- Antonio Di Pietro - http://www.antoniodipietro.it -

L’Italia chiede Politica, loro si chiudono nelle segrete stanze

Sono mesi che il Paese chiede una nuova legge elettorale. La chiedono a gran voce il milione e duecentomila italiani che hanno firmato il referendum promosso anche dall’Italia dei Valori. La chiede continuamente la società civile, quella parte di paese reale che è in costante e inevitabile allontanamento da questa politica preoccupata solo di fare gli interessi propri in barba alla democrazia e alla Costituzione.

E la politica, con la “p” minuscola, che fa? Invece di ascoltare la voglia di democrazia diretta e partecipata che arriva dalle strade, dalle piazze, dalle fabbriche, si riunisce in stanze sempre più segrete, in comitati sempre più ristretti, a decidere come mantenersi la poltrona e come tenere tutti gli altri fuori dalla porta.

Ma che c’azzecca il “comitato ristretto” del Senato con le giuste rivendicazioni di apertura della società civile?
La legge elettorale va discussa in modo trasparente in Parlamento e non dentro le sacrestie dei partiti. Quello che uscirà da questo “comitato ristretto” non potrà che essere l’ennesimo tentativo di fare una legge non per l’Italia, ma per i partiti che vogliono mantenere il potere.
Noi vogliamo una legge elettorale che faccia sapere prima del voto quale coalizione si vota, con quale programma e con quale leadership. Ci sembra il modo più trasparente possibile per presentarsi al cittadino e chiedere il voto.

Ripeto, qui non è più questione di cosa vuole Di Pietro, piuttosto che Tizio, Caio o quell’altro ancora. E’ questione di cosa vogliono gli italiani. E gli italiani quasi un anno fa l’hanno detto piuttosto chiaramente: hanno raccolto le firme per cambiare questa legge elettorale porcata, e non certo per averne una ancora peggiore, o comunque sempre porcata.

Questo deve fare la politica: farsi portatrice delle istanze dei cittadini, “servire”, nel vero senso della parola, al bene comune. Non certo chiudersi nei suoi palazzi, sorda a ciò che avviene fuori, a calcolare sul pallottoliere e col misurino la ricetta perfetta per fregare gli italiani ancora una volta.