi sottobanco Nessun favore sottobanco a BerlusconiSe le voci riportate oggi dai giornali sul  vergognoso mercanteggiamento che si sarebbe svolto nel vertice di maggioranza, quello che Casini ha voluto immortalare con una opoaca foto ricordo, corrispondessero al vero ci troveremmo davanti a una situazione gravissima.
Questo Paese è stato messo in ginocchio dalla corruzione. Lo sappiamo tutti e se qualcuno fa finta di essersene scordato può leggersi i dati della Corte dei Conti e dell’Ocse per rinfrescarsi la memoria.

In mezzo a questo disastro i rappresentanti del governo e dei partiti che lo sostengono non trovano di meglio da fare che cancellare il reato concussione perché altrimenti ci andrebbe di mezzo Silvio Berlusconi? Con il Paese in ginocchio, con milioni e milioni di lavoratori disoccupati o in cassa integrazione, passano le loro notti a cercare di fermare il processo di Ruby, visto che con la bufala della nipote di Mubarak gli è andata buca.

Con una mano fanno credere di rettificare la legge sulla responsabilità civile dei magistrati, che era stata fatta apposta per ricattare i giudici, e con l’altra mano, in cambio, devono dare a Berlusconi quella legge sulle intercettazioni che quando era al governo, nonostante tutti i voti che aveva in Parlamento, non era riuscito a ottenere. Perché la presa in giro sia completa, ci manca solo che ci riesca adesso che non è più al governo .

Decisioni importanti quali quelle sulla giustizia, fondamentali per la vita del Paese e per la dignità delle sue istituzioni, devono essere prese alla luce del sole e nelle sedi deputate, cioè  in Parlamento e di fronte ai cittadini. Non nei sottoscala e nelle riunioni private. Quello era il metodo dei patti della crostata e degli inciuci sottobanco e abbiamo visto dove ci ha portato.

Se Monti e il Pd stanno ricominciando con quella musica io voglio dire loro, con tutta la franchezza e l’onestà possibile, che si devono fermare subito, prima che sia troppo tardi.

Invece di cercare scambi inconfessabili il governo affronti il nodo vitale della corruzione nel solo modo utile, ad esempio approvando le tre regole anticorruzione che noi dell’Italia dei Valori proponiamo da tempo: chi ha subito condanne non può essere candidato; chi è imputato non può svolgere, o continuare a svolgere, incarichi di governo, sia locale che centrale; gli imprenditori che commettono reati contro la pubblica amministrazione non devono più poter partecipare alle gare d’appalto.

Tutto deve essere affrontato  con la massima trasparenza, perché è nella opacità e nell’oscurità che la corruzione prospera.


67 Commenti a “Nessun favore sottobanco a Berlusconi”

  • avatar

    ancora?!

  • avatar

    Bene: so che non dovrei dirlo, ma mi auguro che qualcuno di loro soffra per un stupro di gruppo subito magari da qualche sorella, moglie, figlia.
    Vediamo se anche dopo saranno di questa idea.

    Angela Vita
    ***********************************************************

    @Angela,
    non è accettabile il Tuo auspicio!
    Perchè Vuoi limitare la sofferenza, solo a qualcuno di loro?
    Anzi, perchè non estendiamo l’auspicio anche a tutta la classe politica, colpevole di aver creato i presupposti, ad una sempre più estesa impunità?

    Non serve essere donna, per capire le conseguenze di uno stupro.
    Per questo la decisione della Cassazione, può risultare (a prima vista) incomprensibile.
    Dico questo perchè, anche questa decisione, è finalizzata alla concessione di quella discrezionalità, che troppo male sta facendo al nostro sistema giudiziario.
    Infatti, la Suprema Corte, non ha vietato l’ipotesi d’arresto, ma lo ha demandato (discrezionalità) alla decisione del Magistrato di turno.
    In pratica, ha dato la possibilità al Magistrato di non arrestare il potente, o il figlio del potente di turno.

  • avatar

    Nostra Democrazia è morto che cammina.
    ******************************************************

    E’ così da almeno 30 anni, ma ad ammetterlo è meglio tardi che mai.

    On. Di Pietro, questa Sua coraggiosa affermazione, non può rimanere senza le dovute conseguenze.
    A tal proposito, Le chiedo di smentire (con fatti concreti) quelle persone che, come me, hanno sempre manifestato poca fiducia nella sua persona.
    Se è vero che Lei ha più a cuore gli interessi dei cittadini, rispetto a quelli della “casta” della Magistratura, dovrebbe farsi promotore di una raccolta firme (da solo o insieme al M5S), per favorire (finalmente) un maggior livello di “Democrazia Diretta”.

    p.s.
    in passato, ho votato IDV, solo per rispetto nella persona di Luigi De Magistris.
    Spero che Lei mi dia un motivo valido, per modificare la mia attuale decisione di non andare più a votare.

  • avatar

    Al TG3 ho visto un brano della conferenza stampa del Sindaco di Bari (il Magistrato Michele Emiliano).
    Le oscene giustificazioni date, sono riuscite a valorizzare quelle che all’epoca diede il Ministro Scaiola “una quota del mio appartamento, è stata pagata a mia insaputa”.

    Noi sappiamo di vivere in un Paese, dove la corruzione è sempre più dilagante, ma colpisce sentire dalla voce di un Magistrato, delle giustificazioni così culturalmente misere, da lasciarti con una ulteriore dose di amaro in bocca.

  • avatar

    ..Ennio..P A S Q U A L I N ..Sindaco di FRASSINELLE….”

    http://www.youtube.com/​watch?v=3yVkXJ5qySw
    .
    .Leggere..imparare..e..STU​DIARE!
    con la ..sola..scuola dell’OBBLIGO!

    Caro Giorgio NAPOLITANO..!
    ..Caro..Mario MONTI!
    ..Caro Silvio BERLUSCONI!
    Caro..Pier Luigi BERSANI!
    Caro..Angiolino Alfano..!
    Caro..Pier Ferdinando CASINI..!

    CARO Benedetto XVI!

    CARO..Camillo RUINI..!

    ..e..caro..GESU’..bambino!

    ma..non prendiamoci per i fondelli..e..soprattutto..​non prendiamo..per il..KULO..gli..ITALIANI!..​e..caro Antonio DI PIETRO!

    lewisugel34venezia

  • avatar

    Mentre continuiamo a fare i campionati nazionali di indignazione, i briganti della politica, di confindustria, della chiesa e della finanza, continuano a fare i loro porci comodi sulla pelle di lavoratori ed ex lavoratori. C’è bisogno di un movimento dei forconi su scala nazionale, con forconi veri, e con intenzioni belliche. Questi bastardi vanno eliminati fisicamente; come e con chi riempire gli spazi lasciati vuoti dalle stragi, è un problema da affrontare successivamente. Anche io come Usuraro…HO SETE DI SANGUE DI LORSIGNORI!!!

  • avatar

    Caro on.Di Pietro hai fatto il giudice nel pullk di mani pulite. Onore al merito. Ma ti sei perso in politica. Potevi essere un politico di FERRO come la “culona”, invece fai fumo senza arrosto. Voglio dire che il CAPO D’IMPUTAZIONE C’E’ e lo conosci molto bene. Fatte le verifiche, denuncia di ALTO TRADIMENTO AI DANNI DEL POPOLO e/o corruzione etc etc. Ognuno usa le armi che meglio conosce. MA USIAMOLE. Il cavoliere ha fatto il peggio del peggio e NON HA PAGATO NIENTE. Datevi una regolata VOI SANI. La società guarda loro come normali e VOI…. scassa…ca..use.
    Se a IDV va bene così non credo che farete molto alle elezioni. Titate fuori… il VS vero carattere ed essere e se BUONO verrà acquistato anche senza frasca (PD)

  • avatar

    Onorevole Di Pietro,
    dopo che Bersani Le ha chiesto di eliminare la parola inciucio per poter ancora dialogare molte cose sono avvenute, non escluse le primarie di Palermo.
    Se vuole veramente essere incisivo deve far saltare tutti gli accordi di schieramento del centro sinistra, stracciare la foto di Vasto, fare opposizione da soli come IDV e dare pane al pane e vino al vino senza se e senza ma.
    Gli italiani sono veramente schifati, in tutti i sensi, di manovre lacrime e sangue, mancanza di lavoro e tutto lo sterco che riguarda la politica.
    Se la politica non si rinnova a votare andranno solo i politici, noi prendiamo le distanze.

  • avatar

    “…e per l’Oscar sulla concussione: miglior legge ad personam all’unanimità, del parlamento di nominati, durante il governo monti!”

    Sei stato presidente del consiglio? Dai la fiducia al governo monti? Allora hai diritto ad un bonus da spendere in leggi ad personam all’unanimità!

    Da oggi non sarà più reato, chiedere alla questura, delle nipoti di dittatori mediorientali. Ma solo e solo se sei in conflitto d’interessi, già presidente del consiglio, e sostegno ad un governo di nominati dai nominati!

    Ma quale sinistra? Se “lui” è “lui”… tu sei un ‘azzo!

  • avatar

    ….”quello che Casini ha voluto immortalare con una opoaca foto ricordo, ci troveremmo davanti a una situazione gravissima”…..

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    Non è che con quella Foto i TRE vorrebbero farci credere che ciò che sta facendo Monti sia scevro da un benchè losco interesse nel cercare di difendere i LORO Prinvilegi acquisiti e soprattutto “salvare la loro pelle”, ammesso che ne potranno uscire indenni.

    MOLTO, ma MOLTO di più quello che tocca fare agli Italiani , -tranne loro, ovviamente!-; ma almeno che si tuteli il BENE COMUNE dell’Italia e dei cittadini italiani con le riforme e soprattutta con la GIUSTIZIA.

    Stamane, riguardando la foto dei TRE dell’
    - AVE MARIO! la TRIPLICE Allenza, TE SALUTANT!

    Mi è venuta in mente la famosa Sigla di un cartone animato che così cominciava:

    - SIAMO TUTTI QUIIIII, E TUTTI INSIEME VOGLIAM MOSTRARVI il
    “””””” MARIO MONTI SHOOOOOW!””””””””

    Te lo ricordi il BRACCO BALDO SHOW?

    Beh! Pierferdycasinando, sicuramente ha recuperato quell’incipit del Cartoon “animato” di Hanna e Barbera.

    NON incantano PIU’!!!!!
    Sono i personaggi di un CARTONE ANIMATO,
    vecchio e già visto nel Secolo scorso!

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    PS

    On.le Di Pietro,

    la vera EMERGENZA della giustizia in Italia è la PRESCRIZIONE.
    Bisogna ABOLIRLA!
    E con essa abolire la Legge ex-Cirielli.

    “Monti, contro la crisi l’austerità non basta. Per stare in piedi la sfida è la legalità”
    L’intervento di Roberto Scarpinato, procuratore in Corte d’appello a Caltanissetta: “La lotta all’impunità è un fattore indispensabile. La ricreazione è finita: o ci solleviamo al di sopra di noi stessi o rischiamo di restare vittime di un destino analogo alla Grecia”

    “Le misure di austerità, inevitabili e necessarie sono irrealizzabili senza una democrazia funzionante e una classe politica incorrotta. Ambedue le cose mancano in Grecia, a causa di una storia postbellica caratterizzata da profonda sfiducia nello Stato e da una cultura della legalità inesistente”.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/15/caro-monti-contro-crisi-lausterita-basta-stare-piedi-sfida-legalita/197599/

    Il PRIMO Passo da fare per perseguire e combattere l’illegalità è :
    -Abolire la PRESCRIZIONE.

    Che cosa aspettiamo a raccogliere le firme?

  • avatar

    Caro on. Di Pietro,
    quello che dice è tutto vero. Mi permetta però di essere scettico, non nei suoi confronti ma verso il Governo e i miei concittadini.
    Verso il Governo perchè Monti, in questo momento, si trova un Parlamento pronto a votare qualsiasi cosa. Cosa lo trattenga dal fare quello che vuole, non si sà.
    Monti può porre la fiducia su tutto quello che gli pare ed il Parlamento la voterebbe in massa pur di non andare ad elezioni. Potrebbe porre la fidicia anche sul fatto che la Santanchè è vergine, gliela voterebbero di sicuro. L’unica a scandalizzarsene sarebbe la Santanchè.
    Se Monti non fa quello che sembra ovvio debba fare, vuol dire che dice una cosa e ne pensa un’altra. Ha obiettivi diversi da quelli che dichiara.
    Verso i miei concittadini perche non agiscono. Si nascondono dietro un cespuglio per vedere cosa succede senza farsi riconoscere perchè hanno paura. Si figuri! Hanno paura di altri italiani che a loro volta hanno più paura di loro che si nascondono.
    Gente così non sarà mai libera. Saranno sempre servi in casa propria.

  • avatar

    Se Monti e il Pd stanno ricominciando con quella musica io voglio dire loro, con tutta la franchezza e l’onestà possibile, che si devono fermare subito, prima che sia troppo tardi.

    Tonino, qui non c’è nessuno che ricomincia. Qui proseguono a fare quello che hanno sempre fatto.

    In particolare il PD e le sue incarnazioni precedenti, quando mai non hanno inciuciato? Sia quando la situazione internazionale non consentiva l’accesso al potere, sia quando ormai lo consentiva, ma nella situazione di opposizione all’italiana si erano adagiati così bene da riamanerci e sguazzarci, sia quando al potere ci sono andati, per pochi voti e per poco tempo (lo sai bene perché c’eri anche tu), ma la nostalgia dell’opposizione di comodo era così forte da lasciarsi far fuori dal primo Uolter di passaggio, senza aver provato, non dico a cancellare, ma nemmeno a parlare delle porcherie che il loro illustre predecessore Banano (e ora loro alleato nella troika) aveva lasciato in eredità (vedi leggi ad personam, conflitto d’interessi, Porcellum…).

    E il Neosalvatore delle Banche, al di là delle riunioni segrete con l’angelico segretario putativo del partito bananico, col maggiordomo di Baffino e col carugnì del uratori, ha forse agito alla luce del sole finora? È forse agire alla luce del sole mandare avanti un governo a colpi di fiducia? E, per rimanere a un caso recentissimo, è forse agire alla luce del sole incontrare in camera caritatis l’amministratore delegato (che qui guadagna, ma risiede in Svizzera e là paga “poche” tasse) di una ditta che qui ha sempre munto (e che mungiture) a fondo perduto, ma negli USA restituisce prontamente i prestiti? E ho scritto “in camera caritatis” perché tutto quello che si sa di questo incontro da carbonari è che l’AD ha detto che è stato perfetto, mentre il Neosalvatore neanche quello, perché si è limitato al suo sorrisino stereotipato, che ormai appare posticcio come i capelli e la statura del Banano.

    Tonino, ma cosa speri ancora? E soprattutto, di quali prove hai ancora bisogno? Di un Porcum che escluda l’IDV dal Parlamento? O magari ti andrebbe bene un Porceddum che permettesse all’IDV di accedervi ancora?

    Tonino, temo che i tempi siano scaduti in questo decaduto paese. Temo che non basti dire a lorsignori (signori si fa per dire) che si devono fermare subito. Credo che occorra decidere e dire forte e chiaro come si intende agire.

    Invece di cercare scambi inconfessabili il governo affronti il nodo vitale della corruzione nel solo modo utile, ad esempio approvando le tre regole anticorruzione che noi dell’Italia dei Valori proponiamo da tempo: chi ha subito condanne non può essere candidato; chi è imputato non può svolgere, o continuare a svolgere, incarichi di governo, sia locale che centrale; gli imprenditori che commettono reati contro la pubblica amministrazione non devono più poter partecipare alle gare d’appalto.

    Tutto deve essere affrontato con la massima trasparenza, perché è nella opacità e nell’oscurità che la corruzione prospera.

  • avatar

    Penso che il governo in carica si debba sentire offeso dalla apocrifa maggioranza che lo sostiene e non è detto che lo sia. È vero anche che la “grande Repubblica Italiana” non ha altro da offrire che questa consorteria di miserabili lestofanti che neanche di-fronte alla gravissima crisi del Paese si fermano con i loro saccheggi, ma c’è ancora un altra cosa che rende tutto drammaticamente insopportabile: questi politici o leader di partiti della maggioranza cosa e chi rappresentano???. Cosa rappresentano lo ha ben spiegato l’Europa e il resto del mondo democratico visto l’isolamento internazionale in cui eravamo e ancora siamo, l’unico interrogativo da sciogliere è capire fino a che punto 60 milioni di italiani possono essere rappresentati da questi signori che seggono sugli scranni del potere politico?!?. :?:

  • avatar

    PER LO STAFF
    Nel mio messaggio precedente, in attesa di approvazione, in fondo sono finiti due paragrafi del testo di Tonino. Toglieteli pure (il mio post termina con “Credo che occorra decidere e dire forte e chiaro come si intende agire.”).

  • avatar

    ..COSE..ITALIANE!..a..VENEZIA!
    Il Sindaco di centro sinistra..ORSONI..seguìto a Massimo CACCIARI..aveva il CASINO’..(n.3!)..e..adesso..non ce lo ha più!..PERDE..o..meglio..non guadagna più..abbastanza per tutti!

    “”Il consiglio comunale lo scorso 22 novembre aveva infatti invitato sindaco e sindacati a cercare un confronto sulle alternative alla cosiddetta subconcessione della gestione. Ma quell’accordo è naufragato, perché da un lato Ravà ha presentato un piano durissimo — abbattimento di retribuzioni e premi, flessibilità, modifiche contrattuali in primis — dall’altro i sindacati hanno replicato con una piattaforma piena di «no» e con l’idea choc della vendita di Ca’ Vendramin. In mezzo, a scaldare animi già roventi, c’è stato anche l’ok del ministero dell’Interno alla «privatizzazione».

    Ma i sindacati non ci stanno e subito dopo aver ricevuto la lettera ieri hanno controbattuto, ricordando che la decisione dello sciopero era cosa ben nota, «assunta e votata dall’assemblea dei lavoratori di venerdì sera». «Al nostro documento sindacale e alla specifica richiesta di incontro al sindaco è seguito il più perfetto dei silenzi», lamentano. «Non si fa così, è un grave errore», si infuria Andrea GAGGETTA (Cisl). «Ci faremo vivi prima del consiglio comunale, non lo aspetteremo con le mani in mano – incalza Salvatore Affinito (Cgil) – questa è una lesione profonda dei rapporti». Dopo la serrata di oggi ci saranno sicuramente «ulteriori azioni», com’è scritto anche nella lettera di ieri. C’è chi parla di una protesta sotto Ca’ Farsetti proprio mercoledì, il giorno dell’incontro annullato, chi di nuovi scioperi, mentre di sicuro domani partirà una nuova lettera a tutti i gruppi consiliari per chiedere altri incontri. La tensione è alta, ma l’ad Ravà non commenta e si dice che sia curioso di vedere se oggi i lavoratori saranno davvero compatti nello sciopero.

    Intanto però contro l’amministratore delegato arriva anche l’attacco del Fronte della sinistra e dei Comunisti italiani: «Una proprietà attenta e responsabile avrebbe chiesto conto all’amministratore e lo avrebbe da tempo sostituito – dice Piero Francescon – Questa azienda ha bisogno di un.. m a n a g e r.. che sappia che cos’è un Casinò».

    Alberto Zorzi

    P.S.-In CASINO’..sono in troppi..inutili..parassiti..raccomandati..da tutti..!
    ..e..sindacati..compresi..si svegliano..sempre troppo TARDI!
    In Italia..le Case da gioco..sono VIETATE!..Venezia..da UNO ne ha fatto..TRE e si prepara a farne un QUARTO!..ma..i..raccomandati che non servono..sono..TANTISSIMI!..e..adesso?cosa inventeranno ..Andrea GAGGETTA (CISL)..e..Salvatore AFFINITO?..chiederanno il licenziamanto dei raccomandati..e..inutili?
    E perchè..NO..il CASINO’..a Taormina di Sicilia?..ma..MAFIA..cos’é??

  • avatar

    Salute

    C’è qualcuno che è depresso, sta male, è dispiaciuto per la salute del blog.

    Antonio, siamo contenti che ti sei rimesso in forma

    Adesso tifiamo per la salute del blog.

    Speriamo che con qualche iniezione di luminosità e toni caldi con qualche passeggia mattutina e qualche corsetta possa riprende un normale percorso spedito, per portare la posta in tempi adeguati alla velocità di lettura.

    Ah! Fai fare un corso accelerato al filippino. Di modo che possa cancellare per aver letto, non come ora che poveretto è costretto ad attenersi alla forma del nome dello scrivente.
    A volte si confonde e cancella altri simboli simili.

    Grazie a tutti

  • avatar

    Bla bla ba bla bla bla bla, ecco ciò che penso del topic odierno.
    E non voglio entrare nel merito del discorso di chi ha subito condanne ecc ecc, oppure di quelli che dopo due legislature non dovrebbero più candidarsi (quest’ultima istanza ormai da te per convenienza abbandonata) perchè ne ho già parlato tante volte.
    Vediamo invece quanto si può essere falsi fingendo di essere sinceri e veri.
    Diciamo che il tuo articolo di oggi, caro il mio lorenziniano personaggio, altro non fa che confermare quanto tu sia lontano dall’essere sincero.
    Ieri alle ore 18:20 ho inviato un post, peraltro innocuo e per niente critico, che mi è stato possibile vedere in chiaro (cioè sbloccato o “approvato” come dite voi) alle ore 10:50 di oggi; nel frattempo sono stati inviati (almeno quelli “approvati”) altri 25 post, che suppongo anche gli altri, come me, non sono stati in grado di leggere fino alle 10:50 di stamani.
    Appare più che chiaro che, alla luce dei fatti, questo blog altro non vuole essere, se non uno strumento propagandistico e a basso costo; se non addirittura sovvenzionato con soldi pubblici.
    Mi stupisce come persone che si reputano intelligenti, non si rendano conto di quanto siano usate e manipolate; eppure l’equazione sarebbe semplice 2+2=4.

    ^^^^Invece di cercare scambi inconfessabili il governo affronti il nodo vitale della corruzione nel solo modo utile, ad esempio approvando le tre regole anticorruzione che noi dell’Italia dei Valori proponiamo da tempo: chi ha subito condanne non può essere candidato; chi è imputato non può svolgere, o continuare a svolgere, incarichi di governo, sia locale che centrale; gli imprenditori che commettono reati contro la pubblica amministrazione non devono più poter partecipare alle gare d’appalto.^^^

    Così scrivi, ma caro il mio lorenziniano, il primo gradino della scala che porta all’anticorruzione sarebbe quello rappresentato dall’abolizione dei rimborsi elettorali (leggi finanziamento pubblico sotto mentite spoglie; esattamente come voi, sotto mentite spoglie, vi fregiate del titolo di onorevoli).
    Fino a quando non avrai mosso un dito per eliminare questo misfatto, o fino a quando non avrai dimostrato che intenderai percorrere questa strada, restituendo il maltolto (vedi M5S) è inutile che sbraiti di corruzione e legalità, quando sai benissimo che ne sei al di fuori e lontano anni luce.
    Puoi far fessi solo quei gonzi predisposti a farsi prendere per i fondelli, non certo la maggioranza degli italiani (il 97%) che non si fa incantare da chiacchiere come le tue; chiacchiere per chiacchiere, sta tranquillo che, almeno la maggior parte degli italiani, preferiranno ancora quelle di berlusconi, che almeno come imbonitore, è molto più in gamba di te.
    Lo so bene che poco te ne cale; che quel 3% ti basta e avanza per allargare il feudo; che tanto il triglia lo hai già instradato, ecc ecc; però ricordati che su questa terra, tutto è caduco; e che quelle che ritieni certezze ormai acquisite, potrebbero dall’oggi al domani rivelarsi appunto caducità.
    Pensaci lorenziniano, e se proprio vuoi restare al tuo posto, incomincia a valutare forme più oneste di lotta; che altrimenti, per te, come anche per gli altri, la vedo proprio brutta.

  • avatar

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/17/salvacondotto-salvacorrotti/198112/

    Ecco un uomo coraggioso, un sacerdote per giunta: Paolo Farinella!
    Uno che fa un’analisi lucida della situazione di oggi, senza sconti per nessuno.
    Dal suo articolo, postato sul sito de “Ilfattoquotidiano.it”, viene fuori tutta la verità, una verità amara e distruttiva: tutti uniti appassionatamente a fare il volere di un uomo che finora ha dettato legge, nel senso letterale del termine, e che ora continua a farlo tramite altri: quest’uomo è Silvio Berlusconi.
    Stupisce il comportamento di un partito, il PD, che mai come oggi avrebbe le chances di cambiare le cose, ma che invece “si appecoronisce” per soddisfare le esigenze dell’ex premier, acconsente che la classe media e inferiore sia tartassata come non mai, proprio quella classe da cui attinge i suoi voti, e che la classe operaia sia privata persino del minimo di tutela, consentita dall’art.18.
    Quando scoppiò la Rivoluzione francese, le classi privilegiate costituivano solo il 2% della popolazione.
    Ma l’ignoranza e il prolungato stato di soggezione cui era sottoposta la popolazione povera ne hanno impedito il risveglio per lungo tempo.
    Fino a quel fatidico 14 luglio 1789.
    Per noi non si può più parlare di ignoranza e meno che mai di stato di soggezione.
    Allora, cosa aspettiamo?

    Angela Vita

  • avatar

    grazie Gianfranco

    “Infatti, la Suprema Corte, non ha vietato l’ipotesi d’arresto, ma lo ha demandato (discrezionalità) alla decisione del Magistrato di turno.
    In pratica, ha dato la possibilità al Magistrato di non arrestare il potente, o il figlio del potente di turno.”
    gianfranco chiarello marzo 17th, 2012 alle 12:43

    per aver chiarito questo punto.
    ora siamo alla giustizia discrezionale, non sarà applicata per tutti.

  • avatar

    STIAMO PRECIPITANDO E NON SE NE ACCORGONO

    La gente non si può allontanare, compiutamente, dalla “Politica”, oggi dei nominati, dei detentori della rendita nominalizia, e del cosiddetto rimborso elettorale.
    Anche se ne prova disgusto, e disprezzo, la sfera politica, decide della loro vita, della loro famiglia, dell’avvenire dei figli. Allora? Soffriranno di più! Maggiore microcriminalità! Maggiori raptus della follia! Maggiore sofferenza sociale!

    Si allontaneranno dalla politica, coloro che daranno più valore alla salute psicofisica, che alla tutela dei propri guadagni, avendone molti su cui contare. Vivi di rendita? Non si sa come (marxianamente il dubbio è lecito) ragioni non con le tue sostanze, ma con l’equità e la giustizia sociale? Allora, minimo, penserai dei nominati, e del governo: che s’impicchino alla loro stessa avidità, e insensibilità, che il potere dà! Chi ha la “panza chiena” non comprende più chi ha la pancia vuota!

    Per gli altri, per i poveri cristi, occorrerà attendere le sommosse per fame. E’ crudele dirlo, realistico pensarlo, ma se non vi saranno molte, troppe famiglie, letteralmente gettate per strada, il governo monti avrà buon gioco, nell’”impezzentire” ulteriormente la popolazione, nel nome della visione bancaria dell’economia, della società e dell’esistenza umana.

    Chi guadagna rapacemente milioni di euro che ne capisce di chi è disoccupato senza reddito? Il governo sarà per ipotesi (forse assurda) onesto, ma è troppo satollo, e non capisce chi ha la pancia vuota! Come si può tassare chi non ha reddito, invece che dargli un reddito di cittadinanza?

    Che ne capisce più, di chi non ha i soldi per la benzina, sigilla l’auto; o per mangiare, e mangia solo pane, e ingrassa pure dato che mangia sempre la stessa cosa? Chi non ha più i soldi per il mutuo, e sta per perdere la sua “tana”? In strada prenderà poco a poco di mira chi una casa ancora ce l’ha, dove tornare la sera! E poi i benpensanti, cioè chi ha ancora un reddito, griderà: legalità! ordine pubblico! pene più pesanti! Ma chi vuol rubare se non l’ignavo (che nasce in quartieri marginali) o il disperato? Si crea l’humus sociale del malaffare con l’iniquità e l’ingiustizia sociale! La società non indirizza al bene ma al male!

    Chi non ha più i soldi per le tasse e le bollette, pur minimali (le bollette, dico, in quanto controllabili, col consumo oculato) che farà? Andrà a vivere nelle roulotte per diventare invisibile alle tasse? Il governo aumenta le accise, il carico fiscale, l’inflazione, e i cittadini in difficoltà, riducono in conformità i consumi. Ci si rincorre, assurdamente, avvitandosi come il nautilus: a spirale! Un aereo in stallo che fa? Precipita! Come l’economia ora!

    Sino allo sfascio della popolazione, ignava, e pronta persino ai linciaggi, magari dei meno colpevoli, più a portata di mano. Sente i problemi, sulla sua pelle, e nella sua storica ignoranza, così ben coltivata anche mediaticamente, vive d’egocentrismo, non comprende l’ecosistema, anche sociale, e si ‘suicida’ con risposte irrazionali! E’ così che si finisce all’estinzione, alla tragedia, all’arroganza come auto-annientamento!

    Minchionne, va, con l’erede cosmopolita di agnelli, da monti, a far vedere quella schiappa di automobile italiota, basata tutta sulle sacche di sangue, prelevate ai lavoratori in linea di montaggio! Succhiasangue non più industriali!
    Si mangia il lavoratore, in ‘modo bancario’, come l’interesse fa col capitale (umano, in questo caso!), invece che creare innovazione. Si crea ‘esclusione da corporation’, avallata dal governo, che ascolta pure quella masnada di incapaci profittatori iscritti a confindustri!

    Visto che in Italia il Welfare è a chiacchiere, l’esito è la tragedia, non il ‘parcheggio del lavoratore’ (come pare sia in Germania), in attesa che la crisi cambi direzione, come il vento! Persino i sindacati maggiori, difendono solo i pensionati, e chi ha un lavoro a tempo indeterminato.

    Appena firmeranno la modifica dell’art. 18, i sindacati avranno definitivamente derogato, dalle loro ragioni esistenziali. La cgil lo sa. ‘Agli altri due’, conviene, credono forse, il rimescolamento degli iscritti. Finiranno tutti male, nel senso che, la realtà supera i progettini a tavolino!

    Quel che non sanno neanche loro, è che non si vive di rendita. Chi grava troppo, su chi è sotto, alla fine lo schiaccia, e chi è sotto reagisce come un sol uomo, all’improvviso. Sarà inutile mandare l’esercito! Il bacino potenziale, sarà ‘invaso’ dalla ‘rivoluzione dei sindacati di base’: legge o non legge, la carne e il sangue prevalgono su tutto!

    E sono ottimista, non pensando all’apocalisse, e al caos! Considero solo ad un surriscaldamento della tensione sociale, in modo inaspettato e improvviso. Vinceranno, elettoralmente, non quelli che adesso mantengono “il carro per la discesa” (!), ma coloro che sapranno interpretare la situazione, ch’è insostenibile, che comunque è destinata a precipitare ulteriormente. La foto di Bersani con monti e gli altri è patetica.

  • avatar

    @ Sante
    Dai, Sante! Non puoi non ascoltare il canto delle tante sirene!! Slegati da quell’albero e datti da fare!! Che sono le gocce che fanno il mare…sono le tante gocce che scavano la pietra….
    Saluti

  • avatar

    E LO CHIAMANO RIMBORSO ELETTORALE

    e lo chiamano rimborso elettorale
    questo rimborso senza lusi
    ma non sanno che vivo
    ricordando sempre te
    il profumo dei milardi
    non lo sento non c’e’ piu’
    perche’ non torni qui
    vicino a me cash
    e le chiamano campagne elettorali
    queste campagne senza te
    ma non sanno che esiste
    chi di notte piange senza lavoro
    ma I NOMINATI vivono parlano amano
    e lo chiamano rimborso elettorale
    questo rimborso senza lusi
    il profumo dei milioni facili
    non lo sento non c’e’ piu’
    perche’ non torni qui
    vicino a me cash
    e li chiamano partiti
    soldi spartiti mai arrivati
    ma non sanno che esiste
    chi di notte piange all’idea d’equitalia
    ma I NOMINATI vivono parlano amano
    e lo chiamano rimborso elettorale
    questa politica senza lusi

  • avatar

    Siamo nel 2012; circa un mese addietro abbiamo festeggiato, in pompa più o meno magna, il ventennale delle mani pulite; non si è però ben capito se, all’epoca, si sia trattato della campagna pubblicitaria di un fabbrica di saponette.

    Vediamo però di analizzare i fatti.

    Un tale chiesa si fece beccare col sorcio in bocca, ed a seguito di ciò, uno sceriffo che andava in mercedes e non disdegnava utilizzare come cassaforte una scatola di scarpe, tuonava: mariuolo, ladro, ora te la faremo vedere noi, a te e a tutti i tuoi compari; e chi più ne aveva, più ne mise.
    Sembrava comunque che si fosse scoperchiato il vaso di pandora e che a seguito di ciò tutti i mali sarebbero stati sconfitti una volta messi allo scoperto.
    Tralasciamo che tutto si risolse in un bluff, o al limite, in una incompiuta, e torniamo ad oggi: un tale lusi si è fatto ritrovare col sorcio in bocca; stavolta il sorcio è rappresentato dai soldi che tutti i partiti hanno rubato agli italiani, e che lui, a sua volta, ha rubato ai suoi compari (?????); stranamente però tutti i partiti che, ognuno con la propria mercedes e la propria scatola di scarpe, avrebbero dovuto insorgere, sembrano tacere su questo fatto; nessuno, se non costretto, e riducendo il tutto al minimo indispensabile, sembra prendere di petto il problema.
    Stranamente l’unico che ne parla più di tutti è forbice in zapping; però anche lui sembra voler limitare il problema ai partiti che, pur non esistendo più, hanno continuato a beccare i soldi.
    Io sarò un inguaribile “romantico”, però mi aspettavo che finalmente qualcuno avrebbe detto: basta, i partiti tutti portino il resoconto dei soldi che hanno speso in questi ultimi dieci anni, e restituiscano immediatamente il sopravanzo che hanno incamerato (parliamo come minimo di un paio di miliardi di euro); invece niente, tutti tacciono; persino su questo blog, che se non fossi sicuro dell’impossibilità, ben conoscendo chi tiene stretta la cassa, direi che tutti hanno incassato qualcosa.
    Ma perchè tutti tacciono su questo cruciale argomento?
    Perchè il nostro eroe che è sempre pronto ad abbracciare i problemi più scottanti su questo nulla dice?
    Sarà perchè, lui e gli altri, hanno paura che scoperchiando questo vaso si ritroveranno, anche loro, nella cac.. fino al collo?
    Ora, tralasciando gli altri che, magari non tutti, hanno rubato di più, sapreste voi dirmi in virtù di cosa voi difendete il vostro ladro?

    PS- A proposito di zapping: Architetto, senza offesa, tu che lo ascolti tutte le sere, perchè non parli mai della campagna “sforbiciamo i costi della politica”?
    Eppure sei il “top one” dei postanti.
    Eppure dovresti sapere che anche De Magistris si è fatto testimonial della campagna e che già sono state raccolte più di 400.000 adesioni; hai la mia email, se vorrai, potrai rispondermi anche privatamente; anche se preferirei tu lo facessi sul blog.

  • avatar

    Ma B è ‘meglio’ di me e di te?
    ORRORE!

    Se io ‘sbaglio’ mi fanno il ‘mazzo’ – economicamente e penalmente parlando – invece per B, si riunicono i ‘boss di partito’, e cambiano la legge, all’unanimità, dei nominati al parlamento! Compreso il pd e bersani che recitano il politicamente corretto!
    Perchè lo fanno? Per tener B in carreggiata perchè il pd senza pdl non esisterebbe più? Ma che Democrazia è? Del caciocavallo? Del conflitto d’interessi, come tiranna? Ma di che mercato discettano gli economisti? Quello dell’iperurania?
    Non sono un individuo libero in questo Paese, ma soggetto al potere del sistema bancario, che affama, e al potere indiscriminato d’una famiglia e di un’azienda, tentacolare, per cui si risrcivono leggi, a cavallo fra politica e mass-media! Orrore!

  • avatar

    Le ricordo che il PD è lo stesso della foto di Vasto che Lei sbandiera come riferimento per l’alleanza. Tanto per fare qualche osservazione: sulla politica economica la pensate diversamente, sia da PD che SEL, sulla giustizia idem, sulle riforme delle istituzioni idem, sul mercato del lavoro, pensioni, immigrazione idem… Buona fortuna !

  • avatar

    Se Monti e il Pd stanno ricominciando con quella musica io voglio dire loro, con tutta la franchezza e l’onestà possibile, che si devono fermare subito, prima che sia troppo tardi.

    Onorevole torno a scriverle di nuovo….
    Questa sua affermazione nel post non mi BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    deve romepre con il Partito di Bersani subito , i suoi commenti mi sembrano alle volte ambigui…
    cosa intende per TROPPO TARDI?????
    NON SI CAPISCEEEEEE, BASTA BASTA CON QUESTI ACCORDI TIPO LA FOTO DI VASTO, LA FOTO DI ABC BASTAAAAA. LA PREGO ONOREVOLE DI PIETRO DIA UN TAGLIO NETTO A QUESTE PAGLIACCIATE, FACCIA IN MODO CHE IDV SIA LA VERA ALTERNATIVA DI GOVERNO NEL 2013 E NON LA STAMPELLA O IL RIEMPIMENTO IN SOMMATORIA DI VOTI, DI PD IDV E SEL….
    A COSA MIRA LEI CON IL SUO PARTITO? A FARE UN GOVERNO NEL 2013 CON PD E SEL, PRENDERE QUALCHE MINISTERO E FARE QUALCHE RIFORMA???
    MA QUALE RIFORMA NON SI ACCORGE CHE QUEI TRE SI STANNO AGGIUSTANDO PER IL 2013 PER UN ALLEANZA CHE FARA’ FUORI LEI SEL E LA LEGA????
    INSOMMA ONOREVOLE DIA UN TAGLIO A QUESTO VECCHIUME ALTRIMENTI COME LE RIPETO MI VEDRO ‘ COSTRATTO MIO MALGRADO A NON VOTARLA PIU’

  • avatar

    Eliminiamo la circolazione del denaro contante
    ————————————————-
    Oggi la tecnologia ce lo consente. Prima o poi ci si dovrà arrivare e allora meglio prima che poi.

    Ritengo che l’italia avrebbe i seguenti vantaggi:
    - ridurre fortemente, tendendo ad eliminare, l’evasione fiscale;
    - assestare un duro colpo a tanti altri reati: mafia, furti, estorsioni, scippi, eccetera.

    Ritengo assolutamente inefficace la lotta all’evasione fiscale fatta con i seguenti provvedimenti:
    - obbligare i pensionati ad aprire un c/c (perché solo i pensionati?). Se hanno il c/c chi controlli? il pensionato che non evade?
    - abbassare la soglia oltre la quale il movimento di contanti dev’essere comunicato all’amministrazione finanziaria. Con i miliardi di segnalazioni che gli pervengono, cosa ci fa il fisco? poco o nulla.

    Propongo d’indirizzare l’azione ai titolari di partita IVA (è da loro che transita tutto il denaro) nel seguente modo:
    - imporre, a questi soggetti, di rilevare separatamente gli incassi di contante dalle altre forme di pagamento. Alla fine dell’esercizio su una certa percentuale (che può essere incrementata nel tempo fino a raggiungere il 100%) sugli importi incassati in contanti pagheranno le tasse senza poter portare in deduzione i costi;
    - in questo modo, i soggetti, saranno indotti a fare promozioni, opera di convincimento ed ogni altra azione che induca il consumatore a non utilizzare il contante;
    - nel momento in cui sempre più consumatori rinunciano all’utilizzo del contante si innesca un circolo virtuoso: meno contante circola meno possibilità ci sono di poter pagare in contanti;
    - allo stesso modo, agli operatori finanziari (attraverso cui transiterebbe tutta la moneta elettronica), bisognerebbe far pagare le tasse sui tutti i ricavi derivanti da tali movimenti senza portare in deduzione costi;
    - inoltre, lo Stato, attraverso il bancoposta (che controlla) può mettere a disposizione dei cittadini i borsellini elettronici senza costi né per il consumatore né per l’operatore economico;
    - a questo punto il cerchio si chiude: si obbligano le banche di comunicare al fisco, una volta all’anno, un numero per ogni titolare di partita IVA. Questo numero sarà il totale degli importi accreditati su tutti i conti del cliente provenienti da soggetti diversi dal medesimo. Incrociando il totale di questi importi comunicati dalle banche con la dichiarazione del titolare di partita IVA non può sfuggire più nulla.

    Detto questo mi sovviene un forte dubbio: i politici italiani potranno mai accettare che siano trattati allo stesso modo i furbi (Berlusconi docet) e gli onesti?

  • avatar

    FUORI DALLA GRAZIA DI DIO

    Un’espressione che usava mia nonna per descrivere le persone molto arrabbiate.
    Oggi quest’espressione bisognerebbe usarla all’opposto, per descrivere le tante persone che non riescono più ad arrabbiarsi, perchè abbandonate dalla principale Grazia di Dio: la Speranza.
    E’ la fine che stà toccando, tra l’altro, agli elettori del PD.
    Davanti alle “infiltrazioni” calabresi e palermitane, davanti alle mazzette del comune di Bari, della provincia di Milano, delle regioni Puglia e Toscana, com’è possibile che gli iscritti al PD non scendano in piazza ad accendere un falò con le loro tessere?
    Com’è possibile che gli “eredi morali” di Berlinguer e Zaccagnini, di Don Pino Puglisi e Libero Grassi accettino di farsi rappresentare da un partito appena un po’ meno corrotto e mafioso del PDL?
    E per dirla tutta: cosa stà succedendo all’Italia dei Valori?
    Com’è possibile che gli elettori naturali di Di Pietro, quelli che vent’anni fa lo glorificavano, preferiscano turarsi il naso e rimanere nella fogna del PD?

  • avatar

    Sante Marafini
    marzo 16th, 2012 alle 22:57
    @ niccoletta fontanelli:
    Cara Niccoletta, leggo i post ma non scrivo più perché il nuovo blog è deprimente, lento e con il coprifuoco. Normalmente uno la sera ha più tempo e voglia di scrivere ma vederli pubblicati il giorno successivo non ha senso. Grazie per il pensiero. Un caro saluto a tutti.

    Ecco come una persona onesta e leale ha risposto ed ha giustificato la sua, spero momentanea, assenza dal blog.

    Ed ecco invece cosa scrive gente inutile che, a parte litigare inventandosi sempre falsi nomi, e copiaincollare articoli di altri spacciandoli per propri, non ha niente da dire:

    AlbaKiara
    marzo 17th, 2012 alle 12:38
    @ Sante Marafini:
    Anche a me succede di leggere ogni tanto ma non piu’ di scrivere,
    perchè è verissimo che il blog così com’è adesso è deprimente.
    Un caro saluto anche a te, ciao.

    A concludere l’ipocrisia ecco la perla:

    maria rosa
    marzo 17th, 2012 alle 12:58
    @ Sante Marafini
    Sante carissimo,
    non sei il solo ad avere poca voglia di postare, anche perchè :
    se prima ci lamentavamo dell’inerzia della politica e delle collusioni con i poteri della Casta,
    -ora che ormai molti politici sono immersi e nuotano nel fango della corruzione e degli interessi,
    -dopo avere difeso strenuamente i loro privilegi “acquisiti”, [omissis per decenza]

    Peccato che a dirlo sia la stessa persona che proprio l’altro ieri ha inondato il blog riportando le solite tiritere trite e ritrite da due anni almeno; tutte solo e contro berlusconi;
    cosa che fa più pensare alla sua assenza come ad una mancanza di argomenti , piuttosto che ad altro.
    Peccato che non riesca a discostarsi dal solito clichè: è tutta colpa di berlusconi e di sua mamma che gli diede solo uno schiaffo, anziché quattro o cinque, riportandoci la solita solfa di mamma rosa e dello schiaffo (lo ha fatto diventare più famoso di quello di anagni).
    Peccato che non riesca, pur avendone l’intelligenza e la cultura, a leggere gli eventi come dovrebbero esser letti.

    Peccato soprattutto che primo e terza (la seconda non ne sarebbe certo in grado) non abbiano imparato ad usare gli stessi criteri di giudizio con cui condannano (giustamente) altri, nei confronti del loro beniamino.

    Ma peccato soprattutto che continuino a cercar lealtà ed onestà negli altri, quando loro dimostrano, per troppa partigianeria, di non possederne affatto.

  • avatar

    Torno a ripetere che, l’obiettivo prioritario degli oppositori a questo Governo, dovrebbe essere la delegittimazione degli attuali parlamentari, in quanto più o meno coinvolti in conflitti di interessi, voti di scambio ed inciuci vari. In caso contrario non possiamo pretendere che i nostri onorevoli collusi possano combattere la corruzione: sarebbe come affidare la sorveglianza del formaggio ai topi.

    :evil:

    Macchina del tempo: blitz nel recente passato, anno 2008, uno dei tanti Cabli diffusi da wikileaks.”08ROME1416 08/11/2008 CONFIDENTIAL Embassy Rome”

    IL GOVERNO BERLUSCONI TAGLIA L’UFFICIO ANTICORRUZIONE E NE CREA UNO NUOVO2. (C) Appena ritornato al potere, il nuovo Governo di Silvio Berlusconi ha suscitato disapprovazione abolendo l’Ufficio Italiano dell’Alto Commissario Anticorruzione. Questa mossa è avvenuta in mezzo a sforzi controversi (e infine riusciti) di Berlusconi di garantirsi l’immunità dai processi mentre è in carica. Richiesto da un funzionario dell’ambasciata di un commento sulla chiusura del suo Ufficio, l’Alto Commissario vicario Ermanno Granelli ha dichiarato: “E’ un’assurdità che non solo pregiudica la nostra capacità di combattere la corruzione in Italia ma macchia ulteriormente la nostra immagine in campo internazionale.”Granelli ha sottinteso che il Governo abbia considerato l’Ufficio dell’Alto Commissario un fastidio e che abbia utilizzato i tagli di bilancio come scusa per eliminarlo….

    L’AMBASCIATA VISITA IL NUOVO UFFICIO ANTICORRUZIONE(5) Alla richiesta di spiegazione dell’Ocse, il Governo Berlusconi ha risposto in merito all’eliminazione dell’Ufficio dell’Alto Commissariato dichiarando che tutte le funzioni di tale Ufficio saranno assunte da una nuova organizzazione, cioè il Servizio Anticorruzione e Trasparenza (SAeT) che è stato predisposto alle dipendenze del Ministro Renato Brunetta. Valutazione dell’ Ambasciata sul SAeT: minor indipendenza rispetto al precedente Ufficio dell’Alto Commissario il quale sembrava godere di una certa indipendenza in virtù del fatto di essere stata fondata dal Parlamento e di riferire ad esso. Il SAeT, per contro, è stato posto alle dipendenze di un Ministro del Governo Berlusconi che riferisce al Primo Ministro stesso, cioè il solito Vampiro di Arcore; il SAeT, inoltre non dispone di finanziamenti indipendenti :!:

    VALUTAZIONE CONCLUSIVA dell’ Ambasciata:improbabile che il SAeT istituito da Berlusconi LIMITI la CORRUZIONE ITALIANA (C). Ci siamo recati al SAeT con la speranza di constatare gli inizi di un’Organizzazione che potesse essere in grado di adottare azioni efficaci riguardo al problema della diffusa corruzione in Italia… ma la nostra visita al nuovo servizio anticorruzione ci ha lasciato delusi. A motivo del suo ridotto livello di indipendenza, della dimensione più contenuta e di una sfera d’azione più circoscritta, riteniamo che il SAeT probabilmente si dimostrerà anche meno efficace dell’organizzazione che ha sostituito.” (Rome 8 novembre 2008)

    Già dal 2008 il Vampiro che alloggia nella cripta di Arcore ha provveduto ad azzerare le difese istituzionali contro la corruzione. Ed attualmente chi si oppone al Decreto anticorruzione ? Gli adepti del Pdl. ARCORE caput mundi mafiae est, è lì che Draculotto deve essere TRAFITTO prima di chiudere la CRIPTA. E’ necessario rinnovare ex novo il Parlamento: sono tutti infetti o, nel migliore dei casi, portatori sani.

  • avatar

    Quando sento dal vertice della Corte dei Conti che il problema maggiore per l’Italia e per la sue economia è la corruzione non posso che adirarmi. Infatti dopo che ho riportato fatti di malaffare ad una procura della Corte dei conti e dopo un anno e mezzo non è successo nulla, dico che con una magistratura di questo tipo non si può fare nulal e a nulla servono leggi più stringenti. Occorre che tutta la magistratura lavori con serietà (e ini silenzio!) su tutti i casi e non solo su quelli eclatanti che portano a possibilità di passare alla politica.

  • avatar

    ITALIA PAESE RIDICOLO

    Pd e Pdl, sub-ceto sociale di nominati, che nominano a loro volta il governo monti, assieme a napolitano, e che sistengono in un parlamento di nominati, sono da cacciare. Chi non sta bene ora socieconomicamente, tartassato, disoccupato, a reddito zero, non può che odiarli. Non per ragioni dis-etiche, solo perchè sente dolore! Soffre!

    Feudalesimo.
    Iniquità ed ingiustizia sociale.
    Banche-lager asettici. Il potere ormai è tutto alla banca centrale. Mille miliardi sono svaniti nel nulla del sistema bancario, che non è funzionale alla società, nè all’economia, nè all’organizzazione sociale nè alle famiglie, ma a chi ha le mani in pasta, alle cricche, ai ladri altolocati!
    E’ un sistema bancario dei profittatori. Sistema di potere che li avalla i prelievi invisibili. Parassiti.
    Il ‘Popolo minorenne’ si dimena ma non capisce chi è il suo nemico sociale, marx direbbe di classe.

    Sinora non c’è una svolta violenta, per cambiare una situazione, solo sulla carte ‘legittima’. Chi comanda, non è stato eletto, con regole democratiche, ma solo con delle regole. Quelle della pocellum che gha dato un neo feudalesimo parassitario.

    Pd e Pdl s’incontrano col capo del governo nominato per salvare B. Ho detto tutto. S’imbroglia.
    Liberi tutti!

    Possono ‘imbrogliare’ tutti? Anche se non sei B? No, se non sei B, devi imbrogliare ‘meglio’, non avendo le stesse ‘tutele’ delle leggi ad personam, al momento opportuno! Che schifo di Paese ingiusto avanti agli occhi di tutti, che non si ribellano! Ancora non lo fanno! Tollerano. Accettano. Allora si meritano pure tutto quanto il carico d’ingiustizia fiscale!

    Se qualcuno morirà, non curato adeguatamente, parcheggiato su una barella al pronto soccorso, perchè non ha i soldi necessari, non coperto dal SSN dei poveri cristi, allora al momento opportuno, quando doveva, non s’è ribellato! Pensava – ignavo lui! – d’essere nel Paese della cuccagna, che lo è davvero, ma solo per B! Chi muore tace, anche se è stato ingannato ed è stato ignavo ed ingenuo, e chi vive si dà pace, aspettando il suo inesorabile fesso turno!

    Ma chi sa che questo è un Paese ingiusto, che deve e può fare, se le regole sono anti-democratiche, a partire dalla “porcellum”? Attendere il suo turno, nel lager a cielo aperto dell’italica società, senza welfare, oppure ribellarsi, ora, all’inquità e all’ingiustizia sociale?

    Ai ‘ricchi’, al residuale ceto medio, a chi abbia un ruolo sociale, conviene il ‘reddito di cittadinanza’ ain poveri cristi, per evitare le sommosse popolari per fame!
    Si sbaglia nel ritenere che l’imprenditore senza l’art.18, feudale, con potere di lavoro/disoccupazione, sul lavoratore, possa rendere più produttiva la fabbrica. Solo condividendo parte degli utili si ottiene tale risultato! Non minacciando, intimorendo, approfittando, sfruttando, ricattando!
    S’ottiene solo malessere sociale e de-professionalizzazione. Ogni volta che un imprenditore umilia un lavoratore nel breve-medio periodo ha come contraccolpo un esito non positivo. Non esistono succubi ma gente in attesa di rivalsa. E alla prima occasione, l’ostitilità coltivata dall’inquità sotto la cenere, si manifesta appieno!

  • avatar

    “FACCIAMO UN APPLAUSO A TUTTI QUEI POLITICI CHE SONO ANDATI IN TELEVISIONE A DIRE… CHE HANNO RINUNCIATO ALLE AUTO BLU….CLAP CLAP BRAVI! PECCATO CHE HANNO OMESSO UN PICCOLO PARTICOLARE: RINUNCIANDO ALL’AUTO BLU PERCEPIRANNO € 70.000,00 IN PIU’ ALL’ANNO, QUALE RIMBORSO PERCHE’ UTILIZZERANNO LA LORO AUTO!! CONDIVIDETE …FATE SAPERE A TUTTI COME CONTINUANO A DIVERTIRSI A PRENDERCI BEATAMENTE PER IL CULO.”

    Quanto sopra riportato è stato pubblicato su FB. Per favore qualcuno smentisca altrimenti debbo pensare che la CASTA LADRONA continua imperterrita nelle sue scorribande con il placet di tutti e che le prese di posizione sono solo di facciata….mentre a rubare si va tutti insieme!!

  • avatar

    la domanda

    “i partiti tutti portino il resoconto dei soldi che hanno speso in questi ultimi dieci anni, e restituiscano immediatamente il sopravanzo che hanno incamerato (parliamo come minimo di un paio di miliardi di euro); invece niente, tutti tacciono; persino su questo blog, che se non fossi sicuro dell’impossibilità, ben conoscendo chi tiene stretta la cassa, direi che tutti hanno incassato qualcosa.”

    ma i partiti avranno chiesto lo scudo fiscale?

  • avatar

    parole sante.Questi continuano ad ignorare i veri problemi e continuano con le loro manovre occulte.Certo, la foto di ieri ha messo in mostra i responsabili del dissesto Italiano ,e manca qualcuno,ma almeno si sono presi la responsailtà di quanto sta accadendo.Le famiglie e non solo non ce la fanno più ad andare avanti,invece di pensare ad aiutarci ci stanno distruggendo completatamente affossando l’economia reale,al posto di monti potevo farlo io anche gratis,se questi sono quelli che insegnano economia adesso capisco perchè siamo ridotti così.

  • avatar

    quel mezza forbici

    “a proposito di zapping: Architetto, senza offesa, tu che lo ascolti tutte le sere, perchè non parli mai della campagna “sforbiciamo i costi della politica”?

    lo sai bene perchè fa quella campagna
    per dimostrare ascolto e salvarsi il posto
    in 18 anni compiuti l’altro ieri non è ancora riuscito a dire niente

    manda solo le telefonate che fanno comodo al suo capo che fa solo quello che vuole il suo padrone

    è quello stesso padrone che tutti gli italiani mantengono quando seduti in poltrona accendono la sua, perché è tutta sua, tv

    con l’audience e la pubblicità lo riempiono di soldi e lui può commandare

    ah! poi gli danno pure il voto, e se gli fai presente che ha, lui e i suoi dipendenti del partito, qualche pecca, sono pronti a risponderti:

    “ma se non metti lui, chi metti?! … ”

    viaggia l’immagine della mamma ovunque

    una volta abituati non gliela puoi più né togliere né cambiare, si sentono persi

    provateci voi

    buona serata

  • avatar

    BUONE NOTIZIE dall’ EUROPARLAMENTO :D

    ”La mafia si combatte anche in Europa. Il Parlamento europeo ha approvato l’istituzione di una Commissione parlamentare speciale sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro. La commissione partirà con un anno di mandato (rinnovabile) per investigare l’infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale, nella pubblica amministrazione e nella finanza di tutta Europa. Alla sua guida, molto probabilmente, l’italiana Sonia Alfano, eurodeputata IdV e figlia di Beppe Alfano, giornalista ucciso dalla mafia l’8 gennaio del 1993 per le sue inchieste scomode.

    “Elaboreremo un piano che contrasti la criminalità organizzata in tutta Europa partendo proprio dagli articoli 41 bis e 416 bis” (articoli del C.P.italiano sull’associazione mafiosa e carcere duro, ndr). “Quello che è sicuro è che daremo un approccio europeo alla nostra attività”, conclude Alfano, “non saremo un doppione della commissione anti mafia italiana, e questo perché il problema è europeo e come tale va affrontato”. “Per quel che mi riguarda, la Commissione Parlamentare Europea Antimafia è un sogno che si realizza. Un sogno che fino a un anno fa, quando l’ho proposto nel primo progetto di risoluzione, sembrava destinato a rimanere tale ma che, grazie ad un lavoro di pressione condotto da me e da altri deputati, ha permesso una maturazione di tale idea da parte di tutti i gruppi politici”….Proprio in questa super commissione si potrebbe vedere l’embrione di quella “procura europea” prevista dal trattato di Lisbona del 2009 e che, in teoria, dovrebbe costituire l’evoluzione di Eurojust….”

    :D

    PROCURA EUROPEA ! Questa è musica per le mie orecchie. Berluscotto alla sbarra della UE e Mavalà Ghedini che, con la 24 ore gonfia di Euro, Corone e Sterline corre come un matto per il Vecchio continente a caccia di giudici da corrompere…wooow :p

  • avatar

    Emanuele Ha scritto:

    Oggi la tecnologia ce lo consente. Prima o poi ci si dovrà arrivare e allora meglio prima che poi.
    Ritengo che l’italia avrebbe i seguenti vantaggi:
    - ridurre fortemente, tendendo ad eliminare, l’evasione fiscale;
    - assestare un duro colpo a tanti altri reati: mafia, furti, estorsioni, scippi, eccetera.
    blockquote>

    :idea:

    Ma lei lo crede veramente? Io non ne sarei poi così sicuro. Continueranno a colpire le stesse categorie, le altre, come sempre, continueranno ad evadere trasferendo i capitali all’estero.

  • avatar

    NON E’ UN PAESE DEMOCRATICO

    Non mi sono capacitato che da poco. Perchè la rai è così? Di che tratta? Di che discetta? Come intrattiene? Il telegiornale come informa e a chi è diretto nella società?

    Non mi volevo capacitare che era un dialogo fra sordi e inc…ti! I sordi al potere, di cui la rai è il rispecchiamento, e gli inc… insomma, gli insoddisfatti, che stentano, soccombono sempre più socieconomicamente, e non si vedono rappresentati nei mass-media! Non cito neppure i canali di mediaset che ho abolito dal mio telecomando!

    Che dovrebbero fare alla rai? Dire che il governo sta immiserendo il popolo italiano? Che le tasse sono inique? Che il conflitto d’interessi di B fa la parte del leone, incontrastata, nel tutelare le aziende della famiglia regnante e del già capo del governo?

    Ora, mutando, in associazione il pd e il pdl, la legge che cita la prostituzione minorile, si rimane aperta la via per il quirinale di B? Si mobilita il parlamento dei nominati in soccorso del miliardario che s’è comprato il parlamento italiano?

    Ma che Paese è questo? Non mi volevo capacitare! La ‘porcellum’, sembrava la conseguenza del conflitto d’interessi, dovuto alle valigette di B a Craxi, che da privato cittadino, si comprò un ruolo nel duopolio televisivo nazionale.
    Come se la mafia pagasse monti e ottenesse in concessione le autostrade.
    Ma con i media è peggio!
    Perchè goccia a goccia, si scolpisce il senso comune, sociale, funzionale alla superficialità e stupidità, indispensabile a chi è al potere, in modo non democratico.

    Non mi volevo capacitare del perchè il tg3 campania non parlasse “dei reali problemi dei campani”, ma fosse sempre in fuori-tema con la realtà della mia regione. Si diverteranno molto i giornalisti a parlare di ‘arte’, di calcio-napoli, e a far interviste pro-forma ai politici-politicanti!

    Non mi volevo capacitare, che davvero l’Italia, non è un Paese democratico!

  • avatar

    Ma peccato soprattutto che continuino a cercar lealtà ed onestà negli altri, quando loro dimostrano, per troppa partigianeria, di non possederne affatto.

    Alberto marzo 17th, 2012 alle 17:10

    Quella che manca agli altri la possiedi tutta tu.(:?:)

    Peccato che a dirlo sia la stessa persona che proprio l’altro ieri ha inondato il blog riportando le solite tiritere trite e ritrite da due anni almeno; tutte solo e contro berlusconi;

    Le tue giaculatorie e quelle dei tuoi nick sono sempre e solo contro di Pietro o verso qualche blogger che non si è piegato a baciarti le mani e per questo mptivo sono disonesti.

    Ora: chi ti ha nominato?

    E’ evidente che vuoi sempre e solo attaccare briga con qualcuno o mettere in cattiva luce Di Pietro.

    Questo è il tuo unico scopo per il quale resti sul blog.

  • avatar

    Onorevole Di Pietro, i numeri in parlamento per fermare gli scempi che sta facendo questo governo delle banche sostenuto da partiti opportunisti fatti di corrotti e di corruttori servili alla grande finanza, non li ha. E non avendoli questo paese andrà sempre di più all’inferno, perchè Monti e company andranno avanti col decisionismo degno di una dittatura, e nè petizioni popolari o raccolte di firme serviranno a farli recedere. Il professore è un semplice curatore fallimentare che ha avuto il mandato dalla UE delle banche di drenare quanti più soldi possibile dalle tasche dei contribuenti per ripianare i soli interessi sul debito pubblico. Se non si ferma questo infernale meccanismo il destino della Grecia non ce lo toglie nessuno…

  • avatar

    Io so. Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato “golpe” (e che in realtà è una serie di “golpe” istituitasi a sistema di protezione del potere).

    Io so i nomi dei responsabili della strage di Milano del 12 dicembre 1969. Io so i nomi dei responsabili delle stragi di Brescia e di Bologna dei primi mesi del 1974.

    Io so i nomi del “vertice” che ha manovrato, dunque, sia i vecchi fascisti ideatori di “golpe”, sia i neo-fascisti autori materiali delle prime stragi, sia infine, gli “ignoti” autori materiali delle stragi più recenti.

    Io so i nomi che hanno gestito le due differenti, anzi, opposte, fasi della tensione: una prima fase anticomunista (Milano 1969) e una seconda fase antifascista (Brescia e Bologna 1974).

    Io so i nomi del gruppo di potenti, che, con l’aiuto della Cia (e in second’ordine dei colonnelli greci della mafia), hanno prima creato (del resto miseramente fallendo) una crociata anticomunista, a tamponare il ’68, e in seguito, sempre con l’aiuto e per ispirazione della Cia, si sono ricostituiti una verginità antifascista, a tamponare il disastro del “referendum”.

    Io so i nomi di coloro che, tra una Messa e l’altra, hanno dato le disposizioni e assicurato la protezione politica a vecchi generali (per tenere in piedi, di riserva, l’organizzazione di un potenziale colpo di Stato), a giovani neo-fascisti, anzi neo-nazisti (per creare in concreto la tensione anticomunista) e infine criminali comuni, fino a questo momento, e forse per sempre, senza nome (per creare la successiva tensione antifascista)…

    Io so i nomi delle persone serie e importanti che stanno dietro ai tragici ragazzi che hanno scelto le suicide atrocità fasciste e ai malfattori comuni, siciliani o no, che si sono messi a disposizione, come killer e sicari. Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti (attentati alle istituzioni e stragi) di cui si sono resi colpevoli.

    Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

    Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero.

    Pier Paolo Pasolini – 14 novembre 1974

  • avatar

    @ Sante

    Leggo ora la tua risposta, ti ringrazio di questo, per il blog hai ragione, è lentino ma questo è! Magari cambierà, o forse questo blog è l’anticipatore di quello che verrà fuori con la riforma della giustizia, mettere il bavaglio a tutti, insomma ai soliti. Ad ogni modo pur rispettando la tua posizione, condivido quello che ha scritto Vince M

    Un saluto

  • avatar

    Ecco di nuovo King George che “ammonisce”, stavolta i partiti che “eludono”. A dire il vero, sono anni che emana “auspici” e anche stavolta gli riesce di inserirsi nel tema quando anche Cesarini avrebbe già lasciato lo spogliatoio se non lo stadio e tutto il mondo s’è reso conto che i partiti da tempo si sono sdoganati dall’essere al servizio del cittadino per fare le “cose in proprio” e rappresentare unicamente sé stessi. Se non si sono messi d’accordo quando erano al governo, figuriamoci ora!

    Un sermone, una ramanzina come si fa per dei monelli birichini che oramai un giorno sì e l’altro pure – uno dopo l’altro- si fanno sorprendere con le mani nella marmellata.

    Chiede che siano varate “riforme istituzionali condivise”: un po’ poco per gente che se non ha personalmente rubato, corrotto e colluso, ha comunque largamente approfittato di benefici non sempre commensurati alle proprie capacità e permesso che la ricchezza di una nazione venisse totalmente dilapidata: quella creata sulle macerie del dopoguerra da parte di una generazione, con enormi sacrifici e sofferenze. C’è da aggiungere che il “miracolo economico”, avvenne anche perché gli italiani furono “liberati” doppiamente: da una dittatura, ma non da meno anche da quella rete elitaria e capillare e solidale d’ante guerra di “persone per bene” che controllava tutto il territorio, la fonte del vero potere di cui si serviva un megalomane e dittatore, che pare non soffrisse però così tanto di cleptomania(lui); una casta che si prestava non sempre per convinzione politica, comunque, anzi, diciamo la maggior parte per usufruire più o meno degli stessi privilegi di cui gode l’attuale casta politica.

    Forse King George andrebbe giù un po’ più “a mano di vanga” se avesse ascoltato le parole del Garante Pizzetti sulla intromissione da parte delle strutture pubbliche nella sfera privata del cittadino: “strappi forti allo Stato di diritto e al concetto di cittadino che ne e’ alla radice…. UN FENOMENO CHE…… PUO’ CONDURRE A FENOMENI DI CONTROLLO SOCIALE DI DIMENSIONI SPAVENTOSE”.

    Caro Presidente, dica chiaramente che i ladri, i condannati e gli indagati non possono adempiere a funzioni pubbliche, né istituzionali, né tantomeno legiferare e che se ne devono andare a casa o a San Vittore. E che i restanti si dovranno far eleggere dai cittadini e non nominarsi a vicenda, alle prossime elezioni. Altrimenti un Benigni (come da sua candidatura odierna) andrebbe altrettanto bene per un settennato “tecnico” al Colle.

  • avatar

    La fornero, dicendo: “Non si può dare il salario minimo agli italiani, o si siederebbero a prendere il sole e mangiare pasta al pomodoro”. mostra d’essere una vera imbecille!

  • avatar

    ************
    MESSAGGIO
    IN UNA BOTTIGLIA
    LANCIATA A MARE
    DA PARTE DI UN
    NAVIGATORE
    *************

    Ecco il testo:

    Se le voci riportate oggi dai giornali sul vergognoso mercanteggiamento che si sarebbe svolto nel vertice di maggioranza, quello che Casini ha voluto immortalare con una opoaca foto ricordo, corrispondessero al vero ci troveremmo davanti a una situazione gravissima.
    Questo Paese è stato messo in ginocchio dalla corruzione. Lo sappiamo tutti e se qualcuno fa finta di essersene scordato può leggersi i dati della Corte dei Conti e dell’Ocse per rinfrescarsi la memoria.

    In mezzo a questo disastro i rappresentanti del governo e dei partiti che lo sostengono non trovano di meglio da fare che cancellare il reato concussione perché altrimenti ci andrebbe di mezzo Silvio Berlusconi? Con il Paese in ginocchio, con milioni e milioni di lavoratori disoccupati o in cassa integrazione, passano le loro notti a cercare di fermare il processo di Ruby, visto che con la bufala della nipote di Mubarak gli è andata buca.

    Con una mano fanno credere di rettificare la legge sulla responsabilità civile dei magistrati, che era stata fatta apposta per ricattare i giudici, e con l’altra mano, in cambio, devono dare a Berlusconi quella legge sulle intercettazioni che quando era al governo, nonostante tutti i voti che aveva in Parlamento, non era riuscito a ottenere. Perché la presa in giro sia completa, ci manca solo che ci riesca adesso che non è più al governo .

    Decisioni importanti quali quelle sulla giustizia, fondamentali per la vita del Paese e per la dignità delle sue istituzioni, devono essere prese alla luce del sole e nelle sedi deputate, cioè in Parlamento e di fronte ai cittadini. Non nei sottoscala e nelle riunioni private. Quello era il metodo dei patti della crostata e degli inciuci sottobanco e abbiamo visto dove ci ha portato.

    Se Monti e il Pd stanno ricominciando con quella musica io voglio dire loro, con tutta la franchezza e l’onestà possibile, che si devono fermare subito, prima che sia troppo tardi.

    Invece di cercare scambi inconfessabili il governo affronti il nodo vitale della corruzione nel solo modo utile, ad esempio approvando le tre regole anticorruzione che noi dell’Italia dei Valori proponiamo da tempo: chi ha subito condanne non può essere candidato; chi è imputato non può svolgere, o continuare a svolgere, incarichi di governo, sia locale che centrale; gli imprenditori che commettono reati contro la pubblica amministrazione non devono più poter partecipare alle gare d’appalto.

    Tutto deve essere affrontato con la massima trasparenza, perché è nella opacità e nell’oscurità che la corruzione prospera.

    ps
    Nel mare insicuro ed agitato della politica italiana, che risente fortemente dei ciclopici maremoti prodotti da spostamenti di interi continenti – Asia – Americhe – Africa, la bottiglia potrà galleggiare per anni, spostata a destra o a sinistra, sulla superficie marina.
    Forse raggiungerà qualche isola sperduta del Pacifico, dove potrà essere argomento di discussione tra alcuni vecchi naufraghi, ai quali sia rimasta solo la memoria di un passato fulgente, ricco di prospettive tragicamente fallite.

  • avatar

    Napolitano..MONTI e ..la..suffragetta..Elsa FORNERO!

    “”mostra d’essere una vera imbecille!”"..(gennaro esposito
    marzo 17th, 2012 alle 22:06)
    ..sembra proprio di SI !..e..non basta ..PIAGNUCOLARE..per farsi perdonare!
    La Prof.ssa Elsa FORNERO..ogni giorno di più..mostra i suoi limiti e la sua ..incapacità e impreparazione!..Parla a^ vanvera^..col suo solito sorrisetto assente..e..inebetito..dal​lo sforzo di apparire..disinvolta..sicu​ra..e.serena.!
    Tipico dei ^minus habens^..cercare..i consensi tra le prime file senza sapere guardare e vedere ..^le seconde^!
    Angelino ALFANO non ha trovato di meglio per ..condannarla ..^definitivamente^..che incoraggiarla e sollecitarla a continuare^COSI’^ e a fare di più..come fino ad ora!
    Nella sua Torino..non riuscirà più..nemmeno..tra poco..ad andare al supermercato..a fare la spesa!..non si troveranno più..pomodori..esauriti..e​..utilizzati al suo passaggio per le strade!
    Ma..BERLUSCONI..^indisturb​ato^ ha già trovato in PierFerdinando CASINI..il nuovo alfiere e sostenitore dei suoi..AFFARI e TRAFFICI LOSCHI..come..convenuto e concordato con Giorgio NAPOLITANO!..che..ormai..i​n questa Repubblica PRESIDENZIALE..sogna già in suo nuovo ^SETTENNATO!^…POVERA..IT​ALIA e sempre più..MISERI Italiani!..??

    ..per fortuna..che..:St.ron.zio 90

    marzo 17th, 2012 alle 18:15
    BUONE NOTIZIE dall’ EUROPARLAMENTO

    ”La mafia si combatte anche in Europa. Il Parlamento europeo ha approvato l’istituzione di una Commissione parlamentare speciale sulla criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro. La commissione partirà con un anno di mandato (rinnovabile) per investigare l’infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale, nella pubblica amministrazione e nella finanza di tutta Europa. Alla sua guida, molto probabilmente, l’italiana Sonia Alfano, eurodeputata IdV e figlia di Beppe Alfano, giornalista ucciso dalla mafia l’8 gennaio del 1993 per le sue inchieste scomode.

    lewis34venezia

  • avatar

    @ Quanno ce vo’ ce vo’:

    Attenti al goriiiilla!!

    Direbbe qualcuno, come nella canzone di De Andrè.
    Peccato che sia solo un Troll, che come il gorilla certo non brilla, né per lo spirito e nemmeno per il gusto.
    :D

  • avatar

    Il CAROVITA e caro ^TUTTO^..provocato anche dal CARO COSTO CARBURANTI e TRASPORTI..S C O R A G G G I A ..anche il T U R I S M O !
    ..oltre alla circolazione dei TIR..su tutte le strade NAZIONALI..TURISTICHE e paricolarmente..DOLOMITICHE!..la 51 d’ALEMAGNA..è circondata da AUTOSTRADE!
    Ancora una volta..IL VOTO di SCAMBIO..!..per favorire le attività..commerciali..locali!
    Provate il CADORE..fino a Cortina d’AMPEZZO!..e..Dobbiaco!
    In AUSTRIA e nel resto dell’Europa..NON E’..così!
    Il GOVERNO..PRODI..stava prendendo in esame ..la SOLUZIONE..possibile..ed..EUROPEA!
    ..ma..era..MINISTRO..Francesco RUTELLI!
    Luigi AUGELLO

    “”Lettera di un BLOGGER al Signor
    Presidente del Consiglio..Mario MONTI
    Al Signor MINISTRO dell’ECONOMIA e FINANZE e suoi viceministri e
    sottosegretari.
    Economia e Finanze Ministro: Mario MONTI
    Vice Ministro: Vittorio Grilli
    Sottosegretario: Vieri Ceriani, Gianfranco Polillo
    ….L’UTF..Le imposte di Fabbricazione..le RAFFINERIE..petrolifere..i
    presidi ( CASERME)..della Guardia di Finanza ..nelle Raffinerie.
    I FUNZIONARI..UTF nelle RAFFINERIE
    I funzionari DOGANALI nelle RAFFINERIE
    I CONTROLLI..severissimi e rigorosissimi..nelle Raffinerie
    I C O S T I ..elevatissimi per i Petrolieri e i..PRODOTTI..nelle
    Raffrinerie in Italia!.
    .in..ITALIA e solo in Italia..perchè..così..non è in nessun altro Paese
    Europro!
    I i Signori MINISTRI dell’ECONOMIA..MONTI..compreso lo sanno
    benissimo..ma..!!??
    ..il signor Ministro MONTI è stato..tra l’altro..alto COMMISSARIO presso
    l’UNIONE EUROPEA!
    Il COSTO (INUTILE..solo..abitudinario) gravante sulle nostre
    Raffinerie..rende ..costosissima la produzione dei prodotti petroliferi!
    Rimborso costi stipendi allo STATO..per FUNZIONARI ( qualificatissimi)..e
    MILITARI..!
    VITTO..ALLOGGIO..MANCE..e..privilegi..vari!
    centinaia di milioni di ?uro!
    ..si potrebbero risparmiare evitare ed eliminare e le
    ^benzine^..costerebbero..molto ma molto..meno..e..si renderebbero
    immediatamenyte disponibili..risorse..qualificatissimem per la LOTTA
    all’EVASINE FISCALE!
    Sono TUTTI..raccomandatissimi e protettissimi..?
    I..GOVERNANTI..fino ad ieri..messi a conoscenza con note e relazioni
    documentatissime..hanno risposto che si stava valutando la decisione e la
    ricollocazine dei tantissimi..DISPONIBILI!
    FINO AD IERI..e..OGGI..signor MINISTRO e ASignor PRESIDENTE?..??,,??
    I FORCONI in RIVOLTA..queste cose le sanno!..girano anche nei paesi
    europei!
    ..Le benzine i gasoli..costano dovunque MENO..!
    I PETROLIERI..del resto d’Europa..a differenza che in ITALIA..hanno
    serbatoi..unici..per ogni prodotto e non infiniti..per ogni tipo di imposta
    di fabbricazione e accisa applicata!
    MILIARDI di RISPARMI e razinalizzazione massima ed economica degli
    STOCCAGGI!
    Signor Presidente ..MONTI!
    lewis34venezia
    dire scrivere e parlare non a VANVERA!
    P.S. Invito i competenti e informati a..confermarmi o smentirmi!
    In EUROPA..chi ^SGARRA^..va in GALERA..senza nessun FUNZIONARIO
    UTF..FINANZIERE o DOGANIERE..tra le^ PALLE^..e..pagato a carissimo prezzo!
    L’Ho sperimentato..personalomente..in campo..e..nei quattro più importanti
    PAESI fondatori dell’EUROPA!”

  • avatar

    roberto piergentili scrive:

    parole sante.Questi continuano ad ignorare i veri problemi e continuano con le loro manovre occulte.Certo, la foto di ieri ha messo in mostra i responsabili del dissesto Italiano ,e manca qualcuno,ma almeno si sono presi la responsailtà di quanto sta accadendo.Le famiglie e non solo non ce la fanno più ad andare avanti,invece di pensare ad aiutarci ci stanno distruggendo completatamente affossando l’economia reale,al posto di monti potevo farlo io anche gratis,se questi sono quelli che insegnano economia adesso capisco perchè siamo ridotti così.

    PAROLE SACROSANTE!!!

  • avatar

    Sottobanco?
    Ma vogliamo scherzare, o offendere?
    Le presunte leggi ad personam, sarebbero cosa sottobanco?
    Tutto quello che si decide in Parlamento, come la non messa all’asta delle frequenze TV, sarebbe merce che gira sottobanco?

    E le pensioni dei lavoratori, rubate di prepotenza a questi e messe nel cesto della questua “Salva Italia”, così da non toccare una spilla delle ricchezze dei ricchi, dei politici, e da averci soldi per acquistare i 31 caccia a 21 MILIARDI (che farli volare ci costerà 10 volte di più!), e i Soldi per il Ponte sullo Stretto, ed altre menate, in cosa, sarebbero accordi, favori sottobanco?
    E il togliere la cassa integrazione straordinaria, togliere la mobilità, togliere l’articolo 18, in cosa, sarebbero accordi e favori sottobanco?
    Più alla luce del sole di così?
    Perfino le mazzette, non si danno più sottobanco, ma vengono a galla da sole, alla luce del sole da sole, per moto e leggerezza propri!

  • avatar

    @ St.ron.zio 90:

    La tua fiducia nell´Europa e´ammirevole.
    Io penso che la Mafia e l´evasione fiscale siano come il terrorismo per gli americani: una lotta contro un nemico che e´non solo una scusa per togliere le liberta´fondamentali ai cittadini, ma per incanalare la rabbia e il disappunto della massa verso cause che non hanno nulla a che vedere cone le cause reali.
    E´una lotta agli “untori”.
    E´fatta servendosi di mali reali (il terrorismo relativamente reale) come capri espiatori.
    Ho gia´letto di persone su questo blog che si auguravano la scomparsa del denaro contante per un “miglior controllo”.
    Ho letto anche altrove la proposta di micro chip che immagazzinano i dati di ogni individuo, compresa la quantita´di denaro da lui posseduta.
    Saremo tutti schiavi quando questo avverra´, perche´potranno in un secondo, bloccare le riserve economiche di chiunque, se questo non si comporta “bene”.
    Ricordatevi piu´stato e meno liberta´.
    Il nuovo ordine mondiale sara´una repubblica socialista di modello sovietico, ben lontana dal socialismo.
    In realta´un regime a modello feudale, in cui la grande porzione dei cittadini sara´ridotta a “servi” con un controllo talmente alto (grazie alla tecnologia piu´sofisticata) che nessuno potra´sottrarvisi.
    E chi pensa che questa sia unésagerazione e´perche´non vede e non sente.
    Basta guardarsi intorno, paragonare la situazione politica a 50 anni fa e si ha una visione reale di quello che ci aspetta.
    L´Europa dara´una grossa spinta,ma non nella direzione che vogliamo…

  • avatar

    Equazione, come far quadrare il cerchio: A, B, C + M incontra D.

    B: tee! D, non siamo mica qui a mettere cingolati alle lucertole!
    A: noi le prendiamo, le nostre responsabilità!
    C: prima di tutto pensiamo ai cittadini!
    M: hai visto che lo spread si è abbassato!

    D: ma che ci azzecca; chi è che ha fatto lievitare così il debito pubblico?

    B: tee … che hai fatto il magistrato con “mani pulite” … dovresti saperlo!
    D: appunto! E adesso più di prima!

    A: io sono per la libertà.
    B: io sono per il partito.
    C: io sono per i diritti.
    M: io sono per le banche.

    D: ed io invece sono con chi non arriva più alla fine del mese per fare ulteriormente ingrassare chi ci ha messo in queste condizioni. Adesso, chi sono quelli che comprano titoli?

    B: magari … chi si era fatta la “grana” prima!
    C: non certo chi non sa come pagare il mutuo … e chiude l’attività!
    A: io sono sempre … per la libertà!
    M: comunque, avete visto che lo spread si è abbassato … adesso penseremo al rilancio.

    D: Ma quale rilancio … qui, il debito aumenta! Il carburante aumenta! I prezzi aumentano! La disoccupazione aumenta! I cassintegrati aumentano, gli stipendi e le pensioni sono sempre gli stessi, tutto per pagare gli interessi a chi già stava bene prima e in mezzo anche quelli che avevano rubato!

    B: e che ci vogliamo fare … qui pressappoco, tutti grattano!
    C: pure allo stesso partito!
    A: libertà ci vuole … Libertà … anche dai giudici!
    M: Però l’Europa … adesso ci stima!

    D: il popolo ridotto sul lastrico però, no! E speriamo che non s’incazzi.

  • avatar

    @ alberto ragazzi:

    Ciao Alberto,
    di certo sappiamo che le Leggi vengono approvate dal nostro Parlamento, ma vengono però scritte, con il contributo determinante di Parlamentari provenienti dal mondo della Giustizia (avvocati e magistrati), o con il contributo esterno di “tecnici”, anch’essi appartenenti al mondo giudiziario.

    Una ben determinata parte politica italiana (la sinistra), ritenendola “amica”, si è impegnata per far accrescere il potere della Magistratura, pensando così di controbilanciare quel potere Legislativo, che sembrava essere per loro un obiettivo quasi precluso, o difficilmente raggiungibile.
    L’altra parte politica, pensando ad una loro eventuale responsabilità penale (imminente o futura), vedendola come una provvidenziale “via di fuga”, ha favorito una fase Legislativa, dove la “discrezionalità” per il Giudice, diventava una componente preponderante.

    Il risultato di questo malefico disegno, è stato il totale caos nel nostro sistema giudiziario.
    In questo caos, solo chi ha mezzi a sufficienza (ricchi e potenti), sa di poter ottenere una “giustizia” su misura.

    Come se non bastasse, oggi abbiamo un problema ulteriore.
    Chi un tempo pensava di poter “manovrare” per i propri fini la Magistratura, essendo quest’ultima diventata la “casta” più potente d’Italia, oggi si ritrova ad esserne “ricattato”.
    Per questo, non volendo perdere il potere attuale, chiunque cercherà di mettere mani ad una radicale riforma della Giustizia, dovrà fare i conti con questa pericolosissima “casta”.

    Fino a quando gli elettori della sinistra italiana, continueranno ad accettare passivamente tutto questo?

  • avatar

    Mentre da una parte il governo e parti sociali discutono come estendere legalmente a tutti i lavoratori l’apartheid dei bancarottieri e dei soliti mantenuti industriali, dall’altra ci fanno sapere che il verminaio di corrotti e corruttori è talmente esteso da rendere praticamente inutile ogni azione per circoscriverlo, almeno che non si facciano delle leggi speciali per inibire questo cancro malefico che ha invaso ogni interstizio del potere politico affaristico e istituzionale. Se vogliamo dirla tutta, direi che l’Italia è nella situazione del non ritorno alla vita civile. Se qualcuno pensa che basti la dieta Ciampi, Prodi, Tremonti, e Monti, per farci uscire dalla merda in cui siamo, non deve fare altro che quantificare la democrazia rimasta: credibilità dei partiti al 4% – classe politica inesistente – 70 miliardi di € x la corruzione solo nella pubblica amministrazione – conflitti d’interesse – ecc. ecc. Ora mi chiedo e vi chiedo: a che titolo ABC vanno a discutere con Monti a nome e per conto degli italiani??? -

  • avatar

    Quali sono i cosiddetti “poteri forti” che hanno licenziato Berlusconi e hanno affidato al sen prof Monti la carica di Presidente del Consiglio d’Amministrazione di REPUBBLICA ITALIANA SPA?
    Con sufficiente approssimazione si può affermare che coincidano con i proprietari del CORRIERE DELLA SERA.
    Il “glorioso” quotidiano che ogni giorno ci lava il cervello con il resoconto delle epiche gesta di Supermario.
    L’arcigno cane da pastore che, tirando una morsicata a destra e un’altra a sinistra, cerca di tenere riunito il gregge al centro.

    Ecco l’elenco dei padroni del vapore:

    10,50 % FIAT
    8,12 % fam. Pesenti (ITALCEMENTI, ITALIMMOBILARE)
    7,55 % Giuseppe Rotelli (Gruppo ospedaliero S.Donato neo proprietario dell’Ospedale S.Raffaele)
    6,00 % fam. Ligresti
    5,57 % fam. Della Valle
    5,43 % PIRELLI
    5,40 % BENETTON
    5,14 % fam. Toti (GEMINA e altre attività immobiliari)
    5,07 % INTESA SANPAOLO
    4,28 % ASSICURAZIONI GENERALI
    3,63 % BANCO POPOLARE
    3,52 % UBS
    2,12 % fam. Lucchini
    2,09 % fam. Merloni
    1,23 % UNICREDIT
    0,71 % Vincent Bollorè (HAVAS, 6°gruppo mondiale nel settore delle telecomunicazioni)
    0,48 % MEDIOLANUM
    0,43 % GROUPAMA
    0,26 % SANTANDER
    0,24 % COMMERZBANK
    0,24 % DEUTSCHE BANK
    ecc …

    Buon lavoro.

  • avatar

    @ Patrizia B.: ”@ St.ron.zio 90: La tua fiducia nell´Europa e´ammirevole.”

    Anch’io trovo ammirevole la tua fiducia nell’innocuità del Vampirotto Arcorensis e nell’effetto salvifico del ritorno alla liretta qual baluardo alla speculazione internazionale. Si lo so ”stamperemolamonetaesvaluteremo”, ma oggi con 50mila euroz è possibile acquistare un bel trilocale a Berlino centro o un appartamento a mezz’ora da londra, oppure emigrare ed avere una base per ricominciare: con la lira saremmo relegati nel pollaio italia,”liberi” di approvare leggi ”pro domo nostra”, precisando che ”domo” sta per ”cosa”. E non parlo ”sentito dire”.

    :?:

    Scrivi: ”Ricordatevi piu´stato e meno liberta´” e sono in completo disaccordo, presumibilmente perchè non abbiamo la stessa concezione dello Stato. Hanno già privatizzato quasi tutto, l’acqua è stata salvata a stento e forse non del tutto. I privati mirano al profitto e a costituirsi in ”oligarchie” per cui rilancio:

    ” Più stato sociale e meno libertà ai predatori/imprenditori”.

    Del resto l’obiettivo della P2, che si sta realizzando, era proprio la distruzione dello stato sociale. Non rinuncerò alla mia vocazione europeistica, ma non voglio un’ Europa reazionaria e di destra.

  • avatar

    @ giordano bruno:
    Illustre cognome…. puzza un po’ di bruciato…! Carissimo condivido l’indignazione contro passato (cavoliere), presente(Monti) e futuro sicuramente peggio per la sommatoria degli assatanati di soldi…, Quel che ti è venuto naturale LEGGI SPECIALI!!!!! Infatti queste ci vogliono, ma se le faranno loro a mo’ di KARAKIRO? Stiamo freschi è più attendibile la fine del mondo. Oppure pregare Dio per un anticipo di GIUDIZIO UNIVERSALE? Io ragiono così: IL POPOLO E’ SOVRANO STANDO SCRITTO NELLA COSTITUZIONE, quindi chi comanda DETTA LEGGE e queste DEVONO ESSERE PROMULGATE DAGLI ORGANI COMPETENTI, SE NON LO FANNO, DEVONO ESSERE DESTITUITI DALLE LORO CARICHE E PROCESSATI PER ALTO TRADIMENTO ALLO STATO(POPOLO). Naturalmente l’ITER E’ IL REFERENDUM E VIA WEB IN TEMPO REALE. Bisogna uscire dai vecchi schemi. Ora ci vuole la determinazione che derivi dal SAPERE e dal VOLERE. Questi credono di essere gli unici laureati e depositari del sapere.Mentre di unicità hanno PRESUNZIONE, PREPOTENZA ED FALSITA’. A me. quella che LORO chiamano la santa ASTUZIA se la possono spendere in Africa.Detto questo ci vuole un capopolo (Di Pietro) che organizzi attraverso il web tutto. Ho suggerito di invadere l’email del GOVERNO e politici con petizioni. I Cortei è vero fanno folkore, ma succedono sempre mazzate. La POLIZIA DEVE CAPIRE CHE DEVE STARE DALLA PARTE DEL POPOLO “SOVRANO” Ciao e dimmi che nee pensi Antonio

  • avatar

    Tutto vero ciò che hai scritto Elson Carefading, allora? CI LAMENTIAMO E BASTA? Meglio NON ANDRA! PEGGIO SI. Facciamoci venire idee per CACCIARLI TUTTI. IL POPOLO E’ SOVRANO ED ORA DOBBIAMO VERIFICARLO. CI FACCIAMO LEGGI REFERENDARIE NOSTRE che promulgate ci permettano di CAMBIARE LE COSE, MA SOPRATUTTO LE PERSONE ed i CRITERI. PUO’ DARSI CHE PER NON FARSI TASSARE EMIGRINO ALL’ESTERO. BENE NOI CHIUDIAMO LE FRONTIERE E SE VOGLIONO rientrare il prezzo e le leggi saranno salate. Noi stiamo bene senza di LORO non VICEVERSA visto che l’unica cosa che sanno fare è SFRUTTARE.

  • avatar

    “con 50mila euroz è possibile acquistare un bel trilocale a Berlino centro o un appartamento a mezz’ora da londra,”

    A Kreuzberg magari…ma dovresti vedere che case e che quartiere…
    Se vuoi qualcosa a Potsdam o Grunewald forse costano “qualcosina” in piu´.
    Lo stesso dicasi per Londra e dintorni.
    Io te lo posso dire perche´conosco entrambi molto bene.
    Ho vissuto a Londra fino al 2003 e vivo attualmente a 70 Km. da Berlino.
    Indubbiamente i prezzi degli immobili “sembrano” piu´bassi, ma bisogna anche vedere cosa comperi e dove.

    Io non penso che il ritorno alla lira renderebbe gli italiani piu´ricchi, anzi, li renderebbe molto piu´poveri.
    Ma l´economia potrebbe crescere nuovamente.
    Se non puoi competere con la qualita´dei prodotti devi competere con il prezzo.
    Adesso l´Italia non compete con niente e infatti e´in recessione.

    Riguardo al piu´stato anche in quello forse io ne so qualcosa di piu´.
    Io vivo in Brandemburgo (Peetzig, Angermünde) un posto idilliaco, molto bello anche perche´faceva parte della DDR.
    Io vivo in mezzo alla foresta di Chorin, seconda piu´grande d´Europa, flora e fauna incontaminate grazie al fatto che qui non si e´costruito nulla e si continua a non costruire nulla.
    Qui lo stato era il proprietario di tutto e si vede ancora quali fossero le case “gratuite” o “a costo minimo” in cui vivevano i cittadini della DDR.
    Parlando con la gente si sa come si vive in uno stato in cui TUTTO e´statale.
    Nessuno vorrebbe tornare indietro, anche se sotto molti aspetti ( a mio parere) la vita era migliore.
    “Più stato sociale e meno libertà ai predatori/imprenditori”
    Qui non cérano imprenditori, ma i predatori erano i politici.
    Poco distante da dove vivo io c´era la riserva di caccia personale di Honecker…e quello( e quelli del partito) non viveva certamente come gli altri.
    Per avere una macchina Trabi ( Trabant) dovevi aspettare da 12 a 18 anni, sempre che appartenessi all´elite che poteva permettersi di comperare una macchina.
    Producevano elettrodomestici di ottima qualita´, ma finivano tutti nell´Ovest, dove assumevano il nome di Bosh, Miele e cambiavano prezzo.
    Dopo il Wende, non e´cambiato molto.
    Invece dei politici a sfruttare la gente sono arrivati gli imprenditori dell´Ovest, che, foraggiati da enormi investimenti statali hanno costruito infrastrutture di ultimo grido, restaurato locali pubblici e scuole.
    L´Est e´per certe cose molto meglio dell´Ovest.
    Le strade, autostrade, sono nuovissime e poco frequentate.
    Hanno chiuso tutte le fabbriche, i giovani sono emigrati nell´ovest e quelli che sono rimasti sono gli Hartz 4 che hanno un sussidio dallo stato e vivono “arrangiandosi”.
    Lentamente si sta ripopolando e molti ritornano.
    La Germania e´una grande terra e i tedeschi sono un grande popolo, perche´lavorano e lavorano bene.
    Perche´investono nelle scuole, nella tecnologia e nelle risorse umane.
    L émigrazione e´controllata, qui non vedi marocchini, non vedi rumeni e soprattutto nessuno viene a rapinarti ed ammazzarti.
    Chiamali razzisti, ma se ti metti per cinque minuti nei panni di quelli che hanno visto il figlio ammazzato per pochi euro o la madre stuprata davanti ai loro occhi, forse ti augureresti di far parte dei “razzisti”.
    Che poi e´una parola usata a sproposito.
    Qui tutti sono bene accetti a patto che abbiano un lavoro e voglia di lavorare.
    Se vengono per commettere crimini sono rimandati al mittente.
    La polizia qui non scherza.
    Ma tu puoi passeggiare per la strada senza paura che ti scippino o che vengano a rubarti in casa.
    Non che qui siano tutti onesti, ci sono meno disonesti e quelli sono scoraggiati.
    Hanno il problema opposto al nostro: Hanno troppe carceri vuote.
    Infatti non molto tempo fa hanno messo all´asta una prigione che e´stata acquistata da…cinesi.
    Questi hanno anche comperato un aeroporto dismesso nelle vicinanze…importano direttamente, assemblano e mettono l´etichetta “made in Germany”….
    Potrei continuare, ma non voglio annoiare nessuno.
    In tutto c´e´il lato positivo e quello negativo, ma si puo´scegliere.
    Ed e´la scelta che determina il futuro.

  • avatar

    @ ppbovio:

    Se, all’elenco correttamente da te riportato, ci aggiungiamo De Benedetti, Colaninno, Geronzi, Caltagirone e Tronchetti Provera, possiamo dire (a livello di gestione del potere reale) di essere ritornati indietro nel tempo, di almeno 30 anni.

    Per anni, ho denunciato il pericolo che la lotta limitata al solo Berlusconi, poteva spianare la strada ai soliti “noti”, senza farci fare (dal punto di vista etico) un solo passo in avanti.
    Per anni, ho criticato alcuni anchorman’s della televisione italiana, rei, dal mio punto di vista, di “pilotare” l’opinione pubblica, non verso una concreta lotta alla corruzione, ma per favorire una delle fazioni in lotta.

  • avatar

    Prendiamo atto che in Italia le rapine perpetrate ed eseguite hai danni dei lavoratori e dei cittadini onesti, non è reato penale quando a compierle sono politici e potentati economici, ma riguarda semplicemente la sfera morale di queste carogne!. Forse se interrogassimo questi signori scopriremmo che l’unica coscienza che posseggono è quella d’ignorare completamente non solo la conoscenza ma l’intero universo umano di cui sono parte integrante, esemplificando il concetto, non sono altro che degli irresponsabili cialtroni che vivono sulle spalle della povera gente. Dunque ritornando al punto, questi ladri si sono ritagliati nel linguaggio corrente giornalistico ed informativo le attenuanti di non essere proprio dei campioni di moralità, ma non per questo gli si può impedire di rubare ancora!!!

  • avatar

    Quanti sfoghi di malessere morale, civile, sociale ed economico!!!!! Tutti sanno e tutti hanno capito che sia in passato, al presente ed in futuro alla POLITICA NON INTERESSA IL POPOLO. E’ ugualmente ripagata da questo. Ma non basta bisogna passare ai fatti per riordinare le cose. LO RIPETO FINO ALLA NOIA; “IL POPOLO NELLA COSTITUZIONE E’ SOVRANO” No il Presidente Napolitano ed i vari organi costituzionali che sono al SERVIZIO di questo. Infatti il POPOLO PAGA TUTTI CIONOSTANTE NON FANNO GLI INTERESSI DELLA NAZIONE. ORA BASTA. Il POPOLO DEVE FARE SUL SERIO. SI DEVE FARE LE LEGGI REFERENDARIE PER CAMBIARE I CONNOTATI A QUESTI BANDITI SENZA SCRUPOLI. Se LORO hanno fatto pagare solo al POPOLO il prezzo dei LORO ERRORI. E’ ORA CHE IL POPOLO TASSI I RICCHI, I POLITICI ed I DIRIGENTI DI STATO DELLA STESSA ALIQUOTA. Tanto per dirla con i Fatti nel mese di MARZO mi sono stati trattenuti sulla pensione più di 150 EURO e se mensili, diventa PARI AD UNA QUOTA DI UN MESE DI PENSIONE. SE TUTTI GLI ALTRI ITALIANI PAGANO L’ACCETTO DIVERSAMENTE NO. MONTI VADA A FARE IL FURBO E IL MISTICO ALTROVE. SI VERGOGNI SE QUESTA E’ LA SUA SCIENZA

  • avatar

    L’altra mezza forbici

    Scegliere di fare la campagna sul dimezzare i costi della politica è senza dubbio propagandistica.

    Perché metà o non un quarto? O qualche altra percentuale?

    Dimezzare i parlamentari è un intervento sulla costituzione.
    Ogni intervento che modifica il parlamento e lo stipendio dei parlamentari non và motivato con un semplice “costano troppo”.

    Ci devono essere dei motivi di opportunità legati al funzionamento della macchina della formulazione delle leggi: null’altro.

    La riduzione deve essere dimostrata e la si può dimostrare.
    È semplice in Parlamento non ci va nessuno o quasi, sono tutti nel loro ufficio d’affari personali.
    Non è così semplice dimostrare il numero più adatto per comporre il parlamento

    Sono modifiche, come la cancellazione delle provincie o la diminuzione del numero delle Regioni, che vanno valutate attentamente.

    Per queste ultime gli studi economici esistono dal momento in cui sono state istituite: la legge le ha approvate secondo il loro riconoscimento geografico senza, come sarebbe stato opportuno, seguire un indirizzo socioeconomico.
    Si è tenuto un numero in eccesso fin dalla loro nascita.

    Il dottor mezza forbici fa chiaramente una pubblicità adatta alle persone semplici che lo ascoltano. Quelli che credono che esista il famoso mucchio d’oro di 2’500 tonnellate pari ad un appartamento di 100 metri quadri pieno fino al soffitto.

    Quando qualcuno telefona, il dottore non gli dice che di quella montagna ne consumiamo una ogni 18 mesi soltanto per pagare gli interessi del debito.
    E il debito resta com’è.

    L’occasione l’avrebbe che di questa montagna ne parlano spesso.

    È un esempio per affermare che non dice mai la verità.

    Fa di tutto tranne quello per cui noi lo paghiamo: l’informazione.

    Avrebbe potuto fare un’altra campagna: la restituzione del soldi non spesi, cioè avanzati, nella campagna elettorale dei partiti.

    Non l’ha fatta.
    Se l’avesse iniziata, il suo capo sarebbe stato immediatamente chiamato da arcore, di corsa il capo sarebbe tornato in Rai.
    Il mezza forbice sarebbe immediatamente volato a pedate sulla strada uscendo dalla porta con la schiena, che le pedate le prendeva non dietro, ma davanti.
    Non so se mi sono spiegato.

    Se è vero che piccoli partiti hanno un discreto importo di rimborsi e per svariati motivi non tutto viene speso che la campagna elettorale si estende per tutta la legislatura, proviamo a chiederci quanti soldi avrà in cassa il partito che ha vinto le elezioni.

    Quello che è stato fondato da lui per mettersi in politica a fare l’interesse degli italiani, contratto firmato da Vespa notaro, lui che ha dichiarato che lo fa gratis. Infatti è ancora lì che gratta.

    La gara alle restituzioni dovrebbe essere capeggiata da chi ha più di tutti a cuore l’interesse dei meno ricchi, quelli che fanno i lavoratori dipendenti.

    Questo partito non siede in parlamento. Non c’è più grazie ad una legge elettorale che ha tolto i loro voti per darli al partito che ha raggiunto la maggioranza relativa: loro si sono fatti la legge e si sono mangiati i voti dell’opposizione.

    Questa legge truffa è stata ritenuta legittima dalla nostra consulta costituzionale al punto da definire fuori legge il referendum intentato per abolirla.

    Neppure di questo parla il mezza forbici.
    Dei referendum mandava solo telefonate contro.

    La gara non c’è perché il partito ha sempre bisogno di fondi soprattutto se non è al governo.

    Fare opposizione costa e nessuno ti finanzia.

    C’è pure un altro partito che ha fatto del contenimento della spesa e la correttezza finanziaria la ragione della propria esistenza.

    La lega da contro romaladrona è diventata legaladrona
    Restituiranno i soldi quelli?

    E gli altri più o meno democratici e più o meno all’opposizione aspettano che siano gli altri a farlo per primi.

    Alfano vuol parlare di lavoro lavoro lavoro e di famiglia, non di giustizia e di tv, vorrà sentir parlare di restituzione?
    Finirebbe a far compagnia a mezza forbici, lui e la sua famiglia.

    Per cui chi dovrebbe iniziare dando l’esempio ad impegnarsi per convincere tutti gli altri beneficiari, a restituire la differenza di denaro rimasto sono i non eletti di rifondazione.
    Ma non sono in parlamento.

    Si deve pensare che, per l’impegno dimostrato nel contrastare il governo, unica opposizione prima ed ora e l’impegno di promozione e sostegno dei referendum comportano la necessità di disporre di fondi, l’IDV non ha demeritato il fondo che, se l’ha, detiene a giusto titolo.

    È auspicabile che si possa pianificare anche questa branca della normativa che sicuramente è da rivedere.

    Ma con questa maggioranza ce la dobbiamo scordare.

    Bisogna andare al voto vero al più presto.

  • avatar

    @ Antonio marzo 18th, 2012 alle 12:59

    “e noi, cosa facciamo?”, secondo me, lo dovremmo chiedere prima Di Pietro, che a quelli come me.
    Io, alle manifestazioni del “No B Day”, a quelle della CGIL, a quelle della FIOM, senza per questo essere legato né alla CGIL e né alla FIOM, ci sono andato.
    Ai banchetti a firmare, quasi sempre, ci sono andato, l’adesione per la manifestazione di piazza che aveva proposto Di Pietro, l’ho data, al ricorso cautelativo per andare in pensione con i requisiti pre-Fornero proposto dal partito dei pensionati, vi ho aderito, se arriveranno da firmare petizioni e referendum della Lega, contro la riforma delle pensioni, le firmerò… la testa pronta per i manganelli di Napolitano, eccola qua!
    C’è bisogno di qualcuno, a livello di “Di Pietro”, che faccia qualcosa seriamente, e non solo chiacchiere.
    C’è bisogno di qualcuno che prenda il mio dissenso, lo metta insieme a quello degli altri, e ne faccia uno strumento per cambiare le cose.
    Sinceramente, Di Pietro, non mi sembra il soggetto che intenda fare qualcosa del genere!

    L’impressione che ho circa il comportamento di Di Pietro, è quella di uno che, davanti ad una casa che brucia, sta lì a spergiurare, imprecare, maledire, accusare, ma senza gettarci sopra una goccia d’acqua!

    La prima cosa per la quale interpreto come falsa la posizione di Di Pietro, consiste nel fatto che si spreme fino al parossismo nell’accusare gli impuniti, quelli che la farebbero franca, coloro che la passerebbero liscia, senza mai spendere una parola su un Sistema corrotto, del quale fa parte indissolubilmente anche la funzione Giustizia.

    Non si può, infatti, accusare quel Sistema, e poi portarsi a casa rimborsi dei partiti, emolumenti, soldi della legge mancia, privilegi, vitalizi, pensioni d’oro, muti riservati all’1,57, e chissà quali altre cose.

    In definitiva, non solo non c’è chi abbia davvero la volontà di cambiare le cose, ma ritengo che quelli che a chiacchiere dicono di volerlo fare, in realtà si prestino ad una specie di funzione “Tapis-Roulant”: ti mettono a camminare in un percorso, o su un aggeggio, senza che però tu possa arrivare mai da nessuna parte.
    Credo sia molto felice, questa figura del “Tapis-Roulant”, rapportata alle azioni-tutta-chiacchiera di Di Pietro.
    E mettere la gente su di un “Tapis-Roulant”, con un governo come quello che abbiamo, ed in un contesto come quello nel quel viviamo, sostanzialmente significa, per me, tenere comunque per quel governo e volerci rimanere il più a lungo possibile, in quel contesto che si da tanto a vedere di disprezzare.
    Vanterei anche delle esperienze dirette, riferibili a certe attività ed iniziative sindacali: un’azienda in crisi per la quale, evidentemente, a livelli alti, e in gran segreto, ne è stata già decisa la soppressione? E per i lavoratori della quale è già stato deciso, ai livelli alti, e in gran segreto, che altro non avranno se non ammortizzatori sociali? Come si gestisce, una fase del genere, quando di giorno in giorno la rabbia, la protesta dei lavoratori monta?
    Semplice! Una volta si organizza una manifestazione a Roma… ed i lavoratori staranno buoni per almeno i 15, 20 giorni successivi. Poi, al montare della rabbia e della delusione, una visita dal Sindaco, che prenderà l’impegno di sentire quel tale deputato, quel tale senatore, quel tale ministro… e per un altro mese i lavoratori staranno buoni e tranquilli. E così via, con una lettera al Prefetto, una visita al Vescovo (anche la preghiera ha la sua importanza!), un’assemblea per decidere il da farsi… ogni volta, al bue che sta per diventare toro, basterà sventolargli sotto il muso un bel drappo rosso sul quale farlo sfogare… ma di cose concrete, quando tutto è stato già deciso, e quando chi dovrebbe stare dalla parte dei lavoratori non ci sta, o più di tanto non ci può stare, nemmeno una!

  • avatar

    “Nessun favore sottobanco a Berlusconi”: Di Pie’, ma risulta che Berlusconi ti abbia chiesto un favore, ed un favore sottobanco? A te?
    Ma per favore!
    Berlusconi ha saputo mettersi in posizione tale, che se mai gli dovesse servire un favore, non dovrà certo venire ad elemosinarlo a te: se lo concede, e con grandissimi piacere e gratificazione, da solo!

    Berlusconi, ci ha la firma sul libretto delle giustificazioni: capito mi hai?

    Sooono gli altri, caso mai, che si recano da lui, per chiedergli favori!

    E quello che non sei in grado di fare tu, con il governo Monti, ovvero di farlo saltare, Berlusconi è nelle condizioni di farlo nel giro di mezza giornata! Basta che gli sfiorino (nemmeno “pestino”!) un po’ i calli, che li fa tremare tutti quanti, con la prospettiva di tornare, ove il caso, Monti, Fornero, Passera e compagnia bella, da dove sono venuti: capito mi hai?

    E mentre lui, avendo fatto un passo di lato, e non un passo indietro, continua ad essere il padrone della scena, e a fare il brutto ed il cattivo tempo per noi, ed il sereno soleggiato per lui, per quanto riguarda te, finché fai “Bù! Bù! Bù!”, senza cambiare niente, non ti degna nemmeno della pur minima attenzione!

    Contento tu!

  • avatar

    Nessun favore sottobanco a Berlusconi…

    Se le voci riportate oggi dai giornali sul vergognoso mercanteggiamento che si sarebbe svolto nel vertice di maggioranza, quello che Casini ha voluto immortalare con una opoaca foto ricordo, corrispondessero al vero ci troveremmo davanti a una situazio…

Scrivi un commento

:D :) :o :eek: :( :lol: :wink: :arrow: :idea: :?: :!: :evil: :p

-->