Italia dei Valori Facebook Twitter YouTube Biografia NewsLetter Scrivimi
Video

La Fornero se ne deve andare

Facebook
Google
Twitter
70
Stampa Articolo Stampa Articolo Invia ad un amico Invia ad un amico
           Short Url: http://bit.ly/KxQrze

In qualsiasi Paese del mondo, con governi tecnici, politici, istituzionali e di qualsiasi altro tipo, il Ministro Elsa Fornero avrebbe già rassegnato le dimissioni e il presidente del Consiglio le avrebbe prontamente accolte.
La professoressa Fornero dovrebbe dimettersi prima di tutto perché ha presentato un compito pieno di strafalcioni, il peggiore dei quali lascia senza reddito 400 mila persone. Sono sicurissimo che lei boccerebbe uno studente che arrivasse agli esami con una simile prova. Bene, si ricordi che  per le persone serie è un obbligo essere severe con se stesse prima e più che con gli altri.
esodata La Fornero se ne deve andare

Il ministro dovrebbe presentare le sue dimissioni anche perché in questi mesi ha fatto il possibile per confondere le acque: ha sparato cifre a vanvera, le ha confermate, poi le ha smentite, alla fine ha ammesso l’errore ma senza mai decidersi a quantificarlo. Si è comportata esattamente come avrebbe fatto al suo posto Berlusconi, usando gli strumenti tipici non dei tecnici ma dei guitti.
Il ministro se ne dovrebbe andare, infine, perché quando ieri l’Inps ha diffuso quelle cifre sul numero reale degli esodati, invece di confermarle o smentirle, ha fatto sapere che era furiosa con l’Inps, reo di aver rotto un vincolo di omertà semplicemente inimmaginabile tra persone, istituzioni ed enti che dovrebbero servire lo Stato e la collettività.
E’ sin troppo evidente che delle due l’una: o quelle cifre sono sbagliate, e allora deve dimettersi il presidente dell’Inps, o sono giuste e in questo caso la permanenza al ministero del Lavoro della signora Elsa Fornero è uno scandalo degno del peggior Berlusconi.
Non capisco come il Parlamento, dopo aver votato – ad esclusione di noi dell’IdV – leggi che stanno portando alla miseria i lavoratori e i pensionati, senza produrre nessun vantaggio per l’economia del Paese, possa ora accettare anche l’arroganza di questo ministro che, dopo aver combinato un disastro di simili proporzioni, fa finta di nulla e continua come prima e peggio di prima.


70 Commenti a “La Fornero se ne deve andare”

  • avatar

    Non sarei così severo sui numeri sbagliati della Fornero, volutamente o no. Anche i ministri sbagliano e noi ne sappiamo qualcosa a nostre spese. Si tratta di capire dove ci vuole portare la Fornero e il suo leader. Questa non è una crisi come quella del 30 in usa, pilotata dai soliti noti gruppi finanziari che sottrassero l’oro ai cittadini americani, pena la galera. O si?
    Cosa vuole da noi questo governo? Pagare il debito pubblico, che ha fatto il politico, con i risparmi dei cittadini? L’Italia, ossia noi, non possiamo pagare un debito enorme fatto dalla classe politica. Si faccia un concordato e chiudiamola, ma con facce nuove e nuove idee e programmi. Ci hanno stufato, ecco perchè nelle prossime elezioni la gente voterà M5S e a mio avviso fà bene.

  • avatar

    ”…in serata Fornero chiama a rapporto sia il Presidente Inps, Antonio Mastrapasqua, che il direttore generale Mauro Nori, per «deplorare» la diffusione di documenti parziali e non ufficiali. Poi con una nota ammette: «Il governo è consapevole che il provvedimento non esaurisce la platea di persone interessate alla salvaguardia come, in particolare, i lavoratori per i quali sono stati conclusi accordi…..” (dal messaggero)

    :eek:

    E’ chiaro che la Fornero sapesse del numero stratosferico degli esodati e che pretendesse omertà dai Dirigenti dell’Inps. Come è altrettanto chiaro che l’intento del Ministro era di procrastinare nel tempo la soluzione per non farla gravare sul bilancio di Stato. Allora il discorso va fatto fino in fondo: visto che è fuor di dubbio che la Fornero ha mentito, lo ha fatto di propria iniziativa o per conto di qualcuno che glielo ha imposto ? La domanda è: vi sembra possibile che la Fornero si sia comportata in tal modo se Monti non l’avesse preteso ? Vi sembra una ”tipa”che agisce senza il consenso preventivo del suo boss ? Monti l’ha scelta per la sua ottusa fedeltà piuttosto che per la sua competenza rivelatasi spesso lacunosa. A che serve chiedere le sue dimissioni senza chiederle anche a Monti ?

  • avatar

    I tecnici peggio dei politici. Adesso tocca a noi!
    Un tempo “loro” quando non volevano farsi capire, quando non sapevano cosa rispondere e come giustificarsi, insomma quando ci stavano fregando, salivano in cattedra e farfugliavano incomprensibili frasi in latino. Oggi il meccanismo è identico, la cattedra pure. C’è stata solo l’evoluzione del “politichese”. Dal latino, lingua morta e dei nostri padri, all’inglese, lingua globale e dei “loro” liberi mercati. Ma la sostanza non è cambiata: per indorarci la pillola usano ancora parole incomprensibili. Spread. Default. Fiscal compact. Spending review. Ma adesso, basta andare su Google per avere la traduzione in tempo reale: “Ci hanno messo nella merda, e per uscirne fuori a pagare saranno sempre i soliti noti!!!”. Al giorno d’oggi pure “loro” iniziano ad usare internet e i cittadini italiani, quelli che ancora sperano in una politica con la “P” maiuscola, armati di tastiera e mouse hanno preso sul serio l’invito del governo a segnalare gli sprechi dello Stato sul web. Dopo poche ore dall’apertura dell’apposita sezione “ESPRIMI LA TUA OPINIONE” – inserita nella pagina della spending review di “governo.it” – sono stati circa 40.000 gli italiani a rispondere alla chiamata. La media è di una mail ogni 4 secondi. Il popolo italiano ha ingenuamente abboccato all’amo, incassando un altro pesante smacco: “Loro”, proprio “loro”, chiedono ai cittadini di suggerirgli quali sono le spese da tagliare in un Paese dissanguato dai costi della “loro” politica, dei “loro” scandali e delle “loro” ruberie!? Proprio “loro”!? E’ come la volpe che chiede alle galline come è meglio lasciare la porta del pollaio, chiusa o aperta, tanto poi entra comunque!!! E’ l’ennesima presa in giro perpetrata ai danni dei “soliti noti”! Questi saranno pure tecnici, ma nel prenderci in giro non hanno nulla da invidiare ai politici! Comunque, il governo dei professori continua a scendere nei sondaggi con la stessa rapidità con cui aumenta le imposte e rincara la benzina! Incapace com’è di decidere, corre ai ripari assoldando altri “tecnici”, istituendo un’altra commissione con tanto di commissari straordinari e tutta quella pletora di risorse che una commissione comporta! Ma in Italia – ormai lo si sa un pò tutti – quando c’è una commissione di mezzo, difficilmente si quaglia qualcosa di concreto! Molto probabilmente quei minimi tagli alla spesa pubblica, semmai saranno, serviranno a malapena a “ripagare” commissione, commissari, segretari, ecc, ecc!!! Affidare, poi, l’incarico di tagliare ‘la spesa’ ad un super-pensionato a 32.000 euro al mese è stata una vera e propria provocazione nei confronti di chi deve campare con il suo misero stipendio dimezzato dall’euro ed eroso dall’inflazione! Ma tanto è! E lo Stato con una mano prende e con l’altra… pure, senza restituire nulla in termini di welfare e di servizi. Tanto a pagare sono sempre i “soliti noti”. Coloro che non hanno voce. Coloro che tirano fuori fino all’ultimo centesimo di tasse, zitti e mosca! Coloro che vivono nell’umiliazione di chi si vede costretto a ridurre il tenore di vita della propria famiglia. Coloro che sopravvivono nella disperazione di chi non riesce più ad alzare la testa perché quando lo fa non vede una classe dirigente che indica soluzioni, ma una casta di parolai abbarbicati ai propri privilegi. Le persone più fragili si disperano fino a togliersi la vita, perché il potere non li ascolta e quando parla non usa il linguaggio della speranza, ma quello della paura. Ma non può e non deve essere questa la soluzione. Adesso tocca a noi! Adesso tocca alla “genteperbene” di questo paese scendere in campo per ripristinare la legalità, la democrazia, la libertà e la giustizia sociale, per distinguere fra evasori totali con ville e yacht al “loro” seguito e poveri cristi che non ce la fanno più ad arrivare a fine mese e la cui unica colpa è stata quella di mettere su famiglia e di comprarsi una casa! E’ vero siamo al collasso: i consumi sono fermi, la disoccupazione in continuo aumento, il malessere sociale pure, il debito pubblico, poi, neanche a parlarne, con le banche che incassano, ma non prestano più soldi a nessuno, con l’energia più cara d’Europa e una macchina burocratica vecchia, farraginosa, obsoleta, ma costosissima! Una macchina che consuma troppo e non cammina più, impantanata com’è nelle sabbie mobili di ruberie, sprechi, privilegi, favoritismi, incompetenze, ingiustizie e corruzioni di ogni sorta e in ogni dove. Il motore è fuso! La carrozzeria ammaccata e arrugginita! L’autista troppo vecchio e ubriaco di potere per restare alla guida! Insomma, la macchina è cor-rotta e va rottamata al più presto assieme al conducente! Riparare questa, senza nessuna garanzia che poi possa rimettersi in moto, costa troppo ed è un rischio – oltre che un lusso – che non possiamo più permetterci! Necessita sostituirla. Ne serve una nuova. Bisogna che la “genteperbene” riprenda in mano il volante e si rimetta alla guida della macchina Italia!

  • avatar

    Non è uno scherzo, ormai il governo “tecnico” ha perso ogni sua credibilità. Non è sola la Fornero che deve dare le dimissioni. Lavoratori, esodati, professionisti, imprenditori, un intero paese, sono tutti disorientati per le continue contraddizioni dei governanti.

  • avatar

    “la gente

    voterà M5S e a mio avviso fà bene.”
    Peppino De Rosa giugno 12th, 2012 alle 13:10

    la gente farebbe bene a guardare dove sta per sedersi
    altri lo hanno fatto e sono caduti

    per il concordato …
    non ci sarà per un modo o per l’altro

    ciao

  • avatar

    “La domanda è: vi sembra possibile che la Fornero si sia comportata in tal modo se Monti non l’avesse preteso ? ”

    questa è dei primi di maggio:

    “il governo

    questo non è un governo di tecnici

    questo è un governo di un tecnico solo

    e si capisce: chi fa le cose è il solo Monti

    gli altri stanno ad annuire

    né servono tante persone per fare quei quattro tagli che ha fatto

    con i buchi che ha lasciato

    questa è opera di uno solo”

  • avatar

    Se l’Italia è veramente un Paese in crisi, non può sgravare l’ENI, l’ENEL, la FIAT, Poste Italiane, Trenitalia, ect, dal riassumere tutti gli esodati.
    Non possiamo caricarci di altri 30 miliardi di euro.

    Se avessimo avuto un sindacato appena decente, il reintegro sul posto di lavoro, sarebbe già stato predisposto.
    Ma dato che una buona percentuali di esodati, è legata al mondo sindacale, loro sono i primi ad opporsi a questa soluzione.

  • avatar

    Napolitano: l’euro va difeso, non decidono solo Francia e Germania «Il Consiglio europeo si impegni per i Paesi più indebitati»

    Mario Monti ha criticato seccamente le parole con cui il ministro delle Finanze austriaco ha accennato oggi alla possibilità che l’Italia ricorra a un piano di salvataggio europeo.
    ——-
    Nel mentre che “le Roi s’amuse”, ecco due Personaggi di spicco che si sentono il fiatone della storia addosso e con una tremenda necessità di guadagnare tempo, nell’imminenza di accadimenti epocali oramai vicinissimi ed inevitabili. Come ha esplicitato in questi giorni anche Cristine Lagarde sulla vicenda euro, hanno capito che i tempi dei tatticismi e del blandire stanno scadendo, e che occorre fare qualcosa….Ma il primo dice che ha le mani legate e spera di arrivare alla fine del suo settennato limitando i danni; il secondo vorrebbe fare e poi non vorrebbe, o meglio, non riesce a fare o non glielo lasciano fare….

    Dopo decenni di malgoverno che ha dissanguato e portato allo stremo il Paese, tanto da far dubitare di una sua rinascita in tempi di vacche grasse – figuriamoci ora con la crisi, la povertà, la disoccupazione che divampano e la batosta delle tasse – si trovano a dover affrontare la parte più difficile del passaggio senza più una cartuccia ancora buona da poter sparare, se non bordate di retorica per simulare e dissimulare la nudità loro, e del Paese.

    Decenni di malgoverno, di corruzione e della stessa, immutata casta politica – arrogante e presuntuosa – ci hanno addotti qui.

  • avatar

    @ Alberto Ragazzi: ”… questa è opera di uno solo ”

    :D

    L’hai spiegato così bene, che stavolta lo capiranno anche le pietre…

  • avatar

    Il mio pensiero è il seguente: La Fornero fa quello che chiede Monti e quelli che stanno dietro di lui. I dati che ha la Fornero non li ha inventati Lei, ma sono stati forniti da chi collabora con lei e cioè i dirigenti del Ministero, i quali, prima di passare i numeri relai al Ministro li “valutano” nel senso di addomesticarli per scopi vari, non ultimo quello di nascondere le inefficienze loro. Quello che dico è per esperienze vissute e vi racconto il fatto. Mi trovavo anni fa a preparare un briefing per il Ministro della Difesa e nel briefing emergeva che in un deposito vi erano un certo numero di mine anti-uomo che dovevano essere distrutte perché bandite. Chi doveva presentare in briefing (un generale di C.A. che poi è stato promosso ad un prestigioso incarico, ovviamente!), quando ha visto il numero reale ha obiettato:”Non possiamo presentare questa situazione. Dividiamo il numero per dieci”. Così è stato fatto. E’ ovvio che poi il ministro Fornero si trova in situazione di difficoltà. Non la giustifico perché dovrebbe prendere provvedimenti con chi le ha dato i numeri fasulli, anzi pubblicizzare quale è stata la fonte e non prendersela con INPS. Peggio sarebbe se la fonte fosse sua, ma ne dubito. In ogni caso, nel momento in cui sono emerse contestazioni (alcuni mesi or sono) avrebbe dovuto, per onestà intellettuale, fare chiarezza e confronti con le cifre del Ministero e dell’INPS. La differenza dei numeri è troppo evidente per non fare verifiche. Quello che dico è troppo logico e quindi nel mondo della politica italiana non verrà mai fatto! Non fa comodo!

  • avatar

    Peppino De Rosa Ha scritto:

    Non sarei così severo sui numeri sbagliati della Fornero, volutamente o no. Anche i ministri sbagliano e noi ne sappiamo qualcosa a nostre spese. Si tratta di capire dove ci vuole portare la Fornero e il suo leader. Questa non è una crisi come quella del 30 in usa, pilotata dai soliti noti gruppi finanziari che sottrassero l’oro ai cittadini americani, pena la galera. O si?
    Cosa vuole da noi questo governo? Pagare il debito pubblico, che ha fatto il politico, con i risparmi dei cittadini? L’Italia, ossia noi, non possiamo pagare un debito enorme fatto dalla classe politica. Si faccia un concordato e chiudiamola, ma con facce nuove e nuove idee e programmi. Ci hanno stufato, ecco perchè nelle prossime elezioni la gente voterà M5S e a mio avviso fà bene.

    Scusa ma secondo te dove ci vorrebbe portare una che lascerebbe tranquillamente sotto i ponti altri 300.000 lavoratori (con famiglie annesse)? Ricordiamo ancora il “REFUSO” quando la stessa Fornero voleva far passare di nascosto l’eliminazione dell’esenzione del Ticket per i disoccupati ? Lei (e Monti che l’ha scelta e la sostiene) hanno il preciso scopo di eliminare lo Stato Sociale, come detta il peggior liberismo selvaggio, e sapendo questo dove pensi che ci porterebbero, se avessero mani ancora più libere ? — Perché io vorrei far ancora ricordare che, qualdo si chiese a lei ed a Monti perché non andavano ad intaccare le pensioni d’oro (di manager statali e Parlamentari), i due risposero che non si possono toccare i diritti acquisiti. E secondo te aumentare da un giorno all’altro l’obbligo contributivo di 5 o 6 anni, provocando poi questa marea di esodati, non è agire su dei diritti acquisiti dei lavoratori (che sapevano di poter andare in pensione a 65 anni o con 35 anni di contributi) ?? —
    E’ la loro missione e finora non hanno fatto altro, levare soldi alle masse e poi, in nome del liberismo, si salvi chi può.
    E poi, se permetti, fossimo qui a criticare solo il loro agire in base all’ideologia liberista, capirei i dubbi, ma ci sono dei chiari risultati che non mi pare lascino dubbi; sbagliano sia di principio che di fatto, perché dopo sette mesi di Governo tecnico siamo messi peggio di prima e nel frattempo già hanno portato le tasse oltre il tollerabile e fatto diminuire il gettito fiscale perché la MAssa non ha più soldi da spendere. Sono stati sette mesi nei quali si sono seccate tante risorse e siamo sempre li, quali dubbi ancora vuoi avere ?

  • avatar

    Mia cara ministra, è chiaro il suo intendimento di confondere le idee al popolo italiano continuando a mentire. Lei ha annacquato, con le sue lacrime, un decreto con il quale ha ulteriormente impoverito gli ormai già poveri pensionati d’Italia. Sta continuando con il balletto delle cifre circa gli esodati. Sta minacciando il direttore dell’INPS per aver rese note le vere cifre degli esodati pensionabili. Ma cosa vuol fare di più a noi italiani? Lei, se non erro, è una donna del Piemonte. Per quanto mi riguarda è la persona meno adatta a ricoprire l’incarico che il presidente Monti le ha affidato. Le precedenti esperienze storiche, già note sin dal 1861, hanno abbondantemente dimostrato l’interesse di taluni ministri piemontesi a mantenere la disparità sociale a vantaggio della classe imprenditoriale ed industriale del nord. Lei, quale allieva indottrinata di tale cultura, sta mantenendo fede al ruolo assegnatole da poteri forti a lei vicino. Mi congratulo e le auguro un futuro sereno dopo questo intermezzo politico con il quale sta ulteriormente allargando la disparità sociale tra il nostro sud ed il suo nord. Auguri per il suo futuro….. mia cara professoressa.

  • avatar

    “Se avessimo avuto un sindacato appena decente, il reintegro sul posto di lavoro, sarebbe già stato predisposto.”
    gianfranco chiarello giugno 12th, 2012 alle 14:30

    Gianfranco,

    c’è di mezzo l’articolo 18

    ciao

  • avatar

    Peppino De Rosa, 12 giugno 2012, 13:10
    Non sarei così severo sui numeri sbagliati della Fornero, volutamente o no.

    E perché? Ma non è un tecnico? O non sarà invece un altro dei tecnici de noantri, che i numeri non li sbagliano solo quando li riguardano personalmente (forse per ché se li fanno dare da qualcuno più competente di loro).

    Aggiungo che già non vedo perché non si dovrebbe essere severi quando la lacrimosa ministra sbaglia i numeri, oltretutto del 500 per cento. Considerare poi equivalente il fatto che li sbagli volutamente o no mi è del tutto incomprensibile.

  • avatar

    IL PD? PRIMA ESCE DAL PARLAMENTO PRIMA CAMBIA IL VENTO DELLA STORIA…

    Il Pd è fedele al porcellum, mentre tradisce i lavoratori. Il Pd è un partito mai nato, che ha tradito il mondo del lavoro, che difende solo a parole, che ha come mission reale illudere, disilludere e infine tradire i lavoratori. Prima spariscono dal parlamento meglio è per la classe lavoratrice che più sta patendo la crisi. Sono dei mediocri burocrati che campano di rendita, con l’alibi che non sono mai loro, ad aver approvato le vigenti leggi, che però li favoriscono, parassitariamente, come agli altri nominati!

  • avatar

    L’EURO E’ FINITO

    Quattro imbecilli di politicanti e burocrati dell’economia sono partiti dalla Grecia, e hanno consentito alla germania di dettar legge, e così ora abbiamo quest’effetto domino, che terminerà solo quando sarà stata massacrata tutta l’economia reale!

    Facciamo giocare la merkel, che si finanzia a gratis sistemicamente col bund, ed ecco l’esito! Li abbiamo fatti giocare con la vita della gente, e ora vengono a dirci che comunque è stato vano? Ma quale unione ci può essere fra gli italiani e i tedeschi?

    L’Europa è finita!

  • avatar

    390.000 CALCI IN C…

    Il quotidiano l’Unità, sensibile ai temi femministi, si appella alla fornero in prima pagina nei titoli, senza anteporre l’articolo determinativo, che segnala il genere, cioè scrive “fornero”, e non “la fornero”.

    Superato quest’ultimo scoglio “maschilista”, però la completa parità richiederebbe 390.000 calci nel c… a fornero, appunto, non “alla fornero”, a fornero, come un qualsiasi altro ministro incapace, uno per ogni esodato!

    Quantomeno dagli esodati non coperti per i prossimi 24 mesi da fornero, che s’è irata con i numeri forniti dell’inps, che avrebbe forse dovuto, nell’ottica di fornero, aderire più alle ragioni del governo, che al principio di realtà!

    P. S.
    i calci in c… sono da intendersi solo “figurativi”… come gli anni di lavoro che mancano agli esodati per andare in pensione: sono un gentleman!

  • avatar

    Un ministro della Repubblica che mente spudoratamente in questo modo, dovrebbe avere la decenza di dimettersi seduta stante. Qui è in gioco la vita di 325 mila lavoratori che si trovano in quella terra di mezzo dove non c’è nè lavoro e nè pensione. Domanda: come si fa a campare così? Una domanda semplice semplice dettata dal puro buon senso. E altri interrogativi seguono a ruota: come pensa la ministra (e anche quel galantuomo pluristipendiato di Mastrapasqua) di risolvere il problema? Andando a spargere menzogne in giro? Turlupinando la gente? Continuando a calpestare i diritti più elementari dei lavoratori? Ma ci rendiamo conto da chi siamo governati? I danni che sta producendo questo esecutivo a livello sociale sono sempre più ingenti, stanno producendo un disagio collettivo che sta diventando di giorno in giorno sempre più acuto e che potrebbe divenire ingestibile in futuro.
    Gente che ha lavorato una vita facendo enormi sacrifici per comprarsi una casa, per cercare di vivere in modo dignitoso, ora deve pagare anche il prezzo di quei sacrifici durati anni.
    Gente che ha lavorato e che ha atteso il momento di andare in pensione se vista slittare (o meglio scippare) questa possibilità perché qualcuno ha deciso di alzare l’età pensionabile in base a non si sa quale ragionamento logico penalizzando oltretutto le giovani generazioni. Ma cosa si è messa in testa questa gerontocrazia che tiene le redini del potere qui in Italia?
    Cari compagni, il mondo del lavoro sta subendo degli oltraggi su vari fronti che non sono più tollerabili. Prendere in giro la gente su questioni così delicate come quella degli esodati è un fatto gravissimo, degradante, che ci dice ancora quanto la tanto sbandierata sobrietà di questo governo di burocrati mistificatori abbia nulla ha da invidiare al quell’altra infame corte dei miracoli che è stato il governo Berlusconi.

  • avatar

    LA MERKEL DICE CHE BISOGNA “CEDERE SOVRANITA’” ALL’U.E. (AL QUARTO REICH?)

    La merkel dice che bisogna cedere sovranità? Cioè… perdere la possibilità di difendersi da politiche prese altrove?
    Se si fosse in un dare-avere, dinamico, equilibrato, avrebbe senso, ma cedere solo il timone è un suicidio! Se il presente è un monito la germania se ne deve andare a fanc… con la merkel! altro che europa unita!

    Se non c’è uniformità socioeconomica territoriale fra nord e sud europa, l’esito è che si riproducono gli squilibri sistemici, p. es. fra nord e sud Italia anche in Europa!

    Fuori dall’euro esisterebbero già ora dei modi per rispondere alla crisi che abbiamo dentro all’euro; senza più strumenti “regionali” per fronteggiare la crisi, ci trasformeremmo… in cavie!

    La circostanza diverrebbe analoga a quella di un esperimento proposto nei manuali di psicologia, a corredo delle teorie comportamentiste, partendo dal mondo animale. Considero tale esperimento crudele, ma citarlo ora può servire per dire in che guai ulteriori, ci metteremmo a cedere sovranità.

    Nell’esperimento dei due scimpazè, che ricevono la scossa elettrica, uno solo dei due può prevenirla, al suono della campanella che la preannuncia, premendo un pulsante. Se preme il pulsante salva dalla scossa se stessa, e la collega, così che la scimmia che s’ammala delle due, non è quella che può fare qualcosa, cioè premere il pulsante e bloccare la scossa, ma quella che subisce soltanto gli eventi!

    Vogliamo metterci nella situazione di chi subisce solo senza più neanche aver la possibilità “Non ci sto”? Fuori dall’euro subito!

  • avatar

    Questo governo ha di tecnico, solo il modo con cui nasconde sotto il tappeto gli esodati, e la sobria sordità alla sofferenza sociale!

  • avatar

    Secondo me è la Ue ke ha imposto ai 2 di interpretare questa sceneggiata.
    Così gli esodati,non sapendo con ki prendersela,continuano a non beccare 1
    quattrino !!!!!!!!!!!!!

  • avatar

    Insomma, quì tra esodati, terremotati loro malgrado, aziende che falliscono, pensionati con assegno falcidiato, disoccupati, lavoratori in nero, precari di ogni tipo, giovani assunti per uno o due mesi e poi a casa, cassaintegrati, altri con lettera di licenziamento in arrivo, mendicati, clienti fissi della caritas e così via per molto ancora, abbiamo un quadro degno dell’inferno di Dante. Quindi una parte d’Italia che è al collasso e per contro tutto l’apparato burocratico statale che spende e spande senza tagliarsi nulla, senza rinunciare ad un ministero, ad un ente inutile, ad una conta capillare degli organici, ad uno stipendio da dirigente statale che dà fastidio solo a nominarlo, ad una pensione da ex dirigente statale che ci mantieni 20 pensionati normali. Senza rinunciare ad una bella asta pubblica di auto blu e con il ricavato inviarlo ai terremotati e alle aziende di quella zona al collasso. Le province sono sempre lì con il loro costo enorme sulla collettività. Sono cose dette e stradette che non fanno più notizia ma che nella coscienza della persona normale alla quale ogni giorno aggiungi una tassa nuova fà una rabbia non da poco. Mi dispiace che in parlamento ci sia solo l’Idv che recepisca queste cose, per gli altri è tutto normale quasi fosse sempre domenica.

  • avatar

    ….SENZA..s t i p e n d i o ..e..SENZA..p e n s i o n e .!
    ..e..il..^mago^..MONTI..provvederà..con apposito provvedimento..!

    …INADEGUATA…é..poco..perchè..anche..CAFONA e INCAPACE..la tipica..R A C C O M A N D A T A ..d’Italia..senza merito e titolo alcuno.!

    …la..suffragetta..Elsa..FORNERO..!

    …certissimamente..in..MALAFEDE..presuntuosa..prevenuta..e..anche..IGNORANTE..nel merito dei temi ministeriali..e..penso ..anche del suo..insegnamento.!

    …spocchiosa..scostante.”.D E R E S P O N S A B I L E.!”

    ..berlusconianamente..impertinente e anche..maleducata.!

    ..ha pubblicamente..rivolto un..C A *Z *Z I A T O N E ..al Presidente dell’INPS.!

    ..INAUDITO..!..mentre lo SPRED..sta superando..quota..500!

    ..e..l’INUTILE..e..imbelle..( fortissimo con i deboli e ..inesistente con i forti!)..Giorgio NAPOLITANO..continua ad applaudire e distribuire PAGELLE..^..O T T I M O . . ^.

    ..e….l’unica vera opposizione..ONESTA e CORAGGIOSA…deve ..fronteggiare..( quasi da sola..)oltre alla ..delinquenzialità del vecchio GOVERNO..la..evidente malafede dei PROFESSORI..ben supportati..dall’ORMAI..^spavaldamente^..INUTILE e dannoso..Giorgio NAPOLITANO.!..di..cui..non ho più voglia di rispettare..nemmeno la VENERANDA..età.!

    lewisaugel34venezia

  • avatar

    QUESTO E’ UN PARLAMENTO PER CORROTTI
    (e del più pagato capo della polizia al mondo)

    La legge elettorale è fondamentale per il programma, e per le alleanze elettorali, che determinano la maggioranza di governo.

    I vecchi partiti tutto vogliono, meno che consentire un premio di maggioranza, ad un vincente grillo, allearsi con di pietro, vendola e rifondazione, una volta fuori dalle campagne elettorali!

    Così si alleano pd e pdl per fare una legge elettorale “duopolista”!

    Il pdl oggi ha remato contro la legge anti-corruzione, perchè votarla sarebbe stato l’inizio della fine per loro. Niente più cricche nè affari. Niente più benefit dalle lobbyes in shopping. Alcuni perfino in galera condannati. Le monetine di craxi ai nominati! Ormai senza più padrini. B ancor più inquisito e sotto processo, e quindi fuori dal futuro politico. I nominati da chi sarebbero più stati nominati, senza un padrone?

    E poi, nello stato di bisogno generale, il popolo è più disposto a vendersi il voto… una volta! Ora siamo alla resa dei conti, con la fame a cui gli italioti non si sono adattati! Non sono tempi normali. La caduta è stata repentina. L’Imu non si cicatrizza. La crisi farà accadere l’ira di dio!

  • avatar

    Tanto il governo rischia di cadere sul ddl giustizia, sulle nomine rai idem, la legge elettorale no party,l’italia vincerà gli europei ,perchè Napolitano ha detto che l’Italia deve avere il coraggio degli azzurri…oh! l’ha detto proprio LUI!!!!! Che da “buon”Patriota si consolerà andando a letto con la maglia di Buffon.
    Poi però, quando si andrà a votare attenzione a Grillo, che secondo me non salverà gli italiani ma ci metterà in trappola, c’è da vederne ancora!
    E Saviano e poi Mentana dopo Scotti forse Buffon …di fiction ne ho piene le scatole

  • avatar

    DOMANDA: PERCHE’ FRAU MERKEL FA LA VOCE GROSSA ? Perchè la sua politica economica non è di consolidamento dell’Euro, ma va verso la concezione dell’Euromarco! Vi sono poi delle ragioni secondarie, che possiamo definire, benevolmente, tentazioni autarchiche. La Germania usa l’Europa ai suoi fini, non viceversa… All’ INIZIO della crisi greca sarebbe bastato erogare SOLO 140 miliardi alla splendida Hellade (sì,ci vado spesso in vacanza) per evitare il contagio che, da Atene, si sta sta propagando in tutta Europa. Perché la Merkel si è opposta? Per una ragione tutta interna all’economia tedesca: le Banche della Germania erano esposte verso la Grecia per 400 miliardi. Se la Grecia avesse imboccato un regolare risanamento, i crediti tedeschi non sarebbero andati perduti, ma sarebbero stati dilazionati nel tempo. Cosi invece la Germania ha cercato di tutelare SUBITO le sue Banche facendo pagare i propri errori a tutti i partners europei. È, più o meno, la stessa ragione che induce Berlino a dire ostinatamente NEIN agli Eurobond, i quali sono stati proposti ben prima di questa seconda crisi…In pratica non vogliono rinunciare agli utili dell’appartenenza all’Eurozona, rifiutandosi però di condividerne le eventuali perdite. Nè possono pretendere la germanizzazione politica, sociale e culturale degli altri Paesi per farci la graziosa ”concessione” degli Eurobond. Finiranno per fracassare l’Euro senza accorgersi che sono anche le loro ossa ad andare in frantumi… La Germania sarà sempre un problema in qualsiasi consesso politico, sarebbe meglio che riprendesse a coniare i suoi Marchi togliendosi dalle EuroPALLE.

  • avatar

    @ basilio grabotti:

    Secondo me e`esattamente l`opposto.
    Diranno che l`ha imposto l`Europa.
    Oggi Monti faceva strani discorsi.
    Ieri la crisi era finita, oggi l`Italia e`finita ed e`tutta colpa della Germania.
    Questi discorsi significano una cosa sola: che Monti sa che la fine arrivera`presto e si prepara…io non vorrei essere ne`lui ne`uno degli altri politici, Argentina insegna…

  • avatar

    Ma quale unione ci può essere fra gli italiani e i tedeschi?

    Abbiamo un esempio sul blog: se Patrizia B. si è “unita” ad un tedesco, se po’ fa, se po’ fa, basta volerlo.

  • avatar

    ..questo GOVERNO MONTI..!..parto..infausto e…abortivo di Giorgio NAPOLITANO..é..l’immagine decadente dell’ITALIA..decaduta..!
    Una arraffazzonata squadra di c.d. TECNICI..in realtà..burocrati o bancari..( altro che banchieri.)pilotata da un abile affarista/​vaticanista..e..illusionist​a..Mario MONTI..promosso in anticipo Senatore a VITA per i servigi che avrebbe reso a RE GIORGIO..&..company!
    Un ..^accozzaglia^..messa assieme in fretta e furia secondo gli ordini di D’ALEMA/VATICANO e BERLUSCONI..sotto copertura..^NAPOLITANO.!^
    ..una squadra..!?..magari lo fosse stata.!
    ..Diceva il grande Henry FORD :

    “METTERSI INSIEME E’ UN INIZIO
    RIMANERE INSIEME E’ UN PROGRESSO
    LAVORARE INSIEME E’ UN SUCCESSO !”

    ma questi sanno solo..fare credere e illudere..di fare e GOVERNARE.!
    ..comunque sempre tra gli osanna ..del MONARCA GIORGIO e le PERNACCHIE della POVERA e onesta gente!

    Ormai..tranne che il VATICANO e CASINI..non applaude più..NESSUN..ALTRO.!

    ..Il fallimento è imminente..e non solo per le “cazzate FORNERO”..ma..perché..su RAI..LEGALITA’….CORRUZIO​NE….GIUSTIZIA….^interc​ettazioni^..impunità..ecc.​.la..MAGIA camaleontica/​napolitanea..si esaurirà!

    e..come..neve..al sole..RIAPPARIRA’..la..sol​ita..MONNEZZA..napolerana!

    lewisaugel34venezia

  • avatar

    O.K. D’accordissimo sulla Fornero. Ma vogliamo parlare anche dell’Inps e del suo Presidente? Per una volta aveva ragione Bonanni!!! Ma se siamo arrivati al punto che i sindacalisti (senza dati e centri meccanografici) la sanno più lunga degli strapagati manager di stato, allora significa che siamo proprio alla frutta.

  • avatar

    anche a chi non segue da vicino tutte le vicende interne, questo ministro sembra inadatto al compito affidatogli sia come tecnico che addirittura come persona

    come tecnico è apparsa non preparatissima, anche pasticciona e incapace di comunicare e armonizzare con i vari soggetti coinvolti, che nel caso di tecnici non eletti è un’aggravante imperdonabile;

    come persona risolta sorda e un pò leggera rispetto la delicatezza delle responsabilità che gli sono state affidate,

    se aggiungiamo l’arroganza con la quale ha affrontato scogli anche minimi, non si può che essere d’accordo sulla richiesta di dimissioni

  • avatar

    Eolico e fotovoltaico per abbattere il debito pubblico dell’Italia Commenta

    Spagna ha appena ottenuto 100 miliardi dalla UE per rifinanziare le sue banche, l’Italia potrebbe essere la prossima a fare una mossa del genere mentre la Grecia ha già usufruito di abbondante credito europeo in cambio di una austerity che la sta strozzando. Sullo sfondo il Portogallo, che non se la passa affatto bene, come anche l’Irlanda.

    Dall’Olanda, però, arriva un’idea per risolvere la crisi molto diversa dalle classiche teorie economiche che prevedono di coprire il debito nazionale con altro debito, finanziato dall’Europa. La proposta è stata ufficializzata sul quotidiano “Nrc Handelsblad” e prevede al conversione del debito in autorizzazioni per costruire impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

    La proposta viene da Sweder van Wijnbergen, economista Danese che ha calcolato che Grecia, Italia, Portogallo, Spagna e Irlanda potrebbero concedere autorizzazioni su una percentuale del proprio territorio compresa tra l’1% e il 2% per ripagare fino al 30% del loro debito:

    Una riduzione del 30% del debito potrebbe essere possibile prendendo in considerazione un’inflazione media annua del 2,5%, un profitto di 1,5 centesimi di euro per kiloWattora tra il 2020 e il 2045 e una produzione annua stimata di 70 GWh per chilometro quadrato.

    Ovviamente ogni Paese ha un debito diverso, come anche caratteristiche climatiche diverse. Spagna e Italia si potrebbero concentrare sul fotovoltaico, mentre l’Irlanda sceglierebbe l’eolico e il Portogallo un mix di entrambe le tecnologie. L’Irlanda ha circa 40 miliardi di debito e dovrebbe concedere agli investitori meno dell’1% del suo territorio: circa 550 km quadrati.

    La Grecia ha molto più debito: 210 miliardi. Il che porta ad una superficie di 2.800 chilometri quadrati, cioè il 2% del suo territorio. Il Portogallo sta in mezzo, con 78 miliardi di debito corrispondenti a 1000 chilometri e all’1% del suo territorio. Stranamente nell’articolo non viene citata la stima per l’Italia.

    A pensarla come van Wijnbergen è anche Marco Witschge, direttore della “Nederland Krijgt Nieuwe Energie” (fondazione olandese che si occupa di sviluppo sostenibile ed energie rinnovabili), che ritiene conveniente combinare la crisi del debito con quella energetica. Con due effetti positivi: il primo è quello di generare occupazione nei Paesi interessati da questo scambio tra debito ed energia, il secondo è quello di stabilizzare negli anni il debito stesso perché si tratterebbe di trasformare decine di miliardi di debito in un investimento a lungo termine.

  • avatar

    Se continuiamo così, presto ci toccherà pure dichiarare guerra all’Austria! All’anima dell’Europa Unita!

  • avatar

    @ Quanno ce vo’ ce vo’:

    Non ho detto è impossibile unirsi… alle tedesche, ma alla germania! Presente quando si dice l’uomo intendendo il genere umano?

  • avatar

    Requiem per una moneta mai nata (Euro) e per un trattato (Maastricht 1992), destinato già dalle premesse al fallimento.

    Queste due fasi storiche dell’Europa, hanno evidenziato il decadimento di una grossa fetta della classe politica del “vecchio” Continente (principalmente di Germania, Francia e Italia).

    Nelle premesse del Trattato di Maastricht, si era evidenziato il motivo, che oggi ci ha portato in questa drammatica situazione.
    La natura di quel Trattato, che ci avrebbe portato all’adozione di una moneta unica, era ostacolata da una grandissima contraddizione di fondo.
    Infatti, mentre da una parte la Francia, ha sempre ribadito la volontà di non cedere sulla sua “sovranità interna”, la Germania, in contrapposizione, ha sempre affermato la sua contrarietà, ad una vera Banca Comune Europea, con la conseguente contrarietà, anche all’accorpamento dei “debiti sovrani”.
    A distanza di 20 anni, sia la Francia con Hollande, che la Germania con la Merkel, hanno ribadito la posizione dei loro predecessori.

    Ieri il Presidente del FMI (Lagarde), ha suonato la campanella dell’ultimo giro (tre mesi di vita per l’Euro).

    Ecco perchè una percentuale di italiani, negli ultimi 6 mesi, ha trasferito 270 miliardi all’estero.

  • avatar

    a chi giova quest’andazzo? chi ci sta guadagnando? chi gioca allo sfascio?

  • avatar

    @ Quanno ce vo’ ce vo’: ”Abbiamo un esempio sul blog: se Patrizia B. si è “unita” ad un tedesco, se po’ fa, se po’ fa, basta volerlo”

    :wink:

    Sì, ma te li immagini davanti al televisore quando c’è una partita di calcio ITALIA-GERMANIA ? A sventolare bandierine diverse, uno che piange e l’altro che ride ad ogni tirata in porta ? Comunque, in genere, è la donna che tende a ”sposare” anche la patria del marito e non viceversa…

  • avatar

    Questa volta ha torto lei on. Di Pietro. La Fornero ha detto giusto. Che fa dobbiamo snellire lo Stato e lei inizia a fare il contrario? Non sarà l’influenza di Vendola e compagni sinistri?

  • avatar

    ATTENZIONE, INIZIATIVA FACEBOOK. PRODI HA DETTO CHE IL PD HA GRAVI TENDENZE SUICIDE? E ALLORA INVITIAMOLO A STRACCIARE LA TESSERA!!! CLICCATE QUI E METTETE “MI PIACE”!! http://www.facebook.com/​pages/​Prodi-straccia-la-tessera/​102967423178596
    ..da Polit BUREAU.!
    ..e..allora ..che facciamo..?..stracciamo la tessera del PD con Romano PRODI..?
    Romano Prodi si è accorto, come moltissimi di noi, che il PD ha spaventose tendenze suicide, e sembra fatto apposta per mettersi sempre fuori uso. La sua base lo rispetta ancora. Chiediamogli di essere coerente. Lui ha fondato e presieduto questo obbrobrio. Faccia un gesto forte! ROMANO, STRACCIA LA TESSERA!!!
    http://www.politb.eu/?p=218
    Come idea mi sembra ..originale..ma..il..VATICANO cosa penserà..?

    lewisaugel34venezia

  • avatar

    SIAMO ROVINATI!! Siamo condannati alla povertà!! Non abbiamo via di scampo con gente che avrebbe dovuto fare “due + due” , chiamata per applicare scienza economica ai conti dello Stato, sostituendo una classe politica indirizzata alla sola preoccupazione di trovare un qualsiasi modo di perpetuare i privilegi infiniti e gli stipendi enormi. Mai uno solo di loro che si sia suicidato per non essere stato capace di migliorare o raggiungere un obiettivo postosi. Mai uno di loro che abbia proposto il reato di “responsabilità politica” nella funzione di amministratore della cosa pubblica.
    Siamo già “in fila”, abbiamo già preso il numeretto ed il tempo passa inesorabile.Non so se arriveremo alle elezioni;non ho fiducia che ci faranno arrivare!E comunque, anche fosse, con questo quadro politico rischiamo un grillismo generale con tutto quel che significa. Nel frattempo il nostro Tonino avrà esaurito i petali della margherita … ed avrà sciolto il dilemma…: è il PD che non vuole allearsi con IDV o è Lui che vuole allearsi col PD? Credo… che siano entrambe le cose.

  • avatar

    Monti e la fornarina

    Ho proposto un pensiero di un mese fa per dimostrare che le bugie hanno le gambe corte. Prima o poi tutti se ne accorgono.

    Perché i nostri del governo non la raccontano giusta.

    Per dirla con Montanelli che si chiedeva che fine avessero fatto i 5’000 Miliardi del fondo internazionale per salvare Venezia:

    “questi che non dicono dove sono finiti i soldi o sono furbi o sono incapaci”

    È stato querelato per diffamazione ma i soldi non sono saltati fuori.

    Quelli del governo sono uguali.
    Ci raccontano che non conoscono le cifre:
    “le cifre le conoscono solo i sottoposti”

    Nell’era della telematica che in un attimo tutti sanno tutto, loro devono chiedere all’usciere che è in vacanza.

    Non dispongono degli strumenti di accesso ad ogni informazione loro che sono i capi?

    Ciao St.ron.zio.90

  • avatar

    unioni

    “Ma quale unione ci può essere fra gli italiani e i tedeschi?
    Abbiamo un esempio sul blog: se Patrizia B. si è “unita” ad un tedesco, se po’ fa, se po’ fa, basta volerlo.”
    Quanno ce vo’ ce vo’ giugno 12th, 2012 alle 19:29

    come ? volere cosa ? e no eh, calma
    andiamoci piano

  • avatar

    Anticipare le loro mosse è una buona cosa! Loro hanno le idee chiare? Vediamo se noi ci sbagliamo!

    A) Spread oltre 500: arrivano i petrodollari americani, cinesi e tedeschi.

    B) Assolutamente scongiurate elezioni anticipate, anzi! Nel cassetto l’ultima trovata della gang GianniLetta&C. sponsorizzata da FMI e Banca Mondiale: elezioni 2013 rimandate (mai successo dal dopoguerra).

    C) Attacco decisivo al M. 5 Stelle: non importa come e quanto vigliacco sarà, (terrorismo informatico assoldato e voltagabbana a gogò strapagati dentro il 5 Stelle con la complicità dei media governativi inferociti).

    Per adesso mi vengono in mente queste tre cosette. Ma più è lunga la lista che gli sbattiamo in faccia, meno offenderanno la nostra intelligenza di uomini. (HAI CAPITO BENE MONTI? NON PROVARCI CON LA STORIA DEL TUO STIPENDIO TAGLIATO. E TU FORNERO? QUANTO TI SEI ALLENATA A PIANGERE?

  • avatar

  • avatar

    MASTRAPASQUA..Presidente dell’INPS..é stato accusato di avere creato disagio sociale e di avere tramato contro la ministro FORNERO.!
    Se l’INPS fosse un’azienda privata , non ^esiterei a licenziare ..Presidente e vertici^.
    La “barbysuffragetta”..Elsa..come CALIMERO..si atteggia a vittima della sua ^incapacità..impertinenza e supponenza^, e la dice lunga su CHI ci governa e CHI ci dovrebbe titare fuori dalla decadenza e dal fallimento..^DEFAULT.^!
    Il Premier tecnico e professore , ha convocato un vertice della mggioranza costituita ^qurinalescamente^..A..B..C..e..nella tarda serata del 12 Giugno..il MONARCA Giorgio ha tuonato dalla POLONIA..” BASTA..basta..democrazia..libertà di pensiero e di parola!”
    Ormai siamo alla deriva e allo spettacolo in piazza.
    Mentre GRILLO sbeffeggia..Napolitano..tra frizzi e lazzi..e..il..ridicolo..sovrasta il Quirinale..al solito Antonio Di Pietro ancora più..^SOLO^..e sempre più VERA OPPOSIZIONE..viene consigliato ^l’ESILIO VOLONTARIO^..pena la matteottizzazione.!
    Con D’ALEMA Berlusconi e Vaticano..la..MONNEZZA..sale..!

    lewisaugel34venezia

  • avatar

    Bene. Ora si capisce perchè tantissimi laureati sono degli ebeti.
    Professori come fornero quello possono sfornare,se poi vengono dalla bocconi che non è mai stata una scuola dove i figli di papà privi di cellule cerebrali non circolano,allora è chiara la cosa.
    Ma veniamo alla vodka,perdon,ai fatti di polonia;non per parlar di calcio ma per sottolineare l’ennesima cassanata,stavolta sui gay.
    Ora Cassano,per sua stessa ammissione,non ha avuto vita facile e,buon per lui,non è potuto andare alla bocconi,quindi si può capire,ma certo faceva meglio a tacere.
    Dopo aver detto cose peggiori,in quanto balle,di Cassano,un altro,che l’istruzione la dovrebbe avere non ha detto nulla sull’accaduto:cosa grave per chi dovrebbe essere garante di tutti.
    Intanto in nottata c’è stato il summit della banda;tv e stampa a fare supposizioni ma la realtà è che monti li ha voluti attorno a se perchè sa che stanno per morire,sia come governo che come politicanti.
    Cercare l’appoggio dei partiti ? Quali ? Al massimo l’appoggio della gente che siede nel parlamento,personaggi ormai non più rappresentanti del popolo.
    Parlino pure ma i fatti sono chiari,non è bastata cravatta e loden per risolvere i problemi,non bastano i miliardi alle banche per tappare i buchi creati dalle destre europee conniventi con le finte sinistre,non basterà all’italia essere quasi la prima nella trasformazione di materie prime e sapete perchè ?
    Primo per trasformare bisogna avere,ma se compri la materia prima,magari pagando con quella carta straccia chiamata lira,a quanto devi rivendere ?
    Pensate quindi di riuscire a vendere ?
    Secondo se non c’è lavoro in questo settore,quali altri settori creeranno reddito ? Pensate forse di riconvertire ? In cosa ?
    Questi se la squaglieranno non appena capiranno che non c’è più nulla da fare;faranno come lo schettino della costa.
    Per questo prima accade e meglio è,se stanno lì ancora per molto finiranno di sfasciare e l’italia sarà talmente messa male che non riuscirà più non solo a riprendersi,ma nemmeno ad essere stato unitario.
    Detto questo,ora possiamo andare tutti a sostenere la nazionale,come dice un certo napoletano. :eek:

  • avatar

    @ freeskipper:
    ..e allora sono giusti,ovvi e necessari i tribunali del popolo ! :evil: :evil: :evil:

  • avatar

    Nè possono pretendere la germanizzazione politica, sociale e culturale degli altri Paesi per farci la graziosa ”concessione” degli Eurobond. Finiranno per fracassare l’Euro senza accorgersi che sono anche le loro ossa ad andare in frantumi… “”

    Tu ti stai arrampicando sugli specchi.
    Primo:
    La Germania vuole quello che NOI ITALIANI dovremmo volere.
    Ha detto alla Spagna: ti diamo i soldi, ma vogliamo controllare dove vanno.

    Anche noi Italiani dovremmo dire al NOSTRO Monti: l`IMU la paghiamo se1) ci fai vedere dove finiscono i soldi (ed eventualmente decidere si o no) 2) se la pagano TUTTI, compreso il Vaticano, le fondazioni bancarie, i costruttori.
    Perche`la favoletta del NO PROFIT non regge.
    Forse che la casa in cui uno abita e`per profit?
    Caso mai e`profit per lo stato, lui dovrebbe pagare, perche`il privato provvede da se`a un qualcosa che altrimenti lo stato dovrebbe provvedere…

    O facciamo l`Europa e IMPONIAMO a tutti le stesse regole o ognuno fa per se`( e le regole non sono inventate dalla Merkel, erano quelle sottoscritte da tutti quando hanno deciso l`entrata nell`euro).
    La Grecia dice: io voglio i soldi, ma ne faccio quello che voglio io.
    Continuo ad avere 300 ministri, a pagarli 15000 euro al mese, dare loro grossi contributi spese etc.
    La Germania dice: noi per 80 milioni abbiamo 200 ministri e perche`dovremmo dare i soldi alla Grecia per sprecarli dove noi risparmiamo?
    Qui in Germania cè`una proposta di legge (assurda, ma esiste) di mandare la gente in pensione a 74 anni.
    In Francia hanno recentemente abbassato l`eta`a 60.
    Buon per loro, fino a che riescono a pagare…
    La Germania ha TUTTO l`interesse a che l`Europa esista, non ultimo i 700 miliardi di crediti.
    Ma se i 700 milardi devono diventare 1400, senza ALCUN controllo sulla loro destinazione, penso che preferisca contare le perdite e dire addio…
    E io aggiungo, ma e`una mia personale considerazione, forse se invece di quell`armata brancaleone che “salva l`Italia”a modo suo, avessimo qualche tedesco che la salva “nel modo germanico”avremmo migliori risultati.
    Io quando copio lo faccio da chi ha risultati migliori dei miei.
    E credimi, la Germania ha tutti gli interessi che l`Europa vada avanti e BENE, non fosse che per i 700 miliardi in primis e per il suo export in secundis.
    Se io vendo non distruggo i miei consumatori, anzi…

  • avatar

    @ Quanno ce vo’ ce vo’:
    Ti posso assicurare che e`unòttima unione, complementare.
    Ma uno rispetta l`altro.

  • avatar

    @ gianfranco chiarello:
    I sindacarti sono fra i primi responsabili della situazione,ma non per i motivi che da uomo di destra,anche datata,enumeri………..
    Non possiamo accollarci….eccetera ?.
    Certo,deve pagare chi ha causato questo,a cominciare dagli evasori e dai residuati fascisti.
    Ma arriverà anche per questi la giustizia,se non quella umana quella divina che sarà inesorabile perchè chi ha colpe da farsi perdonare muore sempre male perchè sa di averle le colpe e perchè ha una fottuta paura del dopo.
    E mica è detto che dio perdoni sempre,questo lo dicono i preti che,guarda caso,hanno tanti legami con le anime nere del mondo,anzi,spesso ne sono i capibastone. :p

  • avatar

    @ Patrizia B.:
    E’ già accaduto il voltafaccia,due volte nell’italica storia e questa è la terza:vizio del paliacio italiano,come dicheno a berlino…….
    Monti come badoglio……
    A pagare sempre il popolo che però se lo merita e non ripeto il perchè.
    Chi di gallina nasce in terra ruspa !

  • avatar

    @ gennaro esposito:
    Bisogna rifare il muro……………………e richiamare stalin

  • avatar

    @ Leandro:
    Si`, dovresti prenotarti ed essere tra i primi a emigrare.
    Niente proprieta`privata, TUTTO pagato dallo stato.
    Peccato che per avere una TRABANT ci volevano 12 anni, ma sai quanta benzina si risparmiava…
    Le case erano decrepite, ma ovviamente si risparmiava sulla ristrutturazione.
    L`uica cosa positiva era che non c`era bisogno di EQUITALIA, infatti le tasse non si pagavano, perche`lo stipendio arrivava “pulito”e consisteva nel minimo necessario per non morire di fame.
    Credimi i 1200 che sono morti per venire dall`altra parte NON lo facevano per la LIBERTA`…

  • avatar

    Il sor monti ha cominciato a parlare da nemmeno dieci minuti e ci ha detto che va tutto bene.
    Ho spento ed ora vado al porto a fare qualcosa di più serio e per lasciare all’italia i problemi italiani.
    Una sola perplessità:l’ha fatta urgente questa esibizione per dirci le stesse cose che diceva sei mesi fa il bassotto ?!
    Incredibilie ma vero.

  • avatar

    @ St.ron.zio 90:

    Tranquillizzati, noi non guardiamo le partite di calcio, ne`insieme, ne`divisi…
    Io non sono italiana e lui non e`tedesco, siamo entrambi Europei…ma non riconosciamo il governo oligarchico di questa europa…sogniamo entrambi un mondo diverso, nel frattempo cerchiamo di soparvvivere in quello che ci ritroviamo.
    Quando se puo`, se puo`…

  • avatar

    @ Patrizia B.: ”forse se invece di quell`armata brancaleone che “salva l`Italia”a modo suo, avessimo qualche tedesco che la salva “nel modo germanico”avremmo migliori risultati. Io quando copio lo faccio da chi ha risultati migliori dei miei.”

    :o

    In quanto ad ”armate”, non ho difficoltà ad ammettere la superiorità della Germania. Il Tedesco che ha provato a salvare in ”modo germanico” l’Europa , lo abbiamo già avuto 70 anni fa, ma i nostri nonni e padri non raccontano di aver visto ”migliori risultati”. E’ l’idea stessa di ”copiare” che è sbagliata, cara Patrizia, in quanto presuppone la sostituzione del proprio cervello con quello altrui. La nostra situazione politica è tragicomica ed frutto di indisciplina e di indebiti accaparramenti, resta il fatto che il comportamento individualistico è anche generatore di creatività, talento ed umanità. Quando tu scrivi che i tedeschi si sentono spaesati se non hanno ordini e regole da seguire, scrivi una cosa terribile perchè ben sappiamo, dalla recente storia passata, che l’esecuzione di tali ordini non ammette scrupoli morali. E’ questo aspetto ”robotico”che fa la differenza tra la Germania e il resto d’Europa….

  • avatar

    Do seguito a quanto anticipato qualche giorno addietro.
    Stavolta lo faccio in forma ufficiale con la “carta che canta”.

    REG 2010 2.697.463,48
    EUR 2009 4.151.572,97
    REG 2009 Sardegna 69.107,61
    REG 2008 Abruzzo 171.084,59
    REG 2008 Trento 11.397,96
    REG 2008 Friuli-Venezia Giulia 43.732,03
    POL 2008 2.047.621,25
    REG 2006 Molise 26.218,43

    Per un totale di 9.218.198,32

    Come si evince dalla gazzetta ufficiale n. 174 del 28 luglio 2011,

    http://www.gazzettaufficiale.biz/atti/2011/20110174/11A10364.htm

    queste sono le quote rimborso che l’idv ha percepito il 31 luglio 2011.

    Fatta salva la quota Molise (in quanto ultima) sono gli stessi importi che dovrebbe incassare il prossimo 31 luglio.

    Se però nel frattempo dovesse passare l’ultima legge truffa, dette quote, dopo un aumento del 10% (vedi abrogazione art 2, comma 275, della legge 244 del 2007) dovrebbero essere decurtate del 50% per via dell’art 1, comma 8, della suddetta legge truffa. Eccolo:

    “”8. In via transitoria, le rate dei rimborsi per le spese elettorali relativi alle elezioni svoltesi anteriormente alla data di entrata in vigore della presente legge, il cui termine di erogazione non è ancora scaduto alla data medesima, sono ridotte del 10 per cento. L’importo così risultante è ridotto di un ulteriore 50 per cento.””

    Non ci si lasci ingannare dalla riduzione del 10% di cui parla questo comma, in quanto si riferisce al 10% che, per effetto della stessa legge (vedi art abrogato) bisogna prima aggiungere.

    Da notare che, come dice lo stesso comma 8, qualora la legge non dovesse entrare in vigore prima del 31 luglio, questo dimezzamento “transitorio”, andrebbe a farsi benedire.

    Sembra che ci stiano mettendo i mezzi affinchè ciò accada.

    Comunque, andando tutto bene (per noi, male per loro) ci attesteremmo sempre sui 4,5 milioni di euro.

    Perchè Di Pietro continua a parlare di 2 milioni?
    Risposta semplice: continua a raccontare bugie approfittando della disinformazione o della dabbenaggine della maggior parte del popolo.

  • avatar

    @ Patrizia B.

    Sono convinto che l’unione con paesi di nazionalità diversa, con esperienze differenti, potrebbe funzionare; in Italia non guasterebbero un po’ di regole ferree stile germanico e nel contempo alla Germania un po’ della fantasia italiana non farebbe male (scrivo le prime 2 cose che mi vengono in mente)

    Ho molta stima per il popolo tedesco, meno per la Merkel che, ho saputo da poco, il suo partito voterà contro qualsiasi iniziativa verrà proposta per la crescita UE e quant’altro, ma allora questa Europa unita solo dalla moneta a che serve? Andiamocene a casa e non se ne parla più! Ormai il rospo è fase digestiva e prolungarla troppo provocherebbe “infiammazione” fermentazione e meteorismo. :)

    @ Gennaro Esposito

    Ho capito, ho capito, volevo solo sdrammatizzare un po’, sono certo però, che una volta unito alle tedesche, abbraccerai anche tutto il resto:)

    @ Sr 90

    Quello succede nelle migliori famiglie 100% made in Italy, che uno sia tifoso di una squadra e l’altra per quella avversaria, non si puo’ condividere tutto, è un’utopia.:p

  • avatar

    @ St.ron.zio 90:

    Qui si continua a discutere sulla rava e sulla fava.
    Innanzitutto il paragone con la Germania di 70 anni fa e`fuori luogo.
    L`intento di Hitler era tutt`altro che salvare l`Europa…
    Io mi riferivo alla disciplina, alla programmazione che include anche una formazione scolastica a livelli migliori di quella italiana.
    Mi riferivo all`investimento in tecnologie che rende il lavoratore tedesco molto piu`produttivo di quello greco ad esempio.
    Molti pensano che produttivita`significhi lavorare piu`ore, in realta`forse significa lavorarne anche meno, ma grazie all`uso di tecnologie avanzate in quelle ore si produce di piu`che in altre.
    Basti pensare alla differenza tra il lavoro agricolo dei nostri avi e al nostro odierno.
    Anche in Italia dove vengono applicate le nuove tecnologie si ottengono risultati eccelsi.
    Anzi, come ho detto piu`volte, certe aziende italiane non hanno nulla da invidiare alle tedesche.
    Ma quando poi queste si trovano a lavorare in un paese dove la norma e`cercare di soffocare in tutti i modi possibili il rinnovamento con leggi burocratiche medioevali, il risultato non e`quello sperato.
    Per quanto riguarda norme e regole, io stessa ho detto che queste sono spesso un limite.
    Ma sono un gran vantaggio quando si vuole mandare avanti una politica “nazionale”quando si vogliono coordinare attivita`diverse, quando si vogliono pianificare certi risultati.
    I tedeschi sono uniti dal fatto di essere un popolo, noi italiani siamo divisi dal fatto di essere individui.
    Il risultato e`che piu`facilmente si trova il “genio”in Italia, perche`la grandezza individuale puo`svilupparsi, ma il “genio”molto difficilmente fa la ricchezza di una nazione, molto spesso trova asilo all`estero dove e`meglio compreso e remunerato.
    Inoltre quando parlo di politici mi riferisco anche alla maggiore serieta`, alla minore corruzione, ad una giustizia che funziona meglio.
    Se l`Italia riuscisse a risolvere i problemi “strutturali”quelli veri, non quelli della Fornero, non avrebbe bisogno di investimenti, abbiamo gia`un mucchio di gente valida, con grandi idee.
    C`e`un video su Bloomberg Eataly, che ben mostra quello che intendo.

  • avatar

    @ Quanno ce vo’ ce vo’:

    Hai perfettamente centrato il discorso.
    Quanto al fatto che la Merkel sia contro tutto quello che puo`dare crescita, questa e`una baggianata che vogliono far credere.
    La Germania ha 700 miliardi di crediti in Europa, senza contare i vari altri fondi, ha tutto l`interesse a mantenere l`eurozona, perche`ha tutto l`interesse a conservare i “consumatori”, ma e`contraria a farlo con i metodi proposti da coloro che, avendoli adottati in precedenza, esattamente gli stessi che propongono ora, hanno dimostrato di avere risultati disastrosi.
    Prendiamo gli Eurobond.
    Per 10 anni i PIIGS hanno potuto indebitarsi a tassi di interesse bassi, se potessero continuare a farlo continuerebbero ne piu`ne meno sulla stessa strada.
    Continuerebbero cioe`a fare debiti.
    E a rimangiarsi tutte le promesse.
    Tu pensi che un Alfano o un Bersani farebbero riforme se non fossero costretti?
    Lei dice: prima fate le riforme, firmate l`impegno di non superare il 60% del debito rispetto al PIL, il 3% di deficit e POI io faro`gli eurobond.
    Perche`significhera`che volete fare una politica seria, di risanamento, significa che avete intenzione di ripagare i debiti che avete gia`fatto.

    A me sembra un discorso serio, che condivido in pieno, anche come cittadina italiana, perche`avere 2000 miliardi di debiti sulla groppa, soldi che non hanno prodotto nulla, mi sembrano gia`troppi…

  • avatar

    Sono tre gli scenari che il Tesoro ha ipotizzato, come spiega un funzionario dietro anonimato su l’Linkiesta.

    Il primo, il più ottimistico, lascia intravedere un barlume di speranza per l’Italia.

    Unione bancaria europea, fondo comunitario di garanzia sui depositi bancari, eurobond e, solo in via successiva, piena unione fiscale: sono questi i punti che potrebbero tranquillizzare la situazione dell’eurozona. Se tutto andasse secondo questo percorso, l’Italia potrebbe salvarsi, ipotizza il Tesoro.

    Certo, gli ostacoli sono molti. L’eventuale uscita della Grecia dall’Eurozona, un avvitamento della crisi iberica, un ulteriore downgrade del rating italiano non sono contemplati in questa visione, che viene cristallizzata come se tutto dovesse essere come a fine aprile. Quando cioè i rendimenti dei titoli di Stato italiani con scadenza a dieci anni erano intorno a quota 5,5 per cento.

    Il più interessante scenario è il secondo. “Nel caso a fine settembre il rendimento dei titoli di Stato italiani a dieci anni fosse ancora a ridosso del 6% o superiore, le già serie difficoltà nel rifinanziamento italiano potrebbero diventare insormontabili”, spiega il funzionario del Tesoro su l’ Linkiesta.

    In quel caso, “è possibile che si avvii un programma di monitoraggio da parte di entità esterne, con un eventuale supporto finanziario per reggere l’urto del fly-to-quality e dei downgrade del rating sovrano”.

    In altre parole, la troika verrebbe a far visita all’Italia come tuttora fa visita a Grecia, Irlanda e Portogallo.

    Insieme, sarebbero erogati fondi per sostenere le esigenze italiane, che avrebbe un ridotto (se non del tutto assente) accesso ai mercati obbligazionari. Questo vuol dire che, come quadro di base, dovrebbero essere disponibili all’Italia circa 770 miliardi di euro, ovvero l’ammontare delle esigenze di finanziamento italiane fra 2013 e 2016. L’azione, si spiega nello scenario, sarebbe di “puro controllo fiscal” e non sarebbe altro che “un’implementazione della normale dialettica fra il Fmi e l’Italia”. Tuttavia, un dubbio rimane. L’Italia ha bisogno di una ristrutturazione del proprio debito, che è quasi a ridosso dei 2.000 miliardi di euro?

    La risposta viene fornita dallo scenario più estremo, il terzo, che prevede fra le altre cose un’uscita della Grecia dalla zona euro, capace potenzialmente di spingere i tassi d’interesse dei Btp decennali a livelli superiori all’11/12 per cento.

    Una ristrutturazione del debito italiano è possibile. Ma in questo caso non si è valutata un’azione così invasiva e disordinata come quella condotta dalla Grecia fra marzo e fine aprile. No. “Questa soluzione sarebbe impossibile da attuare all’Italia, si perderebbe l’accesso ai mercati per molti anni”, spiega il funzionario del Tesoro.

    Meglio un allungamento delle scadenze dei bond esistenti sui mercati emessi sotto la legislazione italiana, circa il 94% del totale, o 1.600 miliardi di euro. Anche il funzionario del Tesoro fa notare a Linkiesta che il meccanismo d’azione in questo caso è semplice. Merito del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di debito pubblico (decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 2003, n. 398).

    Nell’articolo 3 del DPR in questione si enuncia che “nel limite annualmente stabilito dalla legge di approvazione del bilancio di previsione dello Stato, il Ministro è autorizzato, in ogni anno finanziario, ad emanare decreti cornice che consentano al Tesoro di procedere, ai fini della ristrutturazione del debito pubblico interno ed estero, al rimborso anticipato dei titoli, a trasformazioni di scadenze, ad operazioni di scambio nonché a sostituzione tra diverse tipologie di titoli o altri strumenti previsti dalla prassi dei mercati finanziari internazionali”. Il ministro dell’Economia ha quindi il potere di fare ciò che ha fatto la Grecia in marzo. “È solo un primissimo studio, ma non si poteva tralasciarlo”, sottolinea la fonte.

    L’iter operativo, per ora, non prevede alcuna richiesta di sostegno. Sarebbe la morte, in questo momento.

    I vertici europei di fine giugno saranno una data importante per capire dove va l’Europa», afferma il funzionario italiano. E, come prevedibile, non ci sono cifre precise sull’entità di un possibile intervento. Quello che è certo è che, nel caso dovesse arrivare un sostegno finanziario, questo arriverebbe da almeno 4 parti. “L’Italia è troppo grande per essere salvata e troppo grande per fallire, questo lo sanno tutti. Ma si sa anche che tutti gli sforzi possibili devono essere fatti per evitare il peggio”, è l’opinione di un analista della divisione Fixed Income del Credit Suisse.

    Il supporto finanziario all’Italia potrebbe essere quindi multilaterale e strutturato su più livelli. Molto dipenderà dalle azioni che l’Europa riuscirà a mettere in campo nelle prossime 3 settimane. Politicamente ed economicamente potrebbe essere un colpo da ko per gli investitori finanziari, i cui effetti collaterali sono ignoti. Ma come fa notare il funzionario del Tesoro “se si continua in questo modo non è questione di SE l’Italia sarà salvata, ma di QUANDO.

  • avatar

    Mi sono dimenticata di commentare il “copiare”
    La nostra cultura di base e`”copiare”cioe`imparare quello che gli altri prima di noi hanno fatto.
    Poi possiamo rielaborare il “copiato”,ma questo sempre rimane alla base di quello che facciamo, anche quando facciamo l`opposto.
    Io quando devo fare qualsiasi cosa, compresa la marmellata, leggo piu`ricette e poi “copio”quella che mi pare dia i risultati migliori.
    Ho sempre fatto cosi`e ti assicuro che e`una strada vincente.

  • avatar

    @ InfoNews:
    A me questa sembra una proposta eccellente.
    Speriamo che qualcuno la capisca. (per qualcuno intendo qualche burocrate)

  • avatar

    @ Patrizia B.: ‘Ho sempre fatto cosi`e ti assicuro che e`una strada vincente.”

    :p

    Io non ho mai fatto così e ti assicuro che è una strada altrettanto vincente.

  • avatar

    I tedeschi hanno ben poco da insegnare al mondo. Fortuna loro che il territorio è pieno di risorse. Preferisco i randagi agli ammaestrati dall’obbedienza cieca. Hanno affossato la Grecia per il loro sporco tornaconto. Compro di tutto, ma mai prodotti tedeschi. I giapponesi non si meritavano la catastrofe che hanno subito, i tedeschi si meritano di peggio.

  • avatar

    @ Patrizia B.:

    “Io quando devo fare qualsiasi cosa, compresa la marmellata, leggo piu`ricette e poi “copio”quella che mi pare dia i risultati migliori”.

    letto il Kamasutra?… :-) scherzo, ma ti dico che mi capita di vedere una ricetta piacevole a cui rinuncia per il semplicer motivo che gli ingredienti non sono alla mia portata. E poi manca il cuoco.

  • avatar

    Previsioni del tempo:possibilità di burrasca sul blog. Forti venti provenienti…da NORD, si scontrano con “l’aria CALDA” mediterranea e provocano…perturbazioni ed addensamenti locali.

  • avatar

    La Fornero??? deve andare subito via, credo che i casini che ha combinato a noi e alle future generazioni, bastano e avanzano anche; ma la colpa è anche di Bersani che si è prestato al gioco sporco della signora Ministro;( ma roba de matt el disen a Milan, i giuan a ca e i vecc a laurà, te capììììì ).
    Bravo Holland a rimettere in discussione in Francia il sistema pensionistico e altro ancora.
    Io credo che la Signora in questione sia ormai la persona più odiata d’Italia, ovunque ci si trovi, si sente solo parlare di lei………., un motivo ci sarà o no?
    Possibile che tutti sbagliano e solo lei ha ragione?
    Riflettete signori politici……. riflettete.

  • avatar

    “La Fornero se ne deve andare”

    se ne dovrebbero … no, devono andare, meglio sono da cacciare, anche chi con il loro voto o il loro non voto ci hanno portati qui.

    ma questa è un’altra storia che non abbiamo e che non hanno ancora capito

    e ce ne vorrà prima di capire

    c’è da perdere tanto egoismo prima, poi si vedrà

  • avatar

    Posso solo dire con sollievo che ho trovato qualcuno che sa realmente di cosa sta parlando! Lei sicuramente sa come portare un problema alla luce e renderlo importante. Altre persone hanno bisogno di leggere questo e capire questo lato della storia.

Scrivi un commento

:D :) :o :eek: :( :lol: :wink: :arrow: :idea: :?: :!: :evil: :p

-->