Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi
Digressioni

C’è del marcio in Italia

Facebook
Google
Twitter
84
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url: http://bit.ly/HGOYWz

muffa marcio Cè del marcio in ItaliaGiovedì mattina, alle ore 10, l’Italia dei Valori depositerà in Cassazione il quesito per il referendum che chiede di abolire i rimborsi elettorali ai partiti, cioè il finanziamento pubblico mascherato con cui le forze politiche hanno aggirato l’esito del referendum del 1993.

Abolire i rimborsi elettorali non serve solo a ripristinare la sovranità popolare tradita e a evitare che si continuino a buttare soldi, per ingrassare la cricca in un momento così difficile. E’ anche il solo modo per aggredire alla fonte l’origine della corruzione che sta distruggendo il nostro Paese. Sono questi i settori da colpire, non l’articolo 18 e i diritti dei lavoratori. I giornali sono tornati a essere bollettini di guerra e trasversalmente vengono tirati in ballo tutti partiti.

C’è del marcio in Danimarca? No, in Italia. Ogni santo giorno, infatti, viene fuori qualche nuovo episodio di corruzione, qualche legame ignobile tra la politica e il sottobosco degli affari. Le metastasi sono ovunque e le indagini devono per forza essere a tutto campo: dall’ex tesoriere della Margherita Lusi al presidente del consiglio regionale lombardo, il leghista Davide Boni, fino al vicepresidente dello stesso consiglio Filippo Penati, piddino. L’ultimo caso è di oggi con il tesoriere della Lega, Francesco Belsito, è indagato per ipotesi di reato molto gravi.Non si tratta di due, tre o mille mariuoli.

E’ un sistema, come Tangentopoli, ma ancora più esteso e diffuso. L’origine del morbo è lo strapotere dei partiti che hanno occupato lo Stato, non per servire i cittadini, ma per servirsi dei cittadini. Il finanziamento pubblico è la fonte che permette ai partiti di continuare a essere organizzazioni finalizzate a proteggere e sviluppare se stesse invece che strutture al servizio dei cittadini e della cosa pubblica. Per questo, e non per antipolitica, come dice chi non sa più come difendere un sistema indifendibile, noi dell’Italia dei Valori vogliamo abolirlo. E siamo sicuri che la stragrande maggioranza dei cittadini sarà al nostro fianco anche in questa nuova battaglia referendaria.


84 Commenti a “C’è del marcio in Italia”

  • avatar
  • avatar

    Crisi/ Il Financial Times: In Italia pronte nuove misure di austerity
    Martedì, 3 aprile 2012 – 09:34:00

    ”L’Italia rischia di essere costretta a varare nuove misure di austerita’ se la crescita non sara’ sufficiente o i rendimenti dei titoli di stato dovessero risalire. E’ quanto si legge in un “Rapporto sulla situazione di bilancio dell’Italia” circolato durante i lavori dell’Eurogruppo di Copenhagen e reso pubblico dal ‘Financial Times’…Gli sforzi dell’Italia per raggiungere gli obiettivi di bilancio potrebbero essere minacciati dalle deboli prospettive di crescita e dai tassi di interesse relativamente alti – si legge nel documento Il governo dovrebbe restare pronto a evitare ogni esitazione nell’applicazione delle misure di bilancio e adottare nuove misure se necessario…”

  • avatar

    “L’origine del morbo è lo strapotere dei partiti che hanno occupato lo Stato, non per servire i cittadini, ma per servirsi dei cittadini. Il finanziamento pubblico è la fonte che permette ai partiti di continuare a essere organizzazioni finalizzate a proteggere e sviluppare se stesse invece che strutture al servizio dei cittadini e della cosa pubblica. Per questo, e non per antipolitica, come dice chi non sa più come difendere un sistema indifendibile, noi dell’Italia dei Valori vogliamo abolirlo”.(A.Di Pietro)

    Ma andiamo oltre caro Tonino. Da come la metti tu, basterebbe un ricambio dirigenziale, per risolvere la faccenda. Magari al posto di questi cialtroni, ci andrebbero i salariati, e cambierebbe il sistema? io credo di no.
    I salariati stessi, sono ideologicamente concussi con il sistema.
    Ecco il problema: se lo Stato è la forma ideologica assunta dal capitale, per perpetuare i suoi rapporti di produzione (ad un lato gli sfruttatori, e dall’altro gli sfruttati) se ne esce sostituendo una classe dirigente (che guarda caso, non annovera nemmeno un salariato tra le sue fila) con un’altra?. Ma se questa nuova classe dirigente vuole perpetuare anch’essa i rapporti capitalistici (possessori dei mezzi di produzione nonchè del potere politico che deriva dal potere economico, e lavoratori salariati dall’altro) troveranno sempre il modo a noi Lavoratori di fregarci. Come? con la forma dello Stato ovvio. Forma che delega il potere allo Stato, mentre che il potere deve essere del popolo. Saluti.

  • avatar

    LA PRIMA AZIONE POLITICA

    Il grande capitale, il cui scopo delittuoso è quello di schiavizzare ogni aspetto della nostra vita, per ora ha vinto. Per chi non ha voluto vedervi la mano invisibile del destino, il metodo è stato chiarissimo e i risultati decisivi. L’ideologia di accompagno è fatta di una quantità di piccole menzogne, una selva di bugie dietro la quale si nascondono gli interessi dei più pericolosi banditi del pianeta, i ladri delle nostre vite.

    I burocrati, chiamati a governare le dinamiche sociali nel grande serraglio, non si curano nemmeno più di dissimulare il loro odio di classe, e la canea mediatica non perde occasione per latrare con colera contro coloro che oppongono resistenza al piano di recupero che fa parte del grande progetto.

    Lo scopo dei banditi e dei loro servi non avrebbe potuto raggiungere così facili risultati se gli esponenti di quella che un tempo fu la sinistra, sempre desiderosi di dimostrarsi in anticipo sulla realtà storica, non avessero tradito e abbandonato gli ideali e le lotte di secoli, meritandosi il nostro disprezzo definitivo.

    E da questa solitudine non si esce turandosi il naso nei seggi elettorali. Non facciamoci prendere ancora una volta per il culo, disertiamo in massa le urne. È la prima azione politica.

    http://diciottobrumaio.blogspot.it/2012/04/la-prima-azione-politica.html

  • avatar

    ppbovio Ha scritto:

    “anche sul piano culturale deve essere fatta una denuncia del capitalismo”
    Perchè non parliamo della cultura industriale di Napoleone Marchionne?
    Questo genio dell’imprenditoria occidentale, che nel mese di marzo è riuscito a far diminuire del 35% il fatturato della sua azienda, sostiene che in una fase di recessione del mercato non “vale la pena” di pensare a nuovi modelli.
    Il signor Michele Ferrero, che in questi giorni s’è scoperto essere l’uomo più ricco d’Italia, in una fase di recessione del mercato sostenne che valesse la pena di sostituire il costosissimo burro di cacao con la molto più economica pasta di nocciole.
    E così inventò la Nutella.
    E la coltivazione delle nocciole portò un reddito agli agricoltori delle Langhe.
    E con quel reddito gli agricoltori decisero di rimanere a lavorare a casa propria (invece di andare a lavorare alla Fiat).
    E lavorando a casa propria decisero di investire nelle proprie aziende.
    E quelle stesse aziende, 10/15 anni dopo, crearono il miracolo del Barolo e del Barbaresco.
    E da quelle colline, da quella cultura agricola, da quella cultura imprenditoriale è nata Slowfood, è nata Terra Madre, è nato un concetto universale di sviluppo equo e sostenibile.
    Vogliamo parlare di cultura?
    Parliamo della ricchezza che aziende come la Ferrero hanno portato al loro territorio.
    Vogliamo parlare di cannibalismo?
    Parliamo della devastazione che la Fiat s’è lasciata tutt’intorno.

    :idea:

    Non conoscevo la storia di Ferrero: ti ringrazio per averla riportata…Tanto per capire la differenza che passa tra un’imprenditoria sana in grado di valorizzare le risorse locali e un’altra che le vampirizza in nome del profitto fine a se stesso..

  • avatar

    L’hai detta e fatta giusta!

  • avatar

    Grazie per queste precise e costanti informazioni, per questa tua continua battaglia che mi vede e mi vedrà sostenere le tue, le nostre stesse battaglie. E’ con estremo interesse che leggo tutte le tue newsletter. Con profonda stima, grazie, :) :) :idea: :) ML

  • avatar

    Pienamente daccordo con Di Pietro.
    Tuttavia mi pare di vivere un déjà vu.
    Da qualche punto, nelle più alte sfere, parte un segnale di “via libera”.
    E dai cassetti delle procure saltano fuori i fascicoli di certe inchieste tenute nascoste, in attesa di tempi migliori.
    E dalle procure trapelano indiscrezioni, opportunamente rimbalzate ed amplificate dai mezzi di comunicazione di massa.
    E nella società civile monta l’indignazione, che si coagula in movimento d’opinione, che si concretizza in trasferimento di voti …
    Non è che per caso queste cose le abbiamo già viste nel 1992?
    Quando il mastino Di Pietro venne sguinzagliato alle calcagna di quei quattro(mila) mariuoli?
    Senonchè, rispetto ai tempi di mani pulite, mi pare che il trasferimento di voti stia imboccando la strada inversa.
    Allora i voti si spostavano dal centro verso le periferie di destra e di sinistra e andavano a rafforzare i nuovi gruppi di potere.
    Oggi i voti della destra e della sinistra convergono verso il centro e si restaura l’antico potere.
    E’ la polarizzazione del grande centro, la rinascita della vecchia democrazia cristiana, la rifondazione dello stato doroteo, mai completamente estirpato dal nostro povero spirito di pecorelle cattoliche.
    Con la mansuetudine e l’accondiscendenza del buon padre di famiglia sopporteremo la nostra giusta penitenza e ritorneremo ciascuno ai nostri ruoli.
    Il frugale e onesto lavoratore, lo zelante impiegato di concetto, il probo ed austero funzionario, ecc…
    E tra un varietà del sabato sera e una predica della domenica mattina potremo perfino sognare una settimana di villeggiatura a Borghetto Santo Spirito o a Milano Marittima.

  • avatar

    No Onorevole Di Pietro,
    ho firmato per indire i referendum di Giugno 2011 e quello per la cancellazione del “porcellum”, ma questo non lo firmo, prima l’IDV deve rinunciare a tutti i rimborsi e restituire quanto è stato dato in eccedenza alla spese realmente sostenute e giustificate.
    Non fate anche voi come i sacerdoti che ci dicono cosa dobbiamo fare ma di non guardare quello che loro fanno.
    E già che ci siamo rendete il partito non più padronale ma una organizzazione ben fatta eliminando anche il suo cognome dal simbolo.

  • avatar

    LA RAI NON FA INFORMAZIONE, ALIMENTA LA MORBOSITA’

    …ma vi sembra così ovvio che ogni giorno su rai 1 e su rai 2, si parli, sistematicamente, della “persona del giorno scomparsa”?

    Con un inviato fuori alla casa del coniuge, indicato come l’autore di un omicidio, con occultamento del corpo della moglie?
    Che sia vero o falso è rilevante ai fini della tivù di stato, e del senso comune degli italiani?
    E’ un’ingiustizia perpetrata ai danni di qualcuno, che necessita l’informazione e la mobilitazione della pubblica opinione, quotidianamente? O è solo un’indagine in corso?

    Ma è così ovvio che di un altro imputato “porta a porta” o “chi l’ha visto” mandino a puntate, estratti delle sue telefonate, o delle sue intercettazioni ambientali? Che sia colpevole, che sia innocente, si può anche solo supporre, che dopo questa monumentale “campagna pubblicitaria”, vi possa essere in sede processuale un giudizio equo e distaccato?

    Se poi l’imputato, parla di scrivere un libro, chi ora lo sta usando, quotidianamente, nelle trasmissioni, grida allo scandalo!
    Addirittura, come nel caso di avetrana, la criminologa ospite fissa di una trasmissione, che sembra una donna con gli occhi azzurri ma col cipiglio e il tono di un maschio barbuto anche alle parti digestive, viene assoldata come consulente, così che faccia da interfaccia, fra le notizie riservata e la trasmissione! Che faccia…!

    Non si tratta piuttosto di evidente di morbosità, e di armi di distrazione di massa? Questo tritacarne, potenzialmente, può toccare e “intaccare” tutti. Anche chi è innocente. Si stupiscono persino che gli indiziati non vogliano rilasciare interviste ai cronisti, accampati intorno alla loro casa. Sono colpevoli? Sono innocenti? A me interessa la Civiltà! Anche giuridica!

    A quando, il gentile giornalista. col dito sul campanello della villetta, in diretta nazionale, in prima serata, come peraltro già fatto ad avetrana? Vi sembra così ovvio?

    Quando la rai parlerà, invece, quotidianamente dei meccanismi della porcellum, del conflitto d’interessi, del duopolio televisivo nazionale, del finanziamento cosiddetto elettorale ai partiti? Quando la rai smaschererà la mancanza di democrazia nel nostro Paese? Quando le persone meno fornite di strumenti critici, saranno messe in condizione di vedere, in che mondo vivono? Quando si smetterà di strumentalizzare l’ignavia, implementando il conformismo, l’inciucio e la superficialità? Perchè siamo diventati un popolo stupido?

  • avatar

    … “E PER PIACERE SMETTI DI DARCI LA NOSTRA DISINFORMAZIONE QUOTIDIANA, AMEN”

    Il carrozzone quotidiano della rai, sui casi di cronaca, ha un copione fisso.
    Che lo scomparso, sia un bambìno/a, oppure una donna molto bella. Si circonda, mediaticamente, il marito, il sospetto, all’inizio con gentilezza, disseminandolo di microfoni. In studio tutti dicono dutto e il contrario di tutto. Lo masticano poi lo sputano. Tempo due mesi e il cronista bussa alla villetta del sospetto. Poi arrivano i due carabinieri.
    Vengono coinvolti – gettonati? – i giornalisti, che seguono i casi di cronaca. Siu fa la casistica. Si ricercano aribitrariamente punti di contatti fra casi lontani con sociologismo e psicologia d’accatto.

    Si tratta, in fondo, sempre della stessa storia. Che ne direbbe Propp? Lo schema che cosa suggerisce? Uno psicoanalista freudiano cosa potrebbe dirci, coinvolgendo eros e thanatos? E invece chi si occupa del conflitto d’interessi, del ceto nominalizio parlamentare, della spartitocrazia alla rai, della disinformazione eretta a sistema in Italia?

  • avatar

    L’origine del morbo è lo strapotere dei partiti che hanno occupato lo Stato, non per servire i cittadini, ma per servirsi dei cittadini. Il finanziamento pubblico è la fonte che permette ai partiti di continuare a essere organizzazioni finalizzate a proteggere e sviluppare se stesse invece che strutture al servizio dei cittadini e della cosa pubblica.!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    —————————————————————
    Un MARCIUME che s’è infiltrato tutti gli strati sociali e che ha corrotto e pervertito una intera generazione di pubblici ufficiali, giudici, amministratori di tutti i livelli, servitori dello Stato e quant’altro.

    Un MARCIUME che ha dissipato le ricchezze del paese e che sta raccattando i rimasugli del benessere creato nel dopoguerra, senza provvedere minimamente a crearne ed incentivarne del nuovo, nemmeno per i propri figli.

    Un MARCIUME che ha impoverito economicamente e spiritualmente e moralmente una intera nazione che si era risollevata dalla vergogna e dalla miseria di una dittatura e che aspirava a diventare né più né meno come le tante altre nazioni in Europa, pacifiche e democratiche.

    Un MARCIUME che non ha esitato a fare comunella con la criminalità, oltre che debordare nell’illegalità e nella sopraffazione, pur di accrescere il proprio potere ben oltre i limiti fissati dalla Costituzione e pur di allungare le mani e parassitare sugli averi dello Stato e dei cittadini.

    Un MARCIUME che in altri stati democratici europei sarebbe già in galera con i comuni criminali, da anni, altro che essere alla guida del paese; e che considera il cittadino come un servo della gleba alla pari di quei signorotti gozzovigliatori e prepotenti che dettavano legge col terrore e con la violenza fino a non tanto tempo fa.

  • avatar

    Io vivo in una piccola casetta in mezzo al bosco, e non pagherò ne imu ne niente del genere. Chiunque proverà a violare la mia piccola proprietà(equitalia, carabinieri, finanzieri etc) se la vedrà brutta, e ci potrebbe lasciare le penne. Sono pronto a morire, non riconosco nessuno stato, e questo per me è quanto. Non finirò suicidato come la povera vecchietta di Agrigento alla quale l’inps ha abbassato la pensione da 800 a 600 euro, e più facile che uccida qualche rappresentante di questo stato al quale non sento di appartenere.

  • avatar

    Non vedo l’ora di andare a firmare per la raccolta firme per questo sacrosanto referendum, così come tutti gli altri precedenti da Lei promossi, caro on. Di Pietro, che sono sicura otterrà lo stesso successo. E, siccome sono convinta che ci sarà un grande afflusso di cittadini che saranno pronti a votare nei gazebo, sono sicura che qualche altro partito (tipo il Pd) sarà pronto a cavalcare la vostra battaglia per appropriarsi del merito dell’eventuale vittoria. State allerta!!!!
    Il mio plauso, comunque, va solo a Lei, on. Di Pietro, perchè sino ad ora è l’unico che mi convince per il suo operato. Mi auguro e Le auguro che possa ottenere un sempre maggiore consenso per il bene di tutti…….

  • avatar

    On Di Pietro,
    voterò a favore del Referendum che lei propone come la stragrande maggioranza degli italiani.
    Le suggerisco due proposte di legge che sono sicuro lei condividerà:
    La prima: non si possono aggirare i risultati dei Referendum con leggi “presa per il culo” della volontà popolare.
    La seconda: solo un nuovo Referendum può modificare i risultati di quello precedente.

    La corruzione
    E’ congenita a questo sistema. E’ da un bel po’ che chi si mette in politica lo fà per fare i suoi affari e non rappresentare le sue idee.
    Ed è quindi normale che queste persone rubino e/o facciano accordi con mafie di vario genere.
    Quelli che oggi sono “puliti” non lo sono perchè sono onesti, semplicemente non li hanno ancora presi con le mani nel sacco.

    La galera (secondo Lega)
    Ritengo sia giusto che un extracomunitario che ruba vada in galera.
    E ritengo profondamente ingiusto che per un politico che ruba o commette altri reati, cambino le leggi per non farlo finire in galera.

  • avatar

    Ora Ghedini ‘difende’ Bossi E Silvio: “Lui è parte lesa”
    Berlusconi: “Non può aver commesso alcunché di illecito”

    Anch’io credo che sia innocente!! Sono i soliti cumunisti che vogliono mandare a gambe all’aria la GROSSE KOALITION!!!

  • avatar

    Questa proposta , dal punto di vista etico, le fa onore dott. Di Pietro, ma io credo che il principale problema non sia abolire totalmente il finanziamento (moderato e trasparente) ai partiti.
    Il vero problema sono i ladri.
    Ci vuole una legge che vieti di candidarsi e/o obblighi alle dimissioni immediate chi è condannato in primo grado (con sospensione dell’eleggibiltà finchè non ne è eventualmente uscito pulito). Oltre alla confisca immediata del corrispondente del danno patrimoniale

    O altrimenti continueremo ad andare avanti con il parlamento più scandaloso dell’occidente, come succede da 30 anni
    http://www.lincredibileparlamentoitaliano.yolasite.com

  • avatar

    Condivido totalmente il contenuto del post di GGM. Bisogna riformare il ” sistema”,introdurre la democrazia diretta e fissare delle chiare regole che premino i meritevoli ma che puniscano molto severamente i demeritevoli o corrotti. Il popolo dovrebbe avere la forza di cambiare anche la mentalità perch, diciamo la verità, la spinta “truffaldina” dal piccolo al grande si può constatare in ogni attivitä giornaliera degli italiani. Manca, al popolo italiano, la coscienza della legalitä e della giustizia ….e senza qusti due elementi non si va da nessuna parte! Siamo i discendenti diretti dell’impero romano…..il massimo della corruzione, che ne ha poi decretato la caduta! Chissà che non cada anche il nostro impero….. :?:..ma chi sono i barbari che attaccheranno? :!:

  • avatar

    Anche tu tonino fai parte del marcio. E basta con queste raccolte firme e referendum del piffero. Restituisci il malloppo, non ti nascondere dietro la volgare scusa che tanto se li spartiscono gli altri. Tu rubi come gli altri, mi fai schifo. Te lo dice uno, che da ragazzino, quando eri ancora magistrato, aveva il tuo poster appeso nella sua stanzetta. Ti auguro ogni male possibile, a te, famiglia e colleghi.

  • avatar

    C’è del marcio in Italia, perchè Voi politici siete tutti marci.
    Lei, On. Di Pietro, non è da meno dei suoi colleghi.
    Lei continua a presentare iniziative referendarie, che finiscono solo per riempire di euro i vostri forzieri, ma si guarda bene dal raccogliere firme, per presentare una Legge di iniziativa popolare, che dia al popolo italiano una adeguata dose di “Democrazia Diretta”.

    Devo ammetterlo, fino a quando ci saranno dei beoti che le ribadiranno sempre la loro fiducia, perchè dovrebbe buttarsi da solo la zappa sui piedi e lasciare tutto questo “ben di Dio” ?

  • avatar

    Come i partiti si “spartiscono” indegnamente i rimborsi elettorali.

    http://www.sconfini.eu/Politica/scandalo-rimborsi-elettorali-cosi-i-partiti-derubano-il-paese.html

    Osservate l’IGANNO tra:
    -Spesa dichiararta,
    -Spesa accertata,
    -Rimborso percepito.
    Se non è TRUFFA questa, ditemi cos’è!

    Per tutti basta un dato: a fronte di spese dimostrate di 579 milioni di euro, dal 1994 al 2008 i partiti si sono spartiti nientepopodimeno che 2,25 miliardi di euro, con un utile di ben 1,67 miliardi di euro.
    Vi sembra tanto?
    Sì è proprio tanto!

    RESTITUITELI!

    Pensate un PO’:
    -Se fossimo andati alle urne nel 2011 con una crisi di governo prima del 2013 – la scadenza della legislatura- gli italiani avrebbero dovuto pagare i contributi ai partiti per ben 3 legislature (seppure non terminate): 2006, 2008 e 2011\2013—-e a seguire.
    Un furto alla luce del sole.

  • avatar

    Sul caso Belsito, il tesoriere indagato della Lega Nord

    :wink: Berlusconi si butta a pesce in difesa di Bossi:”verrà provata l’assoluta estraneità di Umberto Bossi e della sua famiglia a qualsiasi ipotesi di reato”.Silvio, il Garante padagno.

    :wink: Maroni pretende le dimissioni di Belsito:”È il momento di cogliere questa occasione per fare pulizia..” Disinfezione prima delle amministrative.

    :wink: Saviano:”Un anno fa, fui molto attaccato dalla Lega e da Maroni per aver usato una parola che descriveva il rapporto tra ‘ndrangheta e potere nel Nord Italia..”. Saviano, allora, parlò di ‘interlocuzione’ tra la ‘ndrangheta e il Carroccio: ancora una volta ha fatto centro.

  • avatar

    USCIAMO DALLA ZONA EURO SUBITO!

  • avatar

    MONTI SE NE PUO’ TORNARE A CASA CON LA FORNERO E GLI ALTRI MINISTRI “RECESSIVI”!

  • avatar

    Veramente l’italia ha cominciato a puzzare subito dal giorno dopo la sua fondazione;ora ve ne accrgete ‘
    però,caro Di Pietro,se i tuoi impiegano circa quarantotto ore a pubblicare i post,questo blog diventa un puro esercizio di routine inutile.
    Vedete un poco voi……………………

  • avatar
  • avatar

    Eccoti qua, ci risiamo; attacchi la casta ladra omettendo che ne fai parte a pieno titolo.
    Se proprio te ne vuoi dissociare, comincia col restituire ciò che anche tu hai indebitamente introitato.
    Perchè altrimenti si potrebbe pensare che tu, pago di ciò che, in combutta con loro, hai sgraffignato, sei pronto a denunciare gli ex complici di ladrocinio.
    Non dico di restituire tutti gli oltre 70 milioni che hai, al par degli altri sgraffignato, ma almeno quelli che non hai giustificatamente speso, e che ancora tieni in tasca; solo allora ti potresti vestire dei panni del pentito, e puntare il dito sugli altri.
    Altrimenti, come al solito (potrebbe essere solo la mia opinione) non fai che della sterile ed inutile propaganda per gabellar quei quattro tonti che, continuando a tenersi le fette di prosciutto sugli occhi, sono ben felici di farsi infinocchiare.

    Poi, visto che ormai ti sei messo sulla scia pannelliana (peraltro già furbescamente sfruttata dal segni; con scarsi risultati per la verità) potresti anche segurirne le orme digiunando; cosa che non ti farebbe male, visto she stai diventando un bombolotto; ma potresti anche cominciare col dichiarare di rinunciare a priori ai rimborsi referendari.
    Altrimenti, i maligni (come me) potrebbero pensare che fai la campagna contro i rimborsi giusto per beccarne degli altri.

  • avatar

    Maroni ha detto di “essere andato con le Forze dell’Ordine a caccia delle Mafie”.

    Ma non aveva guardato bene in “CASA LEGA” (casa sua) per controllare le truffe sui rimborsi elettorali e la loro TRACCIABILITA’ .

    SENTITELO quando dichiara di aver contrastato “LUI” personalmente lòa Ndrangheta.

    Maroniiiiiii……
    -”BISOGNA CAMBIARE LE REGOLE” anche per i finanziamenti dei rinborsi elettorali.
    -”Battere i ladroni” passa anche attraverso quelli della LEGA!

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    Che cosa aveva detto Saviano sulla Lega

    Roberto SAVIANO: la ‘Ndrangheta al Nord – “Vieni via con me” di Roberto

    E Miglio, padre della Lega, disse:

    -Le mafie vanno costituzionalizzate.

  • avatar

    Ma possibile che tutti questi commentatori che mi paiono abbastanza competenti non capiscano che c’è un solo modo per ridimensionare il ruolo dei Partiti in Italia?. Capisco che i Politici si guardano bene dal parlarne, ma mi chiedo come mai i suddetti commentatori non ne fanno cenno, non ne colgono forse l’importanza?. Qual’è questo modo?, semplice a mio parere, è chiedere a gran voce che venga intradotto in Italia lo stesso sistema elettorale che vige negli Stati Uniti d’America. Pensate bene a cosa vuol dire una Riforma elettorale in tal senso, rifletteteci e forse le idee vi si schiariranno. Spero solo nell’aiuto di Di Pietro.

  • avatar

    In galera. Ma solo dopo che hanno restituito i soldi. E se sono 10 anni sono 10 no che alla fine diventano 2 per buona condotta o improvvisa infermità. Quando si tratta di rubare tutti svegli poi fanno i finti tonti.

    PS: Il nano delle meraviglie ha detto che Bossi lo conosce bene da non ritenerlo possibile; non gli ha fatto una bella pubblicità anzi visto che è detto da lui sappiamo che è l’esatto contrario quindi inizierei a pensare ancora più male….. Ma come era quella storia sul simbolo agli inizi del 90?

  • avatar

    L’importante è accorgersene in tempo utile……

  • avatar

    gennaro esposito, 3 aprile 2012, 16:26
    E invece chi si occupa del conflitto d’interessi, del ceto nominalizio parlamentare, della spartitocrazia alla rai, della disinformazione eretta a sistema in Italia?

    Nessuno, finché chi dovrebbe occuparsene ne trae vantaggio. E aggiungo che nemmeno in governo di cui Tonino ha fatto parte non solo non se n’è occupato, ma non ha nemmeno fatto un piccolo sforzo per provare ad occuparsene.

  • avatar

    Caro Pres.te Di Pietro, dopo Penati e il Pd, dopo il caso Lusi e la “Margherita” rutelliana, dopo il caso del leghista Boni, da ultimo i denari per il rimborso elettorale ai partiti con il “tesoriere” Belsito della Lega sono stati versati in buona parte, a quanto ci è dato sapere, alla famiglia Bossi per le spese personali del segretario-fondatore del partito del Profondo Nord che più tuona ed ha tuonato contro “Roma ladrona”. Sconcerta e lascia completamente interdetto ogni italiano onesto la razzia di denaro pubblico effettuata da un personale politico che non si dimette, rifiuta qualsiasi responsabilità etica e politica e prosegue nel presentarsi al paese nella veste di dirigenti di quei partiti che vogliono ancora rappresentare i cittadini italiani alle prossime consultazioni amministrative e forse alle future elezioni politiche generali del 2013. La ricostruzione dalle fondamenta della vita e della rappresentanza politica è di giorno in giorno sempre più urgente se si vuole evitare nel momento più difficile per l’Italia dalla fine della 2a guerra mondiale una vera e propria lacerazione tra le istituzioni statali e la società civile.

  • avatar

    Vince M, 3 aprile 2012, 16:39
    Un MARCIUME che ha dissipato le ricchezze del paese e che sta raccattando i rimasugli del benessere creato nel dopoguerra, senza provvedere minimamente a crearne ed incentivarne del nuovo, nemmeno per i propri figli.

    Se i figli sono genericamente i figli di questo paese, posso concordare. Ma se invece sono i figli (fisici) di chi “ha dissipato le ricchezze del paese e che sta raccattando i rimasugli del benessere creato nel dopoguerra, senza provvedere minimamente a crearne ed incentivarne del nuovo”, allora non direi proprio. Anzi.

  • avatar

    Solo per rammentare qualcuno che non capisce, le segreterie di partito, le loro soluzioni sono un consigliere ogni anno la giunta delibera i gettoni di presenza in consiglio comunale, commissioni ecc,ecc, i profitti vanno ai partiti per pagare la spazzatura, la TV, l’affitto della sede, un evento, un matrimoni degli consiglieri mortalità di qualche componente della segreteria ecc,ecc, noi consiglieri ci autotassiamo e le sedi politiche vanno avanti con quelle poche tessere che facciamo, perchè a livello Nazionale ci devono essere fondi ai partiti?

  • avatar

    ..Santa..Romana ..CHIESA..!

    clericali..ecclesiatici..o​..DELINQUENTI..volgari??

    Perché il capo della banda della Magliana è sepolto con i vescovi?

    ..Il collegamento tra la sepoltura di De Pedis e la scomparsa di Emanuela fu suggerito da una telefonata anonima arrivata a Chi l’ha Visto nel 2005. Ed è un fatto che nello spazio sottostante la basilica alcuni cunicoli, ora chiusi, portavano proprio alla scuola di musica frequentata da Emanuela. ”
    …PERCHE’??
    ..perchè..quando c’è di mezzo il..VATICANO..si ferma e paralizza..TUTTO!
    ..e..non parliamone se c’è di mezzo..lo..IOR!!??
    Dopo SINDONA e CALVI,, anche Vittorio DRAGHI..sono stati fatti ..fuori..chi un un modo e chi in un altro!
    ..e..infine ..anche PAPA Luciani..Giovanni Paolo I°..morto improvvisamente e ..sepolto o ..incenerito..sena..AUTOPS​IA!
    …e..siamo sempre in Italia..non in Sicilia..dove..c’era..la..​MAFIA..!!
    Perchè?

    PERCHE’??

    ..e..chissà..cosa penserà..il finto..TONTO..RE GIORGIO..al QUIRINALE??

    lewisaugel34venezia

  • avatar

    La mia domanda è si queste misure economiche salvaranno l’Italia della crisi e poi verranno tolte o rimarranno per sempre?.Daniela

  • avatar

    CENTRO DI IGIENE MENTALE
    TEST DI SALUTE PSICOFISICA

    Problema

    Si hanno 1900 miliardi di euro di debiti, e i provvedimenti del governo comportano:

    a) diminuzione dell’occupazione (con il “licenziamento facile”);

    b) diminuzione dei consumi (con l’aumento dell’IVA);

    c) diminuzione del PIL;

    d) aumento delle tasse;

    c) aumento dei tassi passivi pagati dallo Stato sul debito pubblico (“spread”).

    Rispondi alle seguenti domande:

    1) La torta della ricchezza nazionale aumenta o diminuisce?
    2) Se le tasse aumentano, e il PIL diminuisce, qual è l’esito che ci si deve aspettare?
    3) Si può sapere in anticipo il giorno e l’ora della bancarotta?
    4) Il sistema bancario-finanziario è coinvolto nel tracollo finale?
    5) Se le cose stanno così, occorre un ragioniere per governare?
    6) Le teorie economiche sono scientifiche solo ex post oppure anche ex ante?
    7) Qual è il nome del meteorite che già tre anni fa ormai, ha colpito l’economia planetaria, producendo la crisi finanziaria? [risposta per testare la memoria storica]
    8) Se la collettività è governata “dai mercati”, allora la Democrazia è un vecchio mito greco? [risposta facoltativa a carattere storiografico];
    9) In quale libro del Vecchio Testamento sono scritte le odierne regole della finanza globale?
    10) Cosa viene prima? L’economia o la vita della gente? [risposta facoltativa, dilemma morale];
    11) Qual è la procedura per nazionalizzare le banche e uscire dall’euro?
    12) Una dittatura si caratterizza per i carri armati in piazza, oppure per un gabelliere di stato, che mette all’asta la prima-unica casa dei cittadini, dopo aver scritto ipoteca, anche per un solo euro di debito?
    13) Se in Tibet si danno fuoco i monaci buddisti per l’oppressione cinese a Bologna si danno fuoco i _____________ per l’oppressione di _____________? [risposta facoltativa, legata all'attualità]
    14) Il conflitto d’interessi ha un ruolo nella legge elettorale “porcellum” e nella creazione di un ceto parlamentare nominalizio ora a capo del Paese, che va a picco? [domanda "politicamente scorretta", facoltativa la risposta]
    15) Perchè il popolo italiano è così ignavo? [domanda provocatoria, risposta aperta, max 20 pagine per la risposta].

  • avatar

    …a sentire Ballarò, ci vendono a nostra insaputa, se lo Stato siamo (ancora) noi (?)

  • avatar

    Monti, fornero, siete la disgrazia dell’Italia, siete come se non peggio di berlusconi…l’Italia non vi vule, andatevene!

  • avatar

    ECCO COSA SUCCEDE QUANDO SI SCEGLIE BENE:

    ZEDDA STANGA LE SECONDE CASE SFITTE E I RICCHI; TASSE RIDOTTE O TOLTE A PIU’ POVERI. TAGLIATE AUTO BLU (DA 15 A 5) E SPESE FESTE

    Stangata in arrivo a Cagliari sui “ricchi”. Cioè su quelli che possiedono una seconda casa e la tengono sfitta: pagheranno un’Imu altissima. Ma il costo si potrà decisamente abbattere se sceglieranno invece di affittarla a canone concordato. Il sindaco Massimo Zedda illustra il bilancio e presenta un piano per ripopolare le tante case che a Cagliari sono abbandonate. “Il nostro sarà un bilancio decisamente più povero con 35 milioni in meno che arriveranno da parte dello Stato- spiega il sindaco- per questo abbiamo deciso di tagliare spese superflue per non andare a gravare su settori fondamentali come l’assistrenza sociale. Le auto blu sono state ridotte di due terzi, passeranno da 15 a 5. Le tribune di Sant’Efisio, come sapete, costeranno molto meno ed è stata abolita quella delle autorità. Cercheremo di risparmiare ovunque sia possibile”. Ma la notizia è anche un’altra: cala invece il pressing fiscale sui redditi bassi, quelli sino a diecimila euro saranno infatti esentati. “Sull’Irpef la maggioranza dei cagliaritani pagherà di meno dello scorso anno- ha detto il sindaco- L’aliquota sarà dello 0,80 oltre i 75mila euro di reddito”. L’aliquota Imu sulla prima casa sarà del 5 per mille, si prevede un introito di 57 milioni di euro. Per le seconde case invece sarà del 9.6 per mille. M.B.

    castedduonline.it

    ***

    Diminuisce rispetto al 2011 l’Irpef per i redditi medio bassi, ma sale l’Imu per le seconde case sfitte, cinquemila a Cagliari secondo l’ultimo censimento. Sono alcuni dei dati presentati questa mattina dal sindaco Massimo Zedda e dalla sua Giunta, illustrando il bilancio di previsione 2012. Per quanto riguarda l’Imu sulla prima casa l’aliquota è stata fissata allo 0,5%, mentre per la seconda abitazione affittata a canone concordato Zedda parla di “una delle aliquote più basse d’Italia”. “Un bilancio – ha detto il sindaco – che risente dei tagli e del blocco delle spese per il patto di stabilità. Per quanto riguarda i trasferimenti in meno a settembre c’era un’ipotesi di dieci milioni in meno, ora dopo le ultime manovre si è passati a circa 35 milioni. Tra l’altro con un’Imu che ribattezzerei imposta non municipale, ma statale unica”. Zedda difende la scelta di non aver applicato la aliquota base sull’Imu. “Per noi – ha detto – è un’azione obbligata da decisioni prese a Roma. Non è nelle nostre possibilità applicare un’aliquota inferiore o uguale a quella base senza compromettere l’erogazione di servizi indispensabili”. Per le case, incentivi per chi affitta la casa (0,86 per locazioni con contratto registrato), ha spiegato Zedda, e disincentivi (aliquota a 1,06) per chi la tiene vuota o dichiara di tenerla disabitata.

    Sull’Irpef, secondo Zedda, “la maggior parte dei contribuenti cagliaritani pagherà una tariffa più bassa del 2011″. Prevista esenzione totale per redditi sino a 10mila euro. Poi crescita progressiva con aliquota dello 0,80% oltre i 75mila euro. Il Comune segnala un generale aumento dei bisogni come dimostra l’esempio delle 500 persone che ogni giorno chiedono un pasto caldo al Centro di solidarietà. Come mantenere quantità e qualità dei servizi? Con i tagli agli sprechi. E il Comune ha riepilogato tutte le misure applicate in questi mesi: dismissioni degli uffici in affitto ad esempio a Palazzo Doglio, auto blu passate da 15 a 5, consulenze dimezzate e risparmio di 300mila euro per Sant’Efisio. Giovedì, dopo il sì della Giunta, il bilancio ripercorrerà l’iter delle commissioni consiliari. Obiettivo: approvazione della Manovra entro giugno da parte del Consiglio comunale.

    UNIONESARDA.IT

  • avatar

    Sono favorevole ad abolire il finanziamento pubblico ai partiti che mi sembra un inutile e dannoso spreco di denaro pubblico.
    Mi chiedo però se un sistema di finanziamenti privati stile Stati Uniti sia il più efficace. Anche questo sistema genera dei possibili conflitti di interessi e rischia di far prevalere sempre chi ha dalla sua parte i grandi capitali.
    Avrai quindi una proposta. Perchè non consentire il finanziameno ai partiti ai soli cittadini privati per un massimo annuale di 1000 € (o una cifra simile)? Questo garantirebbe un sistema più democratico anche per i finanziamenti perchè eviterebbe i finanziamenti pubblici e nello stesso tempo eviterebbe che pochi grandi finanziatori decidessero le sorti di un partito.
    Cosa ne pensate?

  • avatar

    ***********************************************************
    Il finanziamento pubblico è la fonte che permette ai partiti di continuare a essere organizzazioni finalizzate a proteggere e sviluppare se stesse invece che strutture al servizio dei cittadini e della cosa pubblica.
    Per questo, noi dell’Italia dei Valori vogliamo abolirlo.
    ***********************************************************

    Per favore, On. Di Pietro,
    CI
    restituisca i soldi ricevuti dai rimborsi elettorali,
    euro dopo euro,
    centesimo dopo centesimo!

    E poi, … si potrà parlare di nuova politica, fatta nell’interesse dei cittadini.

  • avatar

    Forza Tonino e IDV, non badate anche se parla in modo forbito della marmaglia!!!!!!! che infesta e incancrenisce il Blog. Non ti curar di loro, avanti tutta!! Siete l’Anima e unica speranza delle persone oneste della Nostra povera Italia.

  • avatar

    A proposito di marcio vorrei mandare un messaggio a bersani

    bersani dimettiti… se non hai le palle per agire in conformità della tua carica fottiti e lascia il posto del quale non sei degno a qualcuno a caso… le mie scarpe per esempio, risolverebbero i tuoi dilemmi senza fine, in men che non si dica…

    bersani tu ascolti la segreteria sbagliata… una segreteria che ti sta mettendo in una situazione a dir poco imbarazzante… c’è solo una segreteria al mondo che tu dovresti ascoltare: la segreteria del popolo… la segreteria che ti ha votato…

    bersani dimettiti perchè fai schifo a prescindere… tu non hai le capacità per capire e contrastare le grandi manovre dei grandi criminali che stai appoggiando… credevo fossi un finto tonto ma mi sto rendendo conto che sei un tonto autentico… e anche molto deficente… finchè sarai tu ad occuparti dei nostri interessi, i nostri interessi saranno in serio pericolo. Addio bersani. FOTTITI!

  • avatar

    DEJA VU

    “Denuncerò chi ha usato i soldi del rimborso elettorale per lavori alla mia villa di Gemonio”

  • avatar

    “Come si sono permessi di darmi soldi di cui non sapevo nulla?”
    E’ la triste vicenda dei politici italioti, perseguitati dai soldi, che gli entrano in tasca, a loro insaputa. Una tragedia umana di proporzioni immani.
    Chi ora sta calcolando l’IMU, e guardando al contempo i cataloghi delle roulottes, partecipa con empatia al loro dolore.
    Il coro sdi leva unanime:Solidarietà per Bossi!

    (Ma davvero credono sul serio che gli italiani siano al 100% tutti cogl…oni?)

  • avatar

    Questa è comica. Quello che avrebbe rubato nella Lega, ha detto che parte dei soldi sono serviti per ristrutturare la villa di Bossi….immediata la risposta del senatur: “Se prendo quello che si è permesso di ristrutturare la villa a mia insaputa la paga cara” Questa l’ho già sentita, ahahahahah, solo che quella volta era per una casa al Colosseo comprata all’insaputa dell’acquirente….oh..ma questi sono nati con la camicia, come abbassano lo sguardo qualcuno gli elargisce milioni di euro…che culo!

  • avatar

    Il rimborso delle spese elettorali è un furto che i cittadini avevano già denunciato nel 1993. Va abolito senza remore. Condivido il referendum.
    Ma il problema di questo Paese rimane la colossale e incontenibile spesa pubblica (circa 820 miliardi annui, di cui circa 281 solo negli enti locali). La spesa pubblica complessiva (soprattutto quella per spese correnti di politici, amministratori locali e alti funzionari pubblici) va ridotta di almeno un terzo tramite:
    - dimezzamento dei politici e adeguamento delle loro rendite e pensioni a quelle della media europea;
    - accorpamento delle regioni ad un massimo di tre e adeguamento delle rendite e pensioni dei relativi amministratori a quelle medie degli impiegati italiani;
    - soppressione delle provincie;
    - accorpamento dei comuni ad almeno 15-18 mila abitanti e adeguamento delle rendite e pensione dei relativi amministratori a quelle medio-basse degli impiegati italiani;
    - mettere un tetto massimo (es. 5000 €/mese lorde) alle rendite e pensioni degli alti funzionari pubblici.

    Oltre alla drastica riduzione delle spese pubbliche occorre:
    - recuperare l’evasione fiscale che ammonta a 120 miliardi annui;
    - combattere la corruzione pubblica che costa 60 miliardi annui;
    - combattere gli sprechi della pubblica amministrazione che costano 50 miliardi annui;
    - mandare a casa i politici, gli amministratori e i funzionari pubblici condannati o indagati per fatti dolosi o gravi;
    - sopprimere la TAV;
    - sopprimere il ponte sullo stretto;
    - far pagare le giuste imposte sui capitali scudati;
    - ecc…
    L’Italia non può crescere con delle spese cosi enormi. Le tasse saranno sempre maggiori e i cittadini avranno sempre meno soldi spendere. Quindi altre decine di migliaia aziende chiuderanno e altre centinaia di migliaia di lavoratori e impiegati rimarranno a casa senza lavoro. La capacità di spesa delle famiglie di operai e impiegati, ma anche di ex imprenditori, artigiani, professionisti, ecc… si ridurrà oltre la fame (cioè alla morte), ma prima di morire la gente venderà cara la pelle. Prevedo una nuova “Bastiglia” ma molto più cruenta. Non vorrei essere nei panni di politici, amministratori locali e funzionari pubblici.

  • avatar

    il perdere tempo

    invece di farlo qui

    non sarebbe meglio andare a votare

    per vedere di mettere altri meno così?

    non volere una legge elettorale e non votare si fa solo l’interesse di questi qui.

    loro non vogliono nuove elezioni. chissà perchè

  • avatar

    «La crisi è alle spalle», ha ripetuto Mario Monti ad libidum negli ultimi sette giorni facendosi forte di una riduzione dello spread che Tremonti aveva mandato alle stelle. Un modo un po’ infantile, quello di superMario, di lodare il proprio operato di tecnico prestato alla politica. «Stiamo meglio degli altri» insistevano Tremonti e soci fino a pochi mesi fa. Ovviamente mentivano e oggi mente spudoratamente anche Monti.

    La verità è che l’Italia sta messa proprio male. A sostenerlo non è solo Corrado Passera unico nel governo a spiegare con sincerità che la crisi morderà almeno per l’intero anno. E neppure un supertecnico come Ignazio Visco, il governatore di Bankitalia, ma l’ottimismo di Monti non trova sponde neppure presso il Fondo monetario, la Confindustria, la Confcommercio, la Commissione europea e la Bce. E soprattutto è stato smentito clamorosamente dagli ultimi dati dell’Istat: la disoccupazione sta esplodendo e senza il «tappo» della Cassa integrazione sarebbe ormai a livello record perfino in Europa. Non a caso la stessa Marcegaglia e i sindacati insistevano per spostare in un futuro il più lontano possibile la riforma degli ammortizzatori sociali per non fare dell’Italia un deserto di senza lavoro. Che non è detto sia la soluzione che dispiace al governo tecnico: tanti disoccupati garantiscono basso costo del lavoro, mobilità, flessibilità e soprattutto ricatti. Un’equazione perfetta – il controllo assoluto del mercato del lavoro – per un governo «tecnico».

    http://diciottobrumaio.blogspot.it/2012/04/super-mario-chi.html

  • avatar

    Il suicidio monetario dell’Europa a seguito dell’introduzione dell’Euro è stato programmato dopo lo sfascio dell’Unione Sovietica quando, finita la Guerra Fredda, il Vecchio Continente ha perso di colpo la sua funzione strategica di cuscinetto tra comunismo e capitalismo. Potenti Gruppi finanziari, azionisti delle principali banche europee e internazionali,hanno pianificato la conquista economica di un’Europa, tanto ricca quanto politicamente debole. Come procedere ? Come individuare la chiave di volta da scardinare per prevalere sulle sovranità nazionali ? Svuotare, tramite la convenzione di una moneta comune quale è l’Euro, la prerogativa degli Stati di coniare quella nazionale. Ora il problema, non è l’adozione dell’Euro, che ha i suoi risvolti positivi ma la clausola che impone di prendere a prestito questa moneta dalla BCE, cioè da un’istituzione economica sostanzialmente condizionata da azionisti appartenenti a grosse lobbies finanziarie.

    Il piano europeo che ha introdotto l’Euro a beneficio dell’oligarchia finanziaria nasce dall’accordo franco/tedesco, ma è Wall Street che sta sfruttando al massimo la privatizzazione del debito pubblico. Ed è stata proprio la banca centrale statunitense, la Federal Reserve, a tenere in piedi, guadagnandoci, il sistema Europa inquinato dai titoli derivati che, sulla base di autentica carta straccia, hanno assicurato profitti miliardari agli speculatori della crisi. Il ripristino del valore effettivo di tale ‘cartaccia’ immessa in circolazione, è stato accollato ai cittadini dell’eurozona con la maggiorazione delle tasse e i tagli dei servizi.

    E ora in Italia, il degrado del governo berlusconiano ci ha regalato la restaurazione autoritaria di Mario il Bancario. Qualche giorno fa, il 31 marzo, a Milano si è svolta la manifestazione di ‘Occupyamo Piazza Affari’. ”I politici di domani, dice la piazza di Milano gremita di indignados, dovranno sostanzialmente stracciare due decenni di storia e annullare tutti i trattati-capestro firmati contro di noi. L’ha ribadito apertamente anche un altro francese, l’ex premier Michel Rocard: restiamo Europa, certo, ma dobbiamo costruire insieme un’Europa ben diversa, legittima e democratica, bonificandone le istituzioni politiche e finanziarie. Nazionalizziamo la Banca d’Italia, propone Giulietto Chiesa, che non si nasconde che la piena sovranità italiana non è mai esistita ”

    L’EUROPA è la nostra PATRIA. A noi EUROPEI il compito di liberarla dagli SCIACALLI BANKSTERS. Italiani, Spagnoli, Greci, Irlandesi, Francesi… hanno un problema in comune che richiede una soluzione comune.

  • avatar

    Ti ringraziamo di Pietro per quello che fai per tutti noi ma mi chiedo:
    Ti sembra giusto che chi ha ancora il mutuo(..quindi la casa non e’ sua ma della banca…)debba pagare l’IMU?????
    Sei un GRANDE se riuscirai ad eliminare questa ingiustizia!!!!GRAZIE!!

  • avatar

    Il sentore è che ci sia in giro per la penisola il famigerato cetriolo e sappiamo tutti come finisce qundo gira quell’ortaggio.
    Il conto non torna ma non sanno come dirlo.
    Uno stato è come una società:se ci sono debiti e non si produce ricchezza per pagarli,i soci,ognuno secondo quel che ha,tira fuori i capitali per ripianarli questi debiti.
    Ma se poi si continua a non produrre e a spendere il debito riparte e cresce ancora di più;stavolta i soci non hanno più nulla da dare e la società o si scioglie o fallisce,anche se poi avessero ancora qualcosa sarebbe folle perdere anche quello.
    Un socio che si trovi in queste condizioni,se non è pazzo,se ne va prima che il palazzo crolli,magari senza farsi liquidare ma sempre meglio che perdere tutto.
    Il fatto è che chi vive in italia dove va e come ? Il singolo italiano se non ha possibilità è destinato ad affondare col vapore ormai sfiatato.
    Certo,c’è chi,si sa anche come,se non lo hanno ancora scoperto,le spalle le ha coperte e magari anche la fuga ha coperta,ma per la maggioranza? Ecco il cetriolo.
    Mi piacerebbe che monti e soci e i partiti che lo sostengono,comincino a dire come intendono evitarlo il fallimento;per ora lo si può solo ritardare,ma mangiarsi quel che resta per salvare,alla fine,i soliti noti conviene ?
    Ecco che il socio avveduto,col poco che gli resta,va a cercarsi un altro modo di investire o un altro lavoro;magari col suo ormai misero capitale si offre ad altra società che va meglio e ha comunque speranze:da quì potrebbe anche nascere la famosa svizzera lombarda;la padania èra ed è una bufala,ma quest’altra è una possibilità reale nel momento in cui lo stato dovesse divenire insolvente.
    Io ci penserei e se credessi,come dicono tutti,nell’indivisibilità della nazione,mi preoccuperei non poco.
    Anche quì abbiamo un paragone pedestre da fare.
    Molte famiglie si sciolgono per problemi economici e,se ci fate caso,nel centro nord i due separati,bene o male,sopravvivevano,almeno fino a pochi anni fa,nel sud nulla da fare,magari si finiva con mogli schiave e con drammi veri e propri.

  • avatar

    Perchè meravigliarsi di quanto accade nella lega.
    Che la politica italiana sia oggi un ricettacolo per truffatori,incapaci di lavorare,presunti furbi e mafiosi,è dimostrato dai fatti.
    Le recenti cose italiche non sono diverse dalle precedenti;magari stavolta sono condite da scandali sessuali vari e da lupanarismo lampante e pubblico.
    Famigghie e famiglie:ecco il risultato di centocinquanta anni di storia patria.
    Chi non fa parte delle due categorie superiori è fuori dalla storia,quella italiana almeno,e purtroppo sono tanti ad esserne fuori;sono fessi o sono onesti ?
    Bella domanda visto che l’onestà,in italia,è quasi sempre nel popolar raziocinare,sintomo di fessità.
    La lega quindi farà come gli altri,qualche aggiustamento di facciata e vai così,magari sarà più difficile parlare di crimimali del sud,ma alle amministrative,almeno,ci arriva.
    Ora poichè la storia ha dimostrato in modo non confutabile che l’italiano medio vota e rivota i delinquenti non per paura ma perchè li ammira e li invidia,pensate che questa valanga di scoperte di truffe e di familiari sporchi affari cambi qualcosa ?
    Al massimo potrà accadere alla lega quel che accadde alla dc:una serie di fughe al grido di si salvi chi può,ma sono ancora tutti lì,mimetizzati ma ci sono.
    Il cosiddetto popolo se volesse potrebbe fare molto,ma crede troppo nei profeti e nei salvatori vari sia che siano bancarellari,saltimbanchi o grilli sparlanti per muoversi e poi ha nel dna quella frase: “io speriamo che me la cavo” : E il vicino di casa ? Ma che ti importa,pensa a te e fatti gli affari tuoi.

  • avatar

    Ogni volta che esco prego sempre che qualcuno durante la mia assenza mi risistemi il tetto della casa e mi rinnovi la cucina vecchia di più di 20 anni, o mi dica che sono diventato proprietario di un bell’appartamento nel centro storico della mia città a mia insaputa, meglio se ristrutturato di recente e ammobiliato con mobilio d’antiquariato; ma ogni volta che rientro trovo tutto sempre come prima e penso a tutti i soldi che devo raggranellare per poter almeno evitare che mi venga sequestrato quanto possiedo e poter comunque pagare le sempre più esose bollette, tasse sui rifiuti, l’IMU, il 730, gli aumenti sulla benzina, sul mangiare, sul vestire e poi la rata del mutuo, i “ticket” sanitari, bolli, bollini …..forse più che votarmi ad un Santo qualunque dovrei votare uno di quegli stregoni di partito che con i loro cerchi magici riescono a riprodurre soldi dallo sterco….

  • avatar

    Maneggiate decisamente troppi soldi. E spesso, e per lo più, si tratta di soldi di chi, per darli a voi, deve lesinare sulle scarpe dei figli: vergognatevi!

    Di Pietro, ieri, dalla TV, abbiamo appreso che i tre soci, ABC, avrebbero raggiunto un’intesa sull’articolo 18 e sulla riforma del lavoro: han fatto la quadratura del cerchio.
    Naturalmente non può esserci peggio in assoluto, per noi del popolino sovrano, di qualcosa che i tre “Beep!” giudichino come cosa buona e giusta.
    Con le parole, quindi, ci diranno che tutto va alla grande, ma cosa ci sarà dietro veramente, rimarrà accessibile solo agli addetti ai lavori.
    Potreste spiegarcelo voi dell’IdV, ampiamente, dettagliatamente, ed “accessibilmente”, la fre.ga.tu.ra dove sta?
    Grazie.

  • avatar

    la corruzione va a braccetto con l’evasione. due delle diverse malattie endemiche e croniche del paese. sembra quasi che il corpo fisico del paese rifiuti di guarire, eppure in italia ci sono ancora tanti onesti ma non so per quanto. Prima cosa da fare da parte degli onesti che hanno voce e una qualche responsabilità e’ denunciare chiaramente i comportamenti illegali. Portare a conoscenza dei cittadini la verità dei fatti invece nel nostro paese ciò raramente avviene. Innumerevoli sono gli esempi .Ci vuole chiarezza e se non la si fa vuol dire che qualche cosa non va . Se penso alla guerra contro i giudici. Avevano il coraggio di bollare di giustizialismo chi osava combattere quei comportamenti ladri e truffaldini . Ma il popolo dove stava ? carlo

  • avatar

    OLITICA..e..PARTITI..!
    ..MAFIA e NDRANGHETA..!

    ..OSTRO..MASTROSSO.. CARCAGNOSSO..!
    FUSTO..RIFUSTO..RAMO..RAMO​SCELLO..FIORI e FOGLIE!

    Il finanziamento ai PARTITI..alla POLITICA..!

    ..ci ha insegnato Saviano..che non ha parlato..del VATICANO.!

    ..Rutelli..o..Bossi..o..Be​rsani..o..Fini..o..Casini.​.o..Di Pietro..e..tutto sotto gli occhi..distratti del QUIRINALE.!

    Complice..?

    ..molto probabilmente..e..conniven​te..!

    lewisaugel34venezia

  • avatar

    @ St.ron.zio 90:

    Vedo con estremo piacere che giungi alle mie conclusioni.
    Sto leggendo un libro interessantissimo Tragedy and Hope publicato nel 1965 e d i cui pochissimi conoscono l´esistenza, ma che e´strabiliante, perche´spiega e predice TUTTO quello che accade ora, per il semplice motivo che cio´che accade NON e´casuale, ma premeditato.
    Carrol Qiugley dice con assoluta precisione che:
    I poteri del capitalismo finanziario hanno come scopo (ricordo scritto dal 1045 al 1965)quello di creare un mondo soggetto al potere finanziario privato, capace di controllare il sistema polititco di TUTTE le nazioni, con un modello feudale con a capo le banche centrali che agiscono in accordo riunendosi in meetings privati e segreti.
    L´apice della piramide e´”The Bank of international settlements”( Mario Draghi ne era a capo) in Basilea Svizzera, una banca privata posseduta e controllata dalle banche centrali mondiali.
    Il potere mondiale e´nelle mani di questi banchieri privati che restano nell´ombra, ma controllano TUTTO quello che succede.
    Questi controllano tutti gli Istituti internazionali, tutte le corporazioni internazionali,ogni banca centrale, ogni nazione stato nel mondo.
    Questo gruppo comprende le dinastie leader di Canada, United States, Britain,Germany, France, Italy, Japan, Russia and China.
    Possiedono elaborati sistemi di controllo che permettono loro di manipolare governi e popolazione del mondo intero.
    Questo gruppo e´responsabile per la morte di 180 milioni di persone, per La prima guerra mondiale, la seconda, la guerra di korea, vietnam etc…
    Hanno creato periodi di inflazione e deflazione per confiscare e consolidare nelle loro mani la ricchezza del mondo.
    Sono responsabili per ´la riduzione in schiavitu´di 2 miliardi di persone in tutte le nazioni comuniste.
    Loro costruiscono e mantengono questi sistemi totalitari per il loro personale profitto.
    Hanno portato al potere Hitler, Mussolini, Stalin e Roosevelt guidandoli da dietro le scene.
    Sei milioni di ebrei furono torturati e uccisi per depredarli del loro oro e delle loro ricchezze.
    Negli ultimi 150 anni le ricchezze si sono concentrate nelle mani di questi individui.
    Questa ricchezza e´usata oggi per costruire l´Impero Mondiale.
    Questi stanno preparando un´altra guerra, la terza guerra mondiale, per eliminare ogni residuo di liberta´economica o religiosa, la popolazione verra´ridotta in completa schiavitu´.
    La maggior parte non vuole crederci. Ma e´la verita´.
    E io sono sempre piu´convinta che riusciranno nel loro intento, perche´la maggioranza non vuole crederci, preferisce credere che la crisi sia colpa di Berlusconi, della Lega, degli evasori, della corruzione.

  • avatar

    questa

    “La mia domanda è si queste misure economiche salvaranno l’Italia della crisi e poi verranno tolte o rimarranno per sempre?.”
    Daniela Dipendenti Statali aprile 3rd, 2012 alle 22:20

    l’hai detta apposta

    perché lo sai che ne metteranno altre

  • avatar

    “Cosa ne pensate?”

    davide aprile 3rd, 2012 alle 22:46

    cambia partito

  • avatar

    Hai capito che ha detto Monti?!
    Nel 2013 ci sarà una grande coalizione (PD PDL UDCterzopolo…).

    Cosa significa?
    Significa che questi usurati partiti marci di gente marcia, consci di avere perso consenso, si uniranno nonostante le differenze ideologiche (sbiadite dal tempo), per tentare di vincere le elezioni… e restare aggrappati al potere…
    Che fare?

  • avatar

    gennaro esposito, 4 aprile 2012, 00:17

    (Ma davvero credono sul serio che gli italiani siano al 100% tutti cogl…oni?)

    Non credo che lo credano, perché non è necessario.

    Nel regime che hanno messo in piedi, travestendolo (a parole) da democrazia, basta che lo sia la maggioranza di quelli che votano, che è una minoranza di italiani. Se poi da questa minoranza togli quelli che ci guadagnano (o sperano di guadagnarci) tenendo in piedi questo indecente stato di cose, ne bastano ancora meno.

    Il problema è che il sistema è stato lasciato incancrenire a tal punto (e purtroppo, devo dire, senza nessuno sforzo per modificarlo nemmeno da parte precedente quello del Banano: il governo dei prodi, per intenderci) che adesso anche solo scalfirlo è un’impresa titanica.

    E per di più il malaffare è dilagato. Ho visto stamattina la composizione delle liste che si presentano per le elezioni amministrative nel mio comune. Mi è venuto il voltastomaco.

  • avatar

    Quali sono quindi questi edifici che beneficeranno dell’esenzione IMU 2012?

    Secondo il Decreto Monti quindi saranno esenti dal pagamento IMU i seguenti edifici:
    Chiese, Moschee, Sinagoghe
    Associazioni Onlus e ONG: ovvero tutti quegli edifici che svolgono attività senza scopo di lucro
    Ospedali e Cliniche: non vale pero’ per le cliniche private che dovranno pagare l’IMU.
    Scuole: le scuole pubbliche e private non dovranno pagare l’IMU.
    Circoli sportivi
    Sindacati
    Sedi di partiti politici
    Edicole
    Ambasciate
    Musei
    Gallerie d’Arte
    Mense pubbliche per i senza tetto

    -Come era prevedibile a questo elenco, preso da Internet, non si accenna minimamente alle Fondazioni Bancarie, che abbiano avuto il coraggio di inserirle fra le ONLUS??

    -A scendere poi troviamo la Chiesa, ne dubitavate??

    -Le Scuole Pubbliche (naturale in quanto sarebbe solo una partita di giro), ma le Scuole Private pechè NO???? Avete idea di quali rette si fanno pagare?? Sono comunque organizzazioni con scopo di lucro, ed in molti casi finanzieta anche con danaro pubblico!!!

    -Circoli sportivi?? Perchè no??

    -Sindacati. Vale il discorso del vaticano sugli immobili messi a reddito debbono pagare….eccome!!!

    - Edicole. E’ una attività commerciale come un’altra perchè viene esentata??

    - E poi ci sono i fabbricati rurali delle Comunità Montane. Io già vedo tutti questi ricconi che hanno baite di montagna (accatastate come fabbricati rurali) nelle quali vanno a trascorrere le vacanze invernali ed all’interno sono delle vere e proprie SPA che non pagheranno.

    In compenso il vecchietto ricoverato in ospizio o si vende la casoìa in cui abitava o la deve pagare come seconda casa!!!

    Ultima cosa, sapete perchè oltre il 90% dei Comuni non ha stabilito l’aliquota?? Perchè molti sono sotto elezioni e stranamente di tutto si parla nei loro programmi tranne dell’aliquota IMU che applicheranno una volta eletti.

    CHE SCHIFO!!!!!

  • avatar

    Giovanna,

    ” Ti sembra giusto che chi ha ancora il mutuo (..quindi la casa non e’ sua ma della banca…) debba pagare l’IMU? ”
    giovanna aprile 4th, 2012 alle 07:42

    il problema viene dal nostro egoismo.

    ci riteniamo di essere superiori a tutto quello che ci circonda, non vogliamo sapere che faranno i politici dopo aver preso il voto, né ci curiamo di interessarci per capire e cercare altri che sono onesti, anzi spesso non li ascoltiamo e poichè di solito sono gli umili, quelli non taroccati, non li vogliamo ascoltare.

    poi dopo essere stati derubati siamo pronti a piangere.
    siamo così.

    se ci fossimo adoperati per non arrivare qui, questi problemi non li avremo avuti.

    Le ingiustizie sono da curare che non avvengano.

    se non andiamo al voto con le idee chiare continueremo a piangere.

  • avatar

    Mi auguro che sia la volta buona.

    Dal momento che i governi, per volere e per mano dei partiti a loro affiliati, usano aggirare le regole della democrazia.

  • avatar

    CARO DI PIETRO IO HO SEMPRE VOTATO PER LEI PERO’ MI STA UN PO’ DELUDENDO PERCHè è VERO CHE FA GIUSTE BATTAGLIE PERò è IL PRIMO A NON CAMBIARE NIENTE…DICE DI ELIMINARE LE PROVINCIE E POI PRESENTA CANDIDATI E SIEDE NEI CONSIGLI PROVINCIALI..DICE DI ABOLIRE I RIMBORSI ELETTORALI E POI PRENDE I SOLDI ANCHE LEI…
    ANCHE LEI MI PORTA A VOTARE E A CREDERE AL MOVIMENTO 5 STELLE DATO CHE ALMENO LORO NON SI CANDIDANO IN PROVINCIA E NON PRENDONO RIMBORSI E DIMENTICAVO DOVE ELETTI SI SONO ABBASSATI LO STIPENDIO VEDI EMILIA-ROMAGNA E PIEMONTE

  • avatar

    Scrive un blogger:

    “Come si sono permessi di darmi soldi di cui non sapevo nulla?”
    E’ la triste vicenda dei politici italioti, perseguitati dai soldi, che gli entrano in tasca, a loro insaputa. Una tragedia umana di proporzioni immani.
    Chi ora sta calcolando l’IMU, e guardando al contempo i cataloghi delle roulottes, partecipa con empatia al loro dolore.
    Il coro sdi leva unanime:Solidarietà per Bossi!
    (Ma davvero credono sul serio che gli italiani siano al 100% tutti cogl…oni?)

    Sarebbe bello potergli rispondere: NO; purtroppo non è così, perchè la risposta, non solo è “SI”, ma a questa bisogna anche aggiungere: e ne hanno ben donde.

    Vediamo il perchè:

    è chiaro che questa banda di malfattori costituita da cosche (che loro chiamano partiti) da vent’anni ha innescato una spirale di ruberie che si è allargata sempre più;

    è altrettanto chiaro che in combutta tra di loro (nessuno escluso) in questi ultimi anni hanno raggiunto vertici da spudoratezza;

    tralasciamo che il link riportato da Maria Rosa non è la prima volta che viene pubblicato su questo blog;

    tralasciamo che il 1 marzo 2010, Travaglio, nel suo passaparola denunciava apertamente questo scandalo; tanto che il suo post venne cancellato e addirittura il link bannato;

    tralasciamo che oltre a loro due, io in prima persona (insultato ed offeso più volte per questo) ho sempre riproposto, assieme a qualcun altro, questo problema;

    Tralasciando tutto ciò, è anche plausibile che una delle cosche, anche se tardivamente, in preda ad una forma di ravvedimento e pentimento, decida che è finalmente giunta l’ora di diventare onesta, e che decida di iniziare una battaglia contro gli ex compari per il ripristino della giustizia.

    E’ però altrettanto plausibile che un blogger risponda in questo modo.

    ^^No Onorevole Di Pietro,
    ho firmato per indire i referendum di Giugno 2011 e quello per la cancellazione del “porcellum”, ma questo non lo firmo, prima l’IDV deve rinunciare a tutti i rimborsi e restituire quanto è stato dato in eccedenza alla spese realmente sostenute e giustificate.
    Non fate anche voi come i sacerdoti che ci dicono cosa dobbiamo fare ma di non guardare quello che loro fanno.
    E già che ci siamo rendete il partito non più padronale ma una organizzazione ben fatta eliminando anche il suo cognome dal simbolo.^^

    Che sarebbe come dire: restituisci la tua parte di bottino, e poi ti seguiremo in questa battaglia; anche tenendo conto che questa battaglia, paradossalmente, darebbe il via ad un’altra ruberia (di entità minore, ma sempre tale); per chiarire il concetto, non usiamo il solito: chi ha avutu avutu avutu e chi ha ratu a ratu a ratu, scurdammuci u passatu……

    Sembrerebbe la cosa più logica visto che è inconfutabile e documentata la partecipazione alla spartizione del bottino.
    Quindi tutti si dovrebbero allineare al blogger ed a loro volta richiedere la stessa cosa.

    E invece no, non è così……
    Invece c’è gente che scrive:

    ^Non vedo l’ora di andare a firmare per la raccolta firme per questo sacrosanto referendum, così come tutti gli altri precedenti da Lei promossi, caro on. Di Pietro, che sono sicura otterrà lo stesso successo.^

    oppure

    ^Forza Tonino e IDV, non badate anche se parla in modo forbito della marmaglia!!!!!!! che infesta e incancrenisce il Blog. Non ti curar di loro, avanti tutta!! Siete l’Anima e unica speranza delle persone oneste della Nostra povera Italia.^

    Evidentemente non hanno ben capito che questi, non solo facevano parte della banda, ma addirittura, senza una aprioristica rinuncia, si apprestano a perpetrare un altro furto.

    Alla luce di ciò, riproponiamo adesso la domanda iniziale:
    (Ma davvero credono sul serio che gli italiani siano al 100% tutti cogl…oni?)

    La risposta dev’essere per forza SI; chiaramente andrebbero rappresentati come una grossa torta, di cui ogni cosca sa di detenere una fetta, che cerca con ogni mezzo di ingrandire sempre più, rubandone qualcuno qua e là.

  • avatar

    bossi è sereno, dell’utri è sereno, penati è sereno, boni è sereno, lusi è sereno, milanese è sereno, scajola è sereno, cosentino è sereno, lombardo è sereno…..e tonino, da quando ha sistemato il suo pargolo, è ancora più sereno.

  • avatar

    “né ci curiamo di interessarci per capire e cercare altri che sono onesti, anzi spesso non li ascoltiamo”

    Guarda che se c´e´un soggetto su cui tu applichi il tuo ragionamento non e´certamente l´ICI.
    Se ben ricordi Berlusconi aveva fatto la campagna sull´abolizione ICI prima casa.
    Hanno votato per lui, poi il Re Giorgio ha rifilato loro Monti e l´IMU.
    Ma questa e´solo la prima delle milioni di tasse che ci propineranno.
    Aspetta che lo Spread salga, che la Grecia esca dall´Europa, che si inizi una guerra con l´Iran e la meta´degli italiani potra´andare ad abitare sotto i ponti perche´perdera´la casa.
    Il piano e´ridurre la popolazione in miseria e schiavitu´, passo dopo passo.

  • avatar

    caro on. sign. DI PIETRO, ogni volta ci propone referendum, ma mi spieghi dopo averli vinti ,come quello dell’acqua pubbLICA ,LEI onorevole DI PIETRO se ne sia dimendicato forse perchè A GIà intascato il finanziamento referendario,PREGO MI RISPONDA

  • avatar

    Patrizia B. aprile 4th, 2012 alle 10:29

    Il post che hai scritto spiega l’origine di tutti i mali. (Brava!)

    Se riuscissimo a farlo capire almeno al 70% della popolazione mondiale avremmo qualche speranza, diversamente dovremo soltanto subire.

    Il prossimo step sarà il microchip per avere il CONTROLLO TOTALE sulla popolazione, con la scusa della sicurezza, gli attentati degli ultimi anni non sono un caso, (niente succede MAI senza la supervisione e l’avvallo di questi avvoltoi) ma per impaurire, terrorizzare la popolazione, in modo da sottoporsi VOLONTARIAMENTE all’impianto del microchip; negli States entrerà in vigore nel 2013, in Grecia i dipendenti comunali lo hanno già, se arriveremo a questo anche in Italia (anche se passerà qualche anno) saremo davvero spacciati, dopo non potremo piu’ reagire.

    Altro che Lega, Berlusconi PD & C. questo è il male minore!

    Il MARCIO va ricercato alla fonte.

    Addendum: Non avete fatto caso che non si parla altro che di SICUREZZA?

  • avatar

    Per quanto riguarda il referendum sono pienamente d’accordo con Di Pietro,inoltre penso che vada cambiata la legge elettorale non si può continuare a votare i personaggi imposti dai partiti,vogliamo le preferenze vogliamo scegliere noi le persone da mandare in Parlamento,inoltre per tagliare le spese bisognerebbe tagliare il numero dei parlamentari penso che una nazione come l’Italia può permettersi al massimo 200 deputati alla camera e 100 senatori al Senato,inoltre andrebbero abolite tutte le province visto che il territorio è ben coperto dalle Prefetture che hanno sede nel capoluogo di provincia,infine bisognerebbe trovare un sistema per cui all’interno delle assise elette dai cittadini chi decide di cambiare partito perde la poltrona in modo che le maggioranze o minoranze non possano più ribaltarsi come spesso succede nei Consigli Comunali.
    Scusatemi per la mia lunghezza.

  • avatar

    Sono daccordo sul fatto che l’attuale consistenza del rimborso elettorale è un furto colossale, sono pure daccordo sul fatto di chiederne l’abrogazione, perchè è l’unico modo per ottenerne un consistente ridimensionamento, poichè sono convinto che non sarà mai eliminato fino a quando saranno i beneficiari a deciderne le sorti.
    Io invito Di Pietro ad evidenziare pure il perdurare del finanziamento pubblico mascherato da finanziamento privato in quanto viene ereogato da aziende a capitale pubblico, con manager imposti dai partiti.
    Chi rinunciasse unilateralmente a tali finanziamenti, con la norma e la prassi in vigore, aumenterebbe le disponibilità a favore degli altri: i furbi.

  • avatar

    @ Gian Carlo:
    “Ho visto stamattina la composizione delle liste che si presentano per le elezioni amministrative nel mio comune. Mi è venuto il voltastomaco”.

    Molto facile fare i critici, sarebbe più serio metterci la faccia.
    Se gli “onesti” stanno a guardare e a farsi i propri affari, si determina il successo degli incapaci e dei disonesti.
    Chi è causa del suo mal pianga sè stesso.

  • avatar

    @ LORENZO BEC:
    “ANCHE LEI MI PORTA A VOTARE E A CREDERE AL MOVIMENTO 5 STELLE”

    Piuttosto che annullare la scheda o astenersi, va bene anche 5 stelle: il non-voto dà maggior peso al voto altrui.
    Ma siamo al detto: PIUTTOSTO CHE NIENTE MEGLIO PIUTTOSTO.
    Attualmente, per quel che danno, i ragazzi del 5 stelle con mezzo stipendio percepiscono comunque assai.
    Speriamo che crescendo si rendano più utili e propositivi.

  • avatar

    carissimo

    Antonio da Bacoli aprile 4th, 2012 alle 20:04

    sei stato grande e breve: il massimo

    si legge anche che dobbiampo andare al voto ma tutti

    compresi quelli che per stanchezza non vanno più

    il voto è una goccia d’acqua

  • avatar

    BERSANI FOR ESCAMOTAGE?

    ART. 18

    Se non c’è un parametro numerico della “ragione economica”, il giudice chiamato a dirimere, dovrà accettare il “gioco delle tre carte” della ristrutturazione padronale! Un espediente! Altro che reintegro!

    IL PD APPENA VOTERA’ LA CANCELLAZIONE DISSIMULATA DELL’ART. 18, AVRA’ ANCHE SEGNATO LA PROPRIA FINE POLITICA, E SCONFITTA ALLE ELEZIONI DEL 2012!

  • avatar

    BERSANI FOR ESCAMOTAGE?

    ART. 18

    Se non c’è un parametro numerico della “ragione economica”, il giudice chiamato a dirimere, dovrà accettare il “gioco delle tre carte” della ristrutturazione padronale! Un espediente! Altro che reintegro!

    IL PD APPENA VOTERA’ LA CANCELLAZIONE DISSIMULATA DELL’ART. 18, AVRA’ ANCHE SEGNATO LA PROPRIA FINE POLITICA, E SCONFITTA ALLE ELEZIONI DEL 2013!

  • avatar

    ART. 18

    La fornero chiede alla camusso di far fare karakiri alla cgil! La camusso lo farà?

  • avatar

    Dunque: poichè se n’è parlato spesso in questo
    periodo, se fanno un referendum richiesto
    dal ‘popolo’, oppure uno stato emana un decreto, per il prosecuo
    delle prorpie legislature, basato sulle
    ‘loro regole…’ che lo determinano, ebbene, nessuno va
    ad appendere uno scritto volante in piazza, mi spiego?
    Quando ciò è stato emanato, è stato esposto e collocato
    nei locali inerenti e prestabiliti, e all’interno dello stato, da
    non confondere con operazioni economiche o altre cose.
    Oppure, come detto altre volte, nessuno va a
    crtiticare o lamentare, per es. allo stato di s.marino
    che depositi segretamente un decreto, mi spiego? Lo avrà
    collocato dove più ritienuto opportuno, anzi, proprio per motivi
    di trasparenza, sarà stato collocato dove
    non possa deteriorarsi, e possa sempre essere
    consultato; data, ‘nominativi’ :idea: ecc… questo a
    dire che, non esiste un posto migliore, bensì uno
    o più prestabiliti. Con questo cosa voglio dire ancora; che le
    persone debbono sempre mantenersi informate, d’altra parte però,
    quante persone hanno sentito dire che esiste un decreto
    senza averlo letto? Milioni, però si basano sul sistema informativo, ciò
    non toglie che, se qualcuno
    se lo va a cercare, trovi il decreto scritto, laddove
    risiede depositato, grazie mille…

  • avatar

    Speriamo che le lievi problematiche politiche
    le divisioni e le differenze d’opinione magari
    producano una nuova fase politica, e possa
    nascere un nuovo movimento liberal moderato
    destro, nuovo nome ecc…, nessuni interessi
    o pochi, solo per dire c’eravamo, siamo ancora qui,
    i mercati non possono pretendere di
    prendere per i fondelli un mondo, il mondo non è
    un’azienda, e soprattutto non la loro, spiacente, però è così.
    Ho visto un coreano in verticale di fronte a
    un’edicola stamattina, che razza di sport è?
    Dovranno capire che gli Italiani hanno esportato
    la pizza…, la pizza, mi spiego? C’è
    gente che ha visto un sacco di film Americani qui,
    dunque, è Holliwood baby e non ci potete fare nulla, è così,
    scrivevi poesie e non andava, scrivevi romanzi e non andava,
    i pinguini contro gli aironi, è la natura a fare la differenza,
    non compro nulla oggi, vendano qualcosa a
    basso costo e si vedrà, leonardo che progettava
    le catapulte non piacque a nessuno, a presto, ciao.

  • avatar

    @ Giorgio Pirola:
    Sono d’accordo con Giorgio, ma oltre il contenuto rilasciato nel suo commento, io sostengo che i Bersani, Alfano e Casini devono andare a quel paese e non di stabilire come devono essere finanziati. Non deve essere di obblico da parte dello Stato detti finanziamenti, ma il cittadino se vuole partecipare o meno al finanziamento del proprio partito. Sono spese che lo stato non deve per nessuna ragione affrontare. A noi cittadini ci manca il necessario, si stenta ha portare avanti una famiglia. Non dobbiamo permettere che questi parassiti sperperano i nostri soldi per permettere loro la bella vita. Anzichè finanziare politici parassiti, cerchiamo di finanziare le imprese per incrementare i posti di lavoro. Montiiiiii lei la deve smettere di tartassarci altrimenti io con la mia famiglia vengo a casa sua e dovrà pensarci per il ns. mantenimento. Monti lei è in una botte di ferro non ha mai subito la mancanza del necessario però le posso garantire che andando di questo passo anche lei con i suoi seguaci farete la ns. fine.

Scrivi un commento

:D :) :o :eek: :( :lol: :wink: :arrow: :idea: :?: :!: :evil: :p

-->