Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi
Digressioni

Ditemi che è un pesce d’aprile

Facebook
Google
Twitter
87
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url: http://bit.ly/H6EvXd

pesce aprile Ditemi che è un pesce daprileLa democrazia si basa sulla pluralità di voci e sul libero accesso di tutte le posizioni all’informazione. Dove tutto va bene per decreto non c’è più democrazia. Questo cercava di fare Berlusconi con i suoi editti e per fortuna in 10 anni non c’è riuscito.

Questo sono riusciti a fare in tre mesi i sostenitori di Monti. Le voci critiche contro il governo sono state cancellate, spazzate via o relegate dove non le vede nessuno: perché nessuno deve disturbare il manovratore.

Giornali e telegiornali sono diventati tanti cinegiornali Luce che ripetono solo quanto è bravo questo governo e quanto consenso ha nel Paese. Finalmente è arrivato il professore della provvidenza! Chiunque esca di casa e parli con i cittadini sa benissimo da solo quanto c’è di vero e quanto di bugiardo in questo consenso generale che secondo i media circonda il governo. Vorrei dire che questa situazione ricorda i tempi di Berlusconi. Purtroppo però ricorda tempi anche peggiori.

Invece in termini di povertà, disagio sociale, disoccupazione, aziende che chiudono, tasse e bollette che mettono in ginocchio la popolazione, di tempi peggiori non ce ne sono mai stati. Il ministro Passera snocciola cifre tanto tragiche che a prima vista uno non ci crede, guarda il calendario e dice “Ma no, è un pesce d’aprile!”. Sei milioni di cittadini disoccupati, cassintegrati o sottoccupati.

Quando poi si guardano le misure con cui questo governo fronteggia la tragedia, ci si convince che può davvero essere solo un pesce d’aprile. Chiudono 15mila aziende, aumentano tasse e bollette, la benzina arriva a 2 euro al litro anche per colpa delle accise, il costo dell’elettricità cresce del 10%. Ma vedrete che non è finita qui, si preparano altre stangate, e il governo che fa? Taglia i fondi alle rinnovabili che sono il futuro, che hanno generato 100mila posti di lavoro, che hanno già restituito più di quanto avessero ricevuto come incentivi.

In dieci anni siamo finiti in fondo alla classifica dei Paesi dove le aziende estere investono. Tutte le inchieste dicono che è colpa della corruzione, della lentezza della burocrazia, dei trasporti che non funzionano, di Internet che o non c’è o è troppo lenta e il governa che fa? Cancella l’art.18, che a detta di tutte le aziende estere non c’entra niente.

Allora si capisce perché devono censurare tutte le voci critiche. L’unico modo che hanno per nascondere il loro fallimento e il danno che stanno provocando al Paese è che se la suonino e se la cantino tutta da soli.


87 Commenti a “Ditemi che è un pesce d’aprile”

  • avatar

    Torino, incidente sul lavoro: un morto e due feriti. La Fornero in visita all’ospedale.

    L’articolo 18 è assolutamente in relazione, con la sicurezza sul lavoro.
    Con i dipendenti liberi, non sotto ricatto, un datore di lavoro (disonesto), dovrà penserà su due volte, prima di mettere a rischio la salute dei suoi dipendenti, credendo così di risparmiare, e guadagnare di più.

    Gli extracomunitari che raccolgono i pomodori a Rosarno in condizioni disumane, non sono masochisti!
    Non è che gli piaccia soffrire!
    Se si piegano a quelle dure condizioni, e non sporgono una sola denuncia, è perché sono ricattati!
    Se solo fiatano, non lavorano più!
    Semplice, no?

    Secondo me, non ci serve una laurea, per arrivarci: basta essere un lavoratore!

    Domani, invece, con la possibilità di licenziare discrezionalmente, sarà un’escalation di omissioni!
    “Chi”? Quale lavoratore, sotto la paura di perdere il posto di lavoro, segnalerà, denuncerà, protesterà, o anche solo si lamenterà, delle inadempienze di un datore di lavoro?
    Nessuno!
    Tutti zitti!

    Qualcuno ha detto: “E dalli! ‘Co ‘sti idea dei datori di lavoro come fossero orchi! Tutti li, famelici, ad aspettare l’occasione buone per licenziare i propri dipendenti!”: a ben guardare le considerazioni pressoché di tutti, sulle loro dichiarazioni dei redditi, visto che guadagnerebbero meno dei loro stessi dipendenti, c’è proprio da fidarsi ciecamente!

  • avatar
  • avatar

    “Dove tutto va bene per decreto non c’è più democrazia.”?!…
    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    Tonino… questo enunciato può essere facilmente confutato!…
    Infatti… dato che la “democrazia”… cui esso si riferisce… è quella realmente in atto da noi ovvero quella rappresentativa… nella quale tutti gli aventi diritto al voto delegano le decisioni a organi di potere più ristretti… i quali a loro volta li delegano a nuclei ancora più limitati… ne consegue che proprio attraverso il “decreto” questo tipo di rappresentanza a catena riesca ad ottenere la massima efficienza ed efficacia!…
    In conclusione ti propongo di modificare la tua tesi così…
    “Quanto più tutto va bene per decreto… tanto meno è vicino l’avvento della democrazia diretta”!…
    Mi dispiace… ma non posso dirti che il sistema in corso “è un pesce d’aprile”! .-|||

  • avatar

    Contrastare la crisi è evidente, ho un conoscente
    down, che tutte le mattine poverino è
    fermo in edicola a comprare qualche
    giornale, gli ho detto spesso, cosa
    spendi a fare 1 euro con la crisi che c’è, è
    inutile, fa le cose alla rovescia… comunque,
    forse servirebbe quel qulcosa per migliorare la
    riforma del lavoro, piccole modifiche tipo, se a uno
    gli manca 5 anni per la pensione e lo
    licenziano, cercare lavoro a
    60 anni non è semplice, indennizzarlo al
    prepensionamento anticipato e altre piccole regole per garantire
    quel qualcosa in più che potrebbe servire, severità, ma
    non guasta anche qualche diritto,
    se uno invece ne ha 80, magari gli hanno fatto anche un favore,
    ci poteva andare anche 10 anni prima…, grazie ( :

  • avatar
  • avatar

    Caro Tonino
    preparati a lunghi anni di opposizione al Regime .
    Questi signori hanno operato un Golpe Bianco approfittando dell’assenza della politica e dei sindacati con il beneplacito di Napolitano che a quell’eta’ e’ oramai un uomo d’altri tempi.
    La politica e’ ostaggio della corruzione e con la riduzione dei parlamentari ognuno e’ troppo impegnato a conservarsi un posto al sole dove i nemici giurati di ieri sono diventati i compagni di merende di oggi.
    I sindacati sono diventati i servi sciocchi del potere traversale che se li e’ sempre comprati per un tozzo di pane lanciato al segretario di turno che poi viene premiato con il solito seggio parlamentare.
    L’ABC oramai rappresenta l’Antica Bresseria del Corso dove destra sinistra e centro sono seduti a mangiare tutti intenti a preservare i loro privilegi per governare in futuro il paese allegramente insieme senza alcuna ideologia politica di base.
    Le uniche voci libere sono quelle di Santoro dell’Annunziata di Landini di Travaglio e di Di Pietro visto che la lega deve fare i conti con i suoi indagati per corruzione .
    Sara’ sempre piu’ complicato trovare un giornale o una rete televisiva
    dove potere parlare liberamente.
    Per questo e’ importante la candidatura di Orlando a Palermo .
    La Sicilia e’ un importante laboratorio politico che da sempre anticipa i futuri assetti del Paese.
    Il malcontento e’ generale e sara’ sempre piu’ manifesto mano a mano che sul popolo calera’ la scure delle tasse e dell’indigenza .
    Riuscira’ la Camusso a svincolarsi dalla morsa di Bersani per incanalare nelle piazze l’indignazione popolare?
    Riuscira’ Orlando a dare una speranza alla Sicilia?
    Riuscira’ l’IDV a raddoppiare i suoi consensi?
    Riuscira’ la sinistra ideologica a creare un partito forte della sinistra o
    verra’ oscurata dal direttivo asservito al potere destrorso delle banche?
    Lo vedremo fra breve!

  • avatar
  • avatar

    “VA DOVE TI PORTA IL DEPAUPERAMENTO”? “LEGGI ALLA PAROLA IMMISERIMENTO”? “QUER PASTICCIACCIO BRUTTO DE MARIO MONTI?”

    C’è un ragioniere a capo del governo? Un banchiere? no, c’è il gabelliere di stato! Questa non è più’Italia, ma Equitalia!

    C’è una politica, col governo monti, che accresca la ricchezza nazionale, affinchè emergano, si creino quei fondi per compensare gli interessi crescenti da pagare, sui 1900 miliardi di euro del debito pubblico? no!, si va a casa degli italiani, e con l’IMU, si dà un morso alla loro prima-unica casa!

    Se guadagni…. ti tassano, se sei disoccupato… pure ti tassano! questa è la politica della marginalizzazione ed esclusione sociale! questa è la banca che guida l’economia! che tutto i guadagni vengano a me!

    Si può immaginare, al Tempo, con una clessidra, che ha una doppia funzione:

    a) La sabbia passa da un’ampolla all’altra, contando il tempo come granelli che scorrono, e diventano l’interesse crescente, sul debito pubblico, a cui non si fa fronte con lo sviluppo, ma con nuove tasse; la torta nazionale, non si amplia, parallelamente, ma si riduce, presa a morsi dalle tasse!;

    b) La sabbia scivola da una bolla all’altra, rappresentando al contempo, la ricchezza nazionale, che passa nell’altra ampolla, trasformandosi progressivamente, in interesse pagato sul debito, sinchè non resta più nulla; sparisce la ricchezza nazionale, dall’ampolla che la conteva, essendo ora trasformata tutta in interessi esporopriati dalla finanza e dal sistema bancario!

    Sinchè c’è sviluppo, le tasse sono coperte dall’aumentata ricchezza. Quando la ricchezza non cresce, ma anzi diminuisce, mentre l’interesse passivo, da pagare, si accresce, allora si va ad intaccare il sistema produttivo, desertificandolo. La politica, questo sta facendo, da 30 e più anni a questa parte. Ci stiamo svendendo al mondo? La ricchezza nazionale sta scivolando via lontano via dal Belpaese?

    Si può essere al governo, pensando di tirare a campare, con un’ottica ragioneristica, bancaria, cercando di far quadrare il bilancio, senza nessun provvedimento, che faccia aumentare la ricchezza nazionale?

    Dove sono i provvedimenti per lo sviluppo?

  • avatar

    P. S. il collegamento ipertestuale al precedente commento non l’ho inserito io!!!

  • avatar

    P. S. Ho ricaricaricato la pagina e sembra svanito nel nulla… ed è copsì che si passa per visionari! (?!?) :p

  • avatar

    ma un giorno pagheranno.

    Per i dolori che hanno provocato, per i disperati che si sono dati fuoco.
    Io, se fossi al posto della Fornero non dormirei piu´, mi sentirei peggio di un verme.

    Darei le dimissioni immediatamente, al solo pensiero di essere parte di coloro che hanno ridotto un uomo a quel livello.

    ^^^^^^^^^^

    Pagheranno? Intanto paghiamo noi.

    Anch’io se fossi al posto di questo governo non dormirei, ma noi non siamo loro, non per niente siamo qui e non in politica. Sono gente senza scrupoli un manipolo di…(non posso scriverlo per non farmi censurare) hanno accettato di far parte di un governo pro-banchieri affamando il dipendente o l’imprenditore onesto in cambio di posti di potere (con tutti i benefit del caso) mica lo fanno per niente!

    Non ricordo il numero di suicidi tra l’anno scorso e quest’anno, il bello è che non è ancora finita, il peggio, come hai scritto tu qualche post fa, deve ancora venire, è così che la penso anch’io e come te penso che Prodi abbia dato il LA alla disfatta dell’Italia, con la complicità dei vari Amato, Draghi, consegnando su un piatto d’argento la Banca d’Italia e il paese ai privati tutto è cominciato dal ’92 nel piu’ cupo silenzio dei mainstream.

    ” Draghi, il presidente di Bankitalia Ciampi, Beniamino Andreatta, Mario Baldassarri, i vertici di Iri, Eni, Ina, Comit, delle grandi partecipate che di lì a poco sarebbero state svendute, così si dice, senza grande acume proprio da coloro che nell’ultimo scorcio della Prima Repubblica le avevano trasformate nei “gioielli di famiglia”. Allora come oggi l’Europa tuonava contro l’Italia incapace di far fronte al debito pubblico, gli imponeva regole draconiane per entrare nell’euro, gli speculatori s’interessavano al nostro Paese, ed una classe politica in fase calante stava per essere travolta dal sol della magistratura. ”

    http://www.loccidentale.it/node/111166

    http://www.disinformazione.it/svendita_italia2.htm

    http://www.disinformazione.it/stirpedraghi.htm

    hovistocosechevoiumani.wordpress.com/…/vi-veri-veniversum-vivus

    http://www.ripensaremarx.it/…/svendita3%20di%20a%5B1%5D.%20randa

    L’unica cosa che possiamo fare non smettere MAI di “controinformare” girando i link a tutti i nostri conoscenti in modo che la gente sappia e hai visto mai? Si svegli.

  • avatar
  • avatar

    I discorsi servono a poco, i fatti risolvono parecchi problemi. I popoli hanno 3 grandi problemi: quello della finanza mondiale, del monopolio mediatico e quello dei cialtroni della politica che si portano dietro tutto quel coacervo di associati a delinquere di partito, di boiardi di stato e quanto altro ancora.
    La soluzione è tutta nella forza d’urto della massa che dovrebbe cacciare i banchieri a calci nei denti, riappropriarsi del potere mediatico e accompagnare nelle patrie galere tutti i politici che per 40 anni hanno malversato in Italia; spogliarli di ogni avere derivante dal frutto del loro saccheggio; recuperare tutte le somme dovute agli italiani e, per finire mandarli tutti ai lavori forzati a meditare sulla noia del lavoro.
    Con questa ricetta i popoli si salvano, con l’uso delle chiacchiere e invettive, sarà solo una lunga agonia chiassosa che terminerà con una causa irrimediabilmente persa!.

  • avatar

    @ Patrizia B.:”@ St.ron.zio 90: Anche tu? Mi deludi.Ho sempre pensato che i tuoi interventi su questo blog fossero tra i migliori, ma questo….”

    Il ‘confronto’ fra idee e posizioni diverse non dovrebbe mai deludere, a meno che non degeneri in ‘scontro’…quando arriviamo a ques’ultmo stadio, abbiamo distrutto la democrazia perchè, mentalmente, il nostro interlocutore si trasforma in antagonista. L’antagonista, ai nostri occhi, abbandona il ruolo di ‘dialogante’ per assumere quello di ‘nemico’ in quanto killer delle nostre idee, oppure di ‘stupido’ perchè non è arrivato a capire quello che a noi sembra così evidente. Nel primo caso rischiamo una deriva di tipo dittatoriale, nel secondo un’altra non meno grave di tipo oligarchico o elitario. La democrazia, sia nella vita civile che politica, è fragile, difficile da praticare, per cui ne riscopriamo il valore soltanto quando l’abbiamo persa. Ma sto divagando, ritorniamo al punto…
    :eek:

    Per quanto mi riguarda, sono un tipo che viaggia a due velocità: una ”urbana”, cioè la situazione reale sociale e politica da affrontare nell’ iMMEDIATO, l’altra ”extraurbana”,in divenire e a lunga percorrenza… La prima richiede qualche compromesso e la scelta del cosiddetto ”male minore”, ovviamente dal mio punto di vista, perchè se stai morendo di fame, se non puoi pasteggiare a caviale e champagne e sei intollerante agli hot dog made in Arcore va bene anche un panino con la mortadella di Bologna, cioè Prodi. Per cui torno a ripetere che, essendo io ATTUALMENTE, europeista e contrario all’uscita dall’ Euro, Prodi sarebbe stato il ”bene minore” da perseguire in quanto avrebbe evitato il raddoppio del debito pubblico , come è stato invece capace di fare il Governo BerlusBossiano in soli 5 anni. Ma gli Italiani lo hanno mandato via, chi per estrema purezza ed idealismo, chi per connivenza con gli interessi affaristici della cerchia berlusconiana, scegliendo la sprecona compagine politica che ci ha portato al cieco e feroce governo tecnico di Monti. Prodi avrebbe tenuto i conti in ordine fin da subito, come è stato ben chiaro dal suo ”incipit” suscitando l’avversione dei ”credenti” nel paradiso fiscale promesso dal dio Silvio… Bene, ora sappiamo come è andata a finire: dal paradiso di Silvio, all’inferno fiscale di Monti. In un tuo post hai scritto che avresti impiccato per primo Romano Prodi ed ho pensato che hai uno strano concetto della meritocrazia perchè, ai primi posti della graduatoria, dovrebbero esserci ben altri calibri meritevoli di tale trattamento, che so, magari quell’inciucione di Napolitano…; in un altro post hai sostenuto che abbiamo fatto male a mandar via Berlusconi, vado a memoria, ma il concetto è quello… dovrei dire che mi hai deluso ? Non ho mai aspettative su alcuno, quindi nessuno può deludermi: hai scritto quello che pensi ed hai fatto bene, tuttavia permetterai spero, che io ribadisca le mie convinzioni in modo altrettanto teutonico quanto il tuo :!:
    :lol:

    Hai scritto a Lewisaugel 34:”Chi vuoi che sia interessato ad investire da noi CREANDO POSTI DI LAVORO ?…Io sono convinta che i Cinesi abbiano grandi interessi ad investire in Italia, ma… non impiegheranno un italiano nelle loro imprese.Hanno un miliardo 400 milioni di cinesi da sfamare…”.
    Infatti, cara Patrizia, se hai letto lo stralcio sulle dichiarazioni di Prodi, che ho inserito nel mio post, NESSUNO si ASPETTA che i CINESI ASSUMANO gli ITALIANI ma che INVESTANO nei NOSTRI TITOLI di Stato e in AZIONI ed obbligazioni delle IMPRESE ITALIANE, ad es.fotovoltaico, già ESISTENTI. Per cui lo trascrivo nuovamente, nella speranza che la tua avversione a Prodi non ti impedisca di riflettere. ”Sul probabile interesse cinese ai nostri titoli di Stato, Prodi commenta: “Non mi pare che si possa definire negativa la possibilità di acquisto dei nostri titoli. Non è meglio avere detentori di titoli pubblici molto più stabili di banche di affari che acquistano e vendono il giorno dopo ? ”. Non è meglio che a detenere i nostri titoli sia la Cina piùttosto che le banche speculatrici o la Germania che se n’è già liberata da più di un anno passandoli agli Inglesi ? Scommettendo ovviamente sul default italiano…
    :wink:

    Il fatto è che siamo d’accordo sulla diagnosi dei mali d’Italia, ma non sugli interventi da adottare… tu sei per una shock therapy del tipo ‘ se non schiatti, guarisci per sempre’, io propendo per qualcosa di meno radicale e più ‘soft’ accettando una cronicizzazione del malanno che non metta a rischio l’esistenza del paziente, in attesa che maturino le condizioni di una rivoluzione culturale planetaria. Mi riferisco al mio viaggiare a velocità ”extraurbana” di cui sopra, cioè al capovolgimento del rapporto 1% >>99% in 99%<<1% per il quale non c'è ancora sufficiente consapevolezza e diffusione nella coscienza collettiva. Nell'attesa sarebbe saggio astenersi da radicalismi che siano irreversibili e che potrebbero rivelarsi sbagliati nell'immediato futuro. Concludo con una catena preferenziale dei mali minori a scelta (*) obbligata: Berlusconi/Monti*; Monti/Prodi*; Prodi/Vendola*: Vendola/Latouche*… Con calma e al momento giusto. Gli alberi secolari crescono con lentezza. :)

  • avatar

    ************
    La sola scelta
    ************
    Berlusconi tradisce il suo pensiero recondito in una sua intervista su Telelombardia.

    L’ex premier pur dichiarandosi favorevole alle scelte fatte finora del governo Monti si prepara ad un nuovo scenario politico per le prossime elezioni.

    La nuova elettorale consentirà a qualsiasi partito, ed in particolare al suo partito PdL, di condizionare la scelta del premier, del programma del nuovo governo.
    Pertanto sicuramente sceglierà la soluzione di svecchiamento della classe politica di riferimento; una soluzione ancora più morbida di quella attualmente imperante, ossia il governo tecnico del Professore Monti.

    L’ex premier è orientato difatti ad un governo di giovani, laureati o meno, rappresentativi della realtà italiana, entusiasta e pronta ad avventurarsi nella politica con “nuovi” volti e fresche idee.

    Il nuovo leader non sarà il noto Alfano, ma un perfetto sconosciuto, purché sia giovane, simpatico e capace di attirare l’attenzione anche dell’elettorato femminile.
    In sintesi una specie di De Magistris, senza la sua sicumera e la fastidiosa baldanza populistica.

  • avatar

    “Taglia i fondi alle rinnovabili che sono il futuro, che hanno generato 100mila posti di lavoro, che hanno già restituito più di quanto avessero ricevuto come incentivi.”?!…
    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    Tonino… scusami… ma mi era sfuggita questa tua osservazione!…
    In particolare… vorrei che tu mi dicessi per quanto tempo lo Stato dovrebbe incentivare ancora le rinnovabili… dato che gli hanno già restituito più di quanto hanno ricevuto!… e dato che… se questo è vero… allora le rinnovabili son in attivo e procedono a gonfie pale eoliche e a saturi pannelli solari!…
    L’incentivo e come un motorino di avviamento che va azionato per un tempo congruo… oltre il quale si danneggia fino all’inservibilità… cioè si brucia!…
    Tu dirai… certamente… che lo Stato… visto proprio il successo di aver riavuto indietro le somme prestate…dovrebbe però incentivare sempre di più i nuovi progetti sulle fonti rinnovabili… finanziando l’avvio di altri soggetti!… ma io allora ti chiedo… perché mai i nuovi soggetti non si fanno finanziare dai vecchi… che ora hanno i conti correnti in attivo… o in alternativa dai loro istituti di credito?!…
    Quante volte… per te… lo Stato dovrebbe accollarsi il rischio di avviare nuove imprese su campi già esplorati e che non presentano più rischi per un’azione del tutto privata?!…
    Ho capito… Tonino… tu sei fondamentalmente uno spirito anarchico… anche se a tua insaputa!… tu… di fatto… tendi a fare in modo che lo Stato si autodistrugga… stimolandolo a incentivare oggi l’autonomia energetica e domani anche quella alimentare di ogni singolo abitante del Paese!… Scordatelo!…
    Non cercare di scansarla… ma preparati a farla in prima persona… la Rivoluzione! .-|||

  • avatar

    pesce d’aprile

    il voto

  • avatar

    Basta! E’ una vergogna!
    E’ ora di rifare l’Italia e restituirla agli italiani.
    Gli intoccabili della politica sono falliti, ma vogliono egualmente determinare appoggiando persone che neppure hanno ottenuto un voto dal popolo, ma con la connivenza del Presidente della Repubblica che anche lui non ha avuto alcun voto dal popolo.
    Si tratta di un governo che non è espressione di quel popolo che la Costituzione riconosce “sovrano”. In pratica hanno portato via la sovranità al popolo, hanno calpestato ancora la Costituzione.
    E’ sempre più necessario costituire un nuovo C.L.N. (Comitato di Liberazione Nazionale) come fecero i nostri padri per togliere l’Italia dalle mani del fascismo.
    Togliamo oggi l’Italia dalle mani degli intrallazzatori, dei faccendieri, dei collusi e di tutti coloro che cercano di bloccare il riscatto delle famiglie, di frenare la giustizia e con essa la libertà.
    Ugo Cortesi – sempre più smaronato (come di dice in Romagna)

  • avatar

    “Secondo le stime riportate dal Servizio Prevenzione del Suicidio dell’ospedale romano Sant’Andrea, il “fattore economico” ha pesato (sugli oltre 4000 suicidi complessivi in un anno) per oltre un terzo. Lo psichiatra Maurizio Pompili, che ha riportato queste stime, ha dichiarato: “Purtroppo questi dati non ci sorprendono, nella storia è un fenomeno già visto. Ci fu un boom di suicidi nel 1870, dopo una grande crisi e l’aumento del prezzo del pane”.
    Intanto mentre qui si muore perché si è stremati dai debiti, Mr. Monti riscuote successi all’estero con i media di massa italiani ed internazionali che continuano l’elogio del “quanto è bravo il premier” fino allo sfinimento…..
    “I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita. E poi, diciamolo, che monotonia. E’ bello cambiare e accettare delle sfide”, queste parole di Mr. Goldman Sachs & co., ancora rimbombano pesantemente sui giovani (e meno giovani) che ogni giorno devono combattere per mantenere un lavoro sempre più incerto e precario.

    Viviamo in un Paese sopraffatto dall’incertezza del futuro e chi prova a rialzarsi, viene represso a suon di bastonate democratiche. Proprio come è successo pochi giorni fa agli operai dell’Alcoa, manganellati mentre gridavano una sacrosanta verità: “un operaio, una famiglia”.

    il seguito su:

    http://ilcorrosivo.blogspot.it/2012/03/ci-stanno-ammazzando.html

  • avatar

    Caro Pres.te Di Pietro, il pesce d’aprile del governo della rampante ipocrisia ha partorito anche la liquefazione del pochissimo finanziamento concesso alle energie rinnovabili. Con questo provvedimento perverso vogliono letteralmente punire gli italiani: credevate di spassarvela con qualche pannello fotovoltaico, vi sbagliate, perchè la bolletta enel e consimili con tanto di sovraccarico per le energie alternative è soltanto una garanzia di guadagno surretizio e illegale per i pubblici e privati fornitori di energia, senza corrispettivo di utilità sociale e tecnologica, senza politica per il risparmio energetico, senza un piano energetico, a meno che non riprendiate come vi spetta, cari italiani, un po’ di nucleare, un po’ di carbone, qualche parco eolico in più, qualche gassificatore sotto costa, in modo che ci si possa guadagnare effettivamente, noi imprenditori e banchieri, in tempi così difficili per arrotondare i profitti non più a livello dei bei momenti che furono, prima dei 2 referendum (1987, 2011). Non c’è che dire: se prima “lor signori” mettevano in mostra sotto la giacca coltelli e altri arnesi minacciosi, ora stanno passando alle maniere spicce ed estraggono in bella vista tutto l’armamentario di cui dispongono per intimidire e sottomettere tutti. No, così proprio non va!

  • avatar

    @..PAtrizia B.

    “Se non capisci perche´i paesi del terzo mondo sono in miseria nonostante le enormi ricchezze del loro sottosuolo, ora ti fai un´idea.

    L´argentina ha avuto il coraggio di disfarsi di questi avvoltoi e l´hanno mandata in default, ma e´stata la sua salvezza.
    Iraq e Lybia si sono rifiutati e sono finiti molto male.
    L´Iran sarebbe la prossima preda, quello che lo salva e´che anche Cina e Russia hanno interessi in Medio Oriente.

    Ora: stanno applicando la stessa tecnica all´Europa.
    La Grecia e´stata la prima, perche´pedina debole.
    Io penso che l´Italia ha buone probabilita´di essere la seconda, a meno che non succeda qualcosa.”
    Le cose di cui abbondiamo..arte.. bellezze naturali..clima..pizza..spaghetti..mandolini..che producono ^turismo^ e non solo,..ma.. devono essere..^prodotti^..i servizi finalizzati
    Poi..abbiamo..le intelligenze..che producono alcune eccellenze..che ci continuano a rendere..famosi e ^PRIMI^!
    Ma..abbiamo anche..le MALAVITE..la..BUROCRAZIA..il COSTO della VITA..( che provoca e produce gli alti costi del lavoro..(carissimo per i datori..bassissimo per i lavoratori!)
    Ed infine..abbiamo la POLITICA..i..PARTITI..che continuano ad INDEBITARE..l’Italia..e..ci mancano le risorse per INVESTIRE e pagare i DEBITI!
    ..e..prima di ^incolpare^ gli sprechi..vengono le leggi ad personam..il VOTO di SCAMBIO..( Concordato)..i costi della politica, malgrado i REFERENDUM..il..PATERNALISMO..il..CLIENTELISMO..il..PARASSITISMO..le finte ISTITUZIONI di controllo e GARANZIA!
    I cinesi..come i tedeschi..( che personalmente non preferisco!)..certamente vengono per fare i loro affari e interessi..ma..ci costringono a confrontarci..^in casa!^.
    La ..^frau MERKEL^..vuole ricostituire ..l’asse..^berlino/parigi/londra^..per dominare e distruggere l’Europa comunitaria!
    Io..con la mia ingenuità..la penso così.., ma tu con la tua ..^testardaggine^..mi pare che ..non sei da meno!
    ..ci servono..i..^SCHEI^..le..^PALANCHE!^.
    Romano PRODI..il grande PRODI..^NAPOLITANO/vaticano/banche..defenestrato..meglio e prima di MONTI..( professore anche lui..)ci stava provando con il raffazzonato centro sinistra ..a mettere in ordine i conti e a rilanciare..l’economia!
    Oggi..senza la CINA o la Germania..malgrado tutte le nostre ricchezze di cui sopra e di cui sono..^fierissimo^..non possiamo..farcela!
    Hai capito e..mi sono spiegato?

    lewis34venezia
    ..p.s. Tifo per la PRESIDENTESSA..argentina!..che ha..il..petrolio e l’agricoltura!

  • avatar

    A tutto ciò vi è una unica soluzione.
    Per mandare a casa una classe politica corrotta,concussa con il malaffare,che stà con il governo,e non con chi ha i calli alle mani, è una sola mandarli a casa…,ma non votandoli…ma alle prossime elezioni,anche amministrative,STARE A CASA!!!!!!

  • avatar

    :!: :!: :!: :!: :!:

    Ho avuto anch’io questa impressione vedendo quella megera dell’aNNUNZIATA A RAI 3!!! che oggi aveva in collegamento rOBERTO cOTA (ho voluto appositamente scrivere le iniziali minuscole in quanto nomi di cosa) e come contradditorio uno scarafaggio che la pensava esattamente se non peggio di lui, a proposito della spesa pubblica troppo esagerata (l’intento di licenziare gli statali è sempre meno un segreto)…

    neanche a farlo apposta, nella stessa rete RAI 3 di sera, fABIO fAZIO, ha invitato una pedina delle banche, dE bORTOLI, un altro scarafaggio, il pubblico lo ha pure applaudito e a seguire la lITTIZZETTO che se l’è presa con persone inesistenti e ha sparato le solite minchiate a ripetizione….

    infine rEPORT contro i ladri di polli e nulla contro i grandi scarafaggi

    Ho preso il televisore e l’ho gettato dalla finestra.

    Questo grande complotto smascherato sarà contrastato nelle piazze e a forza di scioperi oppure sarà la guerra civile… i cittadini incazzati contro i cittadini rimbecilliti! Il grido di battaglia sarà: “Schiacciamoli!”

  • avatar

    Il primo ministro dello stato indiano del Kerala,Oommen Chandy, in barba ai trattati internazionali che prevedono il contrario,ha escluso l’estradizione dei due marò italiani, affinchè possano essere processati in Italia. ”La nostra posizione è molto chiara -ha dichiarato Chandy- e molto aperta. I due militari italiani hanno commesso un reato che cade sotto gli effetti della legge indiana e devono quindi affrontare questo processo”.
    :(

    Sonia Ghandi non interviene per non essere accusata di partigianera e di ledere l’immagine del Partito del Congresso, il Governo tecnico nella persona di Monti, non sa che pesci pigliare e mostra tutta la sua debolezza nel trattare con un Paese ‘bric’. Per Chandy i militari italiani ”hanno commesso un reato” ancor prima che il processo abbia inizio, forse il loro codice non prevede la figura giuridica dell’indagato, oppure stanno mostrando i muscoli. Mi chiedo cosa sarebbe accaduto se i marò catturati fossero stati di nazionalità inglese, francese o tedesca… Due militari in missione devono essere processati nello Stato di provenienza: gli accordi internazionali parlano chiaro… come è chiaro che l’Italia, sulla scena mondiale, non conta una mazza. Dalla documentazione che ho letto, il corridoio di mare dove è avvenuto il fattaccio pare che sia frequentato esclusivamente da pirati, pescatori e navi commerciali… pirati e pescatori, pescatori e pirati…Ragionamento di mezzanotte e dintorni: se fossi un pirata non potrei sbucare dal nulla, sarei della zona e mi muoverei in quelle acque come se fossi a casa mia, parlerei il linguaggio degli autoctoni e avrei una conoscenza degli anfratti della costa pari a quella delle pieghe della mia mano… Con i miei compari mi inoltrerei in mare aperto posizionando l’attrezzatura peschereccia bene in vista sul battello e nascondendo le armi sotto le reti, tenterei poi l’arrembaggio con due uomini armati in avanscoperta sotto il pelo dell’acqua pronti ad emergere per un blitz inaspettato… Sì, se fossi un pirata avrei bisogno di una copertura che mi renda insospettabile e che mi consenta di buttare ie armi in acqua casomai le cose si mettessero male. La versione fornita dai marò italiani mi sembra convincente, e non lo dico per amor di patria ma perchè non potrei essere un pirata se non fossi, anche e soprattutto, un pescatore :evil:

  • avatar

    I registri da regolare per far tornare gli investimenti in Italia, sono più d’uno.
    Personalmente riterrei la discrezionalità nei licenziamenti assolutamente insignificanti, ed anche da non considerare.
    Sempre personalmente, diffiderei come della peste di uno Stato che, al momento di erogare pensioni per come si era impegnato, beffa i propri sudditi, e con quelle pensioni ci fa cassa.
    Qualcuno obietterà: “Ma è per salvare il Paese!”… per salvare il Paese, con i marpioni che lo hanno ridotto nello stato in cui, esattamente tutti là, nello stesso preciso identico posto di sempre?
    Non fatemi ridere!

    Altra cosa è la mutevolezza nelle cose italiane: quello che era per certo e duraturo la mattina, il primo pomeriggio già può non valere più. Quello invece che era stato dato per provvisorio, resta lì per l’eternità.

    Poi ci sono cose che spero gli imprenditori ai quali mireremmo, non possano assolutamente sopportare, ai livelli parossistici che ci riguardano: l’evasione, la corruzione, il lavoro nero, il clientelismo: dover accontentare il politico e l’amministratore, se si vuole prosperare.

    E poi le tasse! Le agevolazioni! La burocrazia!
    Abbassagli le tasse, all’imprenditore, dagli gratis un terreno, semplificagli le pratiche perché si insedi… ma tutto questo vorrebbe dire efficienza! Ed efficienza, viene da organizzazione, pianificazione… che voglion dire, per chi ci governa e amministra: LA-VO-RA-RE!

    Infine, come una montagna: la Giustizia!

    Con cosa si vorrebbe scambiare, tutto quello sopra esposto, per non prendersi la briga di sistemare le cose come andrebbero sistemate? Per continuare a fare la pacchia, la bella vita, il magna-magna ed il bung-bunga?
    Con l’Art. 18!
    A me, pare un’indecenza.

    ——-

    Titolo sul web:
    “Il sottosegretario Polillo apre sugli esodati Ma il governo lo gela: “Se ha la ricetta lui…”

    Polillo: “…gli esodati possono chiedere l’annullamento degli accordi presi con l’azienda. Siccome è una norma che non costa, posso dire fin da adesso che il ministro dell’Economia non si opporrà ad una norma di questo genere, in Parlamento ci sono orecchie sensibilissime su questo”.
    Ma dal governo non è arrivata nessuna conferma. Anzi, dal ministero del Lavoro fanno sapere che “se il sottosegretario al ministero del Tesoro, Gianfranco Polillo, ha un buona ricetta per risolvere il problema degli esodati, se ne faccia carico personalmente”.

    Come la interpreto io, questa cosa qua?
    Non è che le risorse non ci siano: non ci debbono essere!
    Lo scopo è mettere alle strette gli esodati, contando sul fatto che, tra il morire di fame e l’adattarsi a fare qualcosa, si dovranno piegare a fare qualcosa!
    Qualsiasi cosa!
    Purché non costino, non percepiscano subito pensioni e, gioco forza, rendano!
    Ritengo sia accettabile anche il nero!
    C’è già stato chi la ha rivalutato pubblicamente, l’economia sommersa, no?
    In fondo, un professore che da ripetizioni in nero, al di là dei moralismi, al ragazzo qualcosa in più sempre gliel’ha insegnata, no? A evadere, magari. Un po’ il Paese è sempre cresciuto, no? In peggio, direi.

    Polillo temo abbia preso un granchio. Forse non si è reso prontamente conto che la storia delle risorse che mancherebbero è, appunto, solo una storia.

    Uno si chiederà: “ma quale problema creerebbe, al Ministero, l’annullamento degli accordi tra esodati ed azienda di (ex) appartenenza, se dovrà poi essere questa, a farsi carico dell’onere di reintegrare il lavoratore?”: e bravo Pierino, che ha fatto la domanda giusta!
    Secondo me, il problema sta nel fatto che quelle aziende, se li ha incentivati ad andarsene, quei lavoratori, non avranno nessuna intenzione di riprenderseli!
    “Sì”, insisterà il perspicace Pierino: “Ma la legge è uguale per tutti: se gli accordi non sono più validi, le aziende dovranno per forza ricollocare quei lavoratori!”.
    La legge uguale per tutti? Seee!
    È qui, che vien fuori la prova del nove, sulle spiccate caratteristiche politiche, ovvero di destra, del governo Monti: in attrito con le aziende, in contrasto con queste, evidentemente non ci si può mettere! Sarebbe una contraddizione in termini! Visto che il governo Monti è retto, sostanzialmente e principalmente dal PDL! Ovvero, proprio da quella aziende alla quali non intenderebbe mai e poi mai pestare i calli.
    Infatti. se toccasse gli imprenditori, penso io, gli arriverebbe uno scoppolone (scapaccione!) tra capo e collo, al governo Monti, che prima ancora di capire da dove è partito, sarebbero già tornati tutti a fare i professoroni nelle università!

    Ci può stare?
    Secondo me, ci può stare!

    La storia delle risorse, la vedo solo come una bufala.

  • avatar

    On Di Pietro,

    Monti non è altro che la faccia più “presentabile” di quello che c’era prima..Certo non ci voleva molto, anche il mio canino bastardino si presenta meglio..ed è più simpatico..del Banana..

    La verità è che questa destra, più o meno presentabile, non fà altro che il suo dovere…Cioè affamare le masse mentre arricchisce i già molti ricchi, ladri e disonesti…

    Qualcosa succederà…non è una questione se succederà ma quando succederà.
    L’ha detto anche il Presidente USA parlando del dittatore Assad..” non è questione se se ne andrà, e solo qestione di quando..”
    Così sarà per questo Governo Monti..

    Saluti,
    Gianluca Visca

    Ecc

  • avatar

    Vedo che il concetto di democrazia è molto vario nelle varie teste.
    C’è anche da dire che ci sono tanti tipi di teste e che le peggiori le troviamo quasi sempre in chi governa e fa il dittatore a sua insaputa,almeno così dcono questi personaggi.
    Altre teste,malate,le troviamo fra gli esperti vari e fra coloro che capiscono,quasi sempre solo i loro affari e basta,ma pretendono di insegnarci tutto;se non fossero tragici farebbero ridere.
    Comunque la tv degli ultimi venti anni ha via via fatto sempre più pena,ma se la gente li guarda certi programmi,quale che sia la causa che io conosco benissimo e non ripeto,se il pubblico abbocca la tv continua a pescare,ovvio che prende sempre il pesce più fesso,e i fessi sono tanti come si sa.
    Perchè meravigliarsi quindi ? Con giornalisti nominati dalla politica,con la politica tutta che non sa che fare e con un pubblico che stravede per isole famose e grandi fratelli e ballerine varie,cosa si può pretendere ?

  • avatar

    Il pesce d’aprile,non è più il primo giorno d’aprile, ma tutti i giorni dell’anno.
    Ciò accade e nessuno più se ne meraviglia. Ieri quando mio figlio è tornato a casa senza lavoro, perchè licenziato, non mi sono meravigliato più di tanto. Era nell’aria, sapevo che prima o poi doveva accadere. Anch’io non è che mi stia ammazzando di lavoro, e pensando a ritroso nella mia vita , mi sono accorto che ho combattuto per avere un posto di lavoro continuativo, senza mai arrivarci. E come il limite di una funzione , lo si può raggiungere solo all’infinito….. Ci si sente come ingabbiati, una sorta di alone alla testa che non ti abbandona mai , i pensieri cupi e devi farti forza che per non scivolare sempre più giù…Mi alzo e mi addormento pensando agli adempimenti fiscali e alle bollette da pagare,e al lavoro che manca.. e vi lascio immaginare come ci si sente… poi riprendo a sperare adesso vado lì a chiedere … vediamo se posso fare qualcosa almeno per mio figlio …vediamo se posso fare quell’attività… una sorta di trappola da cui non si riesce ad uscire

  • avatar

    “Gli alberi secolari crescono con lentezza”

    Si, ma se tu non metti un tutore quando sono piccoli, se li lasci crescere senza controllo, il fusto non sara´mai diritto.
    Io sono sempre stata un Èuropeista convinta.
    Ho viaggiato molto, ho abitato in parecchi paesi europei e quando mi chiedevano da dove vieni rispondevo: sono cittadina europea.
    Ancora credo in un´europa libera e democratica, credo nella perdita delle sovranita´nazionali che molto spesso sono solo campanilismi, ma mi rifiuto di credere in un´europa come questa, in cui la democrazia non esiste, in cui il governo e´lasciato ad un comitato di non eletti, l´economia nelle mani di una banca privata che non e´altro che un ramo della Federal Reserve, in una politica estera ordinata da pochi psicopatici sionisti, che galoppa ad alta velocita´verso una dittatura sempre piu´sfacciata, in cui i cittadini non hanno alcun potere.
    Io ritengo molto piu´grave la perdita della democrazia di tutti gli intrallazzi e idiozie di un patetico come Berlusconi.
    Io rinfaccio a Prodi di averci incanalati verso la distruzione.
    Qualsiasi debito, qualsisi intrallazzo, qualsiasi corruzione, si puo´rimediare se si e´in un paese democratico, se si possono eleggere i politici che ci governano.
    Ma quando si ricorre a sotterfugi di nomine a Senatore a vita per poterlo nominare a capo del governo, senza interpellare i cittadini, se si da´a questa persona il potere assoluto, e´molto piu´grave di un Berlusconi che, era, non scordiamocelo eletto da gente che non capiva cosa votava, ma era ELETTO.
    Céra la speranza che, se una parte di coloro che l´avevano votato rinsaviva, forse, con nuove elezioni qualcosa poteva cambiare.
    Io sono sicura che le elzioni, se mai si faranno, saranno fatte in modo da far vincere il successore di Monti, a meno che il piano sia gia´stato compiuto, cioe´che le “privatizzazioni” siano gia´avvenute e la popolazione sia ridotta ad un punto di indigenza tale che sara´disposta ad accettare qualsiasi condizione le venga imposta.
    A me sembra impossibile che uno non veda il futuro che ci aspetta.
    I “professori” non sono ne´idioti, ne´incapaci, sono molto piu´scaltri di Berlusconi.
    Quello che sembra assurdo non lo e´per nulla, basta capire che il loro scopo NON e´il bene degli Italiani, e´mantenere la pressione altissima sulla massa con lo spauracchio del default, far si´che le persone giuste si approprino delle risorse giuste, far si´che gli italiani lavorino a condizioni dettate dalle grandi multinazionali, far si che queste non abbiano piu´alcuna concorrenza da ditte locali.
    Riguardo ai cinesi, questi hanno gia´detto piu´volte che non sono interessati al debito degli stati europei, sono interessati ad “investire” in imprese europee.
    Io penso che invece di cercare investitori stranieri sarebbe MOLTO meglio aiutare gli Italiani ad investire nel loro paese.
    Ma la mia domanda: se NEPPURE gli Italiani investono in Italia (compresi in bot italiani) quando avrebbero MOLTO piu´interesse dei cinesi, come possiamo illuderci che lo facciano i cinesi?
    A meno che ci sia qualcosa dietro….

  • avatar
  • avatar

    @ lewisaugel34:
    Se c´e un partito che vuole mantenere lo status quo di dipendenza dalla Germania mi sembra che sia il PD e se c´e´una persona che lecca il cosidetto tedesco e´Monti.
    A me sembra che la mia posizione sia molto chiara e non per questo mi ritengo antitedesca.
    Voi confondete i tedeschi e la Germania con la politica del governo tedesco, che, meno, ma come l´italiano, e´succube delle banche e delle grandi corporazioni.
    I tedeschi non amano molto la Merkel, nelle ultime votazioni un partito come il Piratenpartei ha ottenuto il 17% dei voti.
    Se il sud europa volesse VERAMENTE sottrarsi all´asse che voi enunciate, si unirebbe e, seguendo la volonta´dei cittadini, si rifiuterebbe di far parte di un´Europa quale quella attuale.
    Io, sinceramente, non vedo un grande futuro per l´Italia se continuiamo su questa strada.

  • avatar

    La rozzezza delle tasse: meglio pagare più tasse che finire come la Grecia

    Se avevamo qualche dubbio sulle intenzioni “equitarie” del nominato governo tecnico sulla distribuzione degli oneri accollati ai cittadini italiani, adesso lo sappiamo per certo: le politiche scellerate che hanno favorito sfrenati arricchimenti per taluni, l’irresponsabile dissipazione del capitale pubblico e l’indifferente smantellamento delle strutture industriali ed occupazionali per il resto del paese, verranno ripianate con i “sacrifici” di una parte della società, solamente.

    Dopo le fulminee “manovre” ad inizio mandato e le promesse di “equità” di (bis)trattamento , i nostri amici si sono adagiati su più comodi e dilatati periodi di scadenza della “fase due”. Portato a casa l’ulteriore giro di vite che gli interessava per non lasciar fallire / crollare immediatamente la torre di cartapesta, sono passati al solito, usurato gioco delle tre carte: 4 settimane di infuocato dibattito sull’art.18 e poi il nulla; 2 settimane di controlli a Cortina per incastrare due polli e poi niente legge contro l’evasione; 1 mese sui capitali “scudati” e poi l’oblio; e poi le frequenze tv, la tassazione dei capitali, i capitali in Svizzera, la pantomima sugli investimenti di capitali stranieri in Italia e leggi per impedire la fuga dei capitali italiani in paradisi fiscali….una sfilza, una litania di problemi fatti balenare davanti agli occhi dell’ingenuo pantalone e poi – appunto come la carta vincente nel gioco – fatti sparire in qualche saccoccia da qualche mano lesta, per non riapparire mai più, se non dopo la fine del gioco e la riscossione del denaro truffato, per attrarre nuovamente gli allocchi col prossimo giro del “diremo, faremo”.

    Un tirare a campare fino all’estremo per NON cambiare il sistema che arricchisce i soliti, che protegge e foraggia un sistema elefantiaco e parassitario, che consente la perpetuazione del potere nelle mani di una casta oramai inamovibile che regna e detta leggi a piacimento e che sguazza nei soldi sottratti a pensionati, disoccupati e poveracci.

    Una politica del tassare il tassabile che non avrà MAI uno sbocco in un futuro prossimo migliore, ma intesa come antidoto per evitare il fallimento, il collasso, per i prossimi mesi, almeno.

  • avatar

    Ditemi se non sarebbe dovuto essere un pesce d’aprile pure questo… purtroppo, non lo è:

    La “perspicacia” di Polillo, e gli altarini che si scoprono.

    Ma è possibile pensare che la Fornero, fautrice di una riforma (?) che da la facoltà alle aziende di licenziare discrezionalmente, possa nel contempo, avvalendosi dell’ipotesi formulata da Polillo, rivolgersi a quegli stessi datori di lavoro per dirgli: “Ed ora, in nome della legge, riprendetevi questi 350.000 esodati?”: gli arriverebbe uno scoppolone (scapaccione!), al governo Monti e alla Fornero, che prima ancora di capire da dove è partito, sarebbero già tornati tutti a fare i professoroni all’università!

    Piuttosto c’è da chiedersi: come lo avrebbero risolto, le aziende il problema con questi lavoratori incentivati all’esodo, se avessero avuto quello strumento che la Fornero intenderebbe fornirgli, del licenziamento per ragioni economiche senza possibilità di reintegro?

    Ma lo si vede o no, che contro le infamie, non c’è bi sogno di inventarsi nulla, perché la verità parla da sola, ed ogni tassello può essere inserito correttamente solo nella sede preposta ad accoglierlo?

    Se passa la modifica dell’articolo 18, di esodati, non ce ne saranno più: tutti licenziati!
    E non a caso, alla Fornero, viene infatti naturale l’equazione: esodati = disoccupati!
    Chiaro?

  • avatar

    Ultima obiezione.
    La situazione dei Maro´italiani e´l´esempio evidente del fatto che l´Europa esiste solo come organismo di oppressione finanziaria.
    Se due maro´californiani fossero nelle mani indiane non sarebbe la California a mercanteggiare, gli USA avrebbero gia´spedito una portaerei e magari tanto per far capire chi comanda, sganciato qualche bomba.
    Se fosse l´Europa, come dovrebbe essere, a minacciare l´India, questi sarebbero gia´da tempo a casa.
    E monti o e´un idiota o lo vuole fare, perche´non gliene importa nulla, in fondo l´opinione pubblica non conta, il bene dell´Italia non conta.

  • avatar

    Tra tante ingiustizie c’è una cosa che mi sembra giusta.
    L’uomo più ricco d’Italia è Michele Ferrero.
    L’inventore della Nutella.
    Un genio.

  • avatar

    Però va aggiunto anche che la scusa di informazione pilotata,al giorno d’oggi,non giustifica il non sapere le cose.
    Chi non sa è perchè non vuol sapere visto che di mezzi ce ne sono tanti e per tutti;non parlo solo di internet;poi c’è anche la capacità di discernere e di capire da quale palco viene la predica.
    Se però abbiamo personaggi che credono per dogma a silvio e i suoi accoliti,o anche a bersani e compagnia o,peggio,a veltroni e banda allegata,allora c’è poco da informare:da quegli orecchi non sentono,tanto è vero che questi personaggi sono sempre al loro posto.
    Vogliamo poi parlare di quelli che hanno creduto ai marchionne vari ? Il risultato lo sapeva anche il criceto che vive nel mio giardino,ne parlava col corvo girni fa,ma pare che credere ai salvatori per gli italiani sia un difetto genetico.

  • avatar

    Questo sono riusciti a fare in tre mesi i sostenitori di Monti. Le voci critiche contro il governo sono state cancellate, spazzate via o relegate dove non le vede nessuno: perché nessuno deve disturbare il manovratore.

    E allora cominciamo seriamente a prendere coscienza del Paese in cui viviamo.

    Riporto, pari pari, uno stralcio del libro di Gene Sharp, “Come abbattere un regime, manuale di rivoluzione non violenta”. Per chi non si fosse già fatta un’idea di cosa ci si sta abbattendo sulla testa, forse può esser utile per guardare in faccia e imparare a riconoscere il regime che caratterizza ormai anche il nostro Paese:

    Fonti essenziali del potere politico

    Il principio è semplice. I dittatori necessitano della collaborazione del popolo su cui dominano: senza questa collaborazione non possono conquistare e mantenere le fonti del potere politico. Tali fonti includono:

    - autorità: la convinzione popolare che il regime sia legittimo e che obbedire sia un dovere morale;
    - risorse umane: la quantità e l’importanza degli individui e dei gruppi che obbediscono, collaborano o forniscono assistenza al regime;
    - capacità e conoscenza: forniti dai collaborazionisti singoli e dai gruppi, sono necessari al regime per compiere azioni specifiche;
    - fattori intangibili: fattori psicologici e ideologici che possono indurre gli individui a obbedire e aiutare le autorità;
    - risorse materiali: il grado in cui le autorità controllano o hanno accesso a proprietà, risorse naturali e finanziarie, sistema economico e mezzi di comunicazione e trasporto;
    - sanzioni: punizioni, minacciate o praticate, contro i disobbedienti e coloro che non collaborano, per assicurare la sottomissione e l’appoggio necessari alla sopravvivenza del regime.

    Tutte queste fonti dipendono comunque dal consenso di cui gode il regime, dalla sottomissione e dall’obbedienza della popolazione e dal sostegno dei numerosi strati sociali e delle varie istituzioni. E non sono garantite.

    Se in qualche misura avremo preso coscienza di quanto sopra, non collaborare con questo regime e con quanti consapevolmente o inconsapevolmente lo rafforzaro potrà scongiurare il rischio che il nostro Paese imbocchi la strada della dittatura della tecnocrazia reazionaria e classista tracciata dal prof. Monti e dal “governo dei professori”.

  • avatar

    i problemi italiani non sono pochi ma finchè avremo la classe politica che si comporta nel modo seguente non risolveremo nessun problema:
    1) hanno fatto la legge biagi con l’intento di liberalizzare il il lavoro ed hanno prodotto una quantità industriale di precari senza protezione, quindi ieri dicevano che era una riforma epocale che avrebbe portato lavoro soprattutto ai giovani , oggi i “politici” dicono che quella legge ha prodotto precarietà soprattutto la lega (quando l’hanno votata c’erano il 90% dei deputati e senatori che cisono oggi)
    2) mandano i militari in iraq per missioni umanitarie e quando muoiono per missioni di guerra esprimono cordoglio (lacrime di coccodrillo)
    3) prestano soldi alle banche tramite la bce, ma aigli imprenditori non va un euro e dicono che se fallivano le banche sarebbe stato un disastro, ma se fallisce un imprenditore è normale.
    4) hanno fallito completamente nella guida di questo nostro paese e sono ancora tutti presenti in parlamento e soprattutto difendono i loro interessi a tutto spiano quando dovrebbero vergognarsi.
    5) vogliono assolutamente introdurre la responsabilità civile dei giudici , ma non parlano della responsabilità civile dei politici .
    6) parlano di evasione fiscale ma hanno depenalizzato il falso in bilancio
    A volte mi chiedo se sono i politici troppo bravi a fare gli attori e commedianti o se siamo noi ad essere dei veri “cogl…..” che continuiamo a votarli.
    Carissimo Antonio Di pietro le soluzioni sono:
    1)riforma fiscale; chi paga le tasse regolarmente va controllato ma in caso di errore non può essere trattato come evasore, quindi è necessario un trattamento diverso da chi evade totalmente .inoltre le sanzioni non possono arrivare al 70% dell’errore nel giro 1 anno .
    riforma fiscale significa fino a 8.000 esente
    da 8.000 a 25.000 il 25%
    da 25.000 a 70.000 il 30%
    da 70.000 a 999999 il 45%
    chi non paga le tasse o esporta i soldi all’estero = galera da 3 a 10 anni
    chi emette fatture false per la provvista dei fondi neri = galera da 2 a 7
    falso in bilancio a seguito di fatture false= galera da 2 a 7 anni
    questo senza condizionale , senza amnestie, senza altri favoritismi.

    lotta alla corruzione: in caso di dipendenti pubblici = licenziamento in tronco salvo reintegro in caso di innocenza e galera da 5 a 10 anni per condanna
    dirigenti pubblici: licenziamento in tronco e confisca dei beni , a meno che non dimostri che provengano da attività lecite, reintegro in caso di innocenza, ma galera da 7 a 15 anni in caso di condanna.
    giudici corrotti (controllori) licenziamento in tronco, confisca dei beni, allontanamento dei diritti civili e galera da 10 a 20 anni in caso di sentenza di condanna.
    concussione : come sopra perchè non è meno grave, anzi si approfitta di una posizione dominante.

    contratti e appalti: clausola rescissoria , risarcimento in caso di mancato raggiungimento dell’opera o del fine esoprattutto capitolato d’appalto chiaro .

    mafia e criminalità: dopo condanna in cassazione, certezza della pena senza sconti, utilizzo di cittadini in forma anonima per denunciare violenze, corruzione e delitti perchè il cittadino che denuncia deve sentirsi tutelato.
    utilizzo del braccialetto elettronico per le condanne lievi o in attesa di giudizio. (costa molto meno che tenere centinaia di persone in galera a carico dello stato) , utilizzo della tecnologia per le questioni burocratiche, ma soprattutto per i recidivi alla seconda condanna è meglio che si butti la chiave (e al diavolo i diritti civili)

    il lavoro: questo è un argomento troppo delicato e lo posto in altro form.

  • avatar

    quando vuole

    il filippino è bravo

    ha messo il cartello alle spalle di monti

    con il pesciolino che ha i denti da berluskane

  • avatar

    Come al solito mi ritrovo perfettamente in linea con le osservazioni del Chip, e addivengo alla sua stessa conclusione: il vero pesce d’aprile è lei caro onorevole.
    Aggiungo solo qualcosina con parole mie.

    Se lei paragona i media ai film luce come informazione di regime e poi ammette che scendendo in strada chiunque si accorge che il popolo non abbocca, è come dire che questa disinformazione non serve a niente e non raggiunge lo scopo prefissato; quindi il popolo non ha bisogno della sua cosiddetta vera informazione (che diventa un inutile show personale fatto di vignette ed umorismo) ma avrebbe bisogno di qualcuno che, magari coordinandolo e rendendolo coeso, lo trascini verso delle vere battaglie; insomma una sorta di novello Masaniello.
    Però a me non sembra proprio che lei voglia vestire questi panni, ma solamente tirare a campare, arricchendosi sempre più, aggiungerei anche dinasticamente (ogni riferimento alla prole è puramente voluto) inscenado le sue performances pseudo comiche; dimentica però che per questo abbiamo già Grillo, che almeno i soldi non li prende a forza dai cittadini; cosa che invece lei fa.

    Poi c’è il Sig Fazio che la esorta a prepararsi a lunghi anni di opposizione al regime.

    Ipotizzo una sua risposta.

    Caro Sig Fazio, la ringrazio del consiglio, peraltro inutile, perchè è proprio quello che ho intenzione di fare; sono perfettamente conscio che non servirà a niente, esattamente come non è servito a niente in questi ultimi anni, però mi garantirà il supporto di quelli che, come lei, si accontentano di uno che tuoni sempre contro tutto e tutti, giusto per togliersi lo sfizio di avere uno che dica quello che loro non riescono a dire; so perfettamente che, per fare solo da inutile grancassa vengo iperultrastrapagato, però, mi creda, è solo per questo che lo faccio.

    Ergo, il continuo pesce d’aprile, ormai quasi decennale, è proprio il suo caro onorevole.

  • avatar

    basta con i dinosauri della politica, leoluca orlando eletto consigliere comunale a palermo nel 1980, eletto sindaco a palermo nel 1985, ora si ricandida a sindaco sempre a palermo, ma è semrpe lui, questo stà azzeccato alla poltrina, e poi parlamo di giovani e rinnovamneto
    ma ci facci il piacere

  • avatar

    la risposta

    “St.ron.zio 90 aprile 1st, 2012 alle 19:26 ”

    condivico. ci vuole tempo per risultati che sembrano lontani

    buona giornata

  • avatar

    il pesce 2

    “Berlusconi tradisce il suo pensiero recondito in una sua intervista su Telelombardia …
    Il nuovo leader non sarà il noto Alfano, ma un perfetto sconosciuto, purché sia giovane, simpatico e capace di attirare l’attenzione anche dell’elettorato femminile … ”
    Enzo Carraro aprile 1st, 2012 alle 19:45

    così il presidente pallonaro prende a calci il “pesce palla”

  • avatar

    Doveva trattarsi di un pesce d’aprile grosso così!
    Il più grosso, e drammatico, pesce d’aprile della storia italiana.

    Ieri, infatti, su blog, (non si riceveva tanto bene) mandavano un giovane Emilio Fede che, probabilmente in occasione di qualche elezione politica del passato, tenendo naturalmente per Berlusconi, chiedeva ai telespettatori con quale coscienza, si poteva votare a sinistra, affidando il Paese a quella parte politica che l’avrebbe condotto allo sfascio, al fallimento, allo sfacelo!

  • avatar

    sono d’accordo

    Ugo Cortesi aprile 1st, 2012 alle 20:16

    ma non ci sono ascoltatori che possano agire con la forza necessaria.

    non ne ho visti

  • avatar

    E bravo Polillo, che a sua insaputa sta dalla parte dei lavoratori, e pesta i piedi alla Fornero!

    A ripensarci, se la soluzione di Polillo ha irritato la Fornero, qualcosa di buono per il lavoratori dovrà pur esserci.
    Una volta si diceva: “Se va bene ad Agnelli, deve essere una fregatura per gli operai”.

    Andiamo un attimo a vedere che cosa, verosimilmente, avrebbe potuto irritare la Fornero.
    Io, un’idea, me la sono fatta.
    Sì, perché a ben pensarci, se i lavoratori adissero le vie legali, e chiedessero l’annullamento degli accordi in ragione delle premesse mutate, e ottenessero il ricollocamento in azienda, alla Fornero, cosa gliene calerebbe?
    All’apparenza, niente!
    Anzi! Sempre all’apparenza, alla Fornero, tale soluzione, potrebbe cadere come il cacio sui maccheroni! Infatti, la Fornero, potrebbe anche cavarsela con un: fato ricorso, e buona fortuna!
    E allora, cosa ci sarebbe, che non va, in questa soluzione?
    Ho il sospetto, per usare un eufemismo, che Fornero-Marcegaglia-Berlusconi, per essere sbrigativi, “coincidano” più di quel che sembri!
    La Marcegaglia (lo so che non è più lei…) e Berlusconi, ovvero “e il PDL”, si aspettano, dalla Fornero, la discrezionalità nei licenziamenti!
    Per questo, l’hanno messa lì dov’è! Oltre che per farci lavorare 5, 6, 7 anni di più!
    Non per regalare caramelle!
    E lei non le regalerebbe!
    Ma con la trovata di Polillo, i lavoratori, gliele potrebbero via da sotto il naso lo stesso, “le caramelle”! E questo, gli imprenditori, non potrebbero perdonarglielo, alla Fornero!
    Non potrebbero perdonarle di aver perso il controllo sulla situazione!
    Non potrebbero perdonarle di averle dato tanto potere, bypassando persino le regolari elezioni, ed invece di essere riuscita a dare agli imprenditori la facoltà di licenziare, questi si ritroverebbero con una rogna giudiziaria che, grosso modo, li costringerebbe a riassumere sino a 350.000 addetti!
    Il fallimento totale! Per la Fornero, per Monti, per Napolitano e compagnia bella!

    Gli esodati dovrebbero cominciare a muoversi, cautelativamente, proprio nella direzione indicata da Polillo!
    Rivolgendosi alla Giustizia!
    E richiedendo “riti abbreviati”!
    Una cosetta da farsi così, “cotta e mangiata”, nel giro di un mese, massimo due!

    Senti! Senti!
    Non si può escludere che tra gli esiti possibili potrebbe esserci anche la disponibilità delle aziende ad erogare ulteriori incentivi all’esodo!
    Per adeguarli ai termini cambiati!
    Sì, perché verosimilmente gli costerebbero sempre meno di uno stipendio pieno, con tanto di tasse!
    In che bel pasticcio li avrebbe messi gli imprenditori, la Fornero, eh?!
    Mica male!

    E bravo Polillo!

  • avatar

    “L’UE schiaffa sanzioni addosso alla moglie di Assad”, si potrebbe leggere su uno dei numerosi giornali dopo che il ministro europeo per gli affari esteri aveva vietato ad Asma Assad, nata in Gran Bretagna, di viaggiare all’interno degli stati dell’Unione.

    Ne aveva anche ordinato il congelamento dei beni personali.

    Il ritratto sensazionale della première dame siriana di 36 anni, descritta come chic, glamour, anche sexy, aveva lo scopo di presentare la signora Assad come un’incantevole idiota,insensibile alla miseria e alla violenza incessante nel suo paese.

    Il Washington Post l’ha soprannominata la Maria Antonietta della Siria, affermando che “mentre prosegue il bagno di sangue, lei fa shopping per acquistare scarpine di cristallo”.

    Nata in Gran Bretagna, la signora Assad avrebbe dilapidato più di 40.000 euro in articoli per la casa e la moda.

    A seguito delle sanzioni dell’UE entrate in vigore nel corso del fine settimana, il ministro britannico degli Affari esteri William Hague ha dichiarato:

    “E’ il segnale della determinazione dell’Unione Europea nel suo insieme, volta ad aumentare la pressione, la morsa economica e diplomatica su questo regime”.

    Nel frattempo il ministro francese agli Affari esteri Alain Juppé ha commentato: “Abbiamo avuto un certonumero di indicazioni – sono sicuro che non vi è sfuggito – sul modo in cui la signora Assad utilizza il suo denaro.

    E’questo il fatto che ci ha spinto ad inasprire le sanzioni”. Le preoccupazioni del Sig. Juppé circa la probità finanziaria della signora sono particolarmente significative, dal momento Chenel 2004 è stato condannato da un tribunale francese a 18 mesi di prigione,sospesi, per “abuso di fondi pubblici”.

    I governi occidentali e i loro servili mezzi di comunicazione per quasi un anno hanno grossolanamente distorto la realtà delle violenze e del conflitto in Siria, allo scopo di destabilizzare l’alleanza tra Damasco e Teheran.

    Il presidente Bachar Al-Assad è stato continuamente accusatodi “massacrare” il suo popolo. Tuttavia le evidenze che si stanno accumulando, indicano che le azioni delle sue forze governative sono volte innanzitutto a proteggere la popolazione civile dai gruppi terroristici armati e guidati dagli Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Israele, Turchia e le monarchie del Golfo-affiliate ad Al-Quaeda.

    La campagna di demonizzazione del governo siriano ormai ha raggiunto vette piuttosto risibili,presentando la signora Assad come un’”insensibile drogata dello shopping” che deve essere messa al bando dalle strade principali di tutte le civiltà decenti e rispettose della legge.

    L’ironia della cosa risiede nel fatto che questo gesto derisorio e cinico dell’Unione Europea dovrebbe in realtà applicarsi ai veri criminali di guerra.

    Ci sono prove a sufficienza per condannare leaders vecchi e nuovi statunitensi ed europei per crimini di guerra e crimini contro l’umanità, relativamente alle aggressioni militari in Afghanistan, Iraq, Libia e, d’ora in avanti, Iran.

    Sanzioni contro Michelle Obama, Samantha Cameron e Carla Bruni, sulla base di atti illegali e criminali,avrebbero molto più senso.

  • avatar

    CENTRO DI IGIENE MENTALE
    TEST DI SALUTE PSICOFISICA

    Problema

    Si hanno 1900 miliardi di euro di debiti, e i provvedimenti del governo comportano:

    a) diminuzione dell’occupazione (con il “licenziamento facile”);

    b) diminuzione dei consumi (con l’aumento dell’IVA);

    c) diminuzione del PIL;

    d) aumentano le tasse;

    c) aumentano i tassi passivi pagati dallo Stato sul debito pubblico (“spread”).

    Rispondi alle seguenti domande:

    1) La torta della ricchezza nazionale aumenta o diminuisce?
    2) Se le tasse aumentano e il PIL diminuisce, qual è l’esito che ci si deve aspettare?
    3) Si può sapere in anticipo il giorno e l’ora della bancarotta?
    4) Il sistema bancario-finanziario è coinvolto nel tracollo finale?
    5) Se le cose stanno così occorre un ragioniere per governare?
    6) Le teorie economiche sono scientifiche solo ex post oppure anche ex ante?
    7) Qual è il nome del meteorite che già tre anni fa ormai, ha colpito l’economia planetaria, producendo la crisi finanziaria? [risposta per testare la memoria storica]
    8) Se la collettività è governata dai mercati allora la Democrazia è un vecchio mito greco? [risposta facoltativa a carattere storiografico];
    9) In quale libro del Vecchio Testamento sono scritte le odierne regole della finanza globale?
    10) Cosa viene prima? L’economia o la vita della gente? [risposta facoltativa, dilemma morale];
    11) Qual è la procedura per nazionalizzare le banche e uscire dall’euro?
    12) Una dittatura si caratterizza per i carri armati in piazza, oppure per un gabelliere di stato, che mette all’asta la prima-unica casa dei cittadini, dopo aver scritto ipoteca, anche per un solo euro di debito?
    13) Se in Tibet si danno fuoco i monaci buddisti per l’oppressione cinese a Bologna si danno fuoco i _____________ per l’oppressione di _____________? [risposta facoltativa, legata all'attualità]
    14) Il conflitto d’interessi ha un ruolo nella legge elettorale “porcellum” e nella creazione di un ceto parlamentare nominalizio ora a capo del Paese? [domanda "politicamente scorretta", facoltativa la risposta]
    15) Perchè il popolo italiano è così ignavo? [domanda provocatoria, risposta aperta, max 20 pagine per la risposta].

  • avatar

    l’Argentina

    “L´argentina ha avuto il coraggio di disfarsi di questi avvoltoi ”

    è un paese enorme con risorse enormi

    possiamo sapere che si sono detti prima del default?

    di sicuro il peso è finito sulle spalle dei piccoli risparmiatori di tutto il mondo che hanno comprato quelle cambiali e che non incasseranno per altri trent’anni. se li prendono.

    noi di enorme abbiamo solo la popolazione
    per altro neache tanto intelligente

  • avatar

    MONDO CRAVATTARO

    Scusate: ma da dove devono venire questi investimenti in Italia? E il porta babbo natale o la befana il 6 gennaio?!?

    Se vedete troppi cinesi in giro iniziate a grattarvi gli zebedie perchè vuol dire che saremo davvero arrivati alla frutta, anzi senzA neanche più quella!

  • avatar

    Ma cosa è successo al blog?
    L’ultimo commento che riesco a leggere risale alle ore 04:24.
    Ditemi che non sono i postumi del pesce d’aprile.

  • avatar

    DIZIONARIO DEI SINONIMI E DEI CONTRARI

    banchiere: parassita, cravattaro, speculatore, sfruttatore, assassino, succhiasangue, vampiro, mariuolo, ladro, 1%, “i mercati”, sobrio rapace…

  • avatar

    adesso

    “Ho avuto anch’io questa impressione vedendo quella megera dell’aNNUNZIATA A RAI 3!!!
    infine rEPORT contro i ladri di polli e nulla contro i grandi scarafaggi
    Ho preso il televisore e l’ho gettato dalla finestra.”
    Giampiero aprile 1st, 2012 alle 22:50

    hanno tutti paura di finire a spasso

    io il televisore l’ho buttato trent’anni fa ma non lo quardavo più da altri dieci

  • avatar

    LE PERVERSIONI DI QUESTO STATO DI ARIBITRIO

    Se non si saprà per tempo l’aliquota dell’IMU giusta, si pagherà quella base.

    Si dimenticherà la cosa…

    …sinchè equitalia non si farà viva, qualche anno dopo, con la richiesta della differenza dovuta, ricaricata di aggio, mora, tasse, sovratasse, interessi maturati; e se la notifica l’avrà presa il portiere e dimenticata, o qualcuno che vi vuol male (il messo lascia a chiunque!!!), entro 18 mesi, con l’esecutività, la prima-unica casa sarà messa all’asta, in svendita!

  • avatar

    L’Italia sta andando in putrefazione…

  • avatar

    Dunque, chiariamo: alle società hanno concesso incentivi enormi, eccessivi, che hanno portato a ecomostri e infiltrtazioni mafiose e lì devono tagliare. Per i privati è un altro discorso da vedersi.

  • avatar

    se fossi pirata

    “Sì, se fossi un pirata avrei bisogno di una copertura che mi renda insospettabile e che mi consenta di buttare ie armi in acqua casomai le cose si mettessero male … ”
    St.ron.zio 90 aprile 2nd, 2012 alle 00:55

    appese alla fune

  • avatar

    Se si chiama rimborso elettorale, perchè in mano ai partiti esistenti, passati, vivi, e morti, restano miliardi di euro di surplus?

    A questo punto, bisogna dire che si è per la politica sostenuta dallo stato per evitare che sia fattibile, solo dai ricchi, come B.
    (Un po’ come quando si critica la politica dello stato d’Israele, e poi ci si deve affrettare a specificare che non si è antisemiti!)
    Ormai siamo nell’era avvocatizia, oltre che nominalizia, un’era del pretesto, e del sofisma, in cui la malafede, il dire/smentire e l’ignavia, sono come la pietra angolare della comunicazione mediatica!
    Solo che mentre si crea un monte di chiacchiere chi non ha la rendita o un reddito garantito, va a fondo!

  • avatar

    Il Belpaese è in mano a professori allo sbaraglio? Stanno facendo un esperimento per verificare quel che c’è nei manuali di economia politica? Vogliono scoprire se quello che insegnano, rispetta le regole della correlazione, delle catene di cause-effetto, oppure se tutto si muova socialmente, geopoliticamente, in modo casuale, e nessuno controla nulla, e che il “mercato” è solo un mito, una diceria, un costrutto privo di riferimenti empirici?

  • avatar

    :!:

    Intanto bERSANI continua a fare il FINTO TONTO mentre prende tempo e in cuor suo ha una sola certezza, quella di non volere la crisi di questo a suo parere, validissimo governo.

    Ormai si è visto dove questa banda di banchieri ladri vuole andare a rubare, i bliz della finanza altro non sono che fumo negli occhi dei cittadini per nascondere la volontà di colpire seriamente gli evasori….

    si è visto che questa banda di banchieri lestofanti vuole ridurre la spesa pubblica, i servizi al cittadino, licenziando i dipendenti pubblici, per mettere le mani sui salari di questi ultimi e non dover toccare i privilegi delle banche con provvedimenti tipo la tobin tax…

    si è visto che questa banda di banchieri assassini non si preoccupano neanche delle piccole imprese nonostante che imprenditori ROVINATI DALLE STESSE BANCHE, stiano suicidandosi per il forte disagio…

    MA bERSANI? DOVE CA220 è bERSANI? PERCHE’ CONTINUA AD APPOGGIARE QUESTA BANDA DI CRIMINALI CHE NEANCHE TOTO’ RIINA INSIEME A PROVENZANO SONO CAPACI DI IMITARE IN QUANTO A DANNI?

    bERSANIIIIIIIIIIIIIIIIIII TRADITORE DEL POPOLOOOOOOOOOOOOOO!!!!
    DOVE CA220 SEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII????

    Continua a fare il finto tonto non vorrei avere la tua fetida coscienza!!!

  • avatar

    La Società Dei Magnaccioni Roma

    Ma che ce frega, ma che ce importa,
    se l’oste ar vino c’ha messo l’acqua,
    e noi je dimo, e noi je famo,
    c’hai messo l’acqua, e nun te pagamo, ma però,
    noi semo quelli, che ja risponnemo n’coro,
    è mejo er vino de li Castelli
    che de sta zozza società.

    Ce piacciono li polli, l’abbacchi e le galline,
    perchè so senza spine,
    nun so come er baccalà.
    La società de li magnaccioni,
    la società de la gioventù,
    a noi ce piace de magna’ e beve,
    e nun ce piace de lavora’.

    Quando un Paese mette al proprio vertici, dei “raccomandati” (in politica i “nominati”, negli altri posti apicali manager e funzionari spartitocratici), allora le scelte che si fanno, sono conseguenti alle loro storie personali, segue la fedeltà ai padrini ( tipo B) e ai clan, si implementano le corruttele, si generano le cricche, a livello sociale aumenta l’entropia e il caos.
    Non si gestisce più il bene comune. L’interesse pubblico suscita ilarità. Si sistemano figli e nipoti. Soldi facili. Mentre gli altri vanno a picco.

  • avatar

    :?: STAFF desaparecido ? Non ditemi che è il vostro ‘pesce d’aprile’ :!:

  • avatar

    Indipendemente dalla posizione politica, si dovrebbe essere capaci, tutti, di riconoscere meriti e demerititi dei politici, ora io non vorrei essere petulante ma, Berlusconi, il grande cervello eliminò l’ici per la prima casa, PRODI, invece ridusse l’ici soltanto per la prima casa, mi pare evidente la notevole differenza tra i due. PRODI ridusse il debito pubblico. Berlusconi lo ha incrementato ma, ad ogno modo la fantastica idea di togliere l’ici ci costringe a pagare l’imu.
    Mussolini disse che gli Italiani dovevano essere trattati come asini, ogni tanto a leggere i post mi sembra che qualcuno ci tratti ancora così

  • avatar

    Caro Tonino, se lo strumento della decretazione è la possibilità di evitare ostruzionismo fine a se stesso, ben stà! Sappiamo tutti che l’ostruzionismo,a volte, viene usato per rallentare, allungare i lavori parlamentari volti all’approvazione di leggi che la minoranza non vorrebbe approvate. Giuste o sbagliate che siano, ci sono delle regole e devono valere per tutti. Questa è, per me, democrazia! D’altra parte è democrazia, la facoltà dell’alternanza. Il problema, semmai, è avere proposte alternative credibili e valide, attorno alle quali raccogliere il consenso per sè e il dissenzo per gli altri. Anche la protesta CIVILE(in tutti i sensi) può far diventare maggioranza nel paese quel che è minoranza in parlamento; è sempre problema di proposte alternative credibili e valide. Per altro, il consenso al Prof. gli deriva dalla paura (la prospettiva del baratro) e dalla elevata sfiducia in una classe dirigente, ed in particolare quella politica, di questo Paese,autoreferenziale ed autorigeneratrice fuori da ogni criterio meritocratico.

  • avatar

    Godo tantissimo a constatare che esiste ancora tanta gente che legge e si interessa con passione alle vicende di questa Italia di oggi, cercando di scovare uno spiraglio per poter uscire dalla cappa tenebrosa di questo sottile e tentacolare regime che l’alleanza della partitocrazia con i “chierici” ci ha regalato. Sembra che tutto si sia sfasciato, ma la storia ci insegna che, quando si sta per toccare il fondo, si ritorna a galla verso la rinascita. I partiti politici, le ‘lobbies’, le cricche, le cosche mafiose, le caste irrinunciatarie, la massoneria deviata, la Chiesa simoniaca, i poteri forti, gli evasori, i corrotti, i politicanti e i loro caudatari, … E’ una sequela indefinibile di gruppi di potere e dei loro satelliti che strangolano questo Paese e ne impediscono il degno sviluppo. Però, io al primo posto pongo l’ignoranza delle masse italiane, ignorantizzate da un disegno premeditato a tavolino dai detti gruppi di potere, ed il loro individualismo, menefreghismo ed antinazionalismo! Ecco perché godo a constatare che così tanti concittadini cercano disperatamente di uscire dalla cappa descritta! L’IdV, con i suoi valori, dovrà continuare a lottare e a fare seria opposizione senza stancarsi! E ci vorranno tanti anni ancora perché la gente si svegli e capisca chi sono gli untori di questo Paese!!

  • avatar

    ai milionari che non hanno nessun merito perchè sono nati gia milionari: che bello siamo nati. potevamo morire di aborto o non essere nella lista delle nascite, invece siamo qui, a vivere la nostra vita che i più forti vogliono controllare. non possiamo scegliere niente, siamo degli schiavi che devono rendere conto al padrone. chi non ha la fortuna di nascere ricco, deve lavorare per vivere e va bene, ma se chi ha milioni di € deve decidere che non ho diritto neanche ad avere un lavoro per poter vivere da essere umano(anche se non ho milioni sono un essere umano) non lo sopporto.
    perchè non facciamo cambio venite a casa mia !!!!!!!!!!! io mi trsferirò nelle vostre case saro riverita ,mi faro dare da mangiare dagli schiavi moderni. darò ordini a tutti e vi toglierò la sicurezza di un lavoro,tanto è noioso, vi farò finire in strada come i barboni, e vi guarderò come se foste delle bestie proprio come fate voi con noi poveri mortali. (e smettetela di scandalizarvi se un essere umano che non nasce gia ricco sfoga tutta la sua disperazione)

  • avatar

    Aung San Suu Kyi , che donna!!!!!!!!!!

  • avatar

    sì questo è proprio un pesce d’aprile

  • avatar

    Beato tu tonino, con tutti i soldi che c’hai fai la bella vita. Io guadagno 1.200 euro netti al mese, per circa 45 ore di lavoro a settimana. Mia moglie mi mette le corna, e io non ho nemmeno i soldi per affrontare un ipotetico divorzio. Un mio amico avvocato mi ha detto che se me ne vado, oltre a dover pagare le 430 euro di mutuo, in base al mio reddito, devo passare gli alimenti per lei e la mia adorata figlia, altri 450 euro circa. In pratica io dovrei farmi una vita nuova con 330 euro al mese. Praticamente sono l’esempio vivente di operaio cornuto e mazziato. Speriamo che almeno mia figlia non diventi troia quanto la madre. Scusate lo sfogo!

  • avatar

    riforme

    vedi se fanno questa

    il passaggio di proprietà di un’autovetura usata costa come quella di nuova immatricolazione

    costa più il paggaggio dell’auto

    i nostri commercialisti della politica sarebbero da bruciare solo per questo

  • avatar

    è una offesa all’intelligenza

    per questo sono da rogo

  • avatar

    o da daga

    i romani sapevano bene perchè l’anno inventata

    è da corpo a corpo e puoi smanettare bene

  • avatar

    Certo che è veramente ridicolo dare la colpa a Monti dei mali italiani. Sta cominciando a cercare di fare qualcosa e tutti contro. Ogni piccola proposta di cambiamento è ostacolata in tutti i modi. Secondo lei, on. Di Pietro, il governo Monti dovrebbe mettere in atto misure draconiane. Come non si capisce visto che ogni minima proposta di cambiamento viene ostacolata in tutti i modi. In un parlamento totalmente in mano al vecchio governo come dovrebbe fare mai quello che lei propone?
    E i risultati sono davanti agli occhi di tutti ogni giorno.
    Accolgo con favore ogni minima cosa, e spero che finalmente gli italiani si sveglino dal tiorpore e alle prossime elezioni eleggano una classe politica diversa da questo obbrobrio.

  • avatar

    Caro Elson
    è stato interessante leggere da una persona sicuramente di grande esperienza imprenditoriale la ricetta per rendere produttiva un’azienda. Ancora più interessante venire finalmente a conoscenza che la riforma proposta dalla Fornero darebbe il via libera a qualunque tipo di licenziamento.
    Saluti
    @ Elson Carefading:

  • avatar

    BERLUSCONI..forewer??

    L’Italia é in grave e pericoloso stato ^confusionale^!
    In pochi mesi..di..mediocre governo..sia pure di riconquistata dignità internazionale..gli Italiani hanno dimenticato quali fossero e quali siano le legittime e dovute speranze e aspettative .con le quali..eravamo riusciti ad ottenere di essere ^LIBERATI^ da Silvio Berlusconi.
    Essere..^ L I B E R A T I ^ dal nostro c.d. GARANTE costituzionale..per evitare l’ormai imminente e incombente pericolo di FALLIMENTO..di..^default!^​.
    La invenzione/​soluzione di un Prof. Senatore a vita con altri professori ,..nominati..investiti..però..non avrebbero dovuto fare dimenticare che di situazione al limite di costituzionalità , provvisoria ed eccezionale..si trattava ..in attesa di normalizzare ..la realtà..^SPUT*TANATA^.( in tutti i sensi )..per ritornare e rientrare nella normalità e moralità..al puiù presto.!
    Nessuno sperava in ^miracoli^..ma..in..progre​ssiva normalizzazione..SI.!
    Ovviamente , aspettandosi..sacrifici..m​a soprattutto provvedimenti per la ripresa e soprattutto per la normalizzazione della LEGALITA’ e della moralità!
    Siamo un PAESE senza più..^LEGGE^..senza..giust​izia..senza la normale..comune..universal​e..NORMALITA’..legalità..m​oralità..!

    La POLITICA..i..PARTITI..la MALAVITOSITA’..la..VATICAN​osità..l’arroganze degli ^evasori^..delle stesse solite..CASTE..e..inoltre.​.con alcune di loro..^le BANCHE..^..nel ruolo di nuova ..MAFIA!..

    ..e..le..statistiche e le indagini di ^gradimento e simpatia..^..segnano..MONT​I ..^forewer!^..!?

    Da Palazzo CHIGI..al..QUIRINALE!..?

    ..e..senza più..alcuna..vera..OPPOSIZ​IONE!

    Povera Italia..e..Italiani!

    lewis34venezia

    INAUDITO..!..

  • avatar

    BURATTINI E BURATTINAI

    Così Di Pietro, e i suoi collaboratori, ancor ora sono presi, probabilmente, dal convegno, svolto oggi. Peraltro, interrotto dai neo-fascisti, con tanto di striscione.

    I veri colpevoli, anche oggi, sono quelli che nell’ombra, strumentalizzano questi giovani: li mandano avanti, mentre i vecchi volponi mirano…. ad un posto di nominato in parlamento? ad una fetta dei consensi elettorali degli sbandati, che stanno perdendo lavoro, casa e famiglia, nella crisi?

    La gente quando perde i riferimenti della quotidianità, e quindi per la propria vita, diventa pericolosa.

    Fuoriesce dalle regole, che la “conteneva”, sulla base di stabili e prevedibili punizioni e ricompense. E può compiere “la qualunque”… i fascisti di oggi, contano ancora su questa confusione, e mancanza di riferimenti stabili?!?

  • avatar

    LA VITA SOCIALE RENDE PIU’ VERE LE CREDENZE CHE LE ESPERIENZE QUOTIDIANE?

    Uno studio di Bankitalia (facendo “outing”?) dice che in Italia, i dieci più ricchi, possiedono quanto i tre milioni più poveri!

    Continuo a chiedermi, come la gente, non s’accorga, che le promesse di remunerazione dei propri risparmi, siano contrastate dall’inflazione, dalle tasse, e da qualunque accidente, sino a che si ritrova sempre dalla parte del debito. Nell’economia del debito, l’interesse divora sistematicamente il capitale. Si è su un tapirulan, che però incrementa nel tempo, la sua velocità sino a scalzarti!

    Gli unici che se la “cavano”, sono impegnati in corruttele e cricche nel sottobosco politico-economico italiota. In che percentuale sono sanzionati?

    Il capitale viene sistematicamente divorato. Così vivono bene, i ricchi e quelli che sanno che “di doman non v’è certezza”. Questi ultimi, non sono ricchi, non incamerano fondi più ampi del loro fabbisogno, ma non si lasciano neanche depredare dallo Stato.
    Come coloro a cui un brutto giorno, arriva la notifica a casa di equitalia, che senza neanche troppa chiarezza, chiede di svenarsi! I banchieri, gli azionisti dei succhiasangue bancario, si che se la cavano! La Bce ha inventato solo per loro 1000 miliardi all’1%, che hanno ricaricato sull’erario italiano, con la lievitazione dello spread! Qual l’Etica pratica che ne emerge?

    Che senso ha per esempio, fare l’artigiano, o l’imprenditore, per 30 anni, onestamente, dando da mangiare alla propria famiglia e a quella dei dipendenti, se poi una banca chiede l’immediato rientro di poche migliaia di euro facendoti fallire nel 2012?

    La visione bancaria di Monti sta dettando legge, in modo chiaro, stavolta. Nei decenni precedenti, erano al potere burattini del mondo finanziario. Oggi abbiamo la soddisfazione di guardar in faccia l’artefice. Significa pure che la situazione è sull’orlo del baratro.

    Sebbene la banca affondi le sue radici nella Storia dei secoli passati è con la Fed statunitense, e con la fine dell’800, che l’istituzione della banca centrale si pone al vertice della realtà sociale globale, e con essa il ceto cosmopolita dei banchieri.

    Ed eccoli, gli esiti… la gente vive una realtà fantasmatica. Confonde aspettative, promesse, desideri, prefigurazioni… e contanti! Confonde la propria visione con la vita, con quella che vive realmente.

    Sinchè c’era quella risorsa rara, ch’è l’oro, a rendere visibile la ricchezza, i cavò delle banche contenevano qualcosa di consistente. Ora è la cina, a detenere la più grande riserva di dollari del mondo. Che gli USA continuano a stampare, e a spendere. (“Io dò carta a te tu dai beni e servizi a me!”)

    La cina usa questi pezzi di carta filigranata per farci la sua non dichiarata guerra (commerciale), che in Italia interpretano, con la risposta cinesizzante della cancellazione dell’art.18. La cina si sta annettendo il mondo attraverso l’acquisto del debito pubblico, senza colpo ferire. L’ha già fatto con zone dell’Africa e con la Grecia.

    Il nocciolo della faccenda è che alle lezioni di economia politica, viene predicata la “religione capitalistica”, spacciandola per “scienza”. Chi si occupa dei bilanci è più scientifico, di chi pretende ci controllare l’economia reale. Persino nel falsificarli, come B!

    Le banche non sono più commerciali, ma speculative. Non fanno più credito, rinnegano la loro unica ragion d’essere sistemica, ora fanno cartello per far salire il differenziale sul debito pubblico con la Germania (“spread”). Lavorano per gli azionisti. Non per il sistema economico. Sono contro la società. Il popolo. Ecco perchè occorre nazionalizzarle, le banche!

    L’economia è soggetta a tanti e tali variabili indipendenti, che far una manovra recessiva da 40 miliardi di euro con 1900 di debito, è come una puntura di zanzara all’elefante! monti è solo un sobrio (e rapace) spot globale!

    L’esito di tale “campagna pubblicitaria” è l’immiserimento della popolazione, le tasse aggiuntive drenate dall’economia reale, sono ingoiate dallo spread, cioè le entrate aggiuntive, desertificano l’economia e i consumi delle famiglia, e vanno solo a rimpinguire i famigerati mercati, cioè le banche!

    Cioè singoli individui, virtualmente anonimi, e piccoli clan, peggiori delle peggiori mafie! Criminali in giacca e cravatta, che stabiliscono l’etica, e i loro salvacondotti. Fanno le regole (come quelle finanziarie), e loro sono le “eccezioni”.

    Sono delinquenti da smascherare, e scacciare dai luoghi apicali della vita sociale!

  • avatar

    Intanto bERSANI continua a fare il FINTO TONTO mentre prende tempo e in cuor suo ha una sola certezza, quella di non volere la crisi di questo a suo parere, validissimo governo.

    Ormai si è visto dove questa banda di banchieri ladri vuole andare a rubare, i bliz della finanza altro non sono che fumo negli occhi dei cittadini per nascondere la volontà di colpire seriamente gli evasori….

    si è visto che questa banda di banchieri lestofanti vuole ridurre la spesa pubblica, i servizi al cittadino, licenziando i dipendenti pubblici, per mettere le mani sui salari di questi ultimi e non dover toccare i privilegi delle banche con provvedimenti tipo la tobin tax…

    si è visto che questa banda di banchieri assassini non si preoccupano neanche delle piccole imprese nonostante che imprenditori ROVINATI DALLE STESSE BANCHE, stiano suicidandosi per il forte disagio…

    MA bERSANI? DOVE CA220 è bERSANI? PERCHE’ CONTINUA AD APPOGGIARE QUESTA BANDA DI CRIMINALI CHE NEANCHE TOTO’ RIINA INSIEME A PROVENZANO SONO CAPACI DI IMITARE IN QUANTO A DANNI?

    bERSANIIIIIIIIIIIIIIIIIII TRADITORE DEL POPOLOOOOOOOOOOOOOO!!!!
    DOVE CA220 SEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII????

    Continua a fare il finto tonto non vorrei avere la tua fetida coscienza!!!

  • avatar

    Crolla il mercato auto, vendite -26,7%. Mai così male da 32 anni. Fiat a -35,6

    …ma gli azionisti della fiat, non hanno ancora compreso, che se un monti con 40 miliardi di tasse fa uno spot per abbassare lo spread, un sergio minchionne, con la politica antisindacale, deprime l’immagine e le vendite delle auto, della multinazionale ex-torinese? altro che spot della panda!

  • avatar

    CONFORMISMO E SUPERFICIALITA’

    Oggi, in una fila, improvvisamente ho capito. Ho compreso la psicologia della gente, che viene condotta per mano, nel lager, alla camera a gas, allo stesso modo in cui è in una fila irrazionale, presso un ufficio pubblico. Ho concluso che l’art. 18 bisognerebbe cancellarlo, ma solo per il settore pubblico, anche per combattere ad armi pari il malaffare, specialmente al Sud.

    Tutti accettano tutto, perchè tutti preferiscono non farsi notare. E’ il conformismo.
    Vale anche per gli italiani portati al macello sociale, dai vari governi, sino a quello attuale, che non è da meno. Le frange minoritarie che si ribellano, sono considerate bizzarre o strambe. “Gente strana con le bizze?” Nessuno si oppone mai in un gruppo. Beeeeeeeeeee!

    Tutti delegano. Si guardano intorno. Preferiscono attendere gli eventi, piuttosto che chiedere. Tanto lo faranno gli altri, prima o poi, no?

  • avatar

    Di Pietro, come vedi, le occasioni per contrastare le bestialità del governo Monti, e della Fornero, non mancano.

    La soluzione agli esodati proposta da Polillo, ne è la prova.

    Se la sua ipotesi è minimamente praticabile, avrebbe messo, politicamente parlando, la Fornero nei guai.

    “Marcegaglia”, infatti, ed il PDL, ovvero Alfano-Berlusconi, con Casini e quella nutrita parte centrista del PD (ovvero gli imprenditori che contano di più), le hanno dato il potere che ha, alla Fornero, per licenziare, non per ritrovarsi nell’imbarazzante ipotesi di dover “riassumere” addirittura 350.000 dipendenti!
    Sarebbe il fallimento conclamato, per la Fornero!
    Rea di essersi fatta sfuggire la situazione di mano.
    E fallimento tutto meritato.

    La soluzione di Polillo, in molti casi, più che con una riassunzione, immagino potrebbe portare ad un rilancio dell’offerta.
    Meglio, ad esempio, per un imprenditore, pagare altri 12, 24 mesi di incentivo a 1.200 euro, che 12, 24 mesi di stipendio pieno (netto + contributi previdenziali + tasse + più costi di gestione del personale, eccetera).

    Tu, che daresti a vedere di essere opposizione (proprio bene bene, non si capisce nemmeno), potresti dare una consistente mano, agli esodati, sottoponendo all’avvocatura dell’IdV, alcuni “casi tipo”.
    Non c’è affatto bisogno, infatti, di avviare 350.000 cause/ricorsi: basterà esaminare dei casi presi a modello. Se sarà reintegro per questi, sarà, gioco forza, reintegro per tutti.

    Come vedi, a volerla fare per davvero, l’opposizione, le occasioni non mancano!

  • avatar

    Il baratro ? Anche monti mente.
    Lo dicono quasi tutti ormai,però,subito dopo ci vengono a dire che monti va bene così,tutti,da destra a sinistra con due soli distinguo,quelli tradizionali.
    Ma allora solo monti è impazzito ?
    In quanto al napolitano maglio sorvolare.

  • avatar

    Certo che quando un governo riesce a scontentare contemporaneamente l´estrema sinistra e l´estrema destra, facendo loro dire piu´o meno le stesse cose e´chiaro per chi parteggia.

    In Italia le uniche categorie che sopravvivono bene sono:
    1) Banchieri
    2) Politici
    3) Pompe funebri (prevedo un raddoppio del fatturato se la politica del dott. Monti prosegue sulla stessa strada.)

  • avatar

    Cercare una ulteriore ripresa… economica, è un momento un
    pò ‘amorfo’, eh, prendere esempio anche da imprenditori,
    ‘rana’ col tortellino…, non l’ha mandato a dire, ha fatto un buon lavoro
    parliamone pure… con qualcuno però, perchè
    se di già non interessano gli argomenti,
    pazienza… e vediamo comunque di andare e di risolvere
    i problemi…, ( : nel modo migliore, a presto, grazie.

  • avatar

    Il nipotino di Milton Friedman sta agendo con circospezione tutelato dai partiti armati dagli Italiani PDLl=PD e spiccioli, purtroppo per lui e per loro in molti hanno capito cosa stanno facendo, il tutto è orchestrato dalle multinazionali, dalle banche, e da quei furbetti economisti sparsi per il mondo che sono la covata del capostipite Freadman, è ormai chiaro che vogliono utilizzare la situazione per creare i presupposti per accentrare in poche mani la ricchezza mondiale e aumentare i profitti, attuando la politica dei Chicago boys, e questo purtroppo passa attraverso l’abbattimento dei diritti delle persone, del loro benessere sociale e materiale, ne consegue privatizzzazioni selvaggie per pochi soldi delle aziende dello Stato, liberalizzazioni estreme senza regole, delocalizzazioni delle attività industriali nei paesi dove esiste la schivitù, impoverimento delle persone, disgregazione dello stato sociale e tutto per aumentare i profitti nelle mani di pochi, e la cosa peggiore è che non sono ancora arrivati in fondo, hanno timore a forzare la mano come hanno fatto in passato e in molte circostanze.
    Sappiano però, che potrebbe arrivare il momento di saldare il conto che ormai è salatissimo.

  • avatar

    la più bella

    “Tra tante ingiustizie c’è una cosa che mi sembra giusta.
    L’uomo più ricco d’Italia è Michele Ferrero.
    L’inventore della Nutella.
    Un genio.”
    ppbovio aprile 2nd, 2012 alle 09:42

    con questa istituiamo il concorso “la più bella del giorno”

    complimenti al nostro carissimo Alpino

  • avatar

    censura

    operaio aprile 2nd, 2012 alle 18:36

    non te l’hanno censurata

    che cattivi che perfidi

Scrivi un commento

:D :) :o :eek: :( :lol: :wink: :arrow: :idea: :?: :!: :evil: :p

-->