Facebook YouTube Biografia Scrivimi
Video

Il ministro Fornero deve dimettersi.

Facebook
Google
Twitter
37
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url: http://bit.ly/L6xB6z

Il ministro Fornero deve dimettersi. Se avesse un minimo senso delle istituzioni lo farebbe da sola. Dal momento che ad assumersi le proprie responsabilità non ci pensa per niente, l’Italia dei Valori ha presentato una mozione di sfiducia per costringerla a farlo.
Il ministro Fornero non deve dimettersi per le scelte politiche sue e del governo di cui fa parte. Noi non condividiamo in nulla quelle scelte, le riteniamo sbagliate e per questo non votiamo la fiducia al governo, ma non ci permetteremmo mai di chiedere per questo le dimissioni di un singolo ministro.
La professoressa Fornero deve andarsene perché ha dimostrato di essere una incompetente e di saper fare, come ministro del Welfare, solo danni enormi.
La vicenda degli esodati è stata gestita disastrosamente in tutte le sue fasi. Il ministro ha tradito un patto fatto dallo Stato con centinaia di migliaia di lavoratori, che avevano scelto di lasciare il lavoro in cambio di un impegno preciso, e li ha lasciati in mezzo a una strada, senza più lavoro né pensione.
Ma il peggio è arrivato quando il governo si è reso contro del disastro combinato. A quel punto, invece di comunicare le cifre ufficiali del problema come noi chiedevamo e di affrontarlo in maniera seria, il ministro ha iniziato a mentire e a negare la realtà, preoccupata di nascondere il guaio invece che di risolverlo.
Quando dico le “cifre” non intendo solo il numero reale degli esodati, ma anche i tempi diversi in cui le diverse fasce di lavoratori in questa condizione si troveranno nella terra di nessuno, senza più alcun reddito, e dunque la durata di questa fase per ciascuna fascia. Messe così le cose, sarebbe possibile cercare seriamente i fondi necessari per risolvere la situazione. Il tentativo del ministro di nascondere la polvere sotto il tappeto la rende invece irresolubile.
Quello degli esodati non è il solo sbaglio della signora Fornero. Il congelamento delle entrate in pensione ha impedito a circa 800mila giovani di subentrare, rendendo così la situazione catastrofica sul fronte della disoccupazione e in particolare della disoccupazione giovanile.
L’accanimento sull’art.18, una controriforma la cui inutilità è stata riconfermata anche ieri dai vertici di Confartigianato, ha danneggiato profondamente i lavoratori senza portare alcun giovamento all’economia e anzi creando i presupposti per aumentare ancora il numero dei disoccupati.
Per queste ragioni l’Italia dei Valori chiede la sfiducia per un ministro del Welfare che ha saputo solo moltiplicare il numero dei disoccupati, diffondere disperazione tra le fasce sociali più deboli e mentire al Paese.

-->